Nuovo Huawei P30 Pro: Kirin 980, lettore di impronte digitali sullo schermo e quattro fotocamere che vedono più lontano

By | Marzo 26, 2019

Nuovo Huawei P30 Pro: Kirin 980, lettore di impronte digitali sullo schermo e quattro fotocamere che vedono più lontano. Questo giorno è stato segnato sul calendario per mesi, e Huawei non ha perso il suo appuntamento. Dopo la presentazione ufficiale delle caratteristiche di Huawei P30, l’azienda di Shenzhen ha rilasciato il Huawei P30 Pro, la sua grande scommessa per questa prima metà dell’anno, che prende come modello il Huwaei Mate 20 Pro e si posiziona come leader nel catalogo dell’azienda.

C’era poco spazio per le sorprese a causa di un fiume di fughe di notizie che non si è fermato negli ultimi mesi, ma Richard Yu si è piantato al centro della scena presso il Centro Congressi di Parigi, e ha annunciato al mondo che probabilmente il Huawei P30 Pro è il miglior telefono mai creato fino ad oggi. E, naturalmente, conosciamo già le sue specifiche, i prezzi e tutte le informazioni ufficiali.

Huawei P30 Pro, tutte le informazioni

Huawei P30 Pro, scheda tecnica
dimensioni158 x 73 x 8,4 mm. 192 grammi di peso
schermoOLED da 6,47 pollici
Densità di pixelFull HD + (2340 x 1080 pixel)
processoreKirin 980
RAM8 GB
Sistema operativoAndroid 9 Pie basato su EMUI 9.1
memoria interna128/256/512 GB espandibili tramite nanoSD
fotocamerePosteriore: quad 40 MP f / 1.6 con OIS + 20 MP grandangolare f / 2.2 + 8 MP f / 3.4 tipo zoom ibrido “periscopio” con sensore 10X + ToF. ISO fino a 409600 
Davanti: 32 MP f / 2.0
batteria4.200 mAh con ricarica rapida (40 W) e ricarica wireless
altroRiconoscimento volti, lettore di impronte digitali, protezione IP68, Dolby Atmos, USB 3.1 di tipo C, altoparlante di chiamata su schermo, Intelligent Digital Car Key
coloriNero, bianco, blu e rosso

Design e schermo: un gigante con pannello OLED e lettore di impronte digitali

Con il P20 e P20 Pro Huawei ha deciso di scommettere su un aspetto simile a Mate 20 e 20 Pro, con curve pronunciate sulla parte anteriore e posteriore del telefono. Il nuovo P30 Pro continua a essere prodotto in alluminio e vetro e, come novità, offre protezione contro acqua e polvere con un livello di resistenza IP68.



La parte posteriore del dispositivo non cambia eccessivamente rispetto all’ultima generazione. La differenza più importante, infatti, risiede nella scomparsa del lettore di impronte digitali, il display ha una dimensione di 6,47 pollici, la risoluzione rimane Full HD+.

Specifiche tecniche: ereditare i benefici della famiglia Mate 20

Come previsto, il processore Kirin 980 è il cervello che gestisce il Huawei P30 Pro. La stessa piattaforma che abbiamo visto e testato sul Mate Huawei 20, con i suoi otto core sette nanometri e una frequenza massima di 2,8 GHz, supportata in questa occasione con 8 GB di RAM e 256 o 512 GB di memoria espandibile tramite nanoSD.

Rispetto al fratello minore, la batteria di questo Huawei P30 Pro cresce notevolmente fino a 4.200 mAh, compatibile con la ricarica rapida proprietaria da 40W e ricarica wireless, così come il sistema di ricarica senza fili inverso che può ricaricare altri dispositivi semplicemente posizionandoli sul retro dello smartphone.



In termini di software, Android 9 Pie è la versione scelta da Huawei per dare vita al telefono, personalizzato, come sempre, con EMUI nella sua versione 9.1. In questa versione, troviamo nuove funzionalità, come i gesti di navigazione, il supporto dello schermo per il sistema OneHop che permette di trasferire i dati in modalità wireless tra il telefono e i nuovi computer Huawei MateBook, e un app che permette di misurare le aree e distanze con la fotocamera del dispositivo attraverso la realtà aumentata.

Un’altra curiosa aggiunta è la cosiddetta Intelligent Digital Car Key, una funzione sviluppata in collaborazione con Audi, che bloccherà o sbloccherà le porte di un massimo di 7 modelli di veicoli dell’azienda tedesca in più di 20 paesi.

Fotografia e multimedia: quattro fotocamere per vedere oltre

Per il terzo anno consecutivo, la famiglia Huawei P crea un’altra generazione di fotocamere. Questa volta Huawei incorpora quattro sensori fotografici sul retro del suo nuovo telefono di riferimento.

Sul nuovo Huawei P30 Pro le fotocamere posteriori sono 4. Una da 40 megapixel, una da 20 megapixel con grandangolo, una da 8 megapixel e un’ulteriore fotocamera con lenti per zoom da 5 ingrandimenti. Questa soluzione consente di scattare fotografie di particolari distanti, con un risultato più soddisfacente dei normali zoom digitali, anche se la resa non è sempre molto nitida. Entrambi i sensori possono utilizzare una combinazione dei loro zoom ottici e digitali per ottenere ulteriori ingrandimenti: il P30 fino a 30, il P30 Pro fino a 50.

La parte anteriore lascia spazio solo per un sensore la cui risoluzione è pari a 32 megapixel e oltre a permettere la cattura di selfie pieni di dettaglio, possono essere utilizzati come un metodo di sblocco grazie al software di riconoscimento facciale meno sicuro del Mate 20 Pro.

Huawei afferma inoltre di aver lavorato per migliorare le capacità del telefono per quanto riguarda i video. Una delle novità più interessanti è la doppia registrazione, che consente di acquisire video contemporaneamente con la fotocamera principale e il sensore da 8 megapixel mentre si ingrandiscono fino a 5 volte.

Prezzo e disponibilità

La tecnologia avanza, e anche i prezzi. Huawei P30 Pro è il cellulare più costoso della società, a parte versioni e modelli speciali progettati da Porsche Design. 

Il suo prezzo in Europa è pari a 999 euro per la versione con 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione, e il modello di punta supera la barriera di 1.000 euro: 1.099 euro, per l’esattezza, è quello che costerà il P30 Pro con 8 + 128 GB

L’arrivo sul mercato del terminale avverrà il mese prossimo, attraverso i consueti canali di vendita dell’azienda, sebbene possa essere prenotato da oggi. Per quanto riguarda il modello più costoso, saranno 1,249 euro che dovrete pagare per godere di 8 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.