Come collegare Google Home e altri suggerimenti

By | Luglio 27, 2023
Google Home

Nell’epoca dell’intelligenza artificiale e della domotica, Google Home emerge come uno strumento fondamentale per automatizzare e controllare dispositivi intelligenti all’interno del proprio ambiente domestico utilizzando semplicemente la voce. Se sei nuovo in questo settore in crescita, potresti trovarti di fronte alla sfida di configurare Google Home per la prima volta. La tua ricerca di soluzioni termina qui, poiché la seguente analisi ti fornirà una guida dettagliata per impostare e utilizzare efficacemente Google Home.


Google Home, insieme alla sua variante più compatta, Google Home Mini, richiede un processo di installazione iniziale per connettersi alla rete domestica e sincronizzarsi con altri dispositivi smart. Questa guida esamina sia le fasi iniziali per configurare Google Home, che i metodi per collegare i tuoi dispositivi smart all’assistente vocale di Google. Non solo, offrirà un’analisi approfondita sulla sincronizzazione dei tuoi account di streaming, come Spotify, YouTube e Netflix, con Google Home.

Nel dettaglio, ci concentreremo su come associare il tuo Google Home al computer, al televisore e perfino alle luci di casa, ampliando così l’esperienza dell’automazione domestica. Alla fine di questa guida, avrai una comprensione completa del funzionamento di Google Home e sarai in grado di personalizzarlo per soddisfare le tue esigenze individuali. Tutto ciò rende questa guida un asset imprescindibile per chiunque desideri sfruttare appieno le potenzialità di Google Home e Google Home Mini.

Collegare Google Home al WiFi

L’installazione di Google Home inizia con il download e l’avvio dell’applicazione Google Home, seguito dall’interazione con il pulsante ‘Inizia’, il quale avvia il processo di configurazione per il collegamento di Google Home alla rete WiFi domestica. Una volta giunti alla successiva interfaccia utente, si deve scegliere l’account Google appropriato e accedervi premendo il pulsante ‘OK’.

Il passo successivo è quello di selezionare ‘Crea un’altra casa’, seguito dal premere ‘Avanti’ per aggiungere la propria abitazione all’elenco di proprietà e costruzioni in cui si prevede di utilizzare Google Home. A questo punto, si inserisce il nome della propria abitazione nel campo ‘Nickname casa’, e si procede premendo ‘Avanti’ e poi ‘Aggiungi’. Per configurare il dispositivo, selezionare l’opzione ‘Configura nuovo dispositivo’ e premere ‘Avanti’ per avviare la ricerca dei dispositivi disponibili.

Alla rilevazione del Google Home, apparirà una notifica ‘Dispositivo Google Home trovato’. È possibile quindi premere ‘Avanti’, confermare l’emissione del suono di Google Home selezionando ‘Sì’, e decidere se condividere o meno con Google i dati relativi ad arresti anomali e statistiche del dispositivo scegliendo tra ‘OK’ e ‘No, grazie’.

Successivamente, si identifica la posizione del dispositivo scegliendo tra le opzioni disponibili, come Bagno, Camera da letto, Corridoio, Soggiorno, Ufficio, Studio, ecc., e si conferma premendo ‘Avanti’.

Nella seguente interfaccia, si seleziona la rete WiFi alla quale si intende collegare Google Home, si inserisce la password nel campo dedicato e si preme ‘Collega’. È importante notare che se il proprio telefono è già collegato alla stessa rete WiFi, quest’ultima verrà selezionata automaticamente. Al termine della connessione, apparirà a schermo la notifica ‘Connesso’, a indicare che Google Home è ora connesso alla rete WiFi.

Per completare l’installazione, è necessario seguire le indicazioni a schermo e premere ‘Termina configurazione’. A questo punto, Google Home è pronto per l’uso.


Risoluzione dei problemi di connessione WiFi di Google Home

Se dopo la configurazione iniziale si riscontrano problemi di connessione WiFi, è possibile accedere alle impostazioni del dispositivo tramite l’app Google Home. Dopo aver avviato l’app, si può accedere alle impostazioni (rappresentate dall’icona della rotella d’ingranaggio), quindi selezionare il nome della stanza in cui si trova il Google Home.

All’interno delle ‘Impostazioni del dispositivo’, selezionare il dispositivo in questione, quindi l’opzione WiFi per verificare che la connessione sia stabilita con la rete WiFi corretta. Se non è così, o se persistono problemi di connessione, è possibile rimuovere la rete attuale premendo ‘Elimina questa rete’ e confermando con ‘Elimina rete WiFi’.

Per ripristinare la connessione, avviare di nuovo l’app Google Home, selezionare ‘Configura 1 dispositivo’ e scegliere l’abitazione nella schermata ‘Scegli una casa’. Una volta terminata la scansione dei dispositivi e riconosciuto il Google Home, si può procedere con una nuova configurazione.


