Cosa sono i plugin di WordPress?

By | Marzo 26, 2022
plugin WordPress

Vuoi personalizzare il tuo sito WordPress? C’è un plugin per tutto su WordPress! Se non conosci WordPress (WP), ti starai chiedendo come fanno tutti ad aggiungere ingegnose caratteristiche e funzioni alle loro pagine. Alcuni potrebbero aver trasformato le loro pagine WP in un negozio di e-commerce pienamente funzionante, mentre altri potrebbero avere una bacheca di lavoro o un forum a disposizione degli utenti. Il segreto è nei plugin del sito. Ma cosa sono i plugin di WordPress? I plugin di WordPress consentono di personalizzare le pagine WP e aggiungere funzionalità specifiche. Qualunque siano le tue esigenze, c’è sempre un plugin a disposizione. Ma a cosa serve esattamente un plugin in WordPress?


Leggi anche: WordPress vs. Shopify: le 8 differenze chiave

Cosa sono i plugin di WordPress?

Un plugin è un software che ti consente di personalizzare le caratteristiche e le funzioni del tuo sito web in base alle tue esigenze. Possono aggiungere nuove funzionalità o estendere le funzioni esistenti del tuo sito web. I plugin sono elementi costitutivi essenziali di un sito Web e funzionano come le app sul tuo smartphone. Sono scritti in linguaggio di programmazione PHP e sono “collegati” al sito web. Sono progettati per funzionare perfettamente con il tuo sito, anche se potresti riscontrare problemi di compatibilità, tra le altre cose, di cui parleremo più avanti nell’articolo. Esistono oltre 48.000 plug-in gratuiti e open source ospitati dagli sviluppatori e resi disponibili nel repository di plug-in di WordPress.org.

I plugin premium hanno una gamma completa di funzionalità che normalmente non sono disponibili per le versioni gratuite. Alcuni arrivano anche con supporto aggiuntivo da parte dello staff o con un tutorial. Un team composta da personale di supporto e sviluppatori può aiutarti quando hai problemi di compatibilità. Alcuni sviluppatori di terze parti vendono plugin dai loro siti Web o tramite marketplace di terze parti. Se hai bisogno di qualcosa di più personalizzato per soddisfare le esigenze della tua azienda o organizzazione, puoi assumere uno sviluppatore di plugin freelance.

Leggi anche: Le 6 migliori app WordPress per Android e iOS

Come installare plugin su WordPress

Le persone che non conoscono una riga di codice possono comunque utilizzare i plugin per estendere le funzioni del proprio sito. Puoi installare e attivare i plugin con pochi clic. Quelli a pagamento e premium hanno persino un team di sviluppatori che offrono tutorial e supporto. Se qualcosa va storto, ad esempio il tuo plugin si rifiuta di funzionare correttamente o causa problemi al tuo sito o ad altri plugin, possono aiutarti a risolvere i problemi. Naturalmente, è necessario conoscere i plugin prima di scaricarli. Puoi andare al repository dei plugin e digitare le parole chiave nella scheda di ricerca.


Supponiamo che tu stia cercando qualcosa per avviare un sito di e-commerce, puoi digitare “e-commerce” e vedrai un lungo elenco di WordPress plugin ecommerce che puoi utilizzare per il tuo negozio online. Fai clic sul nome del plugin in modo da poter leggere la descrizione completa, le recensioni, le versioni e altri dettagli sul plugin. Una scheda separata in alto ti mostrerà le informazioni di installazione del plugin. Qui vedrai i requisiti minimi e come installarlo. Esistono due metodi per installare un plugin WordPress: installazione automatica o installare plugin WordPress manualmente.

Come installare plugin WordPress

Leggi anche: 7 suggerimenti efficaci per rimuovere malware da sito WordPress

1. Installazione automatica plugin WordPress

Il modo più semplice per installare i plugin è lasciare WordPress a gestirli. Accedi alla dashboard di WP e trova il menu Plugin sul lato destro dello schermo. Apri questo, quindi fai clic su Aggiungi nuovo. Vedrai un campo di ricerca in cui puoi digitare il nome del plugin o anche solo una parola chiave. Una volta trovato quello che ti serve, puoi fare clic su Installa ora e WordPress lo scaricherà per te. Al termine del download, fai clic su Attiva per utilizzarlo. L’ultimo passaggio attiverà il plugin sul sito.

2. Installare plugin WordPress manualmente

Se hai scaricato un plugin da un sito Web, dovrai caricarlo dal tuo computer sulla tua installazione WordPress da solo. Per fare ciò, devi andare di nuovo nell’amministrazione del sito, sulla scheda Plugin e fare clic su Aggiungi nuovo. Ma invece di utilizzare il campo di ricerca, dovrai fare clic su Carica plugin nella parte superiore dello schermo. Quindi puoi fare clic su Scegli file. Dopo aver scelto il file, fai clic su Installa ora. Ancora una volta, ti verrà chiesto di attivare il plugin in modo che possa essere utilizzato. Se non vuoi attivarlo ora, puoi sempre andare all’elenco dei plugin installati. Qui puoi vedere lo stato dei tuoi plugin. Puoi disattivarli, attivarli o eliminarli da qui.

Leggi anche: Come aumentare la memoria PHP in WordPress

Ci sono così tanti plugin tra cui scegliere che probabilmente avresti a che fare con alcune dozzine di pagine di plugin quando effettui una ricerca per parole chiave. Non è necessario scorrere l’elenco dei plugin nel repository uno per uno. Puoi leggere gli articoli che il web ti mette a disposizione, che elencano i migliori in base alle tue esigenze, chiedere consigli ai tuoi contatti e leggere i forum per vedere quale plugin utilizza la maggior parte delle persone.


Risolvere un conflitto di plugin su WordPress

A volte potresti scoprire che un plugin aggiunge problemi al tuo sito invece di nuove funzionalità. Potresti riscontrare problemi di compatibilità che potrebbero causare diversi problemi. Anche altri plugin esistenti nel tuo sito potrebbero non essere compatibili con quello nuovo. Potrebbero non funzionare bene insieme perché sono stati sviluppati per diverse versioni di WP o alcune delle loro funzioni si sovrappongono. In alcuni casi, i nuovi plugin non funzionano correttamente con altri plugin nel tuo sito perché sono solo codificati o progettati male. Questo accade quando lo sviluppatore non segue le migliori pratiche di sviluppo di WP.

Se riscontri problemi con il tuo sito subito dopo aver attivato un nuovo plugin, inizia disattivandolo. Se non sai quale plugin sta creando problemi, puoi disattivarli manualmente uno per uno, per scoprire quale sta causando errori sul tuo sito. Una volta trovato quello che causa il conflitto, vai alla scheda Supporto nella pagina WordPress del plugin. Qui puoi cercare altri utenti che hanno riscontrato lo stesso problema e cosa hanno fatto per risolvere, oppure segnalare il tuo problema. Se hai pagato per il plugin, controlla se c’è un team di supporto che può aiutarti a risolvere i problemi.

Leggi anche: Come creare un tema Child in WordPress

C’è un plugin per tutto

I plugin di WordPress estendono le funzioni del tuo sito web e aggiungono nuove funzionalità che possono essere personalizzate in base alle tue esigenze. Ci sono migliaia di plugin gratis che puoi scaricare, ma i plugin a pagamento offrono più funzionalità e supporto. Quando scegli un plugin per il tuo sito web, è meglio leggere quante più informazioni possibili sul plugin. Leggi i forum online e chiedi consigli ad altre persone. Conoscere un plugin prima di mandarlo in guerra ti assicurerà di non avere problemi di compatibilità in futuro.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!