Gimp: l’alternativa gratuita a Photoshop

By | Settembre 24, 2020
Gimp: l'alternativa gratuita a Photoshop

Gimp è senza dubbio l’alternativa gratuita più vicina a Photoshop. A differenza di altri programmi gratuiti di cui vi abbiamo già parlato, come Darktable o Rawtherapee, Gimp ci permette di lavorare con i livelli e ci offre un gran numero di strumenti per elaborare e modificare le nostre fotografie in modo molto preciso.

Tutto ciò lo rende un programma software gratuito molto interessante sia per i principianti che per i fotografi esperti, ed è per questo che oggi vogliamo presentarti questo meraviglioso programma di editing di immagini.

Scarica e installa Gimp

La prima cosa, ovviamente, sarà scaricare e installare Gimp download gratis italiano. Come ho detto prima, Gimp è un programma software gratuito, il che significa che possiamo scaricarlo gratuitamente da questi link

Gimp Download ITA

Qui sopra puoi scaricare il file di installazione del programma. È disponibile per Windows, Mac e Linux.

Dopo aver scaricato il file di installazione, è sufficiente eseguirlo con un doppio clic e seguire i passaggi indicati dall’installer. Puoi scegliere la lingua e la directory in cui installare il programma. La cosa buona di Gimp è che è disponibile interamente in italiano, qualcosa di molto positivo se l’inglese non fa per te.

Interfaccia principale di Gimp

Ora che abbiamo installato il programma, analizzeremo la sua interfaccia principale, per conoscere i suoi strumenti e menu più importanti. Non appena apriamo il programma, apparirà la seguente finestra, con vari menu e pannelli di opzioni:


  1. Il miglior menu
  2. Apri le schede dei file
  3. Finestra di visualizzazione dei file
  4. Pannello degli strumenti
  5. Pannello pennelli, motivi e caratteri
  6. Finestra livelli, canali e percorsi

Vedremo separatamente ciascuno dei menu e dei pannelli per scoprire cosa contiene ciascuno di essi e quindi conoscere il programma in profondità.

Gimp tutorial

1. Menu principale

Nella barra in alto di Gimp troviamo vari menu. Conoscerli sarà essenziale per utilizzare molti degli strumenti e delle opzioni del programma:

  1. File: in questo menu puoi creare, aprire o salvare qualsiasi file immagine. Ti consente anche di scansionare foto e stamparle, purché tu abbia i dispositivi appropriati collegati al computer, ovviamente.
  2. Modifica: da questo menu è possibile annullare e ripetere le ultime azioni eseguite e visualizzarne la cronologia. Troverai anche opzioni per riempire un livello o una selezione con colori o motivi o dipingere un contorno seguendo una selezione. Infine troverai le opzioni di configurazione del programma, come le preferenze o le scorciatoie da tastiera personalizzate.
  3. Seleziona: qui troverai tutte le opzioni per creare e modificare le selezioni. Ti consente di selezionare tutto, eliminare una selezione, invertirla, sfocarne i bordi o rimetterla a fuoco o modificarne la forma e la dimensione. Da qui puoi anche creare una selezione per colore se preferisci. Infine, puoi anche convertirlo in una maschera di livello o salvarlo nella finestra Canali.
  4. Visualizza: da questo menu è possibile regolare tutte le opzioni di visualizzazione del programma. È inoltre possibile abilitare e disabilitare la guida e gli strumenti di misurazione, come le guide o la griglia.
  5. Immagine: da questo menu puoi eseguire molte azioni che influenzeranno l’intera immagine, indipendentemente dai livelli che ha. Puoi duplicarlo, ruotarlo, capovolgerlo, ridimensionarlo o ritagliare la sua tela sul contenuto o su una selezione attiva. Puoi anche scegliere la modalità e la profondità del colore e come viene gestita nel programma. D’altra parte, da qui puoi anche combinare i livelli del file, appiattirli tutti e persino allinearli in base al loro contenuto.
  6. Livello: questo menu è simile al precedente, ma invece di influenzare l’intera immagine, influenzeremo solo il livello o i livelli selezionati. Da qui puoi creare un nuovo livello o creare un gruppo con i livelli selezionati, duplicarlo, ancorarlo, eliminarlo, ridurne la trasparenza, ridimensionarlo, ruotarlo o ritagliarlo. Puoi anche aggiungere una maschera di livello, sia vuota che tenendo conto di una selezione attiva.
  7. Colori: in questo menu troverai tutte le regolazioni necessarie per ritoccare la luminanza e il colore delle tue fotografie, come la temperatura del colore, l’esposizione, il contrasto o la saturazione. Puoi anche agire direttamente sull’istogramma della foto dalle impostazioni Livelli e Curve . In questo menu troverai anche le automazioni di alcune regolazioni e alcuni effetti di colore, come Posterizza, che riduce la quantità di toni nella foto.
  8. Strumenti: Sebbene i più utilizzati e importanti siano mostrati nel pannello degli strumenti, nel menu Strumenti puoi trovare tutti gli strumenti disponibili in Gimp, per selezionarli da qui.
  9. Filtri: in questo menu troverai un gran numero di filtri per modificare la tua immagine. È possibile applicare effetti di sfocatura, nitidezza e distorsione, creare effetti di luce, aggiungere disturbi, applicare effetti pittorici e artistici e altro ancora.
  10. Windows: da questo menu è possibile mostrare o nascondere i diversi pannelli e finestre di Gimp, nonché gestire i vari file aperti.
  11. Aiuto: come suggerisce il nome, in questo menu troveremo tutte le opzioni della Guida di Gimp, dai suggerimenti e tutorial alle informazioni sulla versione installata e sugli aggiornamenti del programma.

2. Apri le schede File

Sopra la tua immagine troverai una o più schede, a seconda di quanti file hai aperto. Puoi passare da uno all’altro semplicemente facendo clic su queste schede. Se vuoi chiuderne uno, premi la X che appare accanto alla miniatura della foto quando hai quel file visibile.

3. Finestra di visualizzazione dei file

L’intera grande parte dell’interfaccia di Gimp è la finestra di visualizzazione delle immagini. È circondato da righelli millimetrici che segneranno le dimensioni della nostra fotografia in pixel. Se fai clic su uno di essi e trascini senza rilasciare il pulsante del mouse, puoi disegnare una linea guida, sia orizzontale che verticale. Queste linee guida sono visibili solo nel programma, la tua fotografia non verrà alterata da esse.

Se preferisci che questi righelli mostrino altre unità di misura, puoi trovare un ampio elenco nel menu a tendina PX che troverai in basso a sinistra di questa finestra.

Accanto a questo menu a tendina ne troverai un altro con la percentuale di ingrandimento dell’immagine. Puoi scegliere un’altra percentuale per ingrandire o rimpicciolire la visualizzazione della foto, oppure scrivere a mano la percentuale che preferisci. È inoltre possibile ingrandire o ridurre premendo i tasti + e – sul tastierino numerico o premendo Control mentre si sposta la rotellina del mouse in avanti (zoom avanti) o indietro (zoom indietro).

4. Pannello strumenti

Il pannello degli strumenti sul lato sinistro è diviso in 4 parti:

  1. In alto troviamo tutte le icone degli Strumenti disponibili.
  2. Al centro troviamo il Color Picker , utile solo per gli strumenti che lavorano con il colore. Qui possiamo selezionare il colore di primo piano e il colore di sfondo, con più strumenti o numericamente.
  3. Sotto il selettore del colore troviamo il pannello delle opzioni dello strumento , che cambierà a seconda dello strumento che selezioniamo. Qui possiamo configurare questo strumento a nostro piacimento.
  4. Infine, in basso troviamo i pulsanti per le Impostazioni Predefinite degli strumenti , dove possiamo salvare e caricare configurazioni specifiche di ogni strumento.

Possiamo trovare molti strumenti molto utili per lavorare con le nostre fotografie. Li descriveremo in ordine di apparizione:

