Come utilizzare lo smartphone rotto da un PC

By | Marzo 30, 2018

Hai rotto il tuo smartphone e sei disperato nel guardare la famosa ragnatela del touchscreen rotto che non risponde? Non devi ancora dire addio al tuo dispositivo. Ecco i nostri consigli per salvare ciò che rimane del tuo smartphone.


Come utilizzare lo smartphone rotto da un PC, meglio prevenire

I nostri smartphone contengono molti dati altamente sensibili che è sempre consigliabile proteggere. Questo è più facile farlo prima che succeda qualcosa di brutto al tuo telefono, fidati di noi. Ci sono diversi modi per farlo: nascondere i file che si desidera proteggere, bloccare le applicazioni per limitare l’accesso, utilizzare la modalità ospite, eseguire il backup nel cloud o inserire password alle applicazioni.

Il modo migliore per proteggere tutti i dati contenuti nel nostro smartphone è il backup. Vale a dire, salvare i dati in un luogo sicuro in modo che possiamo recuperarli anche in caso di perdita del dispositivo.

Sono disponibili diverse app per il backup sul Google Play con cui possiamo trasferire i dati ed eseguire il backup sul nostro computer. In pochi passaggi possiamo mantenere i nostri dati al sicuro.

Come recuperare i file da un dispositivo Android utilizzando un PC

Per recuperare i dati dal tuo smartphone danneggiato puoi contare sull’aiuto del tuo computer. Prima di iniziare, è necessario attivare il debug USB sul dispositivo Android, per garantire che lo smartphone venga riconosciuto dal PC.

Il recupero di immagini e musica è abbastanza semplice. Basta collegare lo smartphone al PC, attivare Debug dal menu delle impostazioni e utilizzare il mouse per accedere alle diverse cartelle salvate sul dispositivo. Accedendo alla cartella WhatsApp, ad esempio, puoi copiare tutte le immagini ricevute nella chat.


Tuttavia, potrebbe succedere che, sebbene il PC abbia riconosciuto lo smartphone, non è possibile visualizzare i file salvati su di esso. Non preoccuparti perché, come sempre, su Android esiste una soluzione a tutto.

Come fare se la modalità debug USB non è attiva o il PC non riconosce il tuo dispositivo

Quindi hai un display mal funzionante o fuori uso, la modalità USB non è attiva o il computer che non riconosce lo smartphone. Questi sono tutti i problemi più comuni che potresti incontrare quando il tuo cellulare è rotto e devi recuperare i tuoi dati.

Per quelli di voi che hanno un dispositivo Samsung nelle mani, ricordate che sul sito Web ufficiale del marchio sudcoreano potete trovare una sezione chiamata Trova il mio dispositivo mobile che non è utile solo quando si perde lo smartphone, ma anche per sbloccare il dispositivo con la funzione Sblocca il mio display. Accedendo a questa funzione, il PC riconoscerà il tuo dispositivo e potrai quindi utilizzare il noto programma Kies per trasferire i tuoi dati.

Se si dispone di un dispositivo di un’altra marca o questa soluzione non funziona, è possibile accedere alla modalità di ripristino e utilizzare Fastboot (che non richiede il debug USB abilitato). Dovrai quindi installare e avviare il dispositivo tramite una recovery personalizzata con Fastboot e utilizzare i comandi shell adb per estrarre i file.

Questa non è esattamente una soluzione semplice e richiede una certa familiarità con Android, ma ti permetterà di risolvere i problemi riscontrati e procedere con il recupero dei tuoi dati dallo smartphone rotto. Per familiarizzare con Fastboot, consulta la nostra guida dedicata.

Come recuperare i dati se lo schermo è rotto ma è ancora possibile vedere il display

Se hai rotto il touchscreen ma il display funziona ancora (puoi vederlo), puoi risolvere il problema usando un USB OTG (On The Go) e un mouse collegato al tuo dispositivo. Un OTG USB collega i dispositivi mobili ad altri dispositivi. Fondamentalmente, il tuo dispositivo Android ha una porta mini-USB e devi connetterlo a un mouse con una porta USB. L’USB OTG collega questi due insieme.

Una volta collegato il mouse, è possibile sbloccare il dispositivo indipendentemente dal fatto che si disponga di un modello, un PIN o una password. Raccomandiamo comunque di usare le password perché sono altamente sicure.

