Ubuntu Touch: Come installare su Android

By | Ottobre 11, 2023
Ubuntu Touch

Negli ultimi tempi, abbiamo assistito a un crescente desiderio di trasparenza e controllo su ciò che accade sui nostri dispositivi mobili. La crescente preoccupazione riguardo alla privacy, combinata con l’interesse verso sistemi operativi alternativi, ha portato in luce una nuova soluzione: Ubuntu Touch, la piattaforma mobile basata su Linux. In un mondo in cui gli smartphone sono diventati quasi una prolungamento della nostra persona, il controllo sulla nostra privacy e dati è essenziale. Molti dispositivi, legati a ecosistemi come Android, raccolgono e condividono dati in modo invasivo. Questo porta ad un crescente bisogno di alternative che rispettino l’utente, evitando tracciamenti non necessari e offrendo un ambiente sicuro e trasparente. Mantenuto e sviluppato dalla comunità di UBports, emerge come una valida risposta.


Non si tratta solo dell’installazione di Ubuntu, ma di una vera e propria esperienza mobile integrata, rispondendo alle necessità di coloro che desiderano un sistema operativo pulito e trasparente. Per fare un’analogia, è come passare da una strada trafficata e rumorosa a una tranquilla stradina di campagna. Sei pronto a sperimentare Ubuntu per smartphone? Installare Ubuntu non è complicato come potresti pensare. Se desideri liberarti dalle catene dei tradizionali sistemi operativi e vivere un’esperienza Linux autentica sul tuo dispositivo mobile, ecco come puoi fare.

Cos’è Ubuntu Touch?

Ubuntu Touch, nato nel 2013, rappresenta l’audace sforzo di Canonical di introdurre nel mondo mobile la qualità e la robustezza del suo rinomato sistema operativo desktop Linux. Tuttavia, un riorientamento strategico dell’azienda ha temporaneamente frenato l’entusiasmo e le prospettive a lungo termine di questa innovativa piattaforma. Alla luce di ciò, molti credevano che Ubuntu per smartphone fosse una pagina chiusa.

Rinascita nelle Mani della Comunità

Contrariamente alle aspettative, dopo l’interruzione del progetto da parte di Canonical, la comunità appassionata che opera dietro a Ubuntu Touch non si è arresa. Nacque così UBPorts, un gruppo che, ispirandosi all’approccio di Unity, decise di riprendere e portare avanti il lavoro iniziato da Canonical. Grazie a questa iniziativa, oggi, Ubuntu è supportato e operativo su una gamma molto più vasta di dispositivi.

Un’Esperienza Mobile Rinnovata

Con Ubuntu Touch sul tuo dispositivo, il concetto di interazione mobile assume una dimensione completamente nuova. Immagina di avere un sistema leggero e veloce, che, anche se non dispone di un vasto ecosistema di applicazioni come altri sistemi operativi, offre comunque una profonda integrazione di servizi essenziali come social network e notizie direttamente a livello di sistema operativo. È come avere un giornale che si aggiorna costantemente nelle tue mani, anziché dover aprire e chiudere continuamente diverse app. Semplice da navigare e ottimizzato per l’uso quotidiano, se hai un dispositivo compatibile, Ubuntu su tablet o smartphone rappresenta un’entusiasmante alternativa al classico Android.

Dispositivi che supportano Ubuntu Touch

Introduzione Molti si chiedono su quali dispositivi sia possibile utilizzare Ubuntu, l’innovativa versione di Ubuntu per dispositivi mobili. A tale domanda, la risposta è piuttosto vasta.

Elenco dei dispositivi compatibili Attualmente, esistono ben 54 modelli di smartphone in grado di eseguire Ubuntu con varie gradazioni di compatibilità. Alcuni dei dispositivi più noti in questo elenco sono:

  • One Plus tra cui One Plus One, One Plus 5, e One Plus 8
  • Google Nexus 5
  • Xiaomi Mi 6
  • Fairphone
  • Google Pixel 3a
  • Sony Xperia 10
  • Samsung Galaxy S7

Oltre a questi, ci sono numerosi altri modelli. Per avere una panoramica completa, si consiglia di consultare l’elenco ufficiale dei dispositivi che supportano Ubuntu su smartphone.