  1. Strumento di selezione rettangolo (R): con questo strumento è possibile creare una selezione a forma di rettangolo. Fare clic e trascinare il mouse per creare il rettangolo a proprio piacimento. Se vuoi modificarlo, una volta creato puoi allungare uno qualsiasi dei suoi angoli o lati per ridimensionarlo. Se premi Alt e trascina puoi spostare la selezione dove vuoi.
    • Come per tutte le selezioni in Gimp, se durante la creazione della selezione premi Shift aggiungerai quella nuova selezione alla selezione attiva, e se premi Control sottrai la nuova selezione dalla selezione attiva.
  2. Strumento di selezione ellittica (E): questo strumento di selezione funziona allo stesso modo dello strumento precedente, ma invece di creare una selezione di forma rettangolare creerà una selezione di forma ellittica.
  3. Strumento di selezione gratuito (F): questo strumento ci consentirà di creare selezioni con forme personalizzate. Se tieni premuto il pulsante del mouse e trascini creerai la selezione a mano libera. D’altra parte, se fai clic, creerai la selezione in una forma poligonale. Quando vuoi chiudere la selezione, vai all’inizio di essa e apparirà un cerchio che devi toccare per terminarla. Una volta creata, puoi toccare uno qualsiasi dei bordi della selezione per modificarla a tuo piacimento.
  4. Selezione diffusa (U): Con questo strumento potrai selezionare con un solo clic tutti i pixel contigui di tono simile. Nella finestra delle opzioni dello strumento troverai un cursore per modificare la soglia della selezione. Più ampia è la soglia, più toni coprirà la selezione.
    • Come per le altre selezioni, se si desidera selezionare più toni è necessario fare un altro clic con il tasto Maiusc premuto, e se si desidera sottrarre toni dalla selezione, è necessario fare clic tenendo premuto il tasto Control.
  5. Strumento Seleziona per colore (Shift + O): Con questo strumento potrai selezionare tutti i pixel della fotografia che sono dello stesso colore. Come per la selezione fuzzy, nella finestra delle opzioni dello strumento troverai un cursore per regolare la soglia di selezione.
  6. Strumento forbici di selezione (I): questo strumento è in grado di analizzare e selezionare automaticamente un contorno ben contrastato. Quindi, devi solo fare clic lungo questo contorno senza dover essere troppo preciso, poiché le forbici saranno precise per te. Al termine della chiusura di questo contorno, premere Invio per creare la selezione.
    • Come per tutte le altre selezioni, premendo Invio mentre si tiene premuto il tasto Maiusc si aggiungerà la nuova selezione alla selezione attiva e tenendo premuto il tasto Control la sottrarrà.
  7. Strumento di selezione in primo piano: questo strumento viene utilizzato per creare selezioni precise in modo semplice.
    • Per prima cosa, crea un contorno attorno all’elemento che desideri selezionare; funziona come lo strumento di selezione gratuito. Quando hai chiuso la struttura di questa selezione, premi Invio per crearla. Vedrai l’intera immagine diventare blu navy mostrando la maschera per questa selezione.
    • Ora il cursore si sarà trasformato in un pennello, che puoi configurare nel pannello delle opzioni dello strumento. Dipingi all’interno dell’elemento che desideri selezionare, cercando di dipingere su tutte le sue diverse tonalità, in modo che siano tutte selezionate.
    • Quando premi nuovamente Invio, la maschera di livello si aggiornerà e diventerà molto più precisa di prima. Puoi dipingere di nuovo se qualche sfumatura è stata esclusa dalla selezione.
    • Infine, premi nuovamente Invio in modo che questa maschera venga trasformata in modo permanente in una selezione.
  8. Strumento tracciato (B): questo strumento è l’equivalente dello strumento penna di Photoshop e funziona in modo simile. Se fai clic, creerai un percorso poligonale, proprio come con lo strumento di selezione gratuito. Tuttavia, la bellezza di questo strumento è che se fai clic e, senza rilasciare il pulsante del mouse, trascini, questa linea retta si trasformerà in una curva. È possibile creare curve per ottenere selezioni molto precise e dinamiche. Ogni punto che crei avrà due maniglie che determinano come continua la curva successiva; Spostali premendo il tasto Control per disegnare le curve come desideri. Quando chiudi questo percorso, premendo Invio creerà una selezione.
    • Puoi fare molte altre cose con questo percorso, come delinearlo o riempirlo di colore. Per accedere al menu in cui puoi scegliere tutte le opzioni per il percorso appena creato, vai alla finestra dei livelli e fai clic sulla scheda Percorsi. Cliccando con il tasto destro del mouse sulla miniatura del percorso che compare in questa finestra, verrà visualizzato un menu con tutte le opzioni.
  9. Strumento di selezione dei colori (O): questo strumento viene utilizzato per copiare uno qualsiasi dei colori della nostra immagine nel selettore di colori, in modo da dipingere con quel tono esatto. Basta fare clic sul pixel del colore che si desidera copiare e verrà aggiunto al colore di primo piano del selettore di colori. Se fai clic mentre tieni premuto il tasto Control, invece di aggiungerlo al colore di primo piano, verrà aggiunto al colore di sfondo.
