Come utilizzare BitLocker in Windows 10

By | Novembre 4, 2019
I legami tra guerra e petrolio La corsa all’oro nero, insomma, non sembra arrestarsi né per ragioni ecologiche, né per ragioni economiche. Prova ne è il fatto che nel mondo si moltiplicano i conflitti consumati al fine di accaparrarsi pozzi, trivelle e raffinerie. Guerre che a volte esplodono anche a causa di fenomeni meteorologici estremi dovuti, in buona parte, ai cambiamenti climatici causati proprio dalle stesse fonti fossili (che rappresentano ancora oggi l’80 per cento dei consumi globali di energia). Il caso della Siria, in questo senso è emblematico. Il paese, secondo secondo un’analisi di Le Monde, ha toccato nel 1996 quello che viene definito il “picco petrolifero”, ovvero il momento in cui la produzione di una determinata area raggiunge il suo massimo per poi ridursi progressivamente. Negli anni successivi, dunque, l’estrazione siriana ha registrato un netto calo. siria guerra petrolio Nella guerra in Siria l’Isis si finanzia anche e soprattutto grazie al petrolio ©John Moore/Getty Images Nel 2008, nel tentativo di contrastare l’esplosione del deficit pubblico, il regime di Bashar al Assad ha ridotto considerevolmente le sovvenzioni sulla benzina, che erano pari al 15 per cento del pil. Il prezzo del carburante è così triplicato dalla sera alla mattina, provocando un’inflazione eccezionale anche nei prezzi agricoli.

Utilizza la crittografia per la sicurezza dei tuoi dati. Con il mondo che sprofonda nel digitale, i tuoi dati stanno diventando sempre più preziosi e sempre più bisognosi di protezione. L’ultima cosa che vuoi che accada è che i tuoi dati cadano nelle mani sbagliate, specialmente nel caso in cui perdessi uno o più dei tuoi preziosi dispositivi intelligenti.


Uno dei modi più potenti per proteggere i tuoi dati è crittografarli utilizzando un programma come BitLocker per Windows 10, che è un software di crittografia proprietario che funziona sulla piattaforma Windows.

Mentre le istruzioni in questo articolo sono specifiche per Windows 10, BitLocker è disponibile su Windows Vista Ultimate o Enterprise, Windows 7 Ultimate o Enterprise, Windows 8.1 Pro o Enterprise e Windows 10 Pro o Enterprise.

Cos’è BitLocker?

BitLocker per Windows 10 è un software di crittografia disponibile nelle versioni Windows 10 Pro o Enterprise che ti consente di crittografare l’intero disco rigido e proteggere i tuoi dati da occhi indiscreti e manomissioni non autorizzate sul tuo sistema, ad esempio il tipo di intrusione che potrebbe essere commesso da malware.

Se, come la maggior parte delle persone, hai la versione standard o Home di Windows sul nostro PC, non avrai il software BitLocker. Tuttavia, c’è stato un momento in cui Microsoft inizialmente ha implementato il sistema operativo a doppia interfaccia e se è stato eseguito l’upgrade in quel momento, è probabile che tu abbia Windows 8 o 8.1 Pro. Durante il lancio iniziale, le licenze di aggiornamento di Windows 8 Pro sono state vendute a buon mercato e chiunque fosse idoneo poteva averle. Se hai Pro e sei passato da Windows 8.1 a Windows 10, l’aggiornamento è rimasto e BitLocker è probabilmente sul tuo sistema.

Se non sei sicuro di quale versione di Windows 10 stai usando, vai su Start > Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza (o Sistema e sicurezza )> e cerca BitLocker. Se non vedi BitLocker, non è disponibile sul tuo PC.

Quali sono i requisiti di sistema per BitLocker?

Per cominciare, avrai bisogno di un PC Windows e deve essere in esecuzione una delle versioni idonee di Windows. Deve inoltre disporre di un’unità di archiviazione con almeno 2 partizioni e un Trusted Platform Module (TPM).

