La memoria RAM

By | Dicembre 12, 2018

Dall’utente più avanzato al principiante, tutti coloro che possiedono un PC sono consapevoli della grande importanza della RAM per il funzionamento del PC, perché senza di essa è impossibile avviare il nostro computer.

Il processore del computer >>

Quando acquistiamo un PC, sappiamo che insieme al processore è fondamentale scegliere la quantità di RAM che il nostro PC dovrà avere, per essere veloce nell’elaborazione dei dati.

Cos’è la RAM?

La cosiddetta Random Access Memory (RAM), viene utilizzata dal sistema per elaborare tutte le informazioni che passano attraverso il nostro PC, quindi tutti i programmi ne hanno bisogno.

In pratica, possiamo verificare che maggiore è la quantità di memoria RAM, più veloce sarà l’elaborazione dei dati e quindi il nostro lavoro verrà eseguito con maggiore velocità. Tuttavia, la RAM deve essere accompagnata da una scheda madre adeguata, un processore veloce e un disco rigido con buona capacità e velocità.

La quantità di GB che possiede la memoria RAM del nostro PC è fondamentale per quello che abbiamo intenzione di fare con il nostro computer. Spesso gli utenti aggiungono RAM alle famose schede video.

La RAM, che è fondamentalmente una schedina hardware che viene inserita in degli slot sulla scheda madre, funziona memorizzando le istruzioni che il microprocessore deve eseguire in ogni momento. Da qui l’importanza della sua velocità. Ciò significa che il processore funziona in base alla RAM.

Inoltre, la RAM è responsabile del salvataggio delle istruzioni utilizzate per i diversi dispositivi che abbiamo installato nel nostro computer, nonché delle istruzioni per utilizzare le diverse applicazioni installate.


Come funziona la RAM?

Come accennato, la memoria RAM è un sistema di archiviazione dati. RAM significa Random Access Memory, in inglese, e questa nomenclatura è dovuta al fatto che il sistema accede ai dati memorizzati in modo non sequenziale, a differenza di altri tipi di memoria.

Questo tipo di memoria è volatile, il che significa che la RAM non registra in modo permanente i dati in essa contenuti. Quando il sistema si spegne, tutto ciò che è stato salvato … puff … viene perso.

Il sistema è molto utile per l’elaborazione dei dati, poiché ha spazio per informazioni cruciali, a cui è possibile accedere quasi immediatamente, a differenza di altri tipi di archiviazione, come dischi rigidi, CD o DVD.

Il sistema operativo, così come le applicazioni e i dati in uso, sono memorizzati nella RAM, consentendo al processore di lavorare rapidamente con questi dati.

Per l’esecuzione di giochi, ad esempio, è essenziale disporre di una buona quantità di RAM di alta qualità. Se il processore dipende dall’accesso al disco rigido o ad altra memoria, la velocità e le caratteristiche di un gioco potrebbero essere compromesse.

Vale la pena notare che non tutti i tipi di RAM hanno lo stesso livello di prestazioni e qualità. Esistono diversi modelli con frequenze diverse e diverse funzionalità per il trasferimento dei dati.

La RAM è indispensabile per qualsiasi tipo di utente, da coloro che hanno interesse per i giochi a coloro che usano applicazioni molto pesanti. L’accesso ai dati sul disco rigido non offre l’agilità necessaria per il duro lavoro di gestione dell’enorme flusso di dati utilizzato dalle applicazioni utilizzate oggi e il fatto che un modulo di memoria non sia un componente costoso, vuol dire che ogni utente dovrebbe cercare di mantenere il proprio sistema aggiornato sotto quell’aspetto.

I diversi tipi di memorie RAM

Non c’è dubbio che la RAM è uno dei componenti più importanti di un computer, dal momento che tutti i processi che verranno eseguiti dipendono da essa, cioè, è responsabile della conservazione dei dati e delle istruzioni in essa contenuti. Il processore e il software devono soddisfare i suoi ordini.

La denominazione di  “Accesso casuale” è  stata concepita per descrivere il modo di leggere o scrivere, poiché la lettura o la scrittura di dati in una posizione di memoria è fatta in modo da non dover aspettare per accedere a una determinata posizione, in un ordine specifico, che offre il vantaggio non trascurabile di eseguire o processi più rapidamente.

Tutto ciò che riguarda la RAM è davvero eccitante, ed è per questo che ti invitiamo a continuare a leggere questo articolo, dove troverai molte informazioni su questo argomento.