  10. Strumento di ingrandimento (Z): con questo strumento puoi ingrandire la tua immagine per lavorare meglio se hai bisogno di maggiore precisione. Facendo clic su un’area dell’immagine si ingrandirà e premendo Control + clic si rimpicciolirà. Come ho detto prima, puoi anche ingrandire o rimpicciolire l’immagine premendo i tasti + e – sulla tastiera numerica, o premendo Control mentre muovi la rotellina del mouse in avanti (zoom in) o indietro (zoom out).
  11. Strumento Misura (Maiusc + M): Con questo strumento sarai in grado di sapere esattamente quanto misura una distanza specifica nella tua immagine. È sufficiente fare clic, trascinare e rilasciare il pulsante del mouse appena alla fine dell’area che si desidera misurare per creare una linea di misura. Sotto l’immagine vedrai sia la misura dei pixel di questa linea che l’angolo esatto che ha. Se premi il tasto Control durante la creazione, l’angolo non sarà libero ma salterà da 15º a 15º.
    • Puoi modificare l’unità di misura di questo strumento dal menu a tendina che troverai sotto l’immagine.
  12. Strumento Sposta (M): Con questo strumento puoi spostare un livello, una selezione o un tracciato come desideri.
  13. Strumento di allineamento (Q): con questo strumento puoi allineare o centrare i vari livelli del tuo file. Fare clic e trascinare per disegnare un quadrato sul livello che si desidera allineare, per selezionarlo. Se mentre crei il quadrato premi Maiusc puoi selezionare più di un livello, nel caso sia necessario allineare un gruppo di livelli contemporaneamente. Nella finestra delle opzioni dello strumento troverai vari modi per allineare i livelli.
  14. Strumento Ritaglia (Maiusc + C): questo strumento viene utilizzato per ritagliare la foto e riformularla. Fare clic e trascinare per creare un rettangolo che determinerà la nuova inquadratura della foto. Una volta creato, puoi tirare i suoi angoli e bordi per regolarlo. Dopo aver regolato il ritaglio, premi Invio per ritagliare. Nella finestra delle opzioni dello strumento puoi configurare una proporzione fissa di questa cornice, in modo che il ritaglio abbia un formato specifico se preferisci.
    • Un’altra opzione molto interessante che troviamo in questo strumento è la casella “Solo il livello corrente”. Se lo contrassegniamo, invece di ritagliare l’intera fotografia, taglieremo solo il livello che abbiamo selezionato.
  15. Strumento di trasformazione unificata (Maiusc + T): questo strumento è simile alla trasformazione libera di Photoshop. Con questo strumento puoi spostare, ridimensionare, ruotare e / o distorcere liberamente il tuo livello, selezione o tracciato. Quando hai finito di modificarlo, premi Invio per accettare la trasformazione.
    • Se premi il tasto Control durante il ridimensionamento, il ridimensionamento verrà eseguito dal centro del livello. Se, invece, premi il tasto Maiusc, puoi rompere le proporzioni dell’immagine per deformarla.
    • Se tieni premuto il tasto Maiusc durante la rotazione, invece di ruotare liberamente, salterai di 15º.
    • Se premi il tasto Control mentre lo distorci, manterrai la prospettiva. Se invece premi il tasto Maiusc, vincolerai la distorsione a determinati angoli specifici.
  16. Strumento Rotazione (Shift + R): con questo strumento puoi ruotare, sia a occhio che numericamente, qualsiasi livello, selezione o tracciato.
  17. Strumento (Maiusc + S): con questo strumento puoi ridimensionare, sia ad occhio che numericamente, qualsiasi livello, selezione o tracciato.
  18. Strumento Inclina (Maiusc + H): con questo strumento puoi inclinare, sia ad occhio che numericamente, qualsiasi livello, selezione o tracciato.
  19. Strumento di trasformazione della maniglia (Maiusc + L): con questo strumento puoi deformare il livello, la selezione o il tracciato, creando punti di ancoraggio su di esso semplicemente cliccando dove vuoi. Quindi, facendo clic e trascinando su questi punti, è possibile deformare il livello, la selezione o il percorso in base a essi.
    • Puoi spostare uno qualsiasi dei punti creati facendo clic su di esso mentre tieni premuto il tasto Maiusc ed eliminarlo facendo clic su di esso mentre tieni premuto il tasto Control.
  20. Strumento prospettiva (Maiusc + P): con questo strumento puoi modificare la prospettiva, sia a occhio che numericamente, di qualsiasi livello, selezione o tracciato.
  21. Strumento di rotazione (Maiusc + F) : con questo strumento puoi ruotare sia orizzontalmente che verticalmente, qualsiasi livello o selezione di percorso.
  22. Trasforma griglia (Maiusc + G): Con questo strumento puoi quotare un’area facendo clic per crearla e chiuderla, come abbiamo fatto con lo strumento di selezione gratuito. Una volta che quest’area è chiusa, diventerà una griglia di trasformazione. Puoi distorcere questa griglia a tuo piacimento spostando le sue maniglie. Quando premi Invio, il livello si deformerà per conformarsi alla nuova griglia.
  23. Trasformazione alterazione (W): questo strumento è simile allo strumento Fluidifica di Photoshop. Ci permetterà di deformare la nostra fotografia “spingendo” i pixel. Abbiamo un cursore che può essere ingrandito o ridotto dalla finestra delle opzioni dello strumento e premendo e trascinando questo cursore sposteremo i pixel che entrano nel suo cerchio. Dalla finestra delle opzioni dello strumento possiamo anche configurare la durezza e la forza di questo spostamento. Questo strumento può essere ideale per modificare la silhouette e la forma dei vestiti o dei capelli delle nostre modelle.