Ora che il telefono è sbloccato, è possibile collegarlo al computer e trasferire i dati necessari nella memoria microSD o collegarlo direttamente al PC e trasferirli.

Come sbloccare lo schermo quando il display è rotto

Fortunatamente, ci sono alcune opzioni disponibili quando ti trovi in ​​questa posizione. Detto questo, è importante notare che si tratta di misure temporanee; per assicurarti di poter continuare a utilizzare il tuo dispositivo, dovrai alla fine riparare lo schermo.

Il metodo più semplice è usare il PC. Vai al sito web “Gestione dispositivi Android” e accedi con il tuo account Google. Se hai il GPS abilitato sul tuo dispositivo, può essere rilevato dallo strumento web. Nella maggior parte dei casi lo smartphone è già registrato, ma puoi sempre associare il telefono al tuo account Google se non lo hai già fatto. Clicca su “Blocca” e seleziona “Sblocca”. Anche con un display rotto, sarai in grado di accedere al tuo dispositivo. Una volta collegato lo smartphone al PC, sarai in grado di trasferire e eseguire il backup dei dati sul tuo smartphone.

Come recuperare i dati se lo schermo è spento

Se non riesci a vedere il tuo schermo, potresti aver bisogno di un programma VNC. Ce ne sono molti sul mercato, ma assicurati di sceglierne uno sicuro e gratuito. Questi programmi spostano l’interfaccia Android sul PC in modo da poter controllare tutto dal tuo Pc.

Per utilizzare questi programmi, è necessario scaricare il programma sul PC, ma anche sul dispositivo Android. Questo è un altro modo per prevenire, poiché difficilmente potrai installarlo sul tuo Android se lo schermo è già morto. Ci sono anche alcuni programmi a pagamento, che di solito includono più funzionalità rispetto alla pura funzionalità VNC. Quindi se stai cercando un software con più funzionalità, puoi scaricare uno di questi.

Come ripristinare i file con AirDroid

AirDroid è un software che collega lo smartphone al computer. Puoi usarlo da un’interfaccia web o tramite un’applicazione sul tuo computer. Devi solo installarlo sul tuo PC e sul tuo dispositivo Android.

Come ripristinare i file con AirDroid

Attraverso il tuo account, dovresti essere in grado di connetterti a entrambi i dispositivi. Sul tuo smartphone, vedrai diverse icone che ti danno accesso a funzionalità come il trasferimento di file o la disinstallazione dell’app. Puoi dare un’occhiata alle diverse opzioni ma quella che stiamo cercando è il Backup.

Assicurati di utilizzare gli stessi dettagli di accesso e vai al tuo telefono e premi sul pulsante Salva. È anche possibile scorrere l’applicazione: fare clic sul nome del dispositivo nel menu a sinistra e fare clic sul menu Backup all’interno delle tre schede in alto. I tuoi dati verranno quindi salvati sul computer.

Inoltre: AirDroid ti consente anche di vedere le tue notifiche sul computer.

Ripristinare i file con Vysor

Vysor  ti consente inoltre di utilizzare il tuo telefono Android da un computer desktop. Funziona attraverso un’estensione per Chrome, che ha un chiaro vantaggio: puoi utilizzare Vysor su Windows, Mac e Linux. Un semplice cavo USB collega il telefono e il desktop.

È possibile utilizzare le funzioni di base di Vysor con la versione gratuita. Con esso puoi, ad esempio, connettere i dispositivi per scattare screenshot da Android. Con la versione a pagamento, la qualità dello schermo è migliore, è disponibile la visualizzazione a schermo intero e il trasferimento dei dati può essere eseguito trascinando e rilasciando tutto senza una connessione via cavo.

La configurazione dell’applicazione è semplice. Lo abbiamo trovato occasionalmente lento e, come detto sopra, la qualità dell’immagine non è ottimale nella versione gratuita.

AirDroid è probabilmente il modo migliore per utilizzare lo smartphone dal PC perché offre più di Vysor. Forse TeamViewer  merita anch’esso un posto in questa lista, ma sfortunatamente non funziona con tutti i dispositivi Android.

 

Hai recuperato i dati dal tuo smartphone rotto? Facci sapere come nei commenti.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.