Le 11 migliori app per fare SEO

By | Settembre 3, 2019

Chiunque gestisca un sito o un blog, per attirare visitatori deve ottimizzare determinati parametri di indicizzazione nei vari motori di ricerca: questa operazione si chiama SEO (Search Engine Optimization, per l’appunto). Ciò consente, a chiunque ricerchi una determinata parola, ad esempio su Google, di avere tra i primi risultati della SERP (Search Engine Results Page) proprio il link alla pagina desiderata.


Come velocizzare WordPress, guida completa 2019

Normalmente, questa è un’operazione che viene fatta da remoto dall’amministratore del sito o da un esperto SEO ma esistono persino delle applicazioni dedicate che svolgono tutto il lavoro, anche se non con la stessa dovizia. Vediamone alcune con la consulenza degli amici di Studioweb360, agenzia web impegnata nella realizzazione di siti web ed ecommerce.

1) Seoquake. Grazie a questa applicazione, vi sarà possibile fare una “visita completa” dei principali  contenuti del vostro sito, grazie a uno strumento che si chiama SEO audit, che verificherà, in tutto e per tutto, la buona salute delle cosiddette metriche: codici HTML, indicizzazione, report dei link, confronto delle URL e controllo delle keyword. Inoltre, potrete anche visualizzare dati statistici riguardanti la popolarità su social network quali Facebook e Instagram.

2) Seo Backlink Tool. Come suggerisce il nome, quest’app valuta tutti i link in entrata della pagina web desiderata (backlink, per l’appunto), valutandone la qualità con un punteggio. Basta inserire l’indirizzo della pagina, anche da cellulare, per completare l’operazione.

Migliori hosting WordPress per il 2019 (confronto)

3) Sinium Seo Tools. Si tratta di un’app con più di 50 strumenti per verificare l’ottimizzazione del sito sotto tutti i punti di vista: Alexa Rank per controllare gli accessi, posizione nella SERP di google, con relativa scansione delle keyword, DMOZ per le directory di Mozilla, Google Cache che immagazzina informazioni importanti da utilizzare entro breve termine, controllo e densità delle parole chiave e utility quali SEO performances Tools.

4) Webrank SEO. Inserendo il link alla pagina desiderata, potrete analizzare la crescita e la validità del vostro sito e di quelli dei concorrenti. L’operazione verrà ottimizzata grazie a tools quali Alexa Rank, Quantcast e Complete Rank.

5) Seo Serp App. Come accennato, la Serp è la pagina dei risultati generati dall’inserimento di una parola chiave su un motore di ricerca. Potrete verificare la posizione del vostro sito e abbinarvi keyword mirate perché salga ai primi posti. Ne sono disponibili sia la versione gratuita che quella a pagamento.

6) SEO Keyword Ranking. Valutare il posizionamento del vostro sito e la validità delle parole chiave sarà semplicissimo, grazie a questa app intuitiva e semplice da usare. Potrete verificarne il posizionamento sui principali motori di ricerca, quali Google, Yahoo e Bing, solo inserendo il link.

7) SEO Keyword Tool Google. Questa app, studiata apposta per dispositivi Android, verificherà quante volte la vostra keyword preferita è stata ricercata su Google. Avrete statistiche dettagliate anche rispetto a brevi frasi, in lassi di tempo determinati quali mesi o settimane. Si tratta di una delle applicazioni più diffuse per smartphone.

Come risolvere Sfrutta il caching del browser in WordPress tramite .htaccess

8) SERP Mojo. Sia gratuita che in versione PRO a pagamento, disponibile a poco meno di 5 euro, questa applicazione terrà traccia della cronologia del ranking di ogni sito web. Potrete visualizzare statistiche e report del passato per una migliore indicizzazione su Google, Yahoo e Bing.

9) SEO and Link Analyzer. Come da nome, quest’app analizzerà parametri SEO e link del vostro sito web. Avrete un controllo accurato del ranking dell’URL nei vari motori di ricerca, oltre al monitoraggio sui social più famosi e importanti. Potrete tenere d’occhio le keyword più popolari e controllare anche la concorrenza.

10) Ganalytics. Google Analytics è un servizio free di Google che stila statistiche mirate sui visitatori di un determinato sito provenienti da: click su mail marketing, banner pubblicitari, motori di ricerca, documenti PDF ricercati in rete e annunci di ogni tipo legati al link principale. Ganalytics vi mostrerà tutti questi risultati sul dispositivo Android, senza bisogno di collegarvi necessariamente al PC desktop.

11) SECockpit. Si tratta di un’applicazione gratuita specifica per ipad, che necessita di registrazione per essere utilizzata. Analizzerete facilmente parole chiave più ricercate, visualizzandone statistiche e fonti diverse. In tal senso, vi sarà molto utile per ottimizzare le keyword di Adwords, controllandone le quotazioni per ogni click. Ovunque vi troviate, senza bisogno di accedere tramite PC desktop, controllerete fino a 200 parole.

Come abilitare la compressione GZIP in WordPress tramite .htaccess

Conclusioni

Utilizzare delle app, specie se si passa molto tempo fuori casa, può essere molto utile ai fini del web marketing. Come già accennato, però, le operazioni veloci effettuate da smartphone o tablet, per quanto ottimizzate, non saranno mai competitive come quelle organizzate da una mano “umana”, sia che si tratti di un esperto SEO che del proprietario stesso del sito web.

Perché WordPress è così lento?

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.