Il servizio profili utente non è riuscito ad accedere

Nell’ambito dell’utilizzo quotidiano di Windows 11, ci si aspetta un accesso fluido al proprio profilo utente. Tuttavia, talvolta si può incappare in un ostacolo imprevisto: l’errore “il servizio profili utente non è riuscito ad accedere”. Questo inconveniente si verifica quando Windows non riesce a caricare il tuo profilo utente a causa di file danneggiati o di una configurazione errata del Servizio Profili Utente. Se si tratta di un problema isolato, riavviare il PC potrebbe essere una soluzione efficace. In caso contrario, questa guida offre una serie di suggerimenti avanzati per il risoluzione dei problemi, allo scopo di ripristinare l’accesso al tuo account utente su Windows.

Cosa fare quando il computer non carica il profilo utente

Quando ci si trova di fronte al problema del computer che non riesce a caricare il profilo utente, è essenziale affrontare questa situazione con calma e seguire una serie di passaggi ben definiti per risolvere il problema in modo efficace e rapido. Questo tipo di errore può essere estremamente frustrante, ma con le giuste procedure, è possibile recuperare l’accesso al sistema senza perdere dati importanti. Nella seguente guida, esploreremo i passi chiave per affrontare il problema del caricamento del profilo utente.

  1. Verifica le credenziali di accesso: Prima di tutto, assicurati di aver inserito le credenziali corrette. Controlla attentamente il nome utente e la password per evitare errori di battitura o di maiuscole/minuscole. Potresti anche voler provare a inserire le credenziali con una tastiera virtuale, nel caso in cui ci siano problemi hardware con la tua tastiera.
  2. Riavvia il computer: Se le credenziali sono corrette ma il profilo utente continua a non caricarsi, il passo successivo è il riavvio del computer. Questo può risolvere problemi temporanei del sistema operativo e delle applicazioni. Premi il pulsante di spegnimento/restart o, se il sistema è completamente bloccato, utilizza il pulsante di accensione per forzare il riavvio.
  3. Accedi in modalità provvisoria: Se il problema persiste dopo il riavvio, prova ad accedere in modalità provvisoria. Per farlo, riavvia il computer e, durante il processo di avvio, premi ripetutamente il tasto F8 o Shift+F8 (a seconda del sistema operativo) fino a quando non appare il menu delle opzioni avanzate di avvio. Da lì, seleziona “Modalità provvisoria”. In questa modalità, il sistema caricherà un profilo utente di base, che potrebbe consentirti di risolvere il problema.
  4. Controlla lo spazio su disco: Una causa comune del problema di caricamento del profilo utente è lo spazio su disco insufficiente. Assicurati di avere abbastanza spazio libero sul disco rigido. Puoi farlo eseguendo una pulizia del disco o disinstallando programmi inutilizzati per liberare spazio.
  5. Verifica l’integrità del disco: A volte, errori sul disco rigido possono causare problemi di caricamento del profilo utente. Utilizza l’utility di verifica del disco del sistema operativo per controllare e, se necessario, riparare eventuali errori sul disco.
  6. Ripristina il profilo utente: Se tutti i passaggi precedenti non hanno risolto il problema, potresti dover ripristinare il profilo utente. Per farlo, è necessario accedere con un account amministratore e creare un nuovo profilo utente. Successivamente, puoi copiare i dati importanti dal profilo precedente al nuovo.
  7. Ripristina il sistema: Se nemmeno la creazione di un nuovo profilo utente risolve il problema, potresti dover considerare l’opzione di ripristinare il sistema alle impostazioni predefinite. Assicurati di fare un backup completo dei dati importanti prima di procedere con questa opzione, poiché comporterà la perdita dei dati e delle applicazioni installate dopo l’ultimo backup.

Quando il PC non riesce a caricare il profilo utente, è importante seguire una serie di passaggi sistematici per identificare e risolvere il problema. Dal controllo delle credenziali di accesso alla verifica dello spazio su disco e, se necessario, al ripristino del profilo utente o del sistema, queste procedure ti aiuteranno a recuperare l’accesso al tuo computer in modo efficiente e senza perdere dati importanti.

1. Configurazione del Servizio Profili Utente

A volte, il mancato avvio automatico del Servizio Profili Utente può generare errori come “impossibile caricare il profilo utente Windows 11” o “impossibile caricare il profilo utente”. Ecco come risolvere:

  1. Utilizza la combinazione di tasti Windows + R per aprire il box di dialogo Esegui. Digita “services.msc” e premi Invio.
  2. Nella finestra dei Servizi, individua il Servizio Profili Utente. Fai doppio clic per aprire le sue proprietà.
  3. Seleziona “Automatico” dal menu a tendina accanto a Tipo di avvio, poi clicca su Applica e OK.