Aspetti da considerare

La maggior parte di questi dispositivi esegue Ubuntu in modo fluido. Tuttavia, è possibile riscontrare occasionalmente alcune difficoltà, in particolare con le fotocamere. E’ importante notare che alcuni smartphone necessitano di essere “sbloccati” tramite il bootloader prima di poter installare Ubuntu per smartphone.


Guida all’installazione di Ubuntu Touch sul tuo dispositivo

Sezione 1: Requisiti preliminari per Ubuntu Touch

Prima di immergerti nell’avventura di Ubuntu per smartphone, assicurati di avere tutto ciò che ti serve. Ecco una lista completa:

  • Computer: Puoi utilizzare un PC Windows, macOS o Linux.
  • Software di installazione: Ottieni il software specifico per il tuo sistema operativo desktop.
  • Cavo dati USB: Indispensabile per collegare il tuo dispositivo.
  • Bootloader sbloccato: Ubuntu Touch necessita che il bootloader del tuo Ubuntu su smartphone sia sbloccato.

Si può sottolineare che UBports Installer per Ubuntu Touch è disponibile gratuitamente e compatibile sia con Linux, Windows che macOS. Questa uniformità assicura che l’esperienza d’installazione sia coesa, indipendentemente dalla piattaforma desktop.

Sezione 2: Configurazione del tuo dispositivo Android per Ubuntu Touch

Una parte fondamentale dell’installazione di Ubuntu su tablet o smartphone è garantire che il tuo dispositivo Android sia pronto per il nuovo sistema operativo. Ecco i passi dettagliati:


  1. Sblocco del bootloader: Questa operazione varia leggermente da dispositivo a dispositivo, ma generalmente, il processo è semplice. In alcune situazioni, potresti aver bisogno di guide specifiche per il tuo modello. Come sbloccare bootloader Android
  2. Attivazione della Modalità Sviluppatore:
    • Vai in Impostazioni e poi in Informazioni sul dispositivo.
    • Cerca il “numero di build”.
    • Tocca il numero di build varie volte fino a quando non ricevi una notifica che ti indica quanti tocchi sono rimasti per attivare la “Modalità sviluppatore”.
    • Una volta attivata, torna alle Impostazioni principali e troverai la nuova opzione “Modalità sviluppatore”. Come attivare le opzioni sviluppatore Android
  3. Abilitazione della modalità ADB:
    • Dentro la “Modalità sviluppatore”, cerca l’opzione “Debug USB”.
    • Tocca questa opzione per abilitarla. Debug USB: la guida imperiale
    • Il tuo dispositivo è ora pronto per ospitare Ubuntu Touch.

Come installare Ubuntu su Android

Ubuntu Touch rappresenta una rivoluzione per chi desidera sperimentare un nuovo sistema operativo sul proprio dispositivo. La piattaforma Ubuntu mobile fornisce un’esperienza unica, diversa da quella offerta dai tradizionali sistemi operativi mobile. E, come suggerito dal sito di UBports, l’installazione di Ubuntu Touch è davvero accessibile. Per comprendere meglio, immagina di dover preparare una torta: la procedura può sembrare complessa a parole, ma seguendo passo passo la ricetta, scoprirai che è più facile di quanto pensassi.

Procedura di Installazione

  1. Preparativi Iniziali: Visitando il sito Web di UBports, ci si imbatte nella promessa che “l’installazione di sistemi operativi esterni non è mai stata così intuitiva”. Questa affermazione non è fuori luogo, come si può constatare nella procedura che segue.
  2. Il Primo Passo: Scaricare ed eseguire il programma di installazione di UBports. Questo è il ponte che permette di trasferire Ubuntu per smartphone sul tuo dispositivo.
  3. Connessione: Con un cavo USB di buona qualità, connetti il tuo smartphone, ad esempio un Google Nexus 5 (che è tra i dispositivi ottimali per Ubuntu Touch grazie alla sua compatibilità verificata).
  4. Esecuzione e Rilevamento: Dopo aver lanciato il programma di installazione dal tuo PC, il software dovrebbe riconoscere automaticamente il tuo Ubuntu su smartphone o Ubuntu su tablet.
  5. In Caso di Problematiche: Se il dispositivo non dovesse essere identificato, non c’è motivo di preoccuparsi. Basta cliccare su “Seleziona dispositivo manualmente” e sceglierlo dall’elenco proposto.
  6. Procedi con l’Installazione: Seleziona “Installa”, definisci le opzioni di installazione (si suggerisce di mantenere le impostazioni predefinite) e conferma con “OK”.
  7. Riavvio: A seguito delle istruzioni fornite, potrebbe essere richiesto di riavviare il dispositivo. Segui le indicazioni e, se hai precedentemente installato un sistema di ripristino personalizzato, avvia attraverso quello.
  8. Il Tocco Finale: Con pazienza, aspetta che Ubuntu Touch prenda vita sul tuo dispositivo, seguendo ogni indicazione fornita.

