Photoshop vs Lightroom: quale dovresti usare?

By | Settembre 24, 2020
Photoshop vs Lightroom

Se hai iniziato da poco ad elaborare le tue fotografie, sicuramente cercando il programma ideale ne hai trovati due che si distinguono su tutti gli altri: Photoshop vs Lightroom. Ma qual è il migliore? Il punto non è discutere su quale dei due sia il migliore, poiché sono programmi diversi e ciascuno ha uno scopo diverso.

Photoshop vs Lightroom

Pertanto, ciò che proveremo a fare in questo articolo è analizzare a grandi linee entrambi i programmi per scoprire, non quale è il migliore, ma quale ti serve Lightroom o Photoshop. Rimani per scoprirlo?

A cosa serve Photoshop?

Adobe Photoshop è un programma che non è utile solo per i fotografi. Può essere utilizzato anche per grafici, web designer, illustratori, inserzionisti e persino architetti. Ecco perché è un programma così completo e anche così travolgente. Avere così tante opzioni può essere sia il suo principale vantaggio che il suo principale svantaggio vediamo qui sotto quale scegliere tra Photoshop o Lightroom.

Se sei appena entrato nel mondo dell’elaborazione fotografica, è molto probabile che quando apri Photoshop non sai nemmeno da dove iniziare. Ha così tante utilità, strumenti e menu che all’inizio può essere travolgente.

Con Photoshop possiamo trovare infinite opzioni per ritoccare la nostra fotografia:

  • Eseguire lo sviluppo di base della foto: correzione del colore, correzione dell’obiettivo, riformulazione, raddrizzamento, ecc.)
  • Apporta qualsiasi tipo di correzione del colore alla nostra fotografia
  • Distorci e modifica la prospettiva della foto a nostro piacimento
  • Lavora con selezioni e maschere per un ritocco preciso delle zone
  • Lavora con livelli e metodi di fusione tra di loro
  • Applica diversi effetti e filtri, sia all’intera foto che ad aree specifiche
  • Aggiungi o rimuovi elementi della nostra fotografia come desideriamo
  • Crea oggetti digitalmente
  • Realizza fotomontaggi, fantastici e realistici
  • Applica tecniche fotografiche avanzate, come la separazione delle frequenze o scherma e brucia.

Come puoi vedere, Photoshop è un programma che ci aiuterà a rifinire anche il più piccolo dettaglio della nostra fotografia . E sì, dico fotografia al singolare, perché dovremo ritoccare le nostre foto una per una.

Sì, ci sono azioni automatizzate che possono rendere il lavoro di ritocco seriale un po ‘più semplice, ma questo è in realtà uno dei punti di forza di Lightroom, come vedremo in seguito, quindi a meno che tu non voglia automatizzare un ritocco speciale, per lo sviluppo e Ritocco più facile vedrai come Lightroom ti offre un sistema più semplice e versatile.


A cosa serve Lightroom?

Nota: prima di iniziare a parlare di Lightroom, va notato che, con le nuove versioni del 2018, quando parliamo di Lightroom ci riferiamo al Lightroom Classic, cioè al Lightroom di una vita.

Lightroom, a differenza di Photoshop, si concentra solo su alcune di queste utilità che Photoshop ci offre, in particolare su tutte quelle dedicate allo sviluppo di base della nostra fotografia:

  • Correzione dell’esposizione
  • Correzione del colore
  • Correzione prospettica
  • Rifinitura e stiratura
  • Correzione delle lenti
  • Rimozione delle macchie

Grazie a questo, Lightroom è un programma molto più semplice e intuitivo di Photoshop , ideale per ritoccare le nostre fotografie quando non si cerca un ritocco più esaustivo, ma si vuole semplicemente effettuare uno sviluppo di base. 

Inoltre Lightroom ci offre anche alcune opzioni di ritocco per aree che, seppur limitate e non eccessivamente precise, sono molto utili per un ritocco più accurato e personalizzato.

Ma senza dubbio, il principale punto di forza di Adobe Photoshop Lightroom è che ci permette di ritoccare le nostre fotografie in serie . Sarà molto facile passare da una foto all’altra, ritoccando quello che vogliamo in ognuna, copiando le impostazioni dell’una sull’altra e anche sincronizzando più foto per ritoccarle tutte insieme. 

Inoltre, quando copiamo le regolazioni di una fotografia rispetto a un’altra, Lightroom ci consente di scegliere esattamente quali di esse vogliamo copiare e quali no. E ovviamente in seguito potrai modificarli senza problemi.

Anche i cataloghi sono una parte interessante di Lightroom. Tutte le modifiche che apportiamo a ciascun file rimarranno memorizzate nel catalogo e possiamo ripristinarle o annullarle ogni volta che vogliamo. 

Questo è molto importante, poiché faremo un ritocco non distruttivo delle nostre fotografie, e possiamo sempre tornare alla foto originale, o ad uno qualsiasi dei passaggi intermedi se il ritocco che abbiamo fatto non ci convince. 

Questo è un vantaggio se sei appena agli inizi, in quanto ti permetterà di esercitarti e testare senza paura di commettere errori o “rovinare” la foto.

Inoltre, con Lightroom possiamo organizzare le nostre foto e persino dare loro delle parