IMEI telefono

Scopri Come Trovare l’IMEI del Tuo Telefono e Perché È Importante – Proteggi il Tuo Dispositivo Mobile con Consigli Esperti e Guida Dettagliata. Il codice IMEI (International Mobile Equipment Identity) rappresenta un’identità digitale esclusiva per ogni telefono mobile. Proprio come il numero di telaio (VIN) identifica in maniera univoca ogni veicolo, l’IMEI telefono assicura che ogni dispositivo sia riconoscibile e differenziabile da altri. Questo codice è essenziale per garantire la sicurezza del dispositivo, fungendo da misura preventiva contro furti e uso improprio. Autorità giudiziarie e fornitori di servizi telefonici sfruttano questo codice per monitorare e recuperare dispositivi mobili smarriti o rubati. È rilevante notare che modificare l’IMEI cellulare è considerato illegale in molte giurisdizioni, a dimostrazione dell’importanza critica di questo identificativo nel contesto legale e di sicurezza.

IMEI telefono: dove trovarlo

Per trovare codice IMEI telefono, gli utenti di dispositivi Android possono semplicemente comporre il codice *#06# sul loro dispositivo, che porterà alla visualizzazione immediata del numero IMEI. Analogamente, gli utenti di iPhone possono digitare lo stesso codice o esplorare il menù delle impostazioni per localizzare questa informazione. Nei modelli più datati di iPhone, l’IMEI può anche essere trovato sulla vaschetta SIM o sul retro del dispositivo. Questo numero è spesso indicato anche nelle confezioni dei dispositivi mobili o nelle impostazioni del software del telefono, sottolineando la sua rilevanza per la sicurezza e l’identificazione del dispositivo. Ad esempio, se il telefono venisse smarrito o rubato, conoscere l’IMEI permetterebbe alle forze dell’ordine di identificarlo con precisione tra migliaia di altri, un po’ come trovare un particolare granello di sabbia sulla spiaggia grazie a un dettaglio distintivo.

Codice IMEI cos’è?

International Mobile Equipment Identity (IMEI) è un identificatore numerico univoco per ogni dispositivo mobile. Questo codice IMEI del telefono serve a differenziare ciascun apparecchio dagli altri. Se ad esempio porti il tuo smartphone in riparazione, verrà tracciato tramite il suo IMEI per distinguerlo dai milioni di altri dispositivi presenti sul mercato.

Un numero IMEI standard consiste in una stringa di 14 cifre, a cui si aggiunge un’ulteriore cifra di controllo, la quindicesima, utilizzata per verificare l’intera stringa. Esiste anche una variante a 16 cifre che include informazioni sulla versione del software del dispositivo, nota come IMEISV.

Dal 2004, l’IMEI è rappresentato nel formato AA-BBBBBB-CCCCCC-D. Le sezioni etichettate con A e B sono note come Codice di Allocazione di Tipo (TAC), che identifica il produttore e il modello del dispositivo. Per esemplificare, il codice TAC del Google Pixel è 35-161508, mentre quello dell’iPhone 6s Plus è 35-332907. Alcuni modelli possiedono più codici TAC a seconda delle revisioni, del luogo di produzione e di altri fattori. Ad esempio, l’iPhone 5C aveva cinque diversi codici TAC.

Le sei cifre C rappresentano il numero di serie unico del tuo dispositivo, definito dal fabbricante del telefono. La parte D dell’IMEI è una cifra di controllo che garantisce il rispetto delle Linee Guida per l’Allocazione e l’Approvazione. Questa cifra è mostrata sulla confezione per prevenire registrazioni errate dell’IMEI, ma non fa parte dell’IMEI documentato.

Codice IMEI a cosa serve?

Lo scopo principale dell’IMEI è fornire al tuo dispositivo un numero ID unico. In pratica, un IMEI cellulare è molto simile al Numero di Identificazione del Veicolo (VIN) utilizzato nell’industria automobilistica. Anche se talvolta possono essere confusi, il numero IMEI è completamente separato dal numero della tua SIM e non può essere modificato.

Quando ti connetti a una rete cellulare, il fornitore cattura entrambi i numeri per attivare il loro servizio. Il numero della SIM identifica il tuo account abbonato, mentre l’IMEI identifica solo il dispositivo. Se il tuo dispositivo viene perso o rubato, puoi contattare il tuo fornitore, che potrebbe essere in grado di bloccare il numero IMEI, impedendo così il suo utilizzo per connettersi alla rete. Il fornitore potrebbe anche contattare altre reti, chiedendo loro di bloccare il dispositivo. Una volta fatto ciò, puoi utilizzare strumenti integrati per localizzare la posizione del tuo telefono.

Le forze dell’ordine spesso mantengono registri di telefoni persi e recuperati identificati dal loro IMEI. Poiché non esistono motivi validi per cambiare l’IMEI di un dispositivo, la pratica è illegale in molte regioni. Tuttavia, sebbene possa essere illegale modificare l’IMEI di un dispositivo, ciò accade. I ladri, in particolare, tenteranno di appropriarsi di numeri non presenti in blacklist e applicarli ai dispositivi rubati per renderli nuovamente utilizzabili. Per questa ragione, si raccomanda di non condividere o pubblicare online il proprio numero IMEI, altrimenti si rischia che il dispositivo venga clonato.

Come trovare IMEI Samsung – Android

Il metodo più rapido per rintracciare il codice IMEI telefono Android consiste nell’aprire l’applicazione Telefono e comporre i numeri e digitare *#06#. Questa semplice azione permette di visualizzare immediatamente il numero IMEI sullo schermo. In caso di dispositivi con doppia SIM, appariranno due numeri IMEI. In alternativa, è possibile accedere al numero IMEI navigando nei menu del dispositivo. Questo si effettua seguendo il percorso Impostazioni > Il mio telefono o Impostazioni > Info sul telefono, a seconda del modello di dispositivo Android posseduto. Seguire questi passaggi consente di recuperare il numero di IMEI del dispositivo.

Come trovare IMEI iPhone – iPad

Per dispositivi iOS, il procedimento è altrettanto immediato. Componendo il codice *#06# sul dispositivo, si ottiene rapidamente il codice IMEI del proprio iPhone. Questa operazione rivela due numeri IMEI nel caso in cui il dispositivo supporti la tecnologia dual-SIM. Un altro metodo per sapere il numero IMEI è tramite il menu impostazioni di iPhone/iPad, navigando in Impostazioni > Generali > Info. Scorrendo verso il basso, si troverà il numero IMEI del dispositivo. Se il dispositivo non dovesse accendersi, è possibile rimuovere il vassoio della SIM e individuare il numero di IMEI inciso al di sotto del vassoio. Questa opzione è disponibile per i modelli di iPhone dal 6s in poi. Per i modelli più vecchi, come iPhone 5, 5s, 5C, 6 e 6 plus, il numero di IMEI è inciso sul retro del dispositivo. Esistono numerosi altri metodi per verificare il numero IMEI di un iPhone.

Come trovare IMEI senza telefono

Se non si ha accesso fisico al proprio dispositivo (sia Android che iPhone), esistono alternative per sapere il codice IMEI. Il packaging al dettaglio del dispositivo dovrebbe includere un’etichetta con il numero IMEI esposto. Anche la ricevuta di acquisto potrebbe contenere il codice IMEI, anche se ciò non è sempre garantito. Prima di acquistare un dispositivo, specialmente se di seconda mano, è consigliabile verificarne lo stato utilizzando il numero IMEI. Per fare ciò, si può visitare il sito IMEI.info e inserire il numero IMEI del dispositivo.

Questo strumento gratuito offre informazioni preliminari sul dispositivo, oltre a servizi aggiuntivi come la verifica della blacklist. Per chi desidera una verifica più approfondita, IMEI.info offre servizi premium come il controllo della blacklist separato per ciascun principale operatore statunitense e uno strumento per verificare lo stato del blocco SIM. Se si necessita rapidamente di queste informazioni e non si esita a pagare per esse, il servizio premium CheckMEND propone un controllo della storia del dispositivo a meno di un dollaro. Il codice IMEI rappresenta un elemento di identificazione unico e fondamentale del proprio dispositivo. È consigliabile localizzarlo e annotarlo immediatamente, conservando questa informazione in un luogo sicuro, pronta per essere utilizzata quando necessario. Come bloccare telefono rubato con IMEI

Di Morgana

Il mio nome è Morgana, e contrariamente a quanto potrebbe suggerire il mio nome, non appartengo al mondo delle fate. La mia area di expertise è profondamente radicata nella Search Engine Optimization (SEO) e nelle strategie di posizionamento online, elementi fondamentali per aumentare la visibilità di qualsiasi contenuto digitale. Utilizzo con destrezza strumenti come WordPress per sviluppare siti web e blog che catturino l'attenzione del pubblico. Nel corso della mia carriera, ho acquisito una notevole esperienza nell'impiego di tecnologie all'avanguardia quali Chat GPT, Copy AI e Pictory, per citarne alcune, per la creazione di contenuti di elevata qualità in modo efficiente. La mia passione per l'ecosistema Android si riflette nei miei articoli, nei quali esploro con entusiasmo tutte le sue sfaccettature. Sono anche un'appassionata viaggiatrice, sempre alla ricerca di nuovi orizzonti e culture da esplorare. Contribuisco regolarmente con articoli incentrati sulla tecnologia su Guidesmartphone.net, dove mi esprimo particolarmente sui temi legati agli smartphone. Nella mia vita quotidiana, dedico tempo allo studio, arricchendo costantemente il mio bagaglio di conoscenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.