Google Fit: cos’è, come funziona e come configurarlo

By | Settembre 2, 2020
Google Fit: cos'è, come funziona e come configurarlo

Spiegheremo cos’è Google Fit, come funziona e come configurarlo nel caso in cui desideri utilizzarlo sul tuo dispositivo mobile. Si tratta di un’applicazione con cui Google vuole entrare nel settore delle app sportive, e con la quale registra tutte le tue attività fisiche, permettendoti di fissare obiettivi in ​​modo da raggiungerli quotidianamente.

Inizieremo l’articolo spiegando cos’è esattamente Google Fit app e quali sono i due principali obiettivi che si propone di raggiungere quotidianamente. Quindi spiegheremo come ottiene quei dati e finiremo spiegandoti passo dopo passo come eseguire la configurazione iniziale.

Cos’è Google Fit

Google Fit è un’app salute Android creata per misurare il tuo esercizio quotidiano e che utilizza diversi parametri in modo che tu possa sapere se stai facendo l’esercizio che dovresti. La sua idea, almeno così è come viene venduta l’applicazione, è di monitorarti in modo che con i suoi dati tu possa provare ad avere una vita più sana e più attiva.

Per impostazione predefinita, l’applicazione rimarrà sempre attiva in background sul tuo telefonino, e con questo registrerà automaticamente tutte le tue attività. Avrai anche la possibilità di inserire manualmente altre attività nel caso in cui non siano state registrate con l’applicazione, e potrai utilizzare anche solo questa funzione disattivando la registrazione automatica.

Tutti i dati che Google Fit riceve vengono utilizzati per offrirti due obiettivi di attività con i quali, dicono, ha concordato con l’Organizzazione Mondiale della Sanità che possono migliorare il tuo benessere e darti più anni di vita.

Il primo degli obiettivi sono i tuoi minuti attivi, ovvero il tempo che trascorri in movimento durante la giornata. Questo parametro conta ogni volta che svolgi un’attività fisica, dall’andare a fare una passeggiata a una corsa, o quelle che introduci a mano come sessioni di danza o qualsiasi altro esercizio. Per impostazione predefinita l’app Google Health ti offre 60 minuti al giorno, anche se nelle impostazioni puoi adattarlo alle tue esigenze nel caso tu voglia chiedere di più.

E il secondo obiettivo sono i cosiddetti Punti Cardio, che sono un po’ più complessi. Google ti offre questi tipi di punti con attività che accelerano il tuo battito cardiaco, come le camminate veloci. Quando fai un esercizio relativamente leggero ti verrà dato un punto al minuto e se inizi a fare un esercizio più intenso, salirà a due.


Google Fit come funziona

Google Fit raccoglie i dati delle tue attività utilizzando i sensori dei tuoi dispositivi. Ad esempio, con i sensori di movimento e il GPS può dire quando e dove ti stai muovendo. Con questi parametri, Fit Google calcola la tua attività e altri dati, come le calorie che hai bruciato mentre lo fai.

Ma poiché non siamo tutti uguali, l’applicazione analizzerà la cronologia delle tue attività per tutto il tempo in cui la utilizzi, e con ciò cercherà di migliorare la precisione durante la misurazione della tua attività. Ad esempio, più lo usi, meglio conoscerà le calorie o lo sforzo che consumi durante le attività, poiché puoi confrontare i tuoi diversi ritmi.

Uno dei parametri più utili sono le informazioni GPS. Con esso, non solo ti mostrerà su una mappa quale percorso hai fatto durante ogni sessione di allenamento o ogni volta che sei andato a fare una passeggiata, ma utilizzerà anche la tua posizione per calcolare la velocità alla quale ti sei mosso o le distanze totali che cammini, due parametri con cui misuri anche il tuo sforzo. Questa è un’opzione che puoi anche disabilitare.

