Dispositivi USB non riconosciuti, cosa fare

dispositivi usb non riconosciuti

Condividere le informazioni e memorizzarle in dispositivi di archiviazione a portata di mano è diventato piuttosto comune al giorno d’oggi. Le unità flash sono diventate dispositivi di archiviazione più comuni, utilizzati dagli utenti per condividere file e software. Con una tale dipendenza dai dispositivi di archiviazione USB, si può facilmente comprendere la situazione che potrebbe verificarsi quando improvvisamente il dispositivo USB non viene riconosciuto e i dati essenziali sono memorizzati nell’unità. Se un utente ha bisogno di salvare i dati all’esterno con il metodo più economico possibile, le unità flash sono la scelta migliore. In questo articolo parleremo dei dispositivi USB e del loro utilizzo e discuteremo anche dei modi per risolvere l’errore “Dispositivi USB non riconosciuti”.


Per prima cosa, cerchiamo di capire i dispositivi USB e il loro utilizzo. USB è l’acronimo di Universal Serial Bus, un termine coniato per le unità flash. L’USB è un dispositivo di archiviazione utilizzato per memorizzare i dati e funge da modalità esterna di archiviazione dei dati. Le unità USB sono piuttosto pratiche e utili nel mondo di oggi, poiché i dischi rigidi sono piuttosto costosi. I vari usi e vantaggi dei dispositivi USB sono i seguenti:

  1. Consente di salvare i dati all’esterno.
  2. Conveniente.
  3. Offre sicurezza in quanto le unità flash possono essere protette da password.
  4. Dimensioni ridotte.
  5. Possiede una maggiore velocità di elaborazione.
  6. Le unità USB possono essere rese avviabili e utilizzate come dispositivo di avvio.

Periferica USB non riconosciuta, le cause

Quando l’utente collega una USB al proprio sistema e questa non viene visualizzata, si verifica un errore e il contenuto dell’unità rimane sconosciuto. Questo non significa che l’unità USB è morta e quindi non possa essere utilizzata ulteriormente. La causa dell’errore “Dispositivo USB non riconosciuto” può essere dovuta a qualche impostazione/permesso hardware o software del sistema e può essere risolta facilmente. I vari motivi per cui i dispositivi USB non vengono riconosciuti sono i seguenti:

  1. Il software dell’unità non è riuscito a caricarsi completamente nel sistema.
  2. L’unità può contenere file dannosi, pertanto il sistema non lo legge.
  3. A causa della batteria di sistema scarica, le impostazioni dell’hub Root potrebbero non aver riconosciuto l’unità.
  4. Potrebbe esserci un bug nel driver che deve essere aggiornato.
  5. Windows potrebbe aver bisogno di un aggiornamento alle ultime patch e correzioni.

Dispositivi USB non riconosciuti, cosa fare

1. Riavviare il computer

La maggior parte degli errori è causata dal malfunzionamento del sistema. In questi casi, se il sistema mostra un errore, il primo passo da fare è riavviare il sistema. L’utente può riavviare il sistema utilizzando il seguente passaggio e risolvere l’errore dispositivo non riconosciuto. Fare clic sul pulsante “Start” e poi sul pulsante “Spegnimento”. Verrà visualizzato un elenco a discesa. A questo punto, fare clic su “Riavvia”.

2. Aggiornare il computer

La registrazione da parte del produttore di tutti gli errori riscontrati dagli utenti facilita lo sviluppo di correzioni e patch nei loro aggiornamenti. I produttori continuano a fornire aggiornamenti del sistema in modo che l’utente possa utilizzarlo senza problemi. Seguite i passaggi indicati di seguito per aggiornare il sistema. Fare clic sul pulsante “Impostazioni”; si aprirà la finestra delle impostazioni. Ora fate clic sull’opzione “Aggiornamento e sicurezza”. Si apre la finestra Aggiornamento e sicurezza. Il sistema verificherà la presenza di aggiornamenti e inizierà a scaricarli.

3. Modificare le impostazioni dell’hub di root USB

Il sistema dispone di autorizzazioni che consentono di spegnere i dispositivi USB collegati per risparmiare energia. Questo può essere il motivo per cui il computer mostra l’errore “USB non riconosciuto”. Rimuovendo l’autorizzazione, l’utente può risolvere rapidamente l’errore. Seguire i passaggi indicati di seguito per apportare le modifiche alle impostazioni dell’hub USB Root:

  1. Aprire Gestione periferiche e fare clic su “Controller Universal Serial Bus”.
  2. Apparirà un elenco a discesa; fare doppio clic su “USB Root Hub (USB 3.0)” e apparirà una finestra.
  3. Fare clic su “Gestione alimentazione”, quindi fare clic sull’opzione “Consenti al computer di spegnere il dispositivo per risparmiare energia” e deselezionare la casella di controllo. Ora premete “OK”.

4. Aggiornare il driver USB

Il sistema fornisce agli utenti aggiornamenti e correzioni per i driver. L’utente può risolvere rapidamente il problema dell’unità USB che non viene visualizzata aggiornando i driver USB nel sistema. Seguire la procedura indicata di seguito per aggiornare i driver USB.