Un TPM è un tipo speciale di chip per computer che autentica il software, il firmware e l’hardware. È particolarmente importante perché se il TPM rileva eventuali modifiche non autorizzate al sistema, il computer si avvierà in modalità Limitata per contrastare gli attaccanti.

Di seguito sono riportate le istruzioni su come verificare se il computer ha il TPM e anche su come eseguire BitLocker senza di esso.

Cose da sapere prima di configurare BitLocker

Prima di iniziare a configurare BitLocker sul tuo computer, questi sono alcuni requisiti per l’utilizzo di BitLocker.

  • BitLocker è, per la maggior parte, disponibile solo sulle versioni Pro ed Enterprise di Windows, incluso Windows 10 Pro ed Enterprise.
  • Per i migliori risultati, è necessario disporre di un chip TPM sul computer.
  • Potresti essere in grado di utilizzare BitLocker senza TPM ma richiederà passaggi aggiuntivi.
  • Il tuo disco rigido ha bisogno di almeno 2 partizioni per eseguire BitLocker. È necessario disporre di una partizione di sistema con il sistema operativo e un’altra partizione con tutti i file necessari per avviare Windows. Se non hai queste partizioni, non preoccuparti, BitLocker le creerà per te. Le partizioni dovrebbero anche seguire il file system NTFS.
  • A seconda della quantità di dati nel sistema, la crittografia potrebbe richiedere parecchio tempo, quindi preparatevi.
  • Il computer deve essere sempre collegato a un alimentatore durante il processo di crittografia.
  • Assicurati di eseguire il backup completo del sistema prima di crittografarlo con BitLocker. Mentre BitLocker è stabile, ci saranno sempre dei rischi, soprattutto se non si dispone di un gruppo di continuità e si esaurisce l’alimentazione durante il processo di crittografia. Non puoi mai essere troppo sicuro; eseguire il backup del sistema.

Come verificare il chip TPM

Poiché BitLocker richiede il chip TPM per l’autenticazione, è necessario verificare di averne uno prima di iniziare. Per fare ciò, inizia andando al menu Power User. Puoi accedervi premendo il tasto Windows e X sulla tastiera. Una volta nel menu Power User, fai clic su Gestione dispositivi.

In Gestione dispositivi, cerca l’elemento Dispositivi di sicurezza. Se si dispone del chip TMP, è necessario visualizzare un elemento per Trusted Platform Module insieme al numero di versione. Affinché il tuo computer supporti BitLocker, il numero di versione di TPM deve essere 1.2 o successivo.

Come attivare BitLocker senza il TPM

Se non si dispone di un TPM, non sarà possibile attivare BitLocker. Sarai comunque in grado di utilizzare la crittografia, ma dovrai abilitare un’ulteriore autenticazione all’avvio tramite l’Editor criteri di gruppo locali.

  1. Apri il comando Esegui. Puoi farlo premendo il tasto Windows + R sulla tastiera. Una volta attivato il comando Esegui, digitare gpedit.msc nel campo e fare clic su OK o premere Invio.
  2. Nel risultato del comando, cercare un elemento etichettato Configurazione computer. Espandilo e cerca l’ elemento Modelli amministrativi. Espandi anche quello.
  3. In Modelli amministrativi espansi, espandere l’ elemento Componenti di Windows.
  4. Sotto il modello di Componenti di Windows espanso troverai l’ elemento Crittografia unità BitLocker. Espandilo e quindi espandi l’ elemento Drives del sistema operativo che appare sotto di esso. I suoi oggetti verranno visualizzati sul lato destro.
  5. Sul lato destro della finestra, fai clic sull’elemento che richiede Richiedi autenticazione aggiuntiva all’avvio e scegli Modifica dal menu visualizzato.
  6. Nella finestra che appare, seleziona l’ opzione Abilitato.
  7. Seleziona la casella di controllo che consente Consenti BitLocker senza un TPM compatibile (richiede una password o una chiave di avvio su un’unità flash USB).
  8. Al termine, completa la procedura facendo clic su OK.

Come eseguire BitLocker

Dopo aver abilitato il chip TPM, eseguire BitLocker richiede solo pochi passaggi.