Una volta terminata l’installazione, potrai immergerti nell’esperienza di Ubuntu su smartphone. Al primo avvio, ti verrà richiesto di configurare alcune impostazioni base come la localizzazione e la connessione alla rete. E poi, il mondo di Ubuntu Touch sarà ai tuoi piedi, pronto per essere esplorato.

FAQ su Ubuntu Touch

1. Cos’è Ubuntu Touch? Ubuntu Touch è un sistema operativo mobile basato su Ubuntu, sviluppato dalla UBports Foundation. È progettato per smartphone e tablet, offrendo un’alternativa open-source ai tradizionali sistemi operativi mobile come Android e iOS.

2. Quali dispositivi supportano Ubuntu Touch? Molti dispositivi, tra cui alcuni modelli di OnePlus, Fairphone e altri, sono compatibili con Ubuntu Touch. Puoi consultare la lista completa dei dispositivi supportati sul sito ufficiale di UBports.

3. È gratuito Ubuntu Touch? Sì, Ubuntu Touch è gratuito e open-source. Puoi scaricare, utilizzare e persino modificarlo secondo le tue esigenze senza costi aggiuntivi.


4. Come si installa Ubuntu Touch sul proprio dispositivo? Per installare Ubuntu Touch, hai bisogno di uno strumento chiamato “UBports Installer”. Questo software ti guiderà attraverso il processo di installazione. Prima di iniziare, assicurati di avere un backup dei tuoi dati.

5. Posso utilizzare le app Android su Ubuntu Touch? Sì, con l’aiuto di un software chiamato “Anbox”, è possibile eseguire applicazioni Android su Ubuntu Touch. Tuttavia, la compatibilità e la stabilità possono variare a seconda dell’applicazione.

6. Quali app native sono disponibili per Ubuntu Touch? Ci sono diverse app sviluppate appositamente per Ubuntu Touch, tra cui browser, client e-mail, calendario, fotocamera e molte altre. Inoltre, la comunità di UBports sviluppa costantemente nuove applicazioni.

7. È sicuro usare Ubuntu Touch? Ubuntu Touch si basa sulla sicurezza di Ubuntu, che è noto per essere un sistema operativo molto sicuro. Tuttavia, come con qualsiasi sistema operativo, è importante mantenere aggiornato il software e seguire le buone pratiche di sicurezza.

8. Posso personalizzare l’interfaccia di Ubuntu Touch? Sì, Ubuntu Touch offre diverse opzioni di personalizzazione, dalla scelta dello sfondo alle impostazioni delle notifiche. La sua natura open-source offre anche la possibilità di apportare modifiche più profonde, se si hanno le competenze necessarie.

9. Come posso contribuire allo sviluppo di Ubuntu Touch? La comunità di UBports accoglie sempre volentieri nuovi contributori. Puoi aiutare traducendo le applicazioni, sviluppando nuove app, risolvendo bug o partecipando ai forum e ai gruppi di discussione.

10. Dove posso ottenere supporto se ho problemi con Ubuntu Touch? Il sito ufficiale di UBports ha una sezione di supporto e forum dove gli utenti possono fare domande e ottenere aiuto da altri membri della comunità.

Spero che questa FAQ ti sia stata utile! Se hai ulteriori domande su Ubuntu Touch, non esitare a consultare il sito ufficiale di UBports.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.