Infine, per ricollegare il Google Home alla rete WiFi, confermare l’audizione del suono del dispositivo premendo ‘Sì’, poi selezionare la stanza in cui si trova il dispositivo e, nella schermata ‘Scegli la rete WiFi’, selezionare la rete desiderata. Dopo aver premuto ‘Avanti’ per completare la connessione, Google Home sarà nuovamente funzionante.

Collegare Google Home a Spotify

Il processo di abbinamento tra il tuo Google Home e il servizio musicale di Spotify può essere gestito con pochi passaggi chiave. Inizia con il tuo dispositivo mobile e lancia l’applicazione Google Home. Clicca sull’icona rappresentante una figura umana, situata nella barra di navigazione inferiore. Una volta presentata la schermata successiva, dovrai selezionare la voce “Musica” e quindi cercare Spotify all’interno della categoria “Altri servizi musicali”.

Il tuo prossimo passo sarà cliccare sull’icona a forma di catena corrispondente a Spotify, seguito dalla selezione dell’opzione “Collega account”. A questo punto, una nuova finestra si aprirà. Se desideri associare il tuo account Spotify attraverso il tuo profilo Facebook, scegli l’opzione “Accedi con Facebook”. Se invece preferisci utilizzare le credenziali direttamente dal tuo account Spotify, dovrai inserire l’indirizzo email o l’username e la password negli appositi campi, quindi premere il pulsante “Accedi”. Concludi l’operazione cliccando sul pulsante “Accetto” e il tuo account Spotify sarà ora sincronizzato con Google Home.

Una considerazione aggiuntiva importante è che la tua associazione tra Spotify e Google Home non è permanente e può essere revocata in qualsiasi momento. Per disconnettere Spotify da Google Home, clicca sull’icona del profilo, seleziona “Musica” e infine premi il pulsante “Scollega” corrispondente a Spotify. Con queste semplici istruzioni, sarai in grado di gestire la configurazione di Google Home in modo ottimale, particolarmente per quanto riguarda l’integrazione con Spotify.

Collegare Google Home a YouTube

Se siete intenzionati a configurare Google Home per l’uso con YouTube, vi sorprenderà sapere che non è necessario alcun processo di connessione per accedere ai contenuti video di YouTube attraverso Google Home.

L’unico requisito è connettere Google Home al vostro dispositivo televisivo e dare comandi specifici come “OK Google, riproduci video su YouTube” o “Hey Google, riproduci [nome del video] su YouTube”. Importante menzionare che Google Home può essere sincronizzato anche con YouTube Kids, un’offerta di YouTube specificamente rivolta al pubblico più giovane.


Per configurare questa opzione, lanciate l’applicazione Google Home, navigate fino alle Impostazioni, selezionate TV e video dal menu, quindi cliccate su Collega per YouTube Kids. Sulla schermata successiva, selezionate Inizia, quindi Avanti, inserite la password del vostro account Google quando richiesto e confermate con Avanti e OK. Concludete premendo su Fine per completare il collegamento tra YouTube Kids e Google Home.

Sfruttamento di Google Home come Speaker per YouTube Music

In caso di interesse nel rendere Google Home un riproduttore audio per YouTube Music, vi preghiamo di notare che Google Home è già configurato per utilizzare YouTube Music come il suo servizio di streaming musicale di default.

Per confermare questa configurazione, avviate l’applicazione Google Home, accedete alle Impostazioni e selezionate l’opzione Musica. In alternativa, potete cliccare sull’icona del profilo nel menu inferiore e selezionare Musica.

Sul pannello successivo, verificate che YouTube Music sia selezionato come servizio di streaming musicale predefinito. Ciò significa che, semplicemente pronunciando il comando “OK Google, avvia musica” o “Hey Google, riproduci [nome della canzone]”, l’applicazione inizierà automaticamente la riproduzione musicale attraverso YouTube Music.

Collegare Google Home a Netflix

Nell’era della digitalizzazione, l’assistente vocale Google Home ha segnato un’evoluzione significativa nella nostra interazione con i dispositivi tecnologici. La compatibilità di Google Home con Netflix, il noto servizio di streaming, ne è un esempio concreto. La possibilità di avviare contenuti multimediali utilizzando semplicemente la voce apre nuove frontiere per l’esperienza dell’utente. La presente guida illustrerà dettagliatamente come configurare Google Home per gestire Netflix utilizzando comandi vocali.

Per innescare questo processo, sarà necessario avviare l’applicazione Google Home sul dispositivo mobile. Accedere alle Impostazioni richiederà una semplice pressione sulla voce corrispondente. Da qui, si dovrebbe cercare la sezione relativa ai Servizi dell’assistente Google. Nella schermata successiva, si dovrebbe selezionare l’opzione TV e video.

