KickassTorrents va offline il presunto proprietario viene arrestato

By | Luglio 22, 2016

KickassTorrents va offline il presunto proprietario viene arrestato, le autorità statunitensi hanno arrestato il presunto proprietario di KickassTorrents, il più grande sito di torrent in tutto il mondo. Artem Vaulin, un ucraino di 30 anni, è stato arrestato in Polonia per violazione del diritto d’autore e riciclaggio di denaro come risultato the KickassTorrents il sito pirata è andato offline.

Con migliaia di utenti ogni giorno, il portale KickassTorrents è diventato uno dei più grandi siti torrent di oggi e ha superato la popolarità di The Pirate Bay. Tuttavia, il proprietario del sito KickassTorrents, Artem Vaulin, 30 anni ucraino, è stato arrestato in una operazione congiunta da parte delle autorità degli Stati Uniti con la polizia polacca.

E’ accusato di vari reati, come la violazione del copyright e riciclaggio di denaro, oltre alle aggravanti come cospirazione per commettere due crimini. Secondo i documenti ufficiali, sarebbe responsabile, attraverso KickassTorrents, della distribuzione di più di $ 1 miliardo di contenuti illegali.



Allo stesso tempo, la corte federale di Chicago ha emesso l’ordine di bloccare il portale, passando il controllo alle autorità statunitensi. Il governo degli Stati Uniti ha anche chiesto l’estradizione di Artem Vaulin, in modo che pur essendo un cittadino ucraino, dovrebbe rispondere dei reati negli Stati Uniti. Così come stati bloccati i conti bancari degli imputati e sono sotto il controllo della polizia.

Il procuratore Leslie R. Caldwell ha dichiarato in un comunicato stampa che “Vaulin è accusato di gestire un sito di file-sharing illegale più visitato di oggi, responsabile della violazione della legge per distribuzione di ben oltre $ 1 miliardo di materiali protetti da copyright.

Nel tentativo di eludere l’applicazione della legge, Vaulin presumibilmente basata su server situati in paesi in tutto il mondo ha trasferito i suoi domini a causa di crisi epilettiche ripetute e cause civili. Il suo arresto in Polonia, tuttavia, dimostra ancora una volta che i criminali informatici possono lavorare, ma non possono nascondersi dalla giustizia.

Nella sua pagina KickassTorrents afferma che tutti i sistemi sono operativi, con l’eccezione dell’India, dove il sito è stato bloccato da alcuni operatori, alla fine del 2015, proprio a causa di accuse di violazione del copyright.

Il Tribunale federale ha inoltre ordinato il sequestro di diversi domini di KickassTorrents. Secondo il Dipartimento di Giustizia, il sito ha ricevuto 50 milioni di visitatori unici al mese, molto superiore al controverso ‘The Pirate Bay’.



Quindi, KickassTorrents è diventata la principale destinazione per coloro che cercano i download illegali verso la fine del 2014, quando un’azione di polizia ha sequestrato i server e arrestato i responsabili di Pirate Bay, che era il più grande fornitore di servizi illegali di questo tipo.

E’ ritornato in meno di due mesi. Ma al momento, il dominio principale non è raggiungibile, anche se le diverse deleghe sono ancora in funzione.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.