  24. Strumento di testo (T): questo strumento creerà una casella di testo su un livello separato. Nella finestra di configurazione dello strumento puoi cambiare il suo carattere, colore, dimensione, allineamento, ecc. Puoi vedere facilmente tutti i caratteri disponibili dalla scheda Caratteri, nella finestra a destra.
  25. Strumento Riempi (Maiusc + B): questo strumento riempie tutti i pixel contigui di una tonalità simile con un colore o motivo. Nel pannello delle opzioni degli strumenti puoi configurarlo in modo che invece riempia l’intera area delimitata da una selezione attiva.
  26. Strumento sfumatura (G): questo strumento creerà un gradiente tra due o più colori, o da un colore a trasparente, per farlo sfumare. È possibile configurare sia i colori che la loro forma nella finestra delle opzioni degli strumenti. Per creare la sfumatura, fai semplicemente clic nel punto in cui desideri che inizi il primo colore, trascina e rilascia dove desideri che finisca l’ultimo colore.
  27. Strumento matita (N): questo strumento ci permetterà di dipingere con il colore principale dal selettore di colori. Nel pannello delle opzioni dello strumento puoi configurare aspetti come la dimensione, la durezza o l’angolo della matita. Puoi anche scegliere la sua forma e altri effetti preimpostati nella finestra del pennello a destra.
    • Se dipingi su un punto e (senza dipingere) vai su un altro punto e dipingi tenendo premuto il tasto Maiusc, verrà creata una linea completamente retta da un punto all’altro. Funzionerà con qualsiasi strumento che utilizzi i pennelli.
  28. Strumento Pennello (P): lo strumento Pennello è molto simile allo strumento Matita, ma i suoi bordi saranno più diffusi.
  29. Strumento gomma (Maiusc + E): anche questo strumento è molto simile allo strumento pennello, solo che invece di dipingere cancella. La gomma eliminerà le aree in cui dipingiamo, lasciando quella parte dello strato trasparente o dipingendola con il colore di sfondo del selettore di colori.
  30. Strumento aerografo (A): questo strumento è simile al pennello, ma il suo flusso sarà inferiore. Con l’aerografo dovremo dare passaggi diversi attraverso lo stesso sito se vogliamo che sia completamente coperto.
  31. Strumento inchiostro (K): questo strumento è simile alla matita ma ci offre un aiuto extra per simulare una penna stilografica. Più a lungo teniamo premuto il mouse sullo stesso sito, o più lentamente disegniamo le linee, più saranno spesse; e viceversa, più siamo veloci, più sottili sono le linee che tracciamo. Questo effetto è ideale per simulare la scrittura calligrafica.
  32. Strumento pennello MyPaint (Y): MyPaint è un programma gratuito con una moltitudine di pennelli molto utili, e grazie a questo strumento possono essere utilizzati anche in Gimp.
  33. Strumento di clonazione (C): questo strumento ci permetterà di clonare un’area della fotografia su un’altra. Premere Control + Fare clic sull’area che si desidera clonare e dipingere sull’area che si desidera coprire. Il pennello di questo strumento può essere configurato come un normale pennello dalla finestra delle opzioni dello strumento, e possiamo anche scegliere altri pennelli diversi dalla finestra dei pennelli, che ci consentiranno di creare trame ed effetti.
  34. Strumento di cura (H): questo strumento funziona allo stesso modo dello strumento di clonazione. Tuttavia, proprio come lo strumento di clonazione copia un’area su un’altra, con lo strumento di sanificazione Gimp ricalcolerà l’area coperta per preservarne i toni e integrare meglio l’area clonata. Questo strumento è ideale per rimuovere piccoli brufoli e macchie sulla pelle.
  35. Strumento Clona prospettiva: questo strumento funziona come lo strumento Clona, ​​ma clonerà l’area dopo aver applicato una trasformazione prospettica, in modo che la copia sia conforme alla prospettiva trasformata.
  36. Strumento messa a fuoco e sfocatura (Maiusc + U): questo strumento sfocerà l’area in cui dipingi o la metterà a fuoco se tieni premuto il tasto Control mentre dipingi. Il pennello di questo strumento funziona come qualsiasi altro pennello e possiamo configurarlo dal pannello delle opzioni dello strumento. Come con gli altri pennelli, possiamo anche scegliere altri pennelli con varie forme ed effetti dalla finestra del pennello a destra.
  37. Strumento sfumino (S): questo strumento sfumerà l’area in cui dipingiamo, mescolando i colori dei pixel in quell’area. Più insistiamo su un’area, più i pixel si fonderanno e più si sfocerà. Come con gli altri pennelli, possiamo configurarlo dal pannello delle opzioni dello strumento e possiamo anche scegliere altri pennelli con forme ed effetti diversi dalla finestra dei pennelli a destra.
  38. Strumento Brucia / Marcatura (Shift + D): con questo strumento possiamo sovraesporre (schiarire) un’area se dipingiamo sopra di essa, o sottoesporre (scurirla) se dipingiamo tenendo premuto il tasto Control. Come con gli altri pennelli, possiamo configurarlo dal pannello delle opzioni dello strumento e possiamo anche scegliere altri pennelli con forme ed effetti diversi dalla finestra dei pennelli a destra. Con questo strumento possiamo creare il famoso effetto Scherma e brucia.

