Huawei Mate 30 Pro: il più potente telefono di Huawei ha quattro fotocamere posteriori, ma senza il Google Play Store

By | Settembre 20, 2019
Huawei Mate 30 Pro

È passato un anno da quando Huawei ha lanciato Mate 20, Mate 20 Pro e Mate 20 Lite e non è stato esattamente facile. Le tensioni tra gli Stati Uniti e la Cina e il divieto di installare il sistema operativo Android sui propri dispositivi, hanno creato non pochi problemi al marchio. Ciò, tuttavia, non ha impedito ai cinesi di lanciare sul mercato i suoi nuovi Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro, ufficialmente.


Come sottolineato dalle notizie precedenti, il nuovo Huawei è stato rilasciato senza le app Google, sebbene Huawei stia lavorando per rimediare. Ne parleremo più avanti, ma prima esaminiamo la scheda tecnica e conosciamo meglio il nuovo dispositivo.

Scheda tecnica di Huawei Mate 30 Pro

HUAWEI MATE 30 PRO
DIMENSIONI E PESO158,1 x 73,1 x 8,8 mm – 198 grammi
SCREENRisoluzione OLED da 6,53 pollici FullHD + (2.400 x 1.176 pixel)
Formato 18,4: 9 DCI-P3
PROCESSOREKirin 990 Mali G76 MP16
MEMORIA RAM8 GB
MEMORIA INTERNA128/256 GB
FOTOCAMERA POSTERIORE40 MP f / 1.8 (grandangolo super, 17 mm)
40 MP f / 1.6 (grandangolo, 27 mm)
8 MP f / 2.4 (teleobiettivo, 80 mm)
Sensore ToF
FOTOCAMERA ANTERIORE32 MP f / 2.0
BATTERIA4.500 mAh Ricarica rapida 40W Ricarica wireless 27 W
SISTEMA OPERATIVOAndroid 10 con EMUI 10.0
CONNETTIVITA ‘WiFi ac Bluetooth 5.0 NFC GPS
ALTRESblocco facciale USB di tipo C 3D
Lettore di impronte digitali sotto lo schermo
PREZZOIn fondo all’articolo

Uno schermo curvo che occupa quasi l’intero frontale

Come sempre, iniziamo rivedendo la sezione estetica. Dire che l’Huawei Mate 30 Pro ha una parte posteriore semplice non sarebbe abbastanza preciso, poiché il protagonista principale è il modulo circolare in cui sono alloggiate le quattro telecamere posteriori. Questo è circondato da un cerchio di un colore più scuro rispetto al telaio la cui funzione è puramente estetica.

Come puoi vedere nelle immagini, c’è solo un pulsante laterale, il pulsante di accensione. I pulsanti volume su e giù sono stati sostituiti da pulsanti virtuali sullo schermo che, a proposito, possono essere spostati a proprio agio per posizionarli nella posizione più adatta a noi, nonché personalizzare per svolgere altre funzioni. Nella parte inferiore abbiamo l’USB di tipo C e la parte superiore rimane pulita. E’ dotato anche della certificazione IP68.

I pulsanti volume su e giù sono stati sostituiti da pulsanti virtuali sullo schermo

Per quanto riguarda lo schermo, Huawei ha implementato quello che ha soprannominato Horizon Display, un pannello OLED curvo con un angolo di 88 gradi, una diagonale di 6,53 pollici e una risoluzione FullHD + (2.400 x 1.176 pixel). Sotto il display c’è il lettore di impronte digitali, che è combinato con uno sblocco facciale tridimensionale simile a quello dell’iPhone. Il suono utilizza la tecnologia Acoustic Display, ovvero l’audio viene emesso attraverso lo schermo.

Potenza dalla mano di Kirin 990, ma senza Google

Quindi parliamo di prestazioni. Sia l’Huawei Mate 30 che il Mate 30 Pro hanno il processore Kirin 990, un ultimo SoC batch prodotto in un processo 7 nm + EUV. Questo ha otto core divisi al ritmo di due Cortex A76 a 2,86 GHz, due Cortex A76 a 2,36 Hgz e quattro Cortex A55 a 1,95 GHz, oltre alla GPU Mali G76 MP16 a 16 core a 600 MHz.

