Le case intelligenti possono essere un obiettivo facile per i ladri?

By | Gennaio 10, 2019

Le case intelligenti possono essere un obiettivo facile per i ladri? Vediamo se è vero. Il furto si avvia nel modo più banale possibile. Il termostato si alza di un grado. Un leggero sfarfallio acceso e spento. L’irrigatore si avvia per una frazione di secondo e si spegne di nuovo. 


Se fosse una scena di un thriller, sarebbe la sequenza di break-in più noiosa di tutti i tempi, ma quelle azioni noiose potrebbero essere il futuro dei furti domestici, secondo un nuovo rapporto degli scienziati informatici di William & Mary.

“Non pensi all’interruttore della luce?” Eh si ma questo questo è un dispositivo sensibile alla sicurezza'”, ha detto Adwait Nadkarni, assistente professore di informatica presso William & Mary, e ricercatore primario e co-autore di un recente studio sui sistemi di sicurezza domestica intelligenti.

“Milioni di dollari sono stati spesi per dispositivi come telecamere di sicurezza e serrature per renderle impenetrabili, ma la gente non ha prestato la stessa attenzione ai dispositivi a bassa importanza come gli interruttori della luce.

Gli oggetti informatici connessi a Internet, noti collettivamente come prodotti per la casa intelligente, sono diventati sempre più popolari tra i consumatori negli ultimi anni. Si prevede che oltre 20 miliardi di prodotti per la casa intelligente saranno in uso entro il 2020.

Molto è stato detto sui problemi della privacy, della protezione dei dati e della sicurezza informatica posti dalle case intelligenti, quelli in cui i dispositivi connessi sono interconnessi in modo tale che tutta l’esperienza domestica può essere controllata (e automatizzata) da un pannello di controllo digitale, normalmente elevato al cloud.

I dispositivi intelligenti di sicurezza domestica possono essere vulnerabili agli hacker intelligenti

Tuttavia, c’è un rischio non così palpabile nel fornire Internet ai nostri elettrodomestici, porte, finestre, luci, allarmi e riscaldamento: possono essere una nuova arma anche per i ladri.

In questo senso, gli scienziati del College di William e Mary in Virginia hanno recentemente spiegato che dei volgari ladri potrebbero entrare nelle case intelligenti grazie a dispositivi domestici intelligenti. Ad esempio, i criminali potrebbero compromettere alcuni sistemi attraverso prodotti a bassa sicurezza come i controlli degli sprinkler. Da lì, i ladri possono accedere agli allarmi e alle telecamere e spegnerle durante una rapina.

Le case intelligenti possono essere un obiettivo facile per i ladri? Per il momento sembra di si!

Come ovvio, parte del problema è l’uso di un sistema centralizzato che consente a più applicazioni e dispositivi di comunicare tra loro. Optando per questa struttura, la qualità dell’esperienza ottenuta dall’utente della casa intelligente è notevolmente aumentata, ma rischiamo anche che la sicurezza dell’intera casa dipenda dalla capacità di protezione del dispositivo più debole.

E in un ambiente pieno di oggetti connessi, dove molti di essi passano inosservati ad occhio nudo, questo sembra un problema serio. Soprattutto, secondo il rapporto di questa università, se molti di questi prodotti di “una casa intelligente” presentano vulnerabilità significative.

I ricercatori hanno identificato modi in cui un conoscente può svaligiare una casa intelligente senza essere rilevato. Il ladro ha solo bisogno di accedere alla stessa rete (come connettersi allo stesso modem) come proprietario della casa per disabilitare temporaneamente il sistema di sicurezza della casa intelligente.

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.