Esiste un percorso alternativo per accedere alla stessa opzione. È possibile fare clic sull’icona del profilo in basso a destra, poi selezionare l’opzione Altre impostazioni. In seguito, si può selezionare la scheda Servizi e nella schermata successiva premere sulla voce Video e foto.

Il passo successivo è collegare il servizio di streaming Netflix con Google Home. Questo richiede una pressione sul pulsante Collega accanto alla voce Netflix. Dopo questo, sarà necessario premere sulla voce Collega account e inserire le credenziali del proprio account Netflix nei campi Email e Password. A questo punto, premendo sul pulsante Accedi e collega, apparirà la schermata Seleziona profilo. Qui si può scegliere il proprio profilo Netflix e infine premere su Conferma per completare il processo di collegamento.

Se in un secondo momento si desidera scollegare Netflix da Google Home, la procedura è altrettanto semplice. Accedendo nuovamente alle Impostazioni e selezionando l’opzione TV e video, sarà possibile premere sul pulsante Scollega associato a Netflix.

Ricordiamo che l’intero processo è applicabile non solo a Google Home ma anche a Google Home Mini, rappresentando così una soluzione versatile per l’interazione con la piattaforma di streaming Netflix.

Collegare Google Home alla TV

Quando ci si imbatte nella questione se sia possibile collegare Google Home alla TV, la risposta è positivamente affermativa. Tuttavia, l’implementazione di tale funzionalità richiede l’impiego di Chromecast – un dispositivo sofisticato progettato da Google che facilita il trasferimento di contenuti audio e video al televisore mediante una tecnologia wireless avanzata nota come Google Cast.

Avviando il processo, dovresti prima iniziare con l’installazione del Chromecast, inserendolo nella porta HDMI del tuo televisore. Subito dopo, connetti l’adattatore USB fornito, posizionando un’estremità nel Chromecast e l’altra in una delle porte USB del televisore o, nel caso di Chromecast Ultra, in un caricabatterie da parete. Per un’esposizione più dettagliata, si può fare riferimento alla guida alla configurazione di Chromecast.

Una volta installato il Chromecast, procedi con l’avvio dell’app Google Home sul tuo smartphone. Accedi al pannello Aggiungi, seleziona le opzioni Configura dispositivo seguito da Configura nuovo dispositivo e procedi selezionando Avanti per iniziare la scansione di nuovi dispositivi. Attendere che il sistema riconosca il Chromecast, quindi procedi selezionando Avanti. A questo punto, assicurati che il codice visualizzato sul tuo televisore corrisponda a quello mostrato sul tuo smartphone e conferma con le opzioni Sì e OK.

Nell’ultimo passaggio, specifica l’ubicazione del Chromecast scegliendo una delle opzioni disponibili (ad esempio, Soggiorno, Camera da letto, Sala da pranzo, etc.), prosegui con Avanti e seleziona la rete Wi-Fi alla quale desideri connettere il dispositivo. Completa la procedura di configurazione di Chromecast e attiva il comando del tuo televisore con Google Home selezionando in sequenza i pulsanti Continua, Avanti e Continua.

Una volta configurato Google Home per essere collegato a servizi come Netflix o YouTube, potrai avviare la riproduzione dei tuoi contenuti preferiti semplicemente impartendo comandi come “OK Google, avvia … ” o “Hey Google, riproduci …. su YouTube”. Questa guida ti permette di sfruttare al massimo le potenzialità di Google Home e Google Home Mini, rendendo l’esperienza televisiva più personalizzata e coinvolgente.

Collegare Google Home al PC

Se desideri usufruire delle funzionalità di Google Home con il tuo personal computer, ti assicuriamo che sia realizzabile attraverso due metodi principali: utilizzando la funzione “Trasmetti” del browser Google Chrome o stabilendo una connessione Bluetooth.

Per il metodo basato su Google Chrome, dovrai iniziare avviando il browser e navigando verso qualsiasi pagina web che offre contenuti audio. Successivamente, seleziona l’icona rappresentata da tre puntini verticali posizionati nell’angolo superiore destro, seguita dalla scelta dell’opzione “Trasmetti” dal menu a comparsa. Infine, seleziona Google Home per iniziare la trasmissione del contenuto audio selezionato.

Ti farà piacere sapere che puoi anche utilizzare la funzione “Trasmetti” per riprodurre file audio presenti sul tuo computer. Nella stessa maniera, seleziona l’icona dei tre puntini, seguita da “Trasmetti” e scegli Google Home. Successivamente, opta per “File” dal menu a discesa delle “Fonti” e individua il file audio che intendi riprodurre tramite Google Home.