Con questi sensori calcolerai i due obiettivi di attività, i minuti totali di attività e i punti cardio. Questi due obiettivi appariranno sulla schermata principale in cerchi che si riempiranno man mano che ti avvicini all’obiettivo giornaliero che hai impostato. Quando li completi, apparirà un’animazione che ti dice che hai fatto un buon lavoro.

Appena sotto gli indicatori di questi obiettivi, anche nella schermata principale, vedrai i passi totali, le calorie e i chilometri che hai percorso nel giorno in cui ti trovi. Nella parte inferiore dello schermo puoi accedere al campo Giornaliero, dove puoi vedere tutti gli esercizi che hai fatto.

Questo campo giornaliero è come una storia con tutti i tuoi movimenti. Ciascuna delle voci appartiene a un esercizio, dalle passeggiate a qualsiasi altro tipo che hai fatto o inserito manualmente. Vedrai anche il tempo durante il quale lo hai fatto, i chilometri percorsi ei punti cardio che hai guadagnato con loro. Accanto ad essa apparirà anche un’anteprima della mappa con il percorso.

Ogni volta che vuoi, puoi cliccare su ciascuno degli esercizi che hai svolto e potrai vedere i suoi dati completi, comprese le calorie bruciate, i passi che hai fatto, i minuti di movimento ei punti cardio raggiunti. Apparirà anche il tuo ritmo e nella parte superiore della mappa con il percorso.

Come configurare Google Fit

Per iniziare a utilizzare Google Fit è necessario scaricare la fitness app Android dal Google Play e per iOS nell’App Store. Una volta scaricato, avvia l’app Health Android. Nella prima schermata dovrai accedere con il tuo account Google  Se hai Android, rileverà automaticamente quello che utilizzi sul tuo cellulare, potendo continuare con quell’utente o accedere con un altro.

Nella seconda fase devi configurare i tuoi dati personali. In essi dovrai dire il tuo sesso e la tua età, ma anche il tuo peso e altezza in modo che Google possa utilizzarli per calcolare il tuo sforzo, le calorie che bruci o i consigli che ti vengono dati. Quando inserisci tutti i dati, fai clic su Avanti.

Successivamente, Google Fit ti mostrerà una schermata in cui ti dirà come utilizza i tuoi dati per misurare la tua attività e chiederà il tuo permesso per raccoglierli. Qui, devi fare clic sul pulsante Sì, accetto per dare l’autorizzazione a Google Fit in modo che possa funzionare normalmente.

Nel passaggio successivo, Google Fit chiederà la tua autorizzazione per ottenere le informazioni sulla tua posizione. Se vuoi che sia in grado di raccogliere automaticamente dove stai per calcolare i tuoi percorsi ei dati da essi derivati, clicca su Attiva e poi concedigli il permesso di accedere al GPS. E se non vuoi che lo faccia, anche se questo significa che non registra la tua attività e devi inserirlo a mano, clicca su Non ora.

Quindi ti verrà mostrata una schermata che spiega i due obiettivi che l’applicazione propone, ma non metterò la cattura perché devi solo premere Avanti e te l’ho già spiegato. Quando lo superi, dovrai configurare l’obiettivo di minuti attivi al giorno, che per impostazione predefinita saranno 60 ma puoi modificare. Una volta fatto, fai clic su Avanti.

Successivamente, dovrai impostare il tuo obiettivo giornaliero di punti cardio. In questa schermata, l’app spiegherà come vengono assegnati. Per impostazione predefinita l’app ti assegnerà 10, anche se solo completando i tuoi minuti giornalieri di attività potrai facilmente quintuplicarli, quindi potresti volerne aggiungere di più. Dopo averli scelti, fai clic su Aggiungi obiettivi per continuare.

E gli ultimi due passaggi della configurazione sono pura documentazione. Nel primo ti verrà detto come funziona il visualizzatore di destinazione e nel secondo avrai finito di mostrare come funziona il misuratore. In queste due schermate devi semplicemente continuare a premere Avanti e Fine , e il gioco è fatto, avrai Google Fit pronto per essere utilizzato.

Leggi anche: Le migliori app per allenarsi a casa

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.