Migliore stampante portatile per smartphone: guida all’acquisto

By | Maggio 18, 2019

Dite la verità: quante volte vi è capitato di trovarvi fuori casa per motivi di lavoro, studio, vacanza o di altra natura e di aver avuto bisogno di stampare documenti senza sapere come fare?



Oggi, grazie all’evoluzione continua e, potremmo dire vertiginosa dei mezzi tecnologici, non si corre più il rischio di vivere certe scomode situazioni, in quanto basta avere con sé lo smartphone ed il gioco è fatto.

Ormai da molti anni questi piccoli dispositivi, insieme ai cellulari, ai tablet ed ai pc, ci hanno cambiato la vita rivoluzionando la nostra quotidianità, ma adesso essi diventano di giorno in giorno sempre più multifunzionali ed accessoriati, potendo assolvere a funzioni fino a qualche tempo fa impensabili.

Uno strumento che per via della sua utilità sta riscuotendo un successo sempre crescente è la stampante portatile, la quale consente di stampare senza che ci sia bisogno di una presa elettrica nei paraggi, una gran bella comodità per tutti, dai professionisti ai viaggiatori incalliti a caccia di foto, dagli studenti alle persone che, semplicemente, non amano essere colte alla sprovvista e hanno sempre l’accessorio giusto al momento giusto.

Ecco perché comprare una stampante per smartphone è senz’altro un’ottima idea, ma come muoversi all’interno di un mercato già piuttosto ampio e variegato?



In effetti i modelli disponibili sono di diverso tipo e ciò potrebbe costituire un piccolo problema per i meno esperti.

Oltre ad invitarvi a farvi consigliare da qualcuno che se ne intende, vi suggeriamo di leggere di seguito: troverete validi suggerimenti dispensati grazie al prezioso aiuto degli amici di shoppingconsultants.it (vedi top 5 di shopping consultants) che vi aiuteranno ad acquistare proprio la stampante per smartphone che fa per voi.

Cos’è la stampante portatile. Tipologie e caratteristiche principali

La stampante portatile è uno strumento che si caratterizza per la compattezza, le dimensioni ridotte e l’estrema maneggevolezza; essa serve a stampare dal pc, dal tablet e dallo smartphone, come abbiamo detto, senza bisogno di elettricità.

Gli aspetti da valutare al momento dell’acquisto, esattamente come per qualsiasi altro oggetto, sono molteplici, ma trattandosi di un dispositivo portatile, studiato per seguirci ovunque noi vogliamo, sarebbe bene cominciare dalle dimensioni e dal peso.

Più la stampante è leggera più, ovviamente, essa è anche comoda e pratica.

Prestazioni

Chi ha la necessità di adoperare la stampante portatile per motivi professionali, ha bisogno che essa sia veloce.

Anche se vi sono modelli adatti all’uso business, tenete presente che è tuttavia impossibile che essi possano eguagliare quelli tradizionali.

Ciò non vuol dire però, che non esistano stampanti portatili capaci di prestazioni più che soddisfacenti.

Al momento di comperarne una quindi, accertatevi del numero di stampe al minuto che è in grado di fare.

Un riferimento concreto?

Calcolate che una stampante portatile di fascia media riesce a stampare circa 8/10 fogli ogni 60 secondi.

Passiamo ad analizzare i colori.

La maggioranza delle stampanti portatili oggi disponibili funziona con la tecnologia inkjet; il nostro consiglio è quello di optare per un modello a colori se avete intenzione di stampare anche o soprattutto foto ed immagini, mentre per i soli documenti di testo una in bianco e nero è più che sufficiente.

Come capita in genere per qualunque altra cosa, spendere un po’ di più equivale ad ottenere prestazioni migliori; esistono stampanti portatili in grado di funzionare con più di due cartucce e di dare stampe con una definizione ed una nitidezza dei colori ottime.

Un altro aspetto al quale badare è che il modello da voi scelto sia capace di supportare i formati che vi occorreranno.

In linea di massima le stampanti portatili supportano il classico formato A4, ma spesso anche quelli più piccoli come ad esempio A5, A6 e B5.

Non è neppure difficile imbattersi in modelli in grado di supportare il formato busta e quello fotografico, mentre quelli più grandi come l’A3 sono quasi impossibili da reperire.

Come funzionano le stampanti portatili per smartphone?

La maggior parte dei modelli di stampanti portatili odierne permette la connessione wi-fi e Bluetooth, ma quelle più moderne e di ultimissima generazione, sono dotate di Near Field Communication (NFC) e di wi-fi direct per ottenere una connessione con altre tipologie di dispositivi compatibili senza che occorra collegarsi ad una rete wireless.

Conclusioni

Le stampanti portatili per smartphone sono una gran bella invenzione che contribuisce a rendere più facile ed efficiente il nostro lavoro, le nostre passioni ed il tempo libero.

In commercio ne esistono varie tipologie che si differenziano per le prestazioni che riescono a garantire, in gran parte dipendenti anche dalla fascia di prezzo alla quale appartengono.

Al momento di sceglierne una tenete conto dell’uso che avete intenzione di farne, perché se vi serve solo per diletto un modello di fascia media può andare bene, ma se invece la stampante vi occorre per ragioni professionali, vi conviene puntare direttamente agli strumenti di fascia elevata.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.