Come trasferire le playlist da Spotify ad Apple Music

By | Maggio 26, 2019

La musica di Spotify è impostata per competere con artisti del calibro di Apple Music, il servizio di musica in streaming tramite il quale è possibile accedere ad un catalogo composto da milioni di album, playlist e brani, sia vecchi che nuovi, da ascoltare via Internet ma all’occorrenza anche offline. Spotify non ha bisogno di presentazioni.



Mentre tutti hanno i loro pro e contro, è difficile passare da un servizio all’altro. È difficile se ne usi uno da così tanto tempo. Hai tutte delle playlist da te curate che vuoi trasferire ma non sai come. Non ti preoccupare. Non dovrai farlo manualmente perché sarebbe lento e noioso. Ecco alcune delle migliori app e servizi per trasferire le playlist di Spotify su Apple Music. Cominciamo.

1. Soundiiz

Soundiiz supporta molti servizi di streaming musicale tra cui quelli popolari come Spotify, YouTube Music e Apple Music. Innanzitutto, devi creare un account utilizzando il tuo account preferito social media attraverso la funzionalità di accesso social.

Scegli il servizio di streaming musicale che trasferirai le playlist. Dovrai inserire i tuoi dati di accesso per connetterli a Soundiiz.



Se hai problemi con l’aggiunta di Apple Music su Chrome, dovresti provare Firefox. Inoltre, assicurati di avere un abbonamento attivo per Apple Music e che la libreria musicale di iCloud sia attiva. Per farlo, sul tuo iPhone, vai su Impostazioni e seleziona Apple Music.

Attiva sia la libreria musicale di iCloud che i brani della playlist. Se non riesci ancora ad accedere, dovrai cambiare la lingua predefinita del computer su cui stai tentando di trasferire la playlist.

Ora seleziona l’opzione Trasferisci nel riquadro di sinistra e seleziona Playlist nel popup.

Nella schermata successiva, seleziona la fonte da cui vuoi trasferire i brani – Spotify.

Seleziona tutte le playlist che desideri trasferire su Apple Music.

È possibile aggiungere una descrizione o rimuovere le tracce duplicate ora.

Puoi rimuovere le tracce nella schermata successiva, se lo desideri. Clicca su Conferma per iniziare il processo.

Seleziona dove vuoi trasferire le playlist.

Il trasferimento richiederà alcuni minuti.

Controlla Apple Music per trovare la playlist appena trasferita.

La versione pro di Soundiiz ti consente di trasferire tutti i dati musicali come preferiti e mantenere sincronizzate le playlist per 3€ al mese.

2. Songshift

SongShift è un’app per iOS, quindi dovrai usare un iPhone. Nell’esempio precedente, puoi utilizzare un telefono Android perché Apple Music è disponibile su Play Store. Avvia l’app e tocca. Connetti la tua musica. È qui che aggiungerai i due servizi musicali.

Tocca l’icona ‘+’ e scegli l’app per lo streaming di musica, origine e destinazione.

Seleziona Spotify qui e scegli l’opzione Playlist. Nota che puoi selezionare solo una playlist nella versione gratuita. Nella versione pro, puoi anche unire le playlist.

Scorri un po’ sullo stesso schermo per selezionare la tua playlist.

Allo stesso modo, scegli la destinazione in cui puoi creare una nuova playlist per la playlist importata o aggiungerla a una esistente. Quando hai finito, tocca I’m Finished per iniziare il processo.

La versione pro di SongShift ti costerà 3,99€.

3. Stamp

Stamp, a differenza delle due opzioni precedenti, è disponibile per iOS, Android, Windows, macOS e persino sulla piattaforma Linux. Quindi puoi usarlo dove vuoi. Ora conosci bene il processo. Seleziona e dai i permessi dell’app sia per Spotify che per Apple Music.

Per prima cosa, scegli Spotify perché quella è la fonte poiché Stamp non te la mostra non sappiamo per quale motivo. Una volta che scegli Spotify, ti chiederà direttamente di selezionare la destinazione. Ora scegli la playlist che vuoi trasferire. Tocca Avanti.

Si noti che la versione gratuita di Stamp trasferirà solo 10 brani da una playlist. Per rimuovere questo limite, è necessaria la versione pro che costa 9,99€ solo per iOS e 14,99€ per tutte le altre piattaforme. Stamp supporta anche un numero limitato di servizi di streaming rispetto a SongShift e Soundiiz. Non c’è supporto per i preferiti o altri dati, solo playlist.

4. Tune My Music

Tune My Music supporta tra l’altro una miriade di siti di streaming musicale come Pandora, Deezer e Rdio. Non ci sono app per dispositivi mobili. La cosa buona è che hanno una pagina dedicata per il trasferimento delle playlist da Spotify ad Apple Music. Il link è disponibile qui. Clicca su Cominciamo per iniziare.

Seleziona Spotify come fonte.

Puoi scegliere una playlist da Spotify o inserire l’URL se ce l’hai. È possibile anche selezionare i brani dalla playlist.

Scegli la tua destinazione nella pagina successiva. Apple Music.

Fare clic su Start Moving My Music nella schermata successiva per iniziare il processo.

Non ci sono annunci e nessun limite al numero di brani o playlist che puoi spostare in una volta sola. Tune My Music è completamente gratuito e funziona perfettamente.

Conclusione

Trasferire playlist e altri dati musicali da Spotify ad Apple Music non è poi così difficile se sai quale app o servizio utilizzare. Tutto quello che devi fare ora è assicurarti di aver scelto il giusto servizio di streaming musicale per le tue esigenze musicali.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.