Antivirus MAC serve per davvero?

By | Agosto 3, 2023
Antivirus MAC serve

Sulla scena digitale, si manifesta una domanda persistente: “Serve un antivirus per il Mac?” Mentre i tassi di infezione su Mac mostrano una tendenza al ribasso, le opzioni antivirus e le suite di sicurezza per l’ecosistema Apple rimangono abbondanti. Analizziamo la necessità di armare il tuo Mac con un baluardo antivirus. Un’opinione diffusa tra gli utenti è che i Mac sono praticamente impermeabili ai virus. Questa è una mezza verità. Sì, i Mac hanno meccanismi di sicurezza più robusti rispetto ad altre piattaforme, ma nessun sistema informatico è del tutto impenetrabile. Alla fine, la sicurezza dei tuoi dati dipende non solo dal valore che essi hanno, ma anche dalla determinazione di coloro che cercano di accedervi.


Guardando agli ultimi eventi, si può evincere che l’invulnerabilità di Mac è più un mito che una realtà. Prendiamo, ad esempio, il caso di ThiefQuest, il ransomware che rapina i documenti del tuo computer e chiede un riscatto. Questa insidiosa minaccia non solo ha mostrato che pagare il riscatto non libera i tuoi dati, ma ha anche rivelato che i computer infetti erano sotto scanner per informazioni finanziarie, password e criptovalute. ThiefQuest ha quindi scosso la percezione di sicurezza di Mac.

La sfida attuale risiede nel fatto che i virus stanno diventando sempre più sofisticati e insidiosi, rendendoli più difficili da individuare e neutralizzare. Le forme più comuni di queste minacce includono attacchi di phishing, estensioni del browser malevole e modifiche del sistema operativo.

La luce alla fine del tunnel è che rispetto al disordine nel mondo Windows, la minaccia più comune su Mac rimane l’Adware. Pertanto, le minacce veramente dannose sono rare e di solito sono rapidamente bloccate da Apple. Inoltre, per gli utenti comuni, il volume di minacce è quasi dimezzato recentemente, ma ha visto un incremento del 31% per gli utenti aziendali (dati Malwarebytes 2021), probabilmente a causa dell’aumento dello smart working durante la pandemia.

Thomas Reed, responsabile della sezione Mac e mobile di Malwarebytes, ha dichiarato: “Gli utenti devono capire che non sono automaticamente al sicuro solo perché usano un Mac.” A quanto pare, l’idea persistente che i Mac sono immuni dai virus rende macOS un terreno fertile per l’introduzione di nuove minacce. Con tutto questo in mente, torniamo alla nostra domanda iniziale: “È davvero necessario un antivirus per il tuo Mac?” Prima di dare una risposta definitiva, esploriamo i vari meccanismi che macOS utilizza per salvaguardare la tua privacy.

Antivirus Mac serve veramente?

Pur notando una riduzione dei casi di infezione su Mac, il panorama del mercato presenta ancora una moltitudine di soluzioni antivirus e software di sicurezza pensati appositamente per l’ambiente Apple. La domanda che sorge spontanea è: serve un antivirus per Mac? Ecco tutto ciò che devi sapere.

L’opinione generalmente accettata vuole i Mac come dispositivi immuni ai virus. In effetti, dispongono di sistemi di difesa assai più robusti rispetto ad altre piattaforme, ma non dobbiamo illuderci che qualsiasi sistema informatico sia totalmente invulnerabile. Nemmeno le infrastrutture della NASA o del Pentagono possono vantare una tale inespugnabilità. La sicurezza dei tuoi dati dipende dal loro valore e, soprattutto, dalla determinazione di chi tenta di appropriarsene. Con abbastanza tempo, competenza e strumentazione adeguata, non esiste ‘cassaforte digitale’ che possa resistere indefinitamente.

Un Mac moderno, aggiornato all’ultimo macOS Big Sur, vanta una serie di funzioni di sicurezza che rendono piuttosto arduo trovarsi di fronte a un’infezione virale. Ecco alcuni degli strumenti di difesa in dotazione:

  • Gatekeeper: Questo avanzato guardiano del software Mac assicura l’innocuità delle applicazioni prima di procedere con l’installazione o l’apertura. Nel caso rilevi problemi di sicurezza noti o anomalie, blocca l’esecuzione dell’app per prevenire potenziali contagi.
  • Protezione dei dati: Prima che un’app possa accedere alle cartelle Documenti, Scrivania e Download, su iCloud Drive, sui supporti rimovibili e sui volumi esterni, è richiesta l’autorizzazione esplicita dell’utente. Lo stesso vale quando un’app necessita di registrare l’attività della tastiera o catturare immagini o video dello schermo.
  • Volume di sistema dedicato: A differenza del passato, i dati indispensabili per l’avvio del sistema operativo sono conservati su un volume dedicato e in sola lettura, separato dal resto delle informazioni. Questo significa che, anche in caso di infezione, il contagio non si propagherebbe al resto del sistema operativo.
  • DriverKit: Questa tecnologia consente ai driver delle periferiche di essere installati fuori dal sistema operativo, evitando di comprometterne la stabilità e la sicurezza. Tali programmi operano in uno spazio separato, come se fossero normali app, quindi non danneggiano macOS anche in caso di problemi.
  • Blocco di Attivazione: Allo stesso modo di iPhone e iPad, i Mac recenti con il chip di sicurezza T2 non possono essere ripristinati senza la password dell’account iCloud utilizzato per la prima attivazione. Solo il legittimo proprietario ha la possibilità di ripristinare un Mac.