Attualmente, i moduli RAM hanno incorporato un sacco di tecnologia che permette loro di fornire una maggiore velocità nel processo, con una stabilità superiore rispetto ai vecchi moduli utilizzati diversi anni fa.

A differenza dei vecchi moduli, che operavano in modo asincrono, e realizzate soltanto una velocità di 66 MHz, attualmente la RAM può accelerare la lettura e scrittura con velocità fino a 2666 MHz raggiunta nelle memorie DDR3.

All’interno di moduli di questo tipo che si possono trovare nel mercato attuale, ci sono diversi tipi di RAM che differiscono per il loro formato fisico e la velocità che riescono a sviluppare.

Qual è il tipo di RAM che dovrebbe essere utilizzato per il nostro PC, dipende dal tipo di scheda madre che ha l’apparecchiatura, dal momento che è necessario supportare pienamente gli elementi per funzionare correttamente.

Come accennato, le memorie attualmente utilizzate nei computer desktop sono in genere moduli DIMM, che consentono un accesso casuale sincronizzato, per migliorare le prestazioni nella velocità dei processi.

D’altra parte, la memoria RAM può essere di tipo DDR, DDR2, DDR3 o RDRAM, che sono differenziati dalla velocità che possono raggiungere e dalle loro prestazioni in varie condizioni.

Cos’è il BIOS? Come aggiornare il BIOS >>

Memoria SDRAM DDR

Era uno dei moduli più usati, senza dubbio, si caratterizzava per essere sincronizzato e funzionare inviando dati duplicati in ogni ciclo di clock.

Tabella comparativa della velocità nelle diverse versioni di DDR
PC1600 o DDR 200 200 MHz.
PC2100 o DDR 266 266,6 MHz.
PC2700 o DDR 333 333,3 MHz.
PC3200 o DDR 400 400 MHz.
PC4500 o DDR 500 500 MHz.

Ciò consente alla memoria di ottenere il doppio della velocità di elaborazione del bus di sistema stesso, offrendo prestazioni adeguate all’apparecchiatura. Va notato che fisicamente il modulo DIMM delle memorie DDR SDRAM ha 184 contatti di connessione con la scheda madre.

Memorie DDR2

Le memorie del tipo DDR2 sono infatti un anticipo nella tecnologia delle memorie DDR, che grazie ad una serie di modifiche strutturali hanno permesso di aumentare le prestazioni del componente.

Si tratta di un modulo DIMM che ha 240 contatti, che è caratterizzato dal raggiungimento di una velocità duplicata delle frequenze, rispetto al tipo DDR, consentendo così  la realizzazione di quattro trasferimenti per ciclo di clock, in contrasto con DDR che consentono solo fino a due trasferimenti.

Tabella comparativa della velocità nelle diverse versioni di DDR2
PC2-4200 o DDR2-533 533,3 MHz.
PC2-5300 o DDR2-667 666,6 MHz.
PC2-6400 o DDR2-800 800 MHz.
PC2-8600 o DDR2-1066 1066,6 MHz.
PC2-9000 o DDR2-1200 1200 MHz.

Ampiamente utilizzat in tutti i tipi di implementazioni, le memorie DDR2 sono state sostituite sul mercato dal suo successore: la DDR3. Questa nuova tecnologia è caratterizzata dall’offerta di notevoli miglioramenti nel comportamento e nelle prestazioni della memoria RAM dell’apparecchiatura.

Memorie DDR3

Queste hanno incorporato un sistema che consente loro di offrire una prestazione considerevole con un basso livello di tensione, offrendo così la possibilità di ridurre drasticamente il consumo di energia.

Tabella comparativa della velocità nelle diverse versioni di DDR3
PC3-6400 o DDR3-800 800 MHz.
PC3-8500 o DDR3-1066 1066,6 MHz.
PC3-10600 o DDR3-1333 1333,3 MHz.
PC3-12800 o DDR3-1600 1600 MHz.
PC3-14900 o DDR3-1866 1866,6 MHz.
PC3-17000 o DDR3-2133 2133,3 MHz.
PC3-19200 o DDR3-2400 2400 MHz.
PC3-21300 o DDR3-2666 2666,6 MHz.

Sebbene le memorie DDR3 siano moduli del tipo DIMM con 240 pin, proprio come la DDR2, la verità è che questi tipi di RAM sono incompatibili, quindi le schede madri più moderne e sofisticate incorporano socket speciali per memorie DDR3.