Mate 30 Pro ha 8 GB di RAM e due modalità di archiviazione interna (128 o 256 GB) espandibili con scheda NM (la stessa di Huawei). La batteria ammonta a 4.500 mAh e ha SuperCharge certificato da TÜV Rheinland. Cosa significa questo? Si carica a 40 W utilizzando il cavo e 27 W utilizzando la ricarica wireless. Non dimenticano la ricarica wireless inversa, utilizzata per caricare altri dispositivi.

Huawei Mate 30 Pro ha una ricarica rapida da 40 W, una ricarica wireless da 30 W e una ricarica wireless inversa

Kirin 990 è un processore con 5G integrato, in modo che Huawei Mate 30 Pro sia il primo cellulare 5G di seconda generazione. Il modem supporta reti 2G, 3G, 4G e 5G NSA e SA, nonché Dual SIM, Dual Standby e la gamma di frequenza massima FDD / TDD. Non ha né più né meno di 14 antenne per 5G in grado di raggiungere fino a 2,3 Gbps di discesa e 1,25 Gbps di upload, a condizione che la rete lo consenta, che aggiunge un totale di 21 antenne.

Per quanto riguarda il sistema operativo (Android 10 con EMUI 10), Huawei è stato costretto a optare per un Android senza Google a causa del blocco degli Stati Uniti. In breve, abbiamo un Android simile a quello che Huawei utilizza sui suoi telefoni cellulari in Cina, cioè senza Google Play Store.

In sintesi abbiamo un Android simile a quello che Huawei utilizza sui suoi telefoni cellulari in Cina, cioè senza Google Play Store, ma è installabile … tranquilli!

Quattro fotocamere posteriori per una maggiore versatilità

Huawei Mate 30 Pro, come anticipato nella scheda tecnica, ha quattro fotocamere posteriori con la tipica configurazione: sensore grandangolare, sensore ultra grandangolare, teleobiettivo e sensore di profondità per il supporto in modalità verticale. Il sensore principale ha una risoluzione di 40 megapixel, uguale al grandangolo, mentre il teleobiettivo rimane di otto megapixel.

Secondo Huawei, il sensore principale (che Huawei ha chiamato Cine Camera) ha una dimensione di 1 / 1,54 pollici con 51.200 ISO massimo in grado di registrare a 4K @ 60 FPS e al rallentatore a, occhio, 7.680 FPS, Mentre la società non ha spiegato la tecnica che consente a questo di funzionare. Per metterlo nel contesto, il Samsung Galaxy Note 10+ può registrare a 960 FPS a 720p.

Huawei Mate 30 Pro è in grado di registrare al rallentatore a 7.680 fotogrammi al secondo

D’altra parte, il sensore secondario (nome in codice SuperSensing, che è ultra grandangolare) ha una dimensione di 1 / 1,7 pollici e una sensibilità alla luce massima di ISO 409.600, qualcosa che dovrebbe tradursi in foto migliori in situazioni di luce scarsa. Si spera che l’IA di Huawei e il processore saranno responsabili della riduzione del rumore, perché un ISO 409.600 non è esattamente basso.

Il teleobiettivo ha otto megapixel e offre uno zoom ottico a tre ingrandimenti, uno zoom ibrido a cinque ingrandimenti e uno zoom digitale a 30 ingrandimenti, nonché OIS e AIS. Il quarto sensore è un ToF per misurazioni di profondità. Per quanto riguarda la fotocamera per i selfie, abbiamo 32 megapixel con apertura f / 2.0 e un sensore 3D per eseguire lo sblocco facciale. Questi, come puoi immaginare, si trovano nella tacca nella parte superiore dello schermo.

Versioni e prezzi di Huawei Mate 30 Pro

Huawei Mate 30 Pro sarà disponibile in verde smeraldo, grigio spazio, viola cosmico e nero, anche se ci sono due versioni di arancione e verde bosco il cui retro è realizzato in pelle vegana. Ci saranno due versioni disponibili (8/128 GB e 8/256 GB) e saranno in vendita in Europa entro la fine dell’anno. È noto solo il prezzo del modello di punta, che ammonta a 1.099 euro. C’è anche un modello 5G il cui prezzo è di 1.199 euro.

  • Huawei Mate 30 Pro (8/256 GB) : 1.099 euro.
  • Huawei Mate 30 Pro 5G (8/256 GB) : 1.199 euro.

Huawei Mate 30: forte impegno per la fotografia e potenza, ma senza le app di Google

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.