Cosa fare quando Windows si blocca

Windows si blocca

Vi è mai capitato di lavorare a un progetto importante, quando all’improvviso Windows si blocca e non riuscite a riaccenderlo o le applicazioni continuano a chiudersi? Non fatevi prendere dal panico e non peggiorate la situazione cercando di fare troppo. Concentratevi invece su queste semplici soluzioni per cercare di far ripartire il computer. Uno dei motivi per cui un computer si blocca è il surriscaldamento dei componenti interni. Se il computer non riceve un flusso d’aria, è possibile che la parte inferiore del portatile o l’intera torre della CPU del desktop inizino a surriscaldarsi; in questo caso si può provare a far riposare il computer per farlo raffreddare, oppure si può cercare di migliorare il flusso d’aria. A tal fine, è necessario assicurarsi che il computer abbia uno spazio di ventilazione, ad esempio collocando il portatile su un supporto dotato di fori di aerazione. Un professionista esperto potrebbe anche essere in grado di pulire la ventola del computer impolverata per migliorare il flusso d’aria. Windows si blocca in diversi modi. Ad esempio, è possibile che il mouse e/o la tastiera non rispondano, che il cursore continui a visualizzare un’icona di caricamento o che lo schermo sembri fermo. Se il primo passo non funziona e il computer è di nuovo funzionante, si può procedere con il passo successivo. Finché il PC non torna a funzionare.


Riavviare in modalità provvisoria

Se i driver o il software del computer si corrompono, ad esempio a causa di un malware, il PC si blocca. Tuttavia, è possibile rimuovere il problema e ripristinare il normale funzionamento del computer riavviando il computer in modalità provvisoria. In questo modo si riavvia il computer utilizzando solo lo stretto necessario per far funzionare il sistema operativo e da qui si può risolvere il problema. L’avvio in modalità provvisoria varia un po’ a seconda del sistema operativo in uso, quindi è meglio leggere il nostro articolo su come riavviare in Modalità provvisoria tutti i tipi di PC Windows. Una volta avviato il computer in modalità provvisoria, come spiega questo articolo di How-To Geek, è possibile adottare misure come la disinstallazione del software aggiunto di recente o l’esecuzione di una scansione del malware per vedere se il problema si risolve. Se il computer si blocca ancora in modalità provvisoria, ciò potrebbe indicare un problema hardware piuttosto che un problema software. In questo caso, è probabile che si debba prendere in considerazione l’idea di portare il dispositivo da un tecnico professionista.

Verifica degli aggiornamenti

Un’altra causa del perché il PC si blocca è legata agli aggiornamenti. Andate su “Impostazioni” e poi scegliete “Aggiornamenti e sicurezza”. Qui è possibile vedere se il sistema è aggiornato e se sono disponibili aggiornamenti. Se tutto va bene, gli aggiornamenti vengono installati automaticamente, ma se non è così e ci sono aggiornamenti, installateli.

Il programma funziona?

Quando un programma si blocca o sembra non funzionare, il modo migliore per uscire dal programma è utilizzare la scorciatoia alt + f4 per chiudere il programma. Non funziona? Passate poi alla gestione delle attività digitando contemporaneamente control + alt + delete. Andare quindi in Gestione attività e selezionare i programmi che non rispondono. Scegliere quindi “Termina attività” e riavviare il programma. Se tutto va bene, il programma tornerà a funzionare correttamente.

Ripristinare i file se il disco rigido non funziona

Un altro motivo per cui Windows si blocca è il guasto del disco rigido, che può rientrare in una delle due categorie. Il disco rigido può subire un guasto logico, ovvero il file system si corrompe, o un guasto fisico, come nel caso in cui il computer sia caduto accidentalmente o le parti meccaniche del disco inizino a rompersi col tempo. Se si tratta di un guasto logico, è possibile recuperare i file del computer utilizzando un software di recupero dati. Se si riesce a far funzionare il computer ma mancano dei file a causa di un arresto anomalo, è possibile trovarli e ripristinarli eseguendo una scansione dell’unità con un software di recupero dati. Oppure, se non si riesce ad avviare il sistema operativo, è possibile eseguire una scansione rapida e/o clonare il contenuto dell’unità su un’altra unità funzionante. Anche avere un clone avviabile del disco rigido, che contenga cioè un sistema operativo insieme ai file, può essere una buona misura preventiva, ma se non ne avete uno e non siete in grado di crearne uno utilizzando un software di recupero dati, potreste comunque essere in grado di riparare il disco rigido o almeno di recuperare i file importanti portando il dispositivo a un tecnico professionista.

Se si cerca di riparare l’unità da soli si possono causare ulteriori danni, mentre un tecnico professionista utilizza la cosiddetta camera bianca, dove apre l’unità in condizioni sterili per non contaminare i componenti sensibili dell’unità. E se il problema non è l’unità disco, un tecnico specializzato può essere in grado di identificare il problema. Cercare di capire cosa fare in caso quando il PC si blocca può essere difficile, ma la buona notizia è che esistono diversi modi per riparare il computer o almeno estrarre i dati necessari. In futuro, è possibile adottare misure preventive come la creazione di un clone avviabile del computer, l’esecuzione di backup multipli, l’utilizzo di una protezione anti-malware efficace e altre strategie che mantengono il computer in buona salute, aiutano a evitare la perdita di file importanti e riducono il rischio che il computer si blocca di nuovo.

Verificare la presenza di virus se il computer si blocca spesso

Se avete installato un antivirus, fategli fare una scansione completa del vostro computer portatile o desktop per verificare la presenza di virus, trojan e malware. Quando l’antivirus trova qualcosa, elimina automaticamente i file indesiderati. I migliori antivirus per Windows.


Se Windows 10 si blocca ancora selezionare un punto di ripristino

Se tutti questi passaggi non funzionano e Windows si blocca ancora, scegliete un punto di ripristino per riportare il PC a un momento precedente o successivo all’aggiornamento. Andate su impostazioni e poi su “Sicurezza del sistema”. Scegliete “Ripristino del sistema” e scegliete un momento a cui tornare. Il PC si riavvia e dovrebbe tornare a funzionare correttamente.

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.