Infine, c’è un altro tipo di memoria che è caratterizzato come uno dei modelli più costosi a causa delle fantastiche prestazioni che forniscono.

Memories Rambus DRAM

Conosciuta anche come RDRAM, le memorie Rambus funzionano con un protocollo proprietario sviluppato dalla società Rambus. A causa dei suoi costi elevati,  il mercato degli utenti noali di solito non usa questo tipo di memoria, motivo per cui la versione DDR è più famosa.

Attualmente le memorie RDRAM sono solitamente utilizzate su server di grandi dimensioni e sono implementate nella famosa console per videogiochi PlayStation.

È un modulo del tipo RIMM, che ha 184 contatti, e funziona in modo totalmente diverso rispetto alle memorie DDR convenzionali, poiché funziona aumentando le frequenze del chip, al fine di evitare i colli di bottiglia che possono ridurre il velocità di trasferimento dati, raggiungendo così una gamma più ampia di prestazioni.

Vale la pena ricordare che quando acquisiamo una memoria RAM, ha una serie di numeri che ci informa delle caratteristiche del modulo, quindi è importante sapere cosa significa questa informazione.

L’importanza della RAM nel PC

Insieme alla scheda madre, al processore e all’hard disk, la RAM è uno degli elementi che determinerà non solo il corretto funzionamento del nostro PC, ma anche la capacità nella velocità di trasferimento e nell’elaborazione dei dati.

Per fare ciò, la RAM deve essere posizionata perfettamente negli zoccoli corrispondenti della scheda madre e deve rispettare determinati parametri di configurazione nel software affinché il sistema operativo la rilevi correttamente.

Ciò è dovuto al fatto che una grande quantità di informazioni viene fatta circolare all’interno della RAM, dalle istruzioni che vengono inviate al processore, attraverso il risultato di detta operazione, e viene utilizzata dalle varie applicazioni, come ad esempio lo spazio di lavoro.

Praticamente tutto ciò che accade con le informazioni sul nostro PC passa attraverso la RAMquindi l’importanza che ha questo componente fa in modo che il resto degli elementi del computer, anche l’hardware, possa funzionare senza problemi.

Tipi di moduli di  memoria RAM

Esistono tre tipi di moduli, che differiscono in base alle caratteristiche che indicano il tipo di apparecchiatura da utilizzare.

Moduli SIMM di memoria: sono stati usati per anni sui vecchi computer, possedeva bus di dati 16 o 32 bit (non frequente). Questi sono stati sostituiti dai cosiddetti moduli DIMM .

Moduli di memoria DIMM: Questi attualmente in uso sui PC desktop, con un bus di dati di 64 bit. A loro volta, le memorie DIMM possono essere del tipo DDR e DDR2.

I moduli SO-DIMM: sono in realtà un modulo DIMM formato miniatura, le cui dimensioni sono utilizzate sui dispositivi portatili come notebook e laptop.

Va notato che ci sono diversi tipi di tecnologie utilizzate nei diversi modelli di memoria RAM attualmente commercializzati.

Problemi e soluzioni con la RAM

Come il resto dei componenti hardware del PC, i moduli RAM possono presentare alcuni problemi con lo scorrere del tempo, facendo diminuire notevolmente le prestazioni del nostro PC.

E’ possibile installare un nuovo modulo RAM nel computer, se non funziona correttamente, è consigliabile esaminare nel dettaglio il modulo di memoria se è perfettamente inserito nello slot appropriato.

Se l’errore persiste, forse la nuova memoria RAM potrebbe essere danneggiata dall’uscita dalla fabbrica, o potrebbe presentare incompatibilità con la scheda madre, per cui è consigliabile consultare chi ci ha venduto il modulo.

Nel caso in cui l’errore prodotto dalla memoria RAM non sia collegato a problemi fisici della stessa, è consigliabile eseguire un test esaustivo, che ci consentirà di valutare quale è l’errore che causa l’errore della memoria.

Attualmente ci sono molti strumenti software che ci permettono di rilevare automaticamente gli errori della RAM. Queste applicazioni sono molto utili, non solo per testare la memoria RAM, ma anche per altri componenti hardware del PC.

I programmi di test più utilizzati

Alcune delle applicazioni di test RAM più utilizzate valutare i guasti sono le utility RAMTester Utility, MemTest e MemTest 86, che sono caratterizzate dall’essere freeware, d’altra parte abbiamo DocMemory, che è un’applicazione shareware.

