Come collegare Android a PC – Trucchi e consigli

By | Luglio 17, 2023
collegare Android a PC

Finalmente hai aggiornato il tuo vecchio cellulare degli anni ’90 e hai fatto il grande passo nel mondo del XXI secolo, acquistando uno smartphone Android. La tua soddisfazione è palpabile, ma ora è il momento di imparare a utilizzarlo al meglio. Uno dei primi passi è collegarlo al PC per eseguire un backup dei tuoi dati o semplicemente per trasferire le tue foto scattate sul computer. Potresti chiederti se è necessario installare driver o altri programmi per fare ciò. In realtà, nella maggior parte dei casi, non è richiesta alcuna installazione aggiuntiva, ma tutto dipende dalle tue esigenze e dal modello specifico dello smartphone che hai acquistato. Se hai solo cinque minuti di tempo libero, sarò lieto di assisterti e spiegarti in dettaglio come collegare il tuo smartphone Android al PC.


Alla fine di questa guida, sarai in grado di collegare il tuo telefono al computer e svolgere tutte quelle operazioni che al momento sembrano complicate: trasferire foto, video e musica dal tuo telefono al PC, ricaricare il dispositivo anche in assenza di prese elettriche disponibili, e molto altro ancora. Esploreremo persino come stabilire una connessione wireless tra il tuo smartphone e il PC, senza l’ausilio di cavi. Ma bando alle ciance, entriamo subito nel vivo di questa guida pratica.

Come collegare Android a PC senza cavo con AirDroid (Windows/macOS)

AirDroid rappresenta un metodo altamente efficiente per collegare il tuo dispositivo Android al PC senza l’uso di cavi. Questa piattaforma completa offre una vasta gamma di funzionalità, tra cui la visualizzazione delle notifiche del tuo dispositivo Android direttamente sul PC, la gestione dei contatti, degli SMS, del registro delle chiamate, delle foto e dei video, nonché il trasferimento di file da un dispositivo all’altro. AirDroid è disponibile come servizio web, utilizzabile tramite il browser, come programma autonomo per computer e come app su Google Play Store e altri store alternativi di Android.

Nella sua versione gratuita, AirDroid consente la gestione di un massimo di due dispositivi contemporaneamente e applica un limite di trasferimento dati di 30 MB per singolo file, con un totale di 200 MB. Tuttavia, per eliminare tali limitazioni e accedere a funzionalità aggiuntive come il sistema antifurto integrato, la disattivazione selettiva delle notifiche e lo spostamento di intere cartelle, è possibile sottoscrivere un abbonamento al servizio al costo di 2,99$ al mese o 24,99$ all’anno.

Per utilizzare AirDroid nel modo più agevole, è consigliabile registrare un account. Ciò consente uno scambio sicuro di informazioni tra i dispositivi, evitando la necessità di ripetere la procedura di abbinamento ad ogni utilizzo e offrendo la possibilità di visualizzare le notifiche in tempo reale.

Se desideri registrarti al servizio, puoi collegarti al sito web ufficiale da un computer e fare clic sul link “Registrati”. Successivamente, compila il modulo fornendo le informazioni richieste, come un indirizzo email valido, un nickname e una password per l’accesso. Per semplificare la procedura di registrazione, è possibile utilizzare anche l’opzione di registrazione tramite Facebook, Twitter o Google, facendo clic sugli appositi pulsanti situati in basso.

Dopo aver completato la registrazione, scarica l’app AirDroid dal Google Play Store o da un altro store alternativo se il tuo dispositivo non dispone dei servizi Google. Avvia l’app, tocca il pulsante “Accedi” e accedi al servizio utilizzando le credenziali create in precedenza. Successivamente, tocca i pulsanti “Continua” e “Consenti” per concedere all’app i permessi di accesso alla memoria del dispositivo e indica se desideri consentire o meno l’esecuzione dell’app in background, rispondendo all’avviso di conseguenza. Infine, tocca il pulsante “OK” e, se necessario, imposta le funzionalità remote desiderate utilizzando gli appositi interruttori visualizzati.

A questo punto, ritorna al tuo computer, connettiti al sito internet di AirDroid e effettua l’accesso utilizzando le credenziali generate precedentemente. Se tutto è andato correttamente, dovresti visualizzare il pannello di gestione del tuo dispositivo, che ti permetterà di accedere al registro delle chiamate, agli SMS, alle app installate sul dispositivo, alle foto, ai file multimediali e a molte altre funzioni. Per avviare il servizio desiderato, fai doppio clic sull’icona corrispondente; per interrompere la connessione, basta chiudere la finestra del browser.

Se preferisci utilizzare AirDroid senza effettuare la registrazione, puoi seguire questi semplici passaggi: dopo esserti connesso al sito web del servizio, avvia l’app AirDroid sul tuo smartphone, tocca l’icona del codice a barre nell’angolo in alto a destra, consenti l’accesso alla fotocamera e scansiona il codice QR visualizzato sulla pagina del computer (assicurati di deselezionare l’opzione “Collegati via HTTPS” relativa alla connessione cifrata, nel caso si verifichino problemi).


Collegare Android al PC non è mai stato così semplice e conveniente grazie ad AirDroid. Sfrutta al massimo questa soluzione completa per gestire il tuo dispositivo Android direttamente dal tuo PC, senza cavi e con facilità.

Come collegare Android a PC senza cavo con Send Anywhere (Windows/macOS/Web)

Se hai bisogno di spostare velocemente file tra il tuo smartphone e il computer senza l’uso di cavi, potresti considerare l’utilizzo del servizio Send Anywhere. Disponibile come app per Android, programma per Windows e macOS e applicazione web, Send Anywhere offre un modo efficiente per trasferire file da una piattaforma all’altra utilizzando un sistema di codici ben strutturato.

Puoi utilizzare il servizio gratuitamente, tuttavia ci sono alcune limitazioni da tenere in considerazione: ogni upload non può superare i 10 GB e i link generati hanno una durata di 10 minuti. È importante sottolineare che non è necessario che il tuo telefono e il computer siano connessi alla stessa rete wireless.


Per inviare un file dal computer ad Android, segui questi passaggi: accedi al sito web di Send Anywhere, fai clic sul pulsante (+) nella sezione “Send” e seleziona il file da inviare (puoi anche selezionare più file utilizzando i tasti Ctrl/cmd della tastiera). Successivamente, fai clic sul pulsante “Send” per generare un codice da utilizzare sul tuo smartphone entro 10 minuti.

Ora, passa al tuo smartphone, scarica l’app Send Anywhere dal Play Store (o da un altro store alternativo sul tuo dispositivo) e, dopo averla avviata, accetta i termini e la politica sulla privacy toccando il pulsante “Conferma” per accedere alla schermata principale dell’app.

Premi i pulsanti “Continua” e “Consenti” per consentire all’app di accedere alla memoria del tuo dispositivo. Successivamente, tocca il pulsante “Ricevi” e inserisci il codice numerico generato da Send Anywhere nell’apposito campo di testo. Se preferisci, puoi anche toccare l’icona del codice QR e inquadrare il codice QR visualizzato sul sito.

A seguito di questa procedura, il download del file o dei file verrà avviato automaticamente. I file possono essere visualizzati nella sezione “Cronologia” di Send Anywhere e condivisi o salvati utilizzando il menu di condivisione del sistema.

Per effettuare il trasferimento inverso, ovvero inviare un file dallo smartphone al PC, tocca il pulsante “Invia” nell’app Send Anywhere, seleziona la categoria del file da inviare tra le opzioni disponibili in alto (foto, video, audio, app, ecc.), seleziona il contenuto desiderato e tocca la voce “Invia” nel pannello inferiore per generare il codice di download.

Successivamente, collegati al sito di Send Anywhere, inserisci il codice generato nella sezione “Input Key” (nella scheda “Ricevi”) e premi “Invio” per visualizzare il link di download del contenuto.


Come collegare Android a PC senza cavo tramite USB con Esplora File (Windows)

Nel vasto mondo della connettività digitale, collegare il tuo smartphone Android al PC può sembrare un compito complicato. Tuttavia, esiste un metodo semplice ed efficace per realizzare questa operazione utilizzando Esplora File integrato in Windows. Scopriamo insieme come sfruttare questa funzionalità e trasferire facilmente file tra il tuo dispositivo mobile e il computer.

Per iniziare, il primo passo consiste nel collegare il tuo smartphone al PC tramite un cavo USB affidabile. Una volta che hai effettuato il collegamento, aspetta un istante affinché il tuo computer riconosca il dispositivo.

Successivamente, prendi il tuo smartphone Android e apri l’area delle notifiche. Qui dovresti trovare un messaggio riguardante le opzioni USB disponibili, che potrebbe essere intitolato “Sistema Android” o “Dispositivo in carica tramite USB”. Tocca il messaggio per visualizzare le opzioni disponibili.

Per garantire che il tuo smartphone venga riconosciuto come una memoria esterna, assicurati di selezionare l’opzione “Trasferimento di file” o “MTP” (Media Transfer Protocol) nel pannello delle opzioni.

Una volta completati questi passaggi preliminari, apri Esplora File di Windows. Puoi farlo facilmente cliccando sull’icona della cartella gialla nella barra delle applicazioni. Ora, nella barra laterale di sinistra, individua e seleziona l’opzione “Questo PC”.

A questo punto, se tutto è stato configurato correttamente, dovresti notare il nome del tuo smartphone nella finestra di Esplora File. Fai doppio clic sul nome del dispositivo per accedere alla sua memoria.

Per navigare nella memoria interna del telefono, fai doppio clic sulla cartella chiamata “Memoria condivisa interna”. Se, invece, hai una scheda microSD installata nel tuo smartphone, puoi aprire la directory denominata “Scheda SD”, “Memoria Esterna” o “SD Card” per visualizzare i file presenti.

Una volta che sei all’interno della memoria del telefono o della scheda SD, puoi copiare i file tra il tuo smartphone Android e il PC utilizzando il metodo tradizionale del copia e incolla. Questo ti permetterà di trasferire facilmente foto, video, documenti e altri tipi di file da una piattaforma all’altra, proprio come faresti con una comune chiavetta USB.

Collegare il tuo smartphone Android al PC non è mai stato così semplice grazie a Esplora File di Windows. Seguendo questi passaggi, potrai trasferire facilmente i tuoi file tra i due dispositivi, senza dover ricorrere a soluzioni complesse o software aggiuntivi. Approfitta di questa funzionalità integrata e semplifica la gestione dei tuoi dati digitali. Collegare cassa Bluetooth ad Alexa: guida facile

Come collegare Android a PC senza cavo tramite USB con Android File Transfer (macOS)

Se sei un utente Mac e desideri trasferire dati tra il tuo smartphone e il computer, puoi farlo facilmente utilizzando Android File Transfer, un’app gratuita che consente a macOS di riconoscere e gestire correttamente i dispositivi Android. Con Android File Transfer, puoi spostare file da e verso il tuo smartphone senza dover installare driver di terze parti.

Per iniziare, visita il sito ufficiale di Android File Transfer e scarica il file di installazione del programma. Una volta completato il download, apri il file e segui le istruzioni per installare l’applicazione. Troverai l’icona di Android File Transfer nella cartella Applicazioni di macOS. Avviala per iniziare.

Ora, collega il tuo smartphone al computer utilizzando un cavo USB. Assicurati che il telefono sia sbloccato e impostato sulla modalità Trasferimento di file. Per fare ciò, scorri verso il basso dalla parte superiore dello schermo del tuo dispositivo Android, tocca il messaggio relativo alle opzioni USB e seleziona “Trasferimento di file” o “MTP” dalla schermata successiva.

A questo punto, torna al tuo computer. Per copiare un file dal tuo smartphone Android al PC, apri Android File Transfer e individua il file che desideri copiare. Trascinalo sulla Scrivania di macOS o nella cartella desiderata. Se desideri copiare un file dal tuo computer al tuo dispositivo Android, trascina il file dalla cartella di macOS nella cartella appropriata sul tuo smartphone.

Con Android File Transfer, è semplice gestire i file tra il tuo smartphone Android e il tuo computer Mac. Sfrutta questa pratica soluzione per mantenere i tuoi dati organizzati e facilmente accessibili su entrambi i dispositivi. Collegare Android al PC non è mai stato così semplice! Collegare il PC alla TV, tutti i metodi

Come collegare Android a PC senza cavo tramite USB  tramite software di gestione del produttore

Negli ultimi anni, la necessità di collegare il proprio smartphone al PC è diventata sempre più comune. Se stai cercando un modo efficiente per gestire i contenuti del tuo dispositivo e desideri anche funzionalità di backup e sincronizzazione, potresti voler considerare l’utilizzo di software di gestione specifici offerti dai produttori dei dispositivi.

Samsung Smart Switch: la scelta ufficiale per gli utenti Samsung. Se possiedi uno smartphone Samsung e desideri sincronizzarlo con il tuo PC, la soluzione ideale per te è Samsung Smart Switch. Questo software, di cui ho parlato approfonditamente nella mia guida su come collegare un cellulare Samsung al PC, è l’applicazione ufficiale sviluppata da Samsung stessa. Grazie a Smart Switch, potrai gestire facilmente il tuo dispositivo Android sia su Windows che su macOS.

HUAWEI HiSuite e HUAWEI Share: la scelta per gli utenti HUAWEI. Per gli utenti HUAWEI, ci sono due opzioni da considerare: HUAWEI HiSuite e HUAWEI Share. HiSuite è un software di gestione che può essere installato su Windows e macOS, consentendo di gestire le funzionalità dello smartphone direttamente dal tuo PC. HUAWEI Share, invece, offre funzionalità più avanzate come la condivisione di schermo e appunti, ma è compatibile solo con alcuni notebook HUAWEI e smartphone dotati di chip NFC. Puoi trovare ulteriori informazioni su entrambi questi strumenti nel mio tutorial dedicato.

Lenovo Smart Assistant Tool: per gli smartphone Motorola e Lenovo. Gli utenti di smartphone Motorola e tablet Lenovo possono contare sullo strumento ufficiale di gestione e diagnostica chiamato Lenovo Smart Assistant Tool. Questo software è specificamente progettato per semplificare la gestione dei dispositivi Lenovo e Motorola ed è disponibile esclusivamente per Windows.

LG PC Suite: per gli appassionati di smartphone LG. Se sei un orgoglioso possessore di uno smartphone LG, LG PC Suite è il software di gestione che fa per te. Puoi scaricarlo direttamente dal sito web del produttore, selezionando il modello di prodotto che possiedi. Con LG PC Suite, avrai accesso a una serie di funzionalità di gestione dedicate agli smartphone LG.

Sony Xperia Companion: la scelta per gli amanti della linea Xperia. Infine, se possiedi uno smartphone Android della linea Xperia di Sony, la soluzione ideale per la gestione del tuo dispositivo è Sony Xperia Companion. Questo programma, rilasciato direttamente dal produttore giapponese, è disponibile sia per Windows che per macOS. Come collegare Alexa alla TV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.