Megabit vs megabyte: qual è la differenza?

By | Febbraio 27, 2021
Megabit vs megabyte

Poiché sempre più il nostro intrattenimento quotidiano proviene da fonti online, la velocità di Internet è diventata un fattore molto importante. In un mondo in cui le persone possono scaricare legalmente film e guardare programmi televisivi in ​​streaming dai loro PC, gli utenti non vogliono sedersi e aspettare per guardare i loro spettacoli.


Per questo motivo, quando acquistano un nuovo pacchetto a banda larga, gli utenti desiderano sapere quanto sarà veloce la connessione. Sfortunatamente, questo ha il suo piccolo enigma, che è il problema dei megabit contro i megabyte.

La confusione tra megabit e megabyte è diffusa tra gli utenti di Internet. Ecco perché siamo qui per eliminare alcune incertezze e aiutarti a convertire i megabit in megabyte.

Il problema

Supponiamo che tu sia interessato a ottenere un nuovo servizio Internet. Osserva le velocità offerte da un pacchetto che pubblicizza velocità di “fino a 50 Mbps”. Se acquisti questo pacchetto, quanto pensi che sia veloce la tua velocità di download?

È facile supporre che “Mbps” significhi “megabyte al secondo” e che se si acquistasse questo pacchetto, si sarebbe in grado di scaricare file a 50 MB al secondo. 

Tuttavia, dai un’occhiata all’annuncio qui sopra. Noterai che pubblicizza la velocità in ” Mb ps” e la velocità è “fino a 50 Mb al secondo”.

Aggiungi questo al fatto che scriviamo megabyte come “50 MB”.  La “b” minuscola in questo l’esempio è molto importante, poiché mostra che non stiamo parlando di 50 mega byte al secondo. Questa velocità di Internet è attualmente pubblicizzata a 50 mega bit al secondo, il che è molto diverso!

La parte confusa di megabit e megabyte

Questo problema si presenta più spesso quando si tratta di fornitori di servizi Internet. Immagina che un’azienda offra velocità fino a 100 Mbps. Poiché siamo più abituati a gestire i megabyte (per l’archiviazione), le persone spesso presumono che avranno una velocità di 100 megabyte al secondo. Non è cosi.

L’abbreviazione di megabit è Mb e un megabyte sarebbe scritto come MB. Quella leggera differenza nella capitalizzazione è ciò che crea confusione, perché bit e byte suonano e sono scritti allo stesso modo, ma sono unità di misura diverse.

  • MB: megabyte
  • Mb: megabit

100 Mb appariranno sempre più impressionanti di 12,5 MB. Il vantaggio del marketing sicuramente aiuta a fare più vendite.

Edgar Cervantes

I provider di servizi Internet hanno adattato il megabit come standard per la misurazione della velocità. È più logico che i fornitori di servizi Internet lo facciano considerando che i dati vengono inviati come bit singoli alla volta. L’uso di questa unità di misura è più accurata e organizzata.

Potrebbero semplicemente tradurre i loro termini in un linguaggio informale per i consumatori, ma 100 Mb appariranno sempre più impressionanti di 12,5 MB. Il vantaggio del marketing sicuramente aiuta a fare più vendite.

Qual è la differenza tra megabit e megabyte?

Semplifichiamo questo affermando che un byte equivale a otto bit. Ciò significherebbe che un megabyte sarebbe di otto megabit. Fai un po’ di matematica e ti renderai conto che la velocità di 100 Mbps è equivalente a 12,5 megabyte al secondo.

  • 1 byte = 8 bit
  • 1 megabyte = 8 megabit
  • 12,5 megabyte = 100 megabit
  • 1 gigabyte = 8 gigabit

Perché usare i bit? Perché non byte?

Ma perché stiamo usando i bit in primo luogo? Non sarebbe molto più semplice se le aziende pubblicizzassero la loro velocità come megabyte e fermassero tutta questa confusione?

Come spiegazione, i megabit sono più favorevoli dal punto di vista del marketing (50 Mbps sembra più impressionante di 6,25 Mbps). Tuttavia, la spiegazione più ragionevole è che è sempre stata misurata la velocità delle comunicazioni di rete. 

I byte vengono in genere utilizzati quando calcoliamo l’archiviazione e le dimensioni (disco rigido da 500 GB, file da 10 MB), mentre i bit vengono utilizzati quando parliamo della velocità di una connessione (Internet a 50 Mbps).

In effetti, abbiamo misurato l’attività di rete in bit da quando i primi modem sono stati inventati oltre mezzo secolo fa! Questo avveniva ovviamente in un momento in cui le persone non erano preoccupate per lo streaming del loro programma TV preferito su Netflix ma si preoccupavano semplicemente della velocità con cui un dispositivo poteva comunicare con un altro.

Come tale, quando un provider Internet ti dice una velocità in Mbps, potrebbe semplicemente utilizzare lo standard che è stato utilizzato dall’invenzione dei modem.

Gestisci le tue aspettative

Ora che sai che la tua velocità di Internet a 100 Mbps è in realtà di 12,5 MB al secondo, devi assicurarti di tenere sotto controllo le tue aspettative. I provider di servizi Internet pubblicizzano spesso queste sono le loro velocità massime, o almeno lo menzioneranno in caratteri piccoli.

Potresti ottenere “fino a 100 Mbps”, ma congestione, fisica, distanze dei cavi, perdita di dati, potenza del Wi-Fi e altri fattori ti garantiranno di non ottenere sempre quelle velocità.

Sia che preferiate fare riferimento ai dati come megabit o megabyte, ora almeno sapete cosa significa ciascuno di essi. Il prossimo fornitore di servizi Internet che avrà a che fare con te non sarà in grado di ingannarti!

Leggi anche: 7 cose che potrebbero far rallentare il tuo WiFi

Author: Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.