Sottolineiamo, tuttavia, che la funzione “Trasmetti” di Google Chrome sfrutta la connessione internet e permette solo la riproduzione di un singolo file per volta. Se desideri riprodurre una serie di contenuti audio dal tuo computer, la connessione Bluetooth con Google Home potrebbe essere una soluzione più pratica.

Collegare Google Home via Bluetooth

Per iniziare, dovrai aprire l’app Google Home, selezionare il nome associato al dispositivo e toccare l’icona dell’ingranaggio. Successivamente, dovrai selezionare l’opzione “Dispositivi Bluetooth accoppiati” e nell’interfaccia successiva, scegliere “Attiva modalità di accoppiamento”.

Per gli utenti di Windows 10, è necessario cliccare sull’icona di Start, seguita dall’icona dell’ingranaggio per accedere alle Impostazioni. Qui, dovrai selezionare “Dispositivi”, poi “Aggiungi dispositivo Bluetooth o altro tipo” e infine, “Bluetooth”. Questo avvierà la scansione dei dispositivi disponibili. Una volta individuato Google Home, dovrai selezionarlo, attendere la connessione e infine cliccare su “Fatto”.

Per i dispositivi Windows di versioni precedenti alla 10, dovrai accedere al Pannello di Controllo attraverso l’icona di Start, seguire il percorso “Aggiungi dispositivo” sotto la sezione “Hardware e suoni”, e selezionare Google Home dalla lista dei dispositivi rilevati.

Infine, se sei un utente Mac, potrai accedere alle “Preferenze di Sistema” cliccando sull’icona dell’ingranaggio nella barra Dock. Successivamente, clicca su “Bluetooth” e quindi su “Connetti” accanto a Google Home. Con questo, avrai completato la configurazione di Google Home con il tuo computer. Come ripristinare un Google Home Mini

Collegare Google Home alle luci

Iniziamo con il fondamentale requisito preliminare per la configurazione di Google Home con il sistema di illuminazione domestica: l’acquisto di dispositivi compatibili che permettano la gestione remota delle luci. Tra i dispositivi più comuni abbiamo lampadine intelligenti come HIVE, che possono essere integrate in qualsiasi lampada o lampadario esistente, purché vi sia compatibilità di attacco. In alternativa, è possibile optare per prese o interruttori intelligenti, da installare nell’impianto elettrico domestico, che permettono di collegare e controllare lampade e dispositivi vari.

Alcune delle opzioni più popolari includono le lampadine Philips Hue White e Color Ambiance e le lampadine LED Bluetooth Osram Smart+, così come le prese intelligenti Wi-Fi Meross Smart Plug MSS210. Dopo aver scelto e installato i dispositivi più adatti alle proprie esigenze, è necessario procedere con la configurazione di Google Home.

La procedura di configurazione varia in base al tipo e alla marca del dispositivo intelligente. In generale, tuttavia, la procedura standard prevede l’avvio dell’applicazione Google Home sul proprio dispositivo mobile, seguito dalla selezione dell’opzione “Aggiungi” e “Configura dispositivo” nella schermata successiva. Successivamente, si seleziona “Configura nuovi dispositivi” e si avvia la scansione dei dispositivi disponibili.

Se il dispositivo intelligente viene rilevato, si segue la procedura guidata per completare il collegamento con Google Home. Se, invece, il dispositivo non viene rilevato, è necessario configurare il dispositivo scaricando e installando l’applicazione proprietaria del produttore, seguendo le istruzioni riportate nel manuale o sulla confezione del prodotto.

Una volta configurato il dispositivo con l’app proprietaria, è necessario tornare all’app Google Home, selezionare nuovamente “Aggiungi” e “Configura dispositivo”, e poi “Hai già configurato qualcosa?” nella sezione “Compatibile con Google”. A questo punto, si individua il proprio dispositivo o l’app proprietaria nell’elenco visualizzato e si inseriscono i dati dell’account creato in precedenza, per collegare il dispositivo all’applicazione ufficiale.

Una volta completato il collegamento del dispositivo con Google Home, è possibile iniziare a controllare le luci utilizzando comandi vocali o tramite l’app Google Home. Per esempio, si possono utilizzare i comandi vocali “Hey Google, accendi le luci” o “OK Google, spegni le luci in soggiorno”. In alternativa, per gestire l’illuminazione tramite l’app Google Home, basta avviare l’applicazione e premere sui pulsanti ON o OFF situati in prossimità del dispositivo configurato. Come collegare TV a Google Home

2 thoughts on “Come collegare Google Home e altri suggerimenti

  1. Geo

    Ho appena installato Google Home Mini ma non manda i messaggi su whatsapp. Perchè?

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.