  1. Aprire le Impostazioni facendo clic sul pulsante ”Impostazioni” del menu di avvio. Si aprirà una finestra. Fare clic sulla barra di ricerca e digitare ”Gestione periferiche”, poi premere Invio.
  2. Si apre la finestra Gestione periferiche, individuare ”Controller Universal Serial Bus”.
  3. Sarà visibile un elenco di opzioni. Fare clic con il tasto destro del mouse su “Hub root USB (USB 3.0)” e sarà visibile un elenco a discesa. Fare clic sull’opzione “Proprietà”.
  4. Si aprirà una finestra, ora fate clic sul “pulsante Driver” e si aprirà una finestra. Fare quindi clic su ”Aggiorna driver” e premere ”OK”.

5. Controllare e cambiare le porte

Il sistema è dotato di porte USB, porta USB 2.0 e porta USB 3.0. Se il sistema mostra un dispositivo USB sconosciuto, provare a utilizzare il dispositivo su un’altra porta. Questo potrebbe risolvere l’errore “Dispositivi USB non riconosciuti”.

6. Modificare le impostazioni della sospensione selettiva USB

Un’altra possibile causa è l’impostazione della sospensione selettiva nelle opzioni di alimentazione, che autorizza l’hub a sospendere automaticamente l’USB e non la riconosce nel software. Seguire i passaggi indicati di seguito per disattivare questa impostazione.

  1. Fare clic con il tasto destro del mouse sull’opzione Windows e apparirà un elenco. A questo punto, fare clic su “Opzioni di alimentazione”.
  2. Fare clic su “Impostazioni di alimentazione aggiuntive”.
  3. Verrà visualizzata una finestra, in cui fare clic su “Modifica impostazioni piano”.
  4. Nella finestra successiva, fare clic su “Modifica impostazioni avanzate di alimentazione”.
  5. Si aprirà una finestra, individuare ”Impostazioni USB” e fare clic su di essa.
  6. Verrà visualizzata un’opzione a discesa.
  7. Fare clic su “Impostazioni di sospensione selettiva USB” per espandere le opzioni. Saranno visibili due opzioni.
  8. Impostare le impostazioni su Disattivato per entrambe le opzioni e fare clic su “Applica”, quindi su “OK”.

7. Formattare l’unità

Se l’utente ha provato tutti i metodi sopra menzionati e l’errore “USB dispositivo non riconosciuto” non è ancora stato risolto, l’unità USB è difettosa e deve essere formattata. A causa di alcuni file dannosi o di qualche errore tecnico, il dispositivo viene danneggiato e quindi non viene riconosciuto dal sistema. Quindi, se formattiamo l’unità, essa raggiungerà la fase iniziale di quando è stata acquistata per la prima volta. Seguire i passaggi indicati di seguito per formattare USB.

  1. Fare doppio clic sull’opzione “Questo PC”.
  2. Fare clic con il tasto destro del mouse sull’unità USB collegata al sistema dall’elenco delle opzioni e fare clic sull’opzione “Formatta”.
  3. Verrà visualizzata una finestra, fare clic sul pulsante “Start”, e l’unità USB verrà formattata.

Software per il recupero dati chiavetta USB

I metodi sopra menzionati sono abbastanza utili per risolvere gli errori quando il dispositivo USB non viene riconosciuto. Tuttavia, è possibile che quando l’unità USB viene riconosciuta dal sistema, manchino alcuni file importanti. In questi casi, l’uso di software di terze parti può essere utile per recuperare i file presenti nell’unità flash. Per recuperare i dati in questi casi è possibile utilizzare i passaggi indicati di seguito.

  1. Scaricare un software per recuperare file. Come recuperare file cancellati dal PC
  2. Installare il programma e avviare il software al termine dell’installazione.
  3. Selezionare il dispositivo esterno da ripristinare.
  4. Eseguire la scansione dei dispositivi esterni.
  5. Visualizzare l’anteprima e recuperare il file.

Sintesi su come risolvere l’errore “dispositivi USB non riconosciuti”

Se avete mai avuto un problema con un dispositivo USB non riconosciuto, sapete quanto possa essere frustrante. Fortunatamente, ci sono alcune cose che si possono provare per far funzionare di nuovo il dispositivo. Il primo passo è assicurarsi che il dispositivo sia collegato in modo sicuro al computer. Se non rimane collegato, potrebbe essere necessario provare con un’altra porta USB. Se ancora non funziona, si può provare a scollegare e ricollegare il dispositivo. Se non funziona, si può provare a riavviare il computer. A volte è necessario riavviare il computer per far riconoscere il dispositivo. Se non funziona, potrebbe essere necessario aggiornare i driver del dispositivo. Visitare il sito Web del produttore del computer, scaricare i driver più recenti e installarli. Infine, se tutto il resto non funziona, si può provare a utilizzare un altro cavo USB. Questi semplici passaggi possono aiutarvi a far riconoscere il vostro dispositivo e a renderlo di nuovo funzionante in pochissimo tempo. Come si può vedere, non c’è bisogno di farsi prendere dal panico quando si riceve il temuto messaggio “Dispositivo USB non riconosciuto”. Con i giusti accorgimenti, è possibile far funzionare il dispositivo in pochissimo tempo.

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!