iOS 13 finalmente presentato, questo è tutto quello che sappiamo

By | Giugno 4, 2019

Ogni volta che Apple deve presentare qualcosa di serio l’ansia degli addetti ai lavori aumenta, e cosi anche quest’anno l’aspettativa attorno alla conferenza degli sviluppatori è stata massima. Come per le precedenti occasioni, ci si aspettavano importanti innovazioni nell’ecosistema di prodotti e servizi dell’azienda, e ce ne sono state. Il principale è iOS 13, un aggiornamento per iPhone, iPad e iPod che arriva in modo tempestivo.



La presentazione di iOS 13 e tutte le sue funzionalità è servita a svelare le caratteristiche principali di questa versione, che conferma molte delle voci delle ultime settimane, principalmente l’arrivo della modalità dark, già disponibile su molte applicazioni separatamente e su altri sistemi operativi, come Windows 10.

Il software dei dispositivi mobili di Apple si evolve poco a poco, ma aggiunge nuove funzionalità su richiesta dei suoi utenti. La modalità dark è una di queste, ma non è l’unica, e conferma anche una certa riprogettazione dell’interfaccia di sistema, un cambiamento modesto ma degno di nota.

Come ogni anno, è anche necessario chiarire la data di rilascio di iOS 13 … non raggiungerà gli utenti immediatamente, se ne parlerà dopo le vacanze in autunno. La beta è ora disponibile, mentre la prima fase pubblica sarà rilasciata a luglio per essere finalmente disponibile per tutti in autunno.

Più compatto, più veloce

Come è logico, con ogni nuova versione del sistema operativo viene rilasciato con un miglioramento delle prestazioni. Questa volta i numeri sono abbastanza impressionanti, almeno se ci atteniamo alle cifre fornite da Apple.

Parliamo di abbreviare i tempi di download e delle applicazioni in esecuzione almeno della metà, cosa possibile grazie alle dimensioni più compatte nell’installazione di applicazioni dall’App Store. Un altro miglioramento viene dal riconoscimento facciale, anche Face ID sembra essere il 30% più veloce.

Accedi con Apple ID, un pugnale dritto nel cuore di Google e Facebook

Di tutti i cambiamenti nella privacy che Apple ha presentato, il primo e il principale ha a che fare con i dati con cui si accede a diverse applicazioni e servizi.

Finora, c’erano tre metodi principali per farlo: registrare o dare i tuoi dati tramite Google e Facebook. È finita e Apple ha presentato il login con l’ID Apple.

Non è esattamente un accesso con il tuo account Apple, ma ti consente di scaricare, installare e utilizzare le diverse applicazioni senza dover fornire i tuoi dati autentici, generando un indirizzo casuale in modo che tale servizio non abbia accesso ai tuoi dati.

Modalità oscura, il cambiamento principale

Come già si diceva da un po’ di tempo, Apple ha incorporato la modalità oscura nel suo sistema operativo mobile. È un’opzione che viene offerta per la prima volta e che è già in macOS, per citare un esempio.

In questo caso, serve per risparmiare batteria negli schermi OLED dall’iPhone X in poi, questi schermi disattivano i pixel a favore del colore nero. Il nuovo tema scuro viene applicato a tutte le applicazioni di sistema, dai messaggi alla tastiera, passando per le foto e i menu nei diversi livelli.

Oltre a ciò, serve a non danneggiare la vista in ambienti bui, causando una riduzione notevole della luce ed evitando problemi agli occhi.

Tastiera scorrevole


Anche la tastiera che Apple include come standard in iOS subisce una riprogettazione completa, almeno in termini di funzionalità. Per la prima volta, include la digitazione a volo a vela così comune e popolare su Android, soprattutto nelle applicazioni per tastiera come Swiftkey.

È un cambiamento che sicuramente piacerà a tutti quelli che sono passati immediatamente ad altre tastiere con l’ultima versione del sistema operativo.

Memojis, l’evoluzione degli animoji

Un’altra caratteristica di iOS 13 che sicuramente delizierà i fan di Apple sono i memojis, un’evoluzione logica degli emoji che sono arrivati ​​con l’iPhone X.

Questa volta, Apple ha deciso di creare emoji direttamente dagli animojis che hai sul tuo cellulare. Così puoi averli a portata di mano dall’applicazione tastiera e inviarli a tutti i tuoi contatti su tutti i dispositivi Apple. 

Diciamo che puoi creare un animoji con la tua faccia, beh: ora avrai tutti i tipi di reazioni ed emoji adattati al tuo viso.

Nuova applicazione Maps con 3D e Street View: un nuovo rivale per Google?

Fino ad oggi, nessuno dubita che Google Maps sia l’applicazione che regna indiscutibilmente in termini di mappe, anche se Apple non getta la spugna. La prova di ciò è la completa riprogettazione di Apple Maps, che ora include mappe 3D.

In questo modo, è in qualche modo in linea con Google, oltre alla vista prospettica sono inclusi gli elenchi di siti preferiti o immagini simili a Street View.

Queste nuove funzionalità raggiungeranno iOS 13 negli Stati Uniti alla fine del 2019, sebbene non siano state fornite date per il resto del mondo.

Come passare da Android a iPhone


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.