Dopo questi passaggi, riavvia il PC e verifica se il problema persiste.

2. Sostituzione del File NTUSER.DAT

Windows crea un file NTUSER.DAT per ogni account utente, contenente impostazioni essenziali. Se corrotto, può impedire l’accesso a Windows. Ecco come intervenire:

  1. Premi la combinazione di tasti Windows + E per aprire Esplora File e naviga nella cartella C:\Users.
  2. Dal menu Visualizza, seleziona Elementi nascosti.
  3. Apri la cartella del tuo account utente.
  4. Clicca con il tasto destro su NTUSER.DAT e scegli “Taglia”.
  5. Torna alla cartella Users, apri la cartella Default e incolla il file NTUSER.DAT.
  6. Ritorna alla cartella Users, elimina la cartella dell’account problematico.

Riavvia il PC e controlla se l’errore si ripresenta.

3. Eseguire Scansioni SFC e DISM

Quando si verifica il malfunzionamento “il servizio profili utente non è riuscito ad accedere”, può essere utile eseguire delle scansioni per verificare l’integrità dei file di sistema. Questo può essere realizzato attraverso la verifica dei file di sistema con SFC (System File Checker) e la gestione delle immagini di distribuzione con DISM (Deployment Image Servicing and Management).

  1. Fare clic destro sull’icona Start e selezionare “Terminal (Amministratore)” dal menu.
  2. Confermare la richiesta del Controllo dell’Account Utente (UAC).
  3. Inserire il seguente comando nella console e premere Invio per avviare la scansione SFC:SFC /scannow
  4. Eseguire la scansione DISM inserendo i seguenti comandi uno alla volta e premendo Invio dopo ciascuno:
DISM /Online /Cleanup-Image /CheckHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /ScanHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

Attendere il completamento della scansione e poi riavviare il PC. Seguendo queste istruzioni, l’errore “impossibile caricare il profilo utente” dovrebbe essere risolto. Chi è connesso al mio PC: Sicurezza e Controllo!

4. Modificare i File di Registro

Un altro possibile motivo per cui si verifica l’errore “il servizio profili utente non è riuscito ad accedere” in Windows 11 potrebbe essere dovuto a voci di registro errate o corrotte. È necessario modificare manualmente queste voci.

  1. Premere la combinazione di tasti Windows + R per aprire la finestra di dialogo Esegui. Digitare regedit nella casella e premere Invio.
  2. Confermare la richiesta del Controllo dell’Account Utente (UAC).
  3. Nella finestra dell’Editor del Registro, inserire il seguente percorso nella barra degli indirizzi in alto e premere Invio:Computer\HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\ProfileList
  4. All’interno della chiave ProfileList, cercare eventuali voci duplicate. Se ci sono voci multiple con nomi identici, una avrà un’estensione .bak alla fine del suo nome. Selezionare quella particolare voce e premere F2 per rinominarla. Sostituire l’estensione .bak con .ba e premere Invio.
  5. Rinominare l’altra voce duplicata aggiungendo l’estensione .bak alla fine del suo nome.
  6. Selezionare la voce con l’estensione .ba e rimuovere l’estensione .ba.
  7. Fare doppio clic sulla chiave State nel riquadro di destra, impostare i suoi Dati Valore su 0 e premere OK.

Riavviare nuovamente il PC e verificare se è possibile accedere come in precedenza.

5. Ripristino del Sistema per Risolvere Errori di Accesso

Quando tutte le altre soluzioni non sortiscono effetto, è possibile considerare l’opzione di un ripristino del sistema per correggere l’errore. Questo processo annullerà eventuali modifiche inadeguate che possono aver causato l’errore sul tuo PC.

  1. Clicca sull’icona di ricerca nella barra delle applicazioni, digita “crea un punto di ripristino” e premi Invio.
  2. Nella scheda Protezione Sistema, clicca sul pulsante Ripristino del Sistema.
  3. Seleziona l’opzione di ripristino consigliata e clicca su Avanti per procedere.
  4. Clicca su Fine per iniziare il processo.

Ripristino del Sistema su Windows 11

Può essere frustrante non riuscire ad accedere al proprio account utente Windows, poiché ciò impedisce l’accesso ai file e alle applicazioni cruciali. Fortunatamente, grazie a uno dei suggerimenti sopra elencati, il problema legato al messaggio d’errore “il servizio profili utente non è riuscito ad accedere” su Windows 11 dovrebbe ora essere risolto. Proteggiti: Come capire se il PC aziendale è controllato