5. Pannello pennelli, motivi e caratteri

Sul lato destro dell’interfaccia troverai un pannello con 3 schede: Pennelli, Motivi e Caratteri. Da queste 3 schede possiamo configurare molti degli strumenti che abbiamo appena visto.

  • Dalla scheda Pennelli possiamo scegliere pennelli con diverse forme, durezze ed effetti per usarli non solo negli strumenti Matita e Pennello, ma in qualsiasi strumento che utilizza i pennelli, come gli strumenti di clonazione, sanificazione, sfocatura, sbavatura, bruciatura, eccetera.
  • Dalla scheda Patterns possiamo scegliere pattern con texture differenti per configurare gli strumenti che utilizzano pattern. Ricorda che puoi configurare la maggior parte degli strumenti che usano i pennelli, nella finestra di configurazione degli strumenti, in modo che invece di dipingere con colori a tinta unita usino modelli.
  • Dalla scheda Caratteri possiamo scegliere i diversi caratteri che possiamo usare con lo strumento Testo.

6. Finestra Livelli, canali e percorsi

Infine troviamo la finestra dei livelli, dei canali e dei percorsi. In queste 3 schede vedremo tutti i livelli del file, i canali dell’immagine e le rotte che abbiamo creato con gli strumenti che abbiamo visto prima. Su queste miniature possiamo premere il tasto destro del mouse per visualizzare tutte le opzioni che le riguardano.

