iPhone 11 Pro: il nuovo numero uno di Apple

By | Settembre 11, 2019

Durante l’evento multimediale Apple di ieri nella Silicon Valley, la società ha annunciato l’iPhone 11 (839 €) e l’iPhone 11 Pro (1189 €), presentando anche il sistema di fotocamere più potente mai visto fino ad oggi. L’iPhone 11 Pro è dotato di display da 5,8 pollici e 6,5 pollici, quest’ultimo si chiama iPhone 11 Pro Max ($ 1099 +). Apple ha leggermente ridotto i prezzi di lancio dallo scorso anno, poiché con il lancio di iPhone Xs ha capito che un prezzo molto alto non era più sostenibile dagli utenti.



WhatsApp riceve la funzione di sblocco delle impronte digitali [Come fare]

Triple Camera

iPhone 11 Pro

Il sistema di fotocamere di iPhone 11 Pro è chiaramente l’aggiornamento più atteso, e sta in qualche modo al passo con la concorrenza, con una fotocamera posteriore a tripla lente e un ampio elenco di funzionalità di elaborazione delle immagini.

Tuttavia, le specifiche generali sono state in qualche modo deludenti, con aperture relativamente piccole, che richiedono una modalità notturna (lunga esposizione) per affrontare le scene buie.

L’aggiunta di una fotocamera Ultrawide è un’aggiunta molto gradita che apre un mondo di possibilità agli utenti iOS. Anni dopo che LG ha introdotto la fotografia ultrawide nel settore della telefonia mobile, Ultrawide è diventata davvero onnipresente nella fascia alta.

iPhone 11 Pro

Le funzionalità di zoom non sono cambiate molto, con gli stessi 52 mm, ma dovremo dare un’occhiata più da vicino all’intero modulo della fotocamera. Apple chiama correttamente il suo zoom “4X” perché va da 13mm (ultrawide) a 52mm (zoom) non ci dobbiamo confondere: lo zoom ottico massimo è ancora 52mm, come sul modello dell’anno scorso.

Avremo un’analisi più approfondita dell’hardware della fotocamera dell’iPhone 11 Pro e un benchmark IQ della fotocamera Uber-G completo quando ci saranno più notizie a disposizione.

Design

iPhone 11 Pro

A prima vista, la forma e l’aspetto complessivi di iPhone 11 Pro non sono molto diversi, specialmente sulla parte anteriore del telefono che mantiene la stessa grande tacca nella parte superiore. Tuttavia, Apple sta utilizzando un nuovo vetro posteriore che sembra molto più spesso e forse meno soggetto a rotture, e sarebbe fantastico perché le sostituzioni / riparazioni dei vetri Apple sono le più costose del settore.

La cornice metallica attorno al telefono è realizzata in acciaio inossidabile, che si è dimostrato più durevole e più resistente ai graffi dell’alluminio. Tuttavia, è anche significativamente più pesante, specialmente l’iPhone 11 Pro Max. Detto questo, prevediamo che la sensazione generale rimarrà simile a quella di iPhone Xs e Xs Max.

Il design industriale aggiornato sembra buono, anche se il modulo della fotocamera è visivamente un po’ sbilanciato rispetto a concorrenti come Huawei, Samsung o persino Motorola. Ma probabilmente non è un grosso problema dato che gli utenti di iPhone non possono essere influenzati da questo.

Display: Super Retina XDR

I display dei telefoni cellulari di fascia alta di Apple sono sempre stati eccellenti, e questo non fa eccezione. Con risoluzioni 2436 × 1125 e 2688 × 1242, non sono i display più nitidi disponibili (458PPI contro ~ 550PPI di alcuni concorrenti), ma la qualità del colore e la luminosità sono molto simili al Samsung Galaxy Note 10.

Non è assolutamente necessaria una maggiore nitidezza, ad eccezione delle applicazioni VR in cui è possibile “vedere” la differenza.

In effetti, è probabile che Samsung sia il fornitore del pannello OLED perché non abbiamo visto nessun altro costruire un pannello OLED da 1200 NIT per telefoni. Apple mantiene il suo esclusivo sistema di feedback tattile (simula una sensazione di clic con le vibrazioni) e vanta di avere un eccellente audio spaziale usando sia un algoritmo proprietario che il motore di rendering del suono Atmos di Dolby.



Il display è HDR 10 e certificato Dolby Vision, quindi se trovi contenuti compatibili, la grafica sarà di prim’ordine.

A13 Processore Bionic

Poiché Apple sviluppa processori ( SoC ) solo per se stesso, può ottimizzare l’efficienza più dei fornitori di silicio che devono soddisfare un gran numero di clienti con esigenze e desideri diversi. Questo è assolutamente vero.

A13 Bionic di Apple dovrebbe mantenere Apple in testa quando si tratta di prestazioni della CPU sintetica. La generazione precedente non ha sempre vinto i benchmark grafici, ma ci aspettiamo prestazioni eccellenti e Apple dovrebbe essere molto competitiva con i giochi.

Apple costruisce il suo processore utilizzando un moderno processo a semiconduttore a 7 nanometri e ha transistor da 8,5 B, che lo collocano nella stessa categoria del nuovo processore Kirin 990 di Huawei. Vedremo come compareranno i prossimi Snapdragon 8xx di Qualcomm entro la fine dell’anno.

iPhone 11 Pro

Apple ha spiegato alcune delle ottimizzazioni alle prestazioni che troviamo su questo nuovo dispositivo, come ad esempio avere centinaia di domini di tensione. Questi sono modi molto validi per ottimizzare la potenza e la maggior parte dei produttori di chip utilizza tecniche simili. La misura in cui Apple lo fa è difficile da confrontare a causa della mancanza di dati comparativi concreti.

Infine, molte comunicazioni vengono effettuate sull’NPU (processore AI o processore Neural), ma di nuovo, senza benchmark comparativi, non è chiaro dove sia Apple sulla mappa. Sarà interessante approfondire ulteriormente, ma l’impatto dell’intelligenza artificiale ad alte prestazioni non è così facile da percepire come una grafica più veloce.

Batteria

Apple afferma che tutti i nuovi iPhone avranno una durata della batteria più lunga, ma non hanno comunicato la capacità effettiva della batteria durante il keynote, quindi l’efficienza energetica potrebbe essere alla base della resistenza estesa.

Il miglioramento più concreto relativo alla batteria è che Apple si unirà al resto del settore e spedirà nella confezione un “caricabatterie rapido”. Abbiamo criticato questa decisione nella nostra recensione di iPhone Xs e siamo lieti di vedere la spedizione di Apple con un caricabatterie più veloce nella confezione.

iPhone Xs non ne aveva uno ed era il telefono di fascia alta con ricarica più lenta che abbiamo testato. È stato 5 volte più lento da caricare rispetto all’Huawei P30 Pro e 2,5 volte più lento rispetto ai telefoni Samsung Galaxy S. Con un caricabatterie da 18 W sicuramente non batterà Huawei (40 W) ma potrebbe quasi raggiungere Samsung.

Conclusione

La nuova offerta di Apple è un aggiornamento decente che potrebbe indurre gli utenti iPhone con un iPhone di 3-4 anni a fare finalmente l’aggiornamento, anche se iPhone 11 (non Pro) è sicuramente meglio e offre un valore molto più alto ai soldi che spendi.

Se il denaro non è un problema e vieni da un iPhone Xs, è probabile che la fotocamera Ultrawide sia l’aggiornamento più significativo nella vita di tutti i giorni poiché lo zoom probabilmente funzionerà in modo simile. Apple ha cercato di inquadrare la durata extra della batteria come possibile incentivo e se parliamo di 4-5 ore, è possibile.

Ma quando si tratta di durata della batteria, solo i test del mondo reale possono fornire una risposta, quindi rimanete sintonizzati per saperne di più.

Il prossimo sistema operativo si chiamerà solo “Android 10”: Google dice addio ai dessert

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.