Lo smartphone non si carica più? Ecco come fare!

By | Marzo 30, 2018

Il tuo smartphone o tablet non si carica più? I tempi di ricarica sono troppo lunghi? Non ti preoccupare, potresti non aver bisogno di cambiare la batteria! Di seguito trovi alcuni suggerimenti e trucchi per risolvere facilmente i problemi di carica del tuo telefono!



Nove volte su dieci, il problema deriva da un fatto molto semplice: il caricatore USB e la superficie metallica all’interno della porta USB non riescono ad entrare in contatto. Il motivo potrebbe essere semplicemente un difetto di fabbricazione o un cattivo collegamento inserendo e rimuovendo il conettore del caricatore.

La batteria del telefono non si carica, abbiamo messo sotto carica la batteria del nostro smartphone tutta la notte, ci siamo svegliati la mattina, e abbiamo visto che la batteria non si è caricata, un dramma, adesso come faccio?

Se la batteria non si carica correttamente, non pensare subito che il caricabatterie del telefono o la batteria si sono rotti. Sulla base dell’esperienza personale, il problema e la soluzione potrebbero essere molto più semplici di quanto pensi. Se il tuo telefono o tablet non si ricarica in modo corretto, dai un’occhiata ai nostri consigli per riparare un telefono che non si ricarica.

Le batterie oggi in commercio sono molto più sofisticate, e molto intelligenti. Siccome è possibile ricaricarle un numero limitato di volte, potrebbero essere finiti i cicli di ricarica della batteria del vostro smartphone. Portate il vostro smartphone da un tecnico specializzato, che testerà la batteria se funziona ancora o bisogna sostituirla.

Perché un telefono non si carica

Il problema si verifica per vari gradi. O il tuo telefono non si carica affatto quando è collegato, o si carica molto lentamente. È una lamentela molto comune, quindi ecco alcune soluzioni.

Quando non si carica un telefono, spesso la colpa è della porta USB

La soluzione più rapida, più semplice e spesso più efficace è quella di eseguire una piccola riparazione fai-da-te sul tuo telefono. Il problema è spesso che le superfici metalliche all’interno della porta USB e il caricatore microUSB non fanno bene contatto, sia a causa di un difetto di fabbricazione, sia a causa del continuo inserimento e scollegamento del cavo di ricarica.

Tutto quello che devi fare è spegnere il dispositivo, rimuovere la batteria se possibile e utilizzare qualcosa di piccolo, come uno stuzzicadenti, per “sollevare” la piccola linguetta all’interno della porta USB dello smartphone o del tablet. Fallo con molta cautela e delicatezza, quindi reinserisci la batteria e inseriscila di nuovo. Nove volte su dieci funziona!

Tieni il telefono nella tasca dei tuoi jeans? Se è così, la peluria potrebbe essere la colpevole. Abbiamo visto i telefoni con porte di ricarica soffocati dal cioccolato dopo che sono stati buttati in una borsetta accanto a un pacchetto di caramelle.

Perché un telefono non si carica? Colpa dei cavi?

La parte più importante di un caricatore è il cavo, non l’adattatore che si inserisce nella presa a muro. Gli utenti Apple sono particolarmente vulnerabili perché i cavi Lightning proprietari di Apple (e costosi) sembrano avere un’aspettativa di vita di circa 15 minuti. Ma tutti i cavi hanno una vita dura, e la flessione e l’arricciamento senza fine possono romperli.

Il modo più semplice per sapere se un cavo è difettoso è provarne uno diverso e verificare se funziona correttamente con il tuo dispositivo. Una volta provato, sai che il tuo cavo era guasto. Se invece il cavo funziona abbiamo escluso un’altra causa.

Se il cavo non sembra essere il problema, controlla l’adattatore che va inserito nella presa a muro, soprattutto se è quello in cui si puo’ rimuovere il cavo di ricarica. Abbiamo riscontrato problemi in più caricabatterie in cui la porta USB si allenta un po’ dopo aver collegato e scollegato il cavo per un po’ di tempo.

Verifica inoltre se la stessa combinazione caricatore / cavo funzioni su un dispositivo diverso, poiché ciò consente di eliminare la possibilità che il dispositivo sia guasto, piuttosto che il cavo o il caricabatterie. Assicurati inoltre che non ci siano problemi con la presa a muro.

Spesso compriamo fili di carica dai negozi cinesi, e non me ne vogliano i negozianti… e invece di guardare la qualità del cavo, guardiamo il prezzo. Spesso il filo può essere difettoso o non essere adatto per ricaricare il vostro telefono, vi consiglio di non comprare mai fili non adatti, spesso potreste pentirvene.

Come caricare il telefono

Non caricare mai il telefono vicino all’acqua o in zone con temperature eccessivamente calde o umide. Inoltre, se stai sostituendo un caricatore o un cavo, fai attenzione: Internet è pieno di caricabatterie di terze parti a buon mercato che sono andati a ruba nel bel mezzo della notte e hanno trasformato gli smartphone in pane tostato. Come per qualsiasi apparecchiatura elettrica, assicurati che tutto ciò che acquisti sia conforme a tutti gli standard di sicurezza.

Quando un telefono non si carica spesso è colpa della batteria

Le batterie non durano per sempre, e dopo un paio d’anni iniziano a faticare. Quanto più si scaricano e si ricaricano, tanto prima dovranno essere sostituite. Se la batteria funziona male dopo soli sei mesi, probabilmente è difettosa e dovresti portare il telefono in assistenza per una sostituzione gratuita, ma se la batteria è più vecchia di due anni probabilmente è molto vicina alla fine della sua vita.

Alcune batterie difettose sono facili da individuare perché iniziano a gonfiarsi o a perdere liquido. Se non si vede nulla di simile, rimuovi il coperchio del dispositivo e ispeziona la batteria (se possibile, alcuni dispositivi dispongono di vani batteria sigillati).

Una batteria gonfia deformerà la custodia. Se è cosi dovresti portare il telefono in assistenza per una sostituzione gratuita, ma se la batteria è più vecchia di due anni probabilmente è molto vicina alla fine della sua vita.

Dove caricare un telefono?

Caricare una batteria da una presa a muro sarà sempre più veloce rispetto alla ricarica tramite PC o laptop, perché le porte USB dei computer non forniscono molta energia.

Una presa a muro può fornire il doppio della potenza di una porta USB, e caricabatterie veloci possono fornire fino a cinque volte la potenza – il che significa una ricarica molto, molto più veloce. Quindi, se il telefono si ricarica lentamente e sei connesso a un laptop: questo è il tuo problema.

Invece se il tuo caricatore a muro non sembra caricare il tuo dispositivo, prova con il caricabatterie di un altro telefono.

Spegni il telefono

L’utilizzo di app / funzionalità durante la ricarica del dispositivo influisce sulla velocità con cui viene caricata la batteria. Se stai caricando il telefono e nel frattempo giochi con una luminosità del 100 percento, il dispositivo impiegherà naturalmente più tempo per caricarsi di quanto non farebbe con il suo schermo, Wi-Fi e 4G disattivati.

Metti il dispositivo nella modalità aereo o spegnilo completamente, se vuoi che il tuo dispositivo si carichi più veloce.

Calibrare la batteria

A volte il livello di carica della batteria del dispositivo è sbagliato. Abbiamo già scritto una guida esaustiva su come calibrare la batteria dello smartphone, quindi non scriverò niente qui, ma questa è una cosa da provare prima di buttare la tua batteria.

Come prolungare la durata della batteria

In questo articolo trovi tanti utili consigli per far durare di più la batteria del tuo smartphone, ti consiglio di leggerlo. Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a prolungare la durata della batteria.

Sei riuscito a risolvere i problemi di carica del tuo smartphone? Se hai ancora problemi parlane nei commenti qui sotto.

Come ricaricare correttamente lo smartphone

Scarichiamo l’applicazione gratuita dal Play Store…Ampere! Dopo aver scaricato e installato l’app, apriamola e colleghiamo lo smartphone o il tablet al suo caricabatterie. Non dobbiamo fare altro che aspettare alcuni minuti.


Dopo un po’ (il tempo della misurazione può variare ma dura in ogni caso qualche minuto) apparirà il responso di Ampere. Confrontiamo questo dato con quello riportato sul caricabatterie dello smartphone. Se è diminuito (di molto) rispetto al valore dichiarato dal costruttore, forse è il caso di sostituire caricabatterie!

Se vogliamo saperne di più sul tempo di carica della batteria del nostro smartphone o del tablet Android, clicchiamo sull’icona presente a sinistra (a forma di batteria in carica). Verremo reindirizzati alla pagina delle Impostazioni di Android che mostra il dettaglio dei consumi.

Da ora possiamo scoprire addirittura quali app sono più assetate di energia

Ricarichiamo attivando la modalità aereo

Perché? A differenza dello stand-by, nella modalità aereo il consumo è pari a zero; il tutto si traduce in una ricarica più rapida.

Servirsi della presa di corrente a muro evitando la porta USB del PC

Perché? La porta USB 2.0 eroga una corrente pari a 0,5 A (la USB 3.0 invece 0,9 A). Il caricatore degli smartphone (eccezione fatta per i nuovi modelli) riescono a raggiungere 1A mentre quelli per tablet di solito arrivano a 2A. Più Ampere si hanno, più rapidamente si ricaricherà il dispositivo.

 


Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.