Come funziona la ricarica wireless?

By | Giugno 21, 2019

Alcuni smartphone offrono un sistema di ricarica wireless. Indispensabile per alcuni, inutile per altri, questo tipo di carica non convince tutti, ma una domanda rimane ancora senza risposta: come avviene il trasferimento di energia senza cavo?


Per comprendere appieno il funzionamento della ricarica wireless, è necessario acquisire familiarità con il concetto di campo elettromagnetico e, più in generale, con l’induzione elettromagnetica, una tecnologia che potresti già conoscere con il tuo piano di cottura in cucina.

Qual è il collegamento tra un piano di cottura a induzione e uno smartphone, potresti chiedermi? L’induzione elettromagnetica è un sistema di trasferimento di energia, può quindi essere immagazzinata, come nel caso dello smartphone, o utilizzata.

Come si muove questa energia? È una questione di forza. Immagina due persone che tengono una corda tesa: se uno decide di fare le onde con la corda, l’altra otterrà delle onde. Questo è un modo molto schematizzato di riassumere il sistema di induzione elettromagnetica: una forza invia energia da un punto all’altro.

Come funziona la ricarica wireless?

La tua base (alimentata da elettricità) trasmette energia allo smartphone tramite campi elettromagnetici. Quindi, i sensori sullo smartphone sono responsabili del recupero di energia e la incanalano alla batteria per l’immagazzinarla.

Come funziona la ricarica wireless?

Come viene calcolata la velocità di carica?

Tutto è una questione di forza. Poiché l’energia viene trasmessa attraverso campi elettromagnetici, la velocità dipende da questi campi. Più sono grandi, più veloce sarà il caricamento. Il problema è che non è possibile creare campi enormi perché lo smartphone, per la sua forma materiale (metallo ecc.), Causa dei limiti.

Lo smartphone ha una velocità di trasferimento limitata, la tensione è specificata dal produttore. Il caricabatterie emette anche energia a una velocità regolata, come vedrai di seguito.

Cos’è il Qi?

Qi è la tecnologia di ricarica wireless più nota. Non è riservato ad un particolare produttore, in pratica tutti i produttori possono usarla sul proprio dispositivo. Samsung e Apple sono probabilmente i più famosi.

Qi cerca di standardizzare la tecnologia di ricarica wireless, per questo implica diverse regole di sicurezza che devono essere rigorosamente rispettate. Tra queste regole, dobbiamo menzionare la potenza dei dispositivi, che ovviamente gioca un ruolo sulla velocità di caricamento.

Grazie al Qi, la tecnologia di ricarica wireless ha fatto notevoli progressi. La velocità di ricarica è aumentata considerevolmente e l’elettricità non riscalda più il dispositivo. Si noti che Qi non utilizza solo la tecnologia di ricarica a induzione elettromagnetica, ma anche la tecnologia di risonanza magnetica.

Il mio dispositivo è compatibile con la ricarica senza fili?

Forse vuoi rinunciare alla carica con cavo e optare per la ricarica wireless. Sorge una domanda: il tuo dispositivo è compatibile con questa tecnologia?

Se si dispone di uno smartphone di fascia alta Samsung, ad esempio un Galaxy S, il dispositivo è compatibile e Samsung offre il proprio caricabatterie.

Il nuovo iPhone, che è, l’iPhone 8 è compatibile anche con la ricarica wireless se avete un iPhone meno recente è possibile utilizzare anche la ricarica senza fili, ma avrete bisogno di un ricevitore come QInside Qi2001.

Molti smartphone Lumia, Motorola, Xperia e HTC sono anch’essi compatibili con la tecnologia Qi. Tra questi anche molti Nexus (Nexus 4, Nexus 5, Nexus 6, Nexus 7, Nexus Galaxy).

Se il tuo smartphone non è nativamente compatibile con la tecnologia di ricarica wireless, ci sono alternative. Basta collegare lo smartphone a un adattatore, riceverà corrente e lo trasmetterà allo smartphone tramite il cavo.

Hai un telefono che si carica senza fili? E’  comodo? O è meglio caricare il vostro telefono con un cavo?

Come trasferire i file in modalità wireless tra PC e Android

Come trasferire i file in modalità wireless tra PC e Android, la maggior parte delle persone utilizzano un cavo USB per la connessione al proprio PC per trasferire i file tra il PC e il telefono Android. Ma, c’è un modo più semplice per farlo. È possibile trasferire file tra il PC e lo smartphone in modalità wireless. Continua a leggere l’articolo che segue se vuoi approfondire l’argomento: Come trasferire i file in modalità wireless tra PC e Android

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.