Come regola generale, la scheda che useremo di più è la finestra Livelli, quindi di default questa è quella che apparirà sempre visibile. In questa finestra puoi trascinare i livelli uno sopra l’altro. Funziona come la tipica carta a cipolla usata per il ricalco: gli strati che si trovano sopra saranno visti per primi e gli altri saranno dietro. Dallo slider dell’opacità possiamo rendere trasparenti gli strati per far vedere anche quelli sottostanti.

Sopra il cursore dell’opacità troveremo anche il menu a discesa Modalità , con tutte le modalità di fusione dei livelli di Gimp. Queste modalità faranno sì che il livello superiore si fonda con quelli sottostanti in modi diversi, in modo che si integri meglio.

Infine sotto il tutto troviamo una piccola barra degli strumenti dove possiamo:

  • Crea un nuovo livello: creerà un nuovo livello con uno sfondo trasparente o riempito con un colore o motivo che scegliamo nella finestra di configurazione.
  • Crea un gruppo di livelli: creerà una cartella in cui possiamo trascinare vari livelli all’interno. Questi livelli formeranno un gruppo, con il quale possiamo spostarli tutti in una volta e applicare effetti a tutti in una volta, come variare l’opacità, cambiare la modalità o aggiungere la stessa maschera di livello a tutti loro.
  • Livello superiore o inferiore di un livello: con queste frecce è possibile posizionare un livello selezionato davanti o dietro gli altri livelli. Puoi farlo anche semplicemente cliccando con il mouse e trascinando il livello nella posizione che preferisci.
  • Duplica un livello: questo pulsante duplica il livello selezionato.
  • Ancorare il livello fluttuante: quando creiamo una selezione, nella finestra dei livelli viene creato un livello chiamato livello fluttuante (o selezione fluttuante). Finché è attivo possiamo solo lavorarci sopra. Tuttavia, se vogliamo lavorare sul resto dell’immagine senza perdere questa selezione, possiamo usare questo pulsante Ancorare il livello mobile e sganciarlo quando vogliamo continuare a lavorare sulla selezione.
  • Aggiungi una maschera di livello: possiamo aggiungere una maschera di livello al livello selezionato con questo pulsante. Una seconda miniatura verrà aggiunta a destra del livello, dove possiamo dipingere in scala di grigi. Il bianco mostrerà quell’area del livello e il nero renderà quella parte del livello nascosta e trasparente. L’intera gamma di grigio in mezzo renderà la trasparenza del livello più alta o più bassa. Puoi dipingere sulla maschera di livello con qualsiasi pennello, quindi le sue caratteristiche (come la forma o la durezza) influenzeranno la visibilità del livello. Puoi anche dipingere una sfumatura dal bianco al nero per sfumare gradualmente il livello.
    • Puoi vedere la maschera più grande per lavorarci meglio premendo Alt + facendo clic sulla sua miniatura nella finestra dei livelli. Premi ALT + clic di nuovo su di esso per mostrare di nuovo la tua foto invece della maschera.
    • Puoi nascondere la maschera premendo Control + clic su di essa. Un quadrato rosso apparirà intorno ad esso indicando che è inattivo. Premere Control + Fare nuovamente clic su di esso per attivarlo di nuovo.
    • Se aggiungi una maschera di livello mentre hai una selezione attiva, la maschera può assumere la forma della selezione. Quando si crea la maschera, scegliere l’opzione “Selezione” dal menu.
  • Elimina un livello: con questo pulsante è possibile eliminare il livello selezionato.

Questa piccola barra delle opzioni cambia anche quando cambiamo la scheda nella scheda Canali o Percorsi:

  • Nella scheda Canali troveremo le opzioni per creare nuovi canali, alzare e abbassare il livello del canale selezionato, duplicare un canale, trasformare il canale in una selezione o eliminare un canale.
  • Nella scheda Rotte troveremo le opzioni per creare una nuova rotta, salire di livello su una rotta selezionata, duplicare una rotta, convertire la rotta in una selezione, convertire una selezione in una rotta o dipingere lungo la rotta.

Fare pratica!

Ora che conosci l’intera interfaccia e i principali strumenti di Gimp, è tempo di sperimentarli tutti per padroneggiare il programma. Sono consapevole che può essere travolgente conoscere così tante opzioni contemporaneamente, quindi è meglio che per ora ti concentri sulla gestione di quelle che ti sono più utili e poco a poco ti eserciti con esse e impari.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!