Allora un antivirus Mac serve si o no?

Molti di noi amano i nostri Mac, apprezzando la loro reputazione per la sicurezza e la stabilità. Ma mentre il numero di attacchi informatici su Mac sta diminuendo, il mercato degli antivirus e delle suite di sicurezza per Apple continua a prosperare. Ci porta a fare la domanda: serve un antivirus per Mac? Questa è la verità dietro questa questione comune.


Contrariamente all’opinione generale, i Mac non sono impervi ai virus. Certo, possiedono meccanismi di difesa più robusti rispetto ad altri sistemi, ma nessuna piattaforma tecnologica è al sicuro da un attacco informatico. Non importa quanta sicurezza ci sia: il rischio esiste sempre. Tutto dipende da quanto sono importanti i tuoi dati e da quanto sia determinato il malintenzionato che cerca di prenderli.

Antivirus per Mac: un’assicurazione necessaria?

Allora, alla luce di questi fatti, dovresti investire in un antivirus per Mac? Per rispondere, diamo un’occhiata ad alcuni dati. Secondo un report di Malwarebytes, ci sono due principali tipi di malware che colpiscono i Mac:

  1. OSX.Generic.Suspicious: rappresenta l’80.65% di tutti gli attacchi a Mac. Può manifestarsi come uno script o un’estensione del browser che riempie il tuo Mac di pubblicità indesiderata. Non è una minaccia specifica, ma piuttosto una serie di comportamenti sospetti.
  2. OSX.FakeFileOpener: questo malware rappresenta il 3% del totale ed è spesso legato a software di “ottimizzazione Mac”. Una volta installato, il malware può installare altre applicazioni senza il consenso dell’utente. La protezione da questa minaccia è semplice: evita di installare applicazioni di dubbia provenienza che promettono di “pulire” e “ottimizzare” il tuo Mac.

Proteggere il tuo Mac: la scelta è tua

La verità è che le minacce a cui i Mac sono esposti sono generalmente di gravità medio-bassa. Creano sicuramente disagio, ma non rubano dati, non si diffondono ad altri dispositivi e non sottraggono i tuoi dettagli bancari. Confrontate con quelle di Windows, sembrano scherzi da ragazzi.


Tuttavia, se noti che il tuo Mac ha iniziato a comportarsi in modo strano – con app che si installano da sole o pagine web che si aprono automaticamente – potrebbe essere il momento di prendere in considerazione un antivirus. Ricorda, gli antivirus sono progettati per rilevare solo le minacce che conoscono, quindi è meglio prevenire che curare.

Il Mac ha bisogno di un antivirus? La risposta potrebbe sorprenderti!

Anche se i contagi su Mac stanno diminuendo, il mercato degli antivirus e delle suite di sicurezza dedicate a Apple è in costante crescita. Questo potrebbe portarti a chiederti: è davvero necessario un antivirus per il tuo Mac? Ecco le informazioni che devi conoscere.

Esiste l’idea comune che i Mac siano protetti contro ogni forma di virus. In realtà, quello che hanno è un sistema di difesa molto più robusto rispetto ad altre piattaforme. Ma sappi che nessun sistema informatico, nemmeno quelli ultra-proteggiti come quelli della NASA o del Pentagono, è del tutto inviolabile. Tutto dipende da quanto siano preziosi i tuoi dati e da quanto chi vuole appropriarsene sia determinato e competente. Infine, non esiste un sistema di sicurezza digitale che possa resistere per sempre.

Quindi, la verità è che, nonostante nessun sistema informatico possa garantire un’immunità assoluta da un attacco mirato e ben pianificato, al momento il Mac non necessita di un antivirus costante che consumi le sue risorse e potenza di calcolo. Quello che devi fare è adottare buone pratiche di sicurezza digitale: ad esempio, scarica le app solo da fonti attendibili, evita le app piratate e non fornire mai la tua password di amministratore a meno che non sia assolutamente necessario. Ecco alcuni consigli pratici:

  1. Scarica sempre le tue app dall’App Store, che è un luogo sicuro e monitorato da Apple.
  2. Se un’app non è disponibile sull’App Store e ne hai assolutamente bisogno, scaricala direttamente dal sito web del produttore.
  3. Preferisci software sviluppato da aziende note e affidabili (ad esempio, Microsoft, Apple, Adobe), il rischio aumenta con software più di nicchia.
  4. Evita il software contraffatto o piratato, soprattutto attraverso torrent. Potrebbe contenere spiacevoli sorprese, in particolare nei pacchetti di Microsoft Office, Adobe Photoshop, etc.
  5. Non installare mai “app di pulizia per MAC” come MacKeeper, MacBooster, Advanced Mac Cleaner e Mac Adware Cleaner, che riempiono il tuo computer di Adware.
  6. Riguardo all’online banking, ricorda che non ti invierà mai SMS o e-mail con link diretti al tuo account. Inoltre, nessuna banca ti chiederà mai al telefono i tuoi codici personali. Controlla sempre l’autenticità della tua connessione al sito della banca prima di inserire i tuoi codici o comunicare dati sensibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.