Odin che cos’è e come funziona

By | Novembre 20, 2020
Odin

Molte persone non sanno cosa sia Odin. Ecco perché oggi lo spieghiamo. Odin è un software sviluppato da Samsung che può essere utilizzato per installare ROM o firmware su dispositivi Android della stessa azienda coreana. Come regola generale è usato per:

  • Ottenere l’accesso come root con Odin
  • Installare ROM personalizzate con Odin
  • Installare recovery personalizzate con Odin
  • Partizionare

Come curiosità, Odin è anche comunemente noto come Odin3 o Odin Samsung, poiché l’ultima versione rilasciata è la versione 3.12.3. È vero che non esiste un manuale Odin e che non è chiaro come venga utilizzato, dato che è un programma difficile da usare, quindi oggi vi mostreremo che cos’è Odin, come funziona, dove si scarica e come si installa.

Ovviamente Odin è disponibile solo per Android. In altre parole, i dispositivi Samsung che non dispongono di Android non possono essere sottoposti a root o flash con Odin3. Allo stesso modo, non è possibile eseguire installazioni di vario genere con Odin su altri dispositivi diversi da Samsung.

Odin che cos’è e come funziona

Pur non essendo ufficialmente riconosciuto da Samsung, si ritiene che Odin sia stato il prodotto di una perdita interna che ha posto fine al programma basato sul web a disposizione di tutti. Secondo le indiscrezioni, Odin era il software che gli ingegneri Samsung usavano per effettuare riparazioni nei centri di manutenzione e che ha salvato la vita di più di un Samsung Galaxy.

Odin è disponibile solo per Windows, purtroppo non è disponibile per Linux o Mac. Quindi l’unico modo per installare l’applicazione sarà attraverso un PC Windows. Se non ne hai uno, la mia raccomandazione è di scaricare e installare un emulatore Android per il tuo sistema operativo.

Download Odin Tool

A cosa serve Odin?

Nei nostri tutorial di solito utilizziamo questo software per eseguire molte procedure, come l’installazione di una ROM personalizzata, l’installazione di una recovery personalizzata, ecc. È lo strumento più semplice da utilizzare per eseguire un’installazione su un dispositivo Samsung.

In questo modo, Odin ci consente di installare ROM personalizzate sui nostri dispositivi Samsung in modo da non dover attendere gli aggiornamenti ufficiali, apportare modifiche al kernelottenere l’accesso root o installare una recovery personalizzata per aggiornare il nostro Samsung Galaxy con l’ultimo firmware disponibile.


Come si usa ODIN?

Il modo in cui useremo Odin dipenderà dal processo che vogliamo eseguire, ma in tutti i casi è necessario attivare l’opzione debug USB nel nostro Samsung e l’OEM Unlock: per questo dobbiamo seguire questi passaggi:

  1. Vai all’app Impostazioni >> Informazioni sul software
  2. Apri le informazioni sul software
  3. Fai clic 7 volte su Versione kernel per attivare la modalità sviluppatore.
  4. Torna alle Impostazioni e ora apriamo Opzioni sviluppatore.
  5. Attiviamo il debug USB.
  6. Attiviamo OEM Unlock.

Poi dobbiamo mettere il nostro dispositivo in modalità di download, leggi come fare qui. la guida è simile per i vari modelli.

Affinché Odin riconosca il nostro dispositivo, è necessario che i driver siano installati sul PC, quindi si consiglia di installare il software per installare i driver sul nostro computer prima di aprirlo.

Dopo aver messo il dispositivo in modalità downloaddovrai collegarlo al PC tramite il cavo USB e, se i driver sono stati installati correttamente, vedrai che l’ID: porta COM diventa blu.

Da qui tutto dipende dalla modifica che stiamo per apportare, ma in linea generale al termine del processo, Odin mostrerà la prima casella di colore verde.

Opzioni di Odin

Re-Partition: quando si seleziona questa opzione, l’installazione delle ROM sarà “pulita”. Cioè, senza precedenti applicazioni o impostazioni utente. Potrebbe essere necessario selezionarlo, ma dipende dalla ROM che si sta installando in quanto potrebbe non essere completa.

Auto Reboot: questa opzione è selezionata per impostazione predefinita e ciò che fa è riavviare automaticamente il dispositivo al termine del processo.

F. Reset Time: questa opzione consente di ripristinare il contatore delle installazioni a 1 o 0, che sarebbe utile nel caso in cui si desideri mantenere la garanzia.

Flash Lock: questa opzione viene utilizzata per chiudere il bootloader nel caso sia aperto. In linea di principio non dobbiamo toccare questa opzione.

Dump: per scaricare o comunemente chiamato dump .

Phone EFS Clean: questa opzione consente di cancellare alcuni dati di base dal terminale come l’IMEI. A meno che tu non sia un utente avanzato, non dovremmo toccare questa opzione. Potremmo essere senza copertura e, quindi, senza poter usare il cellulare per chiamare o utilizzare i dati; potremmo usare solo il Wi-Fi.

Phone Bootloader Update: con questa opzione si può sbloccare il bootloader. Non dovremmo usare questa opzione se abbiamo già accesso alla modalità download / ripristino utilizzando i tasti.

PIT

Da questa voce dovremo selezionare i file .PIT che mantengono le configurazioni richieste in alcune ROM.

Questo descrive la disposizione delle partizioni coinvolte, che è molto specifica per ogni dispositivo, quindi fai attenzione, poiché l’uso del file .PIT errato potrebbe danneggiare il tuo dispositivo.

Files

PDA: questo è un file md5 che contiene un’immagine della ROM completa, ovvero il bootloader, la recovery, il sistema operativo, i dati dell’utente e la cache.

PHONE: Alcune ROM Samsung potrebbero contenere file simili a XXXX-REVnn-ALL-low-YYYYY.tar.md5. Come i PDA, questi contengono immagini complete della ROM. La differenza è che il primo viene utilizzato sui tablet e questo sugli smartphone .

CSC: Questo è un codice paese che serve per installare la ROM di una determinata regione. Ad esempio XE è l’Europa, AU è l’Australia e così via.

Ciò ti consentirà di modificare le impostazioni di localizzazione e lingua, ma è ancora più importante per Kies riconoscere la regione e determinare se sono disponibili aggiornamenti del firmware.

File [Dump]: se è stata selezionata l’opzione Dump, da questa scheda è possibile selezionare la cartella in cui posizionare il dump.

Tipi di installazioni con Odin

Esistono vari tipi di installazioni su Android. Ognuno ha una diversa configurazione del programma che stiamo usando. Pertanto, riteniamo necessario offrirti tutte le configurazioni, perché nel caso in cui non facciamo le cose in modo corretto, possiamo danneggiare il nostro dispositivo. Non ti mostreremo solo i tipi di installazioni, ma i file necessari in ciascuno di essi e le impostazioni che devi inserire in Odin:

Fare uno o l’altro dipenderà dal numero di file che compongono la ROM che scarichiamo . Possiamo presentare diversi casi.

  • 1 file “_HOME_”
  • 4 file “CSC”, “_MODEM_”, “_CODE_”, “PIT”
  • 5 file “CSC”, “_MODEM_”, “_CODE_”, “_APBOOT_”, “PIT”

File richiesti in base all’installazione:

  • Il bootloader richiede _APBOOT_
  • Aggiornamento richiede un file “_HOME_”
  • Completo ha bisogno dei 4 file “CSC”, “_MODEM_”, “_CODE_”

Elenco di file e luoghi di posizionamento dei file in Odin:

  • PIT: PIT FILE
  • PDA = CODICE
  • TELEFONO = MODEM
  • CSC = CSC
  • BootLoader = APBOOT

Opzioni da contrassegnare in base all’installazione:

  • Upgrade
    • Auto Reboot Check
    • F. Reset Time Check
    • Re-Partition
  • Full
    • Auto Reboot Check
    • F. Reset Time Check
    • Re-Partition  Check
  • BootLoader
    • Auto Reboot Check
    • F. Reset Time Check
    • Re-Partition

Conclusione

In questo modo, dopo aver effettuato tutte le configurazioni necessarie e aver selezionato i file corretti, ora siamo in grado di fare clic sul pulsante Start per iniziare il processo di installazione.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.