Cosa fare quando il telefono non si carica? Cinque soluzioni a questo problema

By | Ottobre 3, 2018
Cosa fare quando il telefono non si carica

Alcuni telefoni potrebbero avere questo problema. Forse avete comprato anche un nuovo caricabatterie. Tuttavia, prima di supporre che il problema sia la batteria difettosa o il caricabatterie, leggi questo articolo per sapere come fare quando il telefono non si carica.

Perché un telefono non si carica?

Il telefono non si ricarica completamente quando è collegato, la connessione si interrompe, il telefono si ricarica molto lentamente e altro ancora Questa è una lamentela molto comune, e ne soffre più di un dispositivo. Ecco alcuni suggerimenti per risolvere il problema e puoi farlo da solo.

Cosa fare quando il telefono non si carica? Cinque soluzioni a questo problema

Pulire la porta USB

Il modo più semplice e veloce – e spesso di successo – consiste semplicemente nel fare una piccola riparazione al tuo hardware. Il problema è che la superficie metallica all’interno della porta USB e il caricatore micro-USB non fanno contatto bene, sia per impostazione predefinita a causa della costante connessione e disconnessione del cavo di ricarica.

Tutto quello che devi fare è spegnere, rimuovere la batteria (se possibile) e utilizzare qualcosa di piccolo – uno stuzzicadenti, per esempio – e fare “leva” sulla piccola “guida” nella porta USB sul vostro smartphone o tablet. Procedere con molta attenzione e delicatezza, reinserire la batteria e riaccendere lo smartphone. Nove volte su dieci è tutto ciò che deve essere fatto.

Sostituire i cavi e gli adattatori

La parte più fragile di un caricatore è senza dubbio il cavo, non l’adattatore che si collega alla presa a muro. Quindi se il tuo dispositivo ha problemi di ricarica e la soluzione precedente non è stata di aiuto, potresti avere un cavo difettoso.

Prima di precipitarti a comprare un ricambio, prendi semplicemente un cavo USB di ricambio da un altro dispositivo e provalo. Spesso, il cavo si consuma all’interno perché viene costantemente arrotolato, attorcigliato o altro. Invece di acquistare un nuovo caricabatterie, potrebbe essere sufficiente comprare un nuovo cavo.

Effettua una pulizia: rimuovi lo sporco!

A volte il motivo per cui un dispositivo non si carica correttamente è dovuto al fatto che è presente qualcosa nella porta o che ci sono solo un sacco di detriti che bloccano la connessione. I fili che si trovano nella tasca dei tuoi pantaloni, sporcizia e altri tipi di cianfrusaglie possono arrivare in ogni angolo di uno smartphone, quindi dai un’occhiata per assicurarti che ci sia qualcosa che si trova all’interno della porta micro-USB (o anche il cavo di ricarica).


Puoi usare molto attentamente una pinzetta e uno stuzzicadenti, usando anche una torcia per illuminare l’ingresso. Evitare l’uso di tamponi, cotone e carta igienica, che lasciano residui. Non usare nessun tipo di liquido!

Sostituire la batteria

Se il tuo dispositivo è vecchio, o sembra comportarsi in modo molto strano per quanto riguarda la batteria, potrebbe essere difettoso. Se il tuo dispositivo Android ha una cover posteriore rimovibile, rimuovila e assicurati che la batteria non si sia deformata, perda o abbia altri problemi.

In tal caso, rimuoverla immediatamente e pulire con cura l’area per evitare la corrosione. Se la cover non è rimovibile, puoi mettere il telefono sulla scrivania e provare a ruotarlo per vedere se la batteria è sporgente o deformata (non essere allarmato dal risultato – potrebbe essere solo il design del telefono). Sostituire la batteria con una originale del produttore o di terze parti fidata.

Caricare il dispositivo

Caricare attraverso una presa a muro sarà sempre più veloce rispetto all’utilizzo di un PC o laptop. Questo perché, nonostante la tensione di una porta jack caricabatterie e USB PC è la stessa, 5V, la corrente elettrica della porta USB del PC genera meno potenza (è proporzionale alla corrente).

Con l’eccezione del caricabatterie turbo – questo ha più voltaggio ma non doppio, è 9V o 12V a seconda del chipset. Poiché ha una tensione maggiore, ha più potenza, che attualmente è limitata a 15 Watt. Anche se Qualcomm dice che è 60, ma questa è un’altra storia.

Naturalmente, se si utilizza un cavo di ricarica e un adattatore non originali, è possibile che il caricabatterie non sia abbastanza potente per il proprio dispositivo. Ad esempio: se si utilizza un caricabatterie fornito con un auricolare Bluetooth, potrebbe semplicemente non essere in grado di ricaricare il dispositivo.

Ci fai sapere come sei riuscito a risolvere?

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.