Come usare BitTorrent – La guida completa

By | Dicembre 27, 2019
Come usare BitTorrent

BitTorrent è uno strumento di condivisione multimediale peer-to-peer, ma non è così semplice come scaricare contenuti in un browser. La nostra guida ti mostra come usare BitTorrent e come restare al sicuro mentre lo utilizzi.

Se trascorri del tempo su Internet dai primi anni 2000, probabilmente avrai sentito parlare di BitTorrent, il popolare strumento di condivisione di file utilizzato per film, programmi e altri grandi blocchi di dati. Ma BitTorrent è un po’ più complesso degli strumenti di condivisione dei file che lo hanno preceduto, quindi ti aiuto a familiarizzare con i suoi dettagli prima di usarlo. La nostra guida può aiutarti ad iniziare.

Cos’è BitTorrent?

Quando scarichi un file da Internet, in genere lo scarichi direttamente da un server da qualche parte. La velocità con cui scarichi quel file può variare in base alla posizione del server, alla velocità e al numero di persone che lo stanno provando a scaricare il file contemporaneamente.

Quindi, mentre potresti avere una connessione a 200 Mbps dal tuo provider Internet, puoi scaricare un file molto più lentamente di quello se il server che fornisce il file è lento o viene martellato con richieste.

BitTorrent è un modo alternativo di scaricare file di grandi dimensioni che non condividono gli stessi punti deboli. BitTorrent non è solo un programma, è un protocollo peer-to-peer (p2p) che qualsiasi programma può utilizzare (sebbene esista un programma chiamato BitTorrent, di proprietà della società con lo stesso nome che sviluppa e mantiene il protocollo stesso).

Invece di scaricare un file da un singolo server, con BitTorrent scarichi pezzi di quel file da altri utenti in tutto il mondo che hanno lo stesso file sul proprio PC (quindi peer-to-peer ). Il file o il gruppo di file scaricati si chiama torrent, la condivisione di questi file si chiama seeding e il gruppo di persone da cui si scarica viene chiamato swarm. Più persone si collegano a un dato sciame, seminando un file, più velocemente sarai in grado di scaricare quel file.

BitTorrent è comunemente noto come strumento di pirateria, grazie alla sua efficienza nella condivisione di file di film di grandi dimensioni, album musicali, software e porno.

L’uso di BitTorrent non è intrinsecamente illegale e il protocollo ha visto anche molti usi legittimi, tra cui la condivisione di software open source come Linux, la fornitura di aggiornamenti per programmi come World of Warcraft, la sincronizzazione di file tra computer in stile Dropbox e la condivisione di file multimediali rilasciato su BitTorrent dagli stessi artisti. Microsoft utilizza persino una tecnologia simile per ottimizzare gli aggiornamenti di Windows.


Detto questo, BitTorrent è spesso usato per la pirateria, poiché la sua efficienza, natura decentralizzata e popolarità hanno prodotto una vivace comunità attorno alla condivisione di quei file. Se c’è qualcosa che vuoi scaricare, c’è una buona probabilità che qualcuno lo condivida con BitTorrent, legalmente o no.

Per essere chiari, noi di GuideSmartPhone non perdoniamo la pirateria. Se si utilizzano le nostre istruzioni a tale scopo, lo si fa a proprio rischio.

Come scaricare un torrent

1. Ottieni un client BitTorrent

Il download di file con BitTorrent è un po’ più complicato del semplice clic su un collegamento nel browser Web. La maggior parte dei browser non ha il supporto integrato per BitTorrent, quindi è necessario un programma specifico, chiamato client BitTorrent, che sappia come scaricare e assemblare i pezzi di un file in un torrent.

Personalmente sono un fan di qBittorrent, un client open source gratuito che è facile da usare, disponibile su più piattaforme e offre una buona quantità di funzionalità avanzate per coloro a cui piace scavare. In questo articolo trovi i migliori client per scaricare Torrent.

2. Trova un torrent da scaricare

Puoi trovare i torrent da scaricare in diversi modi. Se stai scaricando qualcosa che il creatore ha reso disponibile su BitTorrent, probabilmente troverai un link per scaricare il torrent da qualche parte sul loro sito, ad esempio la distribuzione Linux Ubuntu offre i torrent nella sua pagina Download alternativi.

Puoi anche visitare un motore di ricerca torrent come Pirate Bay, dal nome appropriato, per trovare cose. Oppure leggere il nostro articolo sui migliori siti web per scaricare Torrent.

3. Scarica il file Torrent

Una volta trovato quello che stai cercando, dovrai scaricare il file .torrent, un piccolo pezzo di dati che punta il tuo client BitTorrent verso lo sciame, in modo che possa scaricare i file reali che stai cercando. Quindi, se stai scaricando un video, scaricherai prima il piccolo file .torrent, quindi fai doppio clic per aprirlo in qBittorrent, dove inizierà il download del video effettivo.

Questo può sembrare un po’ rotondo – il download di un piccolo file che punta a un altro file – ma è così che funziona BitTorrent. Molti siti e client BitTorrent supportano anche “collegamenti magnetici”, che consentono di ignorare il file .torrent e indirizzare il client verso lo sciame con un semplice clic del mouse.

Troverai i file .torrent e i collegamenti magnetici nella pagina di download del file desiderato (se il creatore supporta BitTorrent) o su un motore di ricerca BitTorrent come Pirate Bay.

4. Apri il Torrent nel tuo software client

Basta fare doppio clic su Torrent e dire al proprio sistema operativo di aprirlo nel software client. Da lì, dovrai dire al software dove scaricare il tuo file, potresti anche essere in grado di stabilire una priorità tra tutte le altre cose che vuoi scaricare contemporaneamente. Questi sono passaggi specifici del client, tuttavia.

Come effettuare il torrent in modo sicuro e rapido

Queste sono le basi minime assolute di cui hai bisogno per iniziare con BitTorrent, ma probabilmente non ti daranno un’esperienza ottimale. Di seguito sono riportate alcune cose che possono aiutarti a rimanere al sicuro e a mantenere i tuoi download veloci.

Fai attenzione ai malware e ai torrent falsi

Proprio come altrove su Internet, è necessario fare attenzione a ciò che si scarica. Mentre molti, anche la maggior parte, dei file torrent contengono ciò che dicono di contenere, alcuni ti ingannano promettendo una cosa e offrendo invece malware, specialmente se stai esplorando angoli più oscuri del web per i torrent.

Molti siti torrent hanno commenti su ogni pagina, che possono aiutarti a determinare l’autenticità di un determinato torrent in base a ciò che altri utenti hanno scritto. Alcune directory mettono badge accanto al nome utente del caricatore, denotando agli utenti con buoni track record di caricamento di file sicuri.

E, naturalmente, dovresti eseguire un buon software antivirus, che analizza tutto ciò che scarichi automaticamente.

Usa una VPN

Poiché ti stai collegando direttamente ad altri utenti per scaricare il tuo torrent, puoi vedere l’indirizzo IP di ogni utente nello sciame e loro possono vedere il tuo. Quell’IP è rintracciabile per te, permettendo a chiunque si unisce allo sciame di vedere cosa stai scaricando.

Alcuni ISP, possono anche rallentare la velocità se vedono che stai usando BitTorrent. Al fine di prevenire entrambi questi problemi, dovresti usare una VPN affidabile ogni volta che esegui il torrent: oscurerà il tuo indirizzo IP dallo sciame e crittograferà il tuo traffico in modo che il tuo ISP non sappia cosa stai facendo.

Evita i torrenti morti

BitTorrent ti consente di scaricare file più velocemente e in modo più efficiente rispetto a una connessione diretta a un server, purché ci sia uno sciame abbastanza grande che condivide il file. Se un torrent ha solo un paio di seeders, probabilmente scaricherai il file molto lentamente e se non ci sono seeders, non sarai in grado di scaricare il file.

Quando scarichi il torrent, assicurati di scaricarne uno recente che abbia molti seeders per garantire le migliori velocità (molti siti elencheranno il numero di seeders nella pagina di download del torrent).

Segui l’etichetta BitTorrent

Anche se questo non è cruciale per il successo, è generalmente considerato piacevole perché offre ad altri l’opportunità di scaricare i dati da soli. Dopotutto, se non ci fossero seeder, BitTorrent non funzionerebbe molto bene e saremmo tutti bloccati a scaricare file a passo di lumaca.

Se non riesci a eseguire il seeding del file per sempre, almeno esegui il seeding fino a quando non hai condiviso tanto quanto scaricato (noto anche come con un “rapporto” 1: 1) prima di eliminare il torrent dal tuo client.

Approfondiamo l’argomento: Come aumentare la velocità di download di Torrent del 400%

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.