  1. Vai al menu Power User premendo il tasto Windows + X sulla tastiera. Una volta lì seleziona la voce Pannello di controllo.
  2. Seleziona Sistema e sicurezza.
  3. Fai clic su Crittografia unità BitLocker.
  4. Nella finestra di dialogo che si apre, fai clic su Attiva BitLocker.
  5. Quindi, scegli Inserisci una password e scegli una password che desideri utilizzare ogni volta che avvii il sistema Windows 10 per sbloccare l’unità di sistema. Assicurati che sia una password complessa. Al termine, fai clic su Avanti.
  6. Ti verranno fornite le opzioni per salvare una chiave di ripristino che utilizzerai per salvare i tuoi file nel caso in cui dimentichi la password. Le opzioni disponibili dovrebbero essere Salvare sul tuo account Microsoftun’unità flash USB, un file o stampare la chiave di ripristino. Seleziona quello che ti è più comodo. Al termine, fai clic su Avanti.
  7. Ora devi selezionare un’opzione di crittografia adatta a te. Se si dispone di un nuovo PC o unità o si desidera l’opzione più veloce, crittografare lo spazio su disco utilizzato. Se il tuo PC o unità è già in uso da un po ‘di tempo e non ti dispiace un processo più lento, crittografa l’intero spazio su disco.
  8. Scegli una modalità di crittografia. Puoi scegliere la nuova modalità di crittografia, che è la migliore per le unità fisse su questo dispositivo, o la modalità compatibile, che è la migliore per le unità rimovibili. Al termine, fai clic su Avanti.
  9. Seleziona la casella di controllo denominata Esegui controllo sistema BitLocker, quindi fai clic su Continua.
  10. Ti verrà richiesto di riavviare il computer per iniziare la crittografia. Al riavvio, BitLocker ti chiederà di inserire una password di crittografia per sbloccare l’unità principale. Inserisci la password che hai scelto prima e premi il tasto Invio.
  11. Il computer avvierà il desktop di Windows. Nulla sembrerà diverso, tuttavia, la crittografia dovrebbe avvenire tranquillamente in background. Se si desidera verificare che ciò accada, è sufficiente andare su Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > BitLocker > Crittografia unità. Lì vedrai che BitLocker sta lavorando per crittografare i tuoi file. A seconda della dimensione dell’unità e delle opzioni selezionate, il processo può richiedere del tempo. Sarai comunque in grado di utilizzare normalmente il tuo computer.
  12. Al termine, Drive Encryption dovrebbe mostrare che BitLocker è attivo.

Se selezioni Usa Esplora file per guardare Questo PC, una volta abilitato BitLocker e completata la crittografia, dovresti vedere l’icona di un lucchetto sul tuo disco, a dimostrazione che è stato crittografato.

Suggerimenti aggiuntivi per l’utilizzo di BitLocker

Dopo aver abilitato BitLocker, ci sono alcune altre cose che puoi fare.

  • È possibile sospendere la protezione in modo che i dati non siano protetti. Questo è consigliabile quando si aggiorna hardware, firmware o sistema operativo. BitLocker riprenderà quindi al riavvio.
  • È inoltre possibile eseguire il backup della chiave di ripristino. Ciò è particolarmente importante quando si perde la chiave di ripristino ma si è ancora connessi al proprio account. BitLocker creerà una nuova chiave di backup per te.
  • Puoi anche cambiare la tua password. Tuttavia, sarà necessario disporre della password corrente per farlo. Puoi anche rimuovere la tua password. Tuttavia, dovrai configurare un nuovo metodo di autenticazione poiché non puoi eseguire BitLocker senza alcuna autenticazione (ciò vanificherebbe lo scopo dell’intera cosa).
  • Puoi anche disattivare BitLocker se non hai più bisogno di BitLocker. BitLocker decodificherà tutti i tuoi file. Il processo di decrittografia potrebbe richiedere molto tempo (sarai comunque in grado di lavorare normalmente sul tuo computer) e i tuoi dati non saranno più protetti.
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.