Nel caso in cui gli errori continuino, la cosa ideale è contattare un servizio tecnico che può eseguire un controllo dei moduli RAM attraverso una serie di dispositivi speciali che testano i circuiti di memoria.

Aggiungere più RAM, il computer è più veloce?

Quando viene eseguito un programma, ad esempio un elaboratore di testi o un browser Internet, il microprocessore del computer ottiene il file eseguibile dall’hard disk e lo carica nella RAM. Nel caso di un programma di grandi dimensioni, come Microsoft Word o Excel, questo processo consuma circa 100 Mb o poco più, come nel caso di Google Chrome, che con un paio di schede aperte può facilmente salire fino a 1 Gb di RAM.

Il microprocessore esegue anche alcune DLL condivise (librerie di connessioni dinamiche), che sono fondamentalmente parti condivise del codice del programma, utilizzate da diverse applicazioni. Le DLL possono aggiungere 200 o 300 Mb. Inoltre, il microprocessore carica file di dati, il che può aggiungere diverse centinaia di Mb in più. Pertanto, un’applicazione normale potrebbe richiedere fino a 1 o più GB di spazio, in RAM, per essere eseguita.

Ma cosa succede se il mio computer ha meno RAM del necessario?

Lo spazio di memoria aggiuntivo viene creato dal gestore di memoria virtuale. Il VMM controlla la RAM e trova le sezioni che non sono più necessarie in quel momento e posiziona queste sezioni di RAM in uno spazio chiamato file di scambio sul disco rigido.

Quanta RAM abbiamo davvero bisogno nel PC?

Non c’è dubbio che la maggior parte degli utenti di computer sa che il proprio computer ha installato qualcosa chiamato RAM, e sebbene non può sapere esattamente quale funzione soddisfi questo elemento, sa che è qualcosa di molto importante e che è direttamente correlato alle prestazioni del computer.

La RAM, o Random Access Memory, è attualmente una delle più importanti caratteristiche tecniche di un PC, e la quantità e la velocità di esse è un fattore chiave per ottenere le migliori prestazioni di un computer, ed è per questo che è fondamentale imparare qual è la sua funzione.

Questo ci permetterà di avere una gestione più intelligente di questa risorsa, che ci darà la possibilità di calcolare quale sia la quantità ideale di RAM per le nostre esigenze, con la quale possiamo determinare, ad esempio, se siamo in grado di eseguire giochi o programmi moderni di editing audio o video, che tradizionalmente utilizzano molta RAM per funzionare.

Ad esempio, se stiamo scrivendo un documento in Word, tutti i dati utilizzati in quel momento sono memorizzati nella memoria RAM e non nel disco rigido, il che consente all’applicazione di accedervi molto più rapidamente.

Quanta RAM ha installato il mio computer?

Uno dei modi più efficaci per verificare la quantità di memoria disponibile sul PC è fornita da Windows. Per accedere a questi dati, tutto ciò che dobbiamo fare è aprire File Explorer e selezionare con il tasto destro del mouse  “Risorse del computer” o “Questo computer”.

Nel menu contestuale che appare, fai clic sull’opzione “Proprietà”, che restituirà una schermata con tutti i dati del nostro PC, inclusa la quantità di RAM installata.

Quanta RAM ho bisogno?

Una volta che sappiamo quanta RAM abbiamo installato sul computer, vorremmo sicuramente sapere quanta RAM abbiamo veramente bisogno in modo che le attività che eseguiamo con il PC siano le più comode e veloci possibili. Tuttavia, questo dipende da molti fattori, tra cui i tipi di programmi che usiamo.

Questo significa che se non usiamo programmi complessi audio o video come Pro Tools, Studio Uno o Premiere software, la verità è che non abbiamo bisogno di avere una grande quantità di RAM installata, potrebbero bastare anche 8 GB.

Attualmente,  la quantità minima di RAM raccomandata per un computer moderno è di 4 GB, il  che è sufficiente per eseguire qualsiasi attività come la modifica del testo, la navigazione e molte altre attività, il che non significa che non possiamo usare programmi pesanti come quelli sopra menzionati.

Naturalmente possiamo farlo ma con alcune limitazioni, ma perché usare un programma come Pro Tools per modificare il volume audio, quando abbiamo alternative più semplici come Audacity, progettate per consumare poche risorse e dare buoni risultati, anche con 4 Gb di RAM.

Il sistema operativo >>

Author: Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.