Pagamenti via smartphone, cosa sono e come funzionano: una breve guida

By | Novembre 6, 2023
Pagamenti via smartphone

Ormai tutte le attività del nostro quotidiano sono trasferite sul digitale. Parliamo di fare la spesa, effettuare operazioni presso il nostro profilo bancario, ma anche effettuare acquisti e divertirsi con le tante possibilità di entertainment. Ed è per questo che negli anni si sono sviluppate sempre più le piattaforme e i servizi di pagamento elettronico e digitale. Sono strumenti certificati, ormai pienamente sicuri e affidabili che fanno dell’intuitività e della velocità i propri punti di forza. Inoltre la diffusione dei pagamenti elettronici è aumentata anche grazie ai servizi sempre più orientati al digitale ed ottimizzati per le transazioni online. Si pensi alla praticità di effettuare un acquisto in pochi clic su una piattaforma di e-commerce o di aprire un conto rapidamente sui casino online che accettano PayPal piuttosto che altri pagamenti digitali, oppure al mondo del food delivery o alle applicazioni di home banking.


Inoltre, la digitalizzazione dei pagamenti ha portato alla diffusione dell’utilizzo del proprio smartphone come vera e propria carta di pagamento. Questo grazie alla tecnologia NFC che attraverso un determinato protocollo di comunicazione, anch’esso generalmente sicuro e criptato, permette di effettuare pagamenti semplicemente avvicinando il proprio smartphone, ma anche lo smartwatch, al pos. Per fare tutto questo si parla di e-wallet, portafogli elettronici che si avvalgono di strumenti come ad esempio anche Paypal.

Le caratteristiche degli e-wallet

Paypal, ma come esso anche paysafecard o anche Satispay, altro non sono che portafogli elettronici su un’app. Grazie a strumenti come questo è possibile trasferire e ricevere denaro, fare pagamenti presso la maggior parte delle aziende e dei negozi. E in maniera del tutto tracciata, sicura, certificata e protetta. Infatti oltre ai servizi di pagamento Paypal e le app similari tutelano l’utente da eventuali truffe, generalmente sempre rimborsandolo del denaro perso.

Sono tanti i vantaggi di app come Paypal, come ad esempio il fatto dell’immediata disponibilità di fondi e soprattutto, per i privati, la possibilità di utilizzare questi strumenti in forma del tutto gratuita. Sono strumenti fondamentali oggi sia per tutto quanto concerne il pagamento e il mondo prettamente dell’online ma anche per la vita reale, i pagamenti nei negozi fisici, tipi di pagamento oggi sempre più diffusi con un abbandono costante del denaro in carta per spostarsi verso i pagamenti digitali.

Inoltre Paypal può funzionare sia autonomamente, con una card dedicata e quindi slegata da ogni altro vincolo bancario che un utente ha, oppure anche legandola ad una carta ricaricabile, così come ad una carta di credito o a un conto corrente. Una versatilità incredibile per uno strumento ormai indispensabile.

Cos’è un Pagamento via Smartphone?

Un pagamento via smartphone è una transazione che utilizza il tuo telefono cellulare per pagare invece di metodi tradizionali come contanti, assegni o carte di credito.

Tecnologie Utilizzate per i Pagamenti via Smartphone

  1. NFC (Near Field Communication): Una tecnologia wireless a corto raggio che permette la comunicazione tra dispositivi che si trovano a breve distanza l’uno dall’altro. È ampiamente utilizzata per i pagamenti contactless tramite smartphone.
  2. QR Code: Un codice a barre bidimensionale che può essere scansionato dalla fotocamera dello smartphone per eseguire un pagamento.
  3. App di Pagamento: Sono applicazioni come Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay, e altre che memorizzano le informazioni di pagamento e consentono transazioni sicure.

Come Funzionano i Pagamenti via Smartphone

Innanzitutto, devi collegare le tue carte di credito o debito a un’app di pagamento sul tuo smartphone. Puoi anche collegare direttamente il tuo conto bancario o usare servizi come PayPal.

Come effettuare un Pagamento:

    • Con NFC: Avvicina il tuo smartphone al lettore NFC al momento del pagamento e autorizza la transazione, solitamente attraverso l’impronta digitale, il riconoscimento facciale o un PIN.
    • Con QR Code: Apri l’app di pagamento, scansiona il QR code mostrato dal venditore e conferma la transazione.
    • Con App di Pagamento: Seleziona l’opzione di pagamento attraverso l’app quando fai acquisti online o in-app.

Sicurezza dei Pagamenti via Smartphone

I pagamenti via smartphone sono generalmente sicuri perché utilizzano diversi livelli di sicurezza, inclusa la crittografia dei dati, l’autenticazione a più fattori e la tokenizzazione, che sostituisce i numeri reali della carta con un token univoco per ogni transazione.


Vantaggi dei Pagamenti via Smartphone

  • Comodità: Non hai bisogno di portare con te contanti o carte fisiche.
  • Velocità: Le transazioni sono veloci e possono essere completate in pochi secondi.
  • Sicurezza: Spesso offrono maggiore sicurezza rispetto ai metodi di pagamento tradizionali.

Limitazioni e Considerazioni

  • Accettazione: Non tutti i negozianti accettano pagamenti via smartphone.
  • Dipendenza dalla Batteria: Se il tuo telefono è scarico, non potrai pagare.
  • Problemi di Sicurezza: Sebbene siano sicuri, ci sono sempre rischi di sicurezza informatica e furto di identità.

Con la diffusione degli smartphone e l’evoluzione continua della tecnologia, i pagamenti via smartphone sono destinati a diventare sempre più popolari come metodo di pagamento preferito da molti consumatori.

Operazioni via app

Come si può intuire gli e-wallet portano intrinsecamente dei vantaggi enormi. Partendo dal presupposto che generalmente si tratta di strumenti sicuri che mettono il cliente al riparo per quanto riguarda la propria privacy e la sicurezza dei propri conti, gli e-wallet hanno una comodità unica, quella di non doversi portare il proprio portafoglio sempre con sé e pieno di contanti.

Basta infatti scaricare una app sul proprio telefono, collegarla al proprio conto o alla propria carta e permettere alla tecnologia NFC presente sullo smartphone di effettuare il pagamento mettendolo in contatto con magari un Pos. E spesso non serve scaricare nemmeno app di terze parti perché tanto su Android quanto su Apple sono già presenti applicazioni dedicate come ad esempio le app Google Pay, Apple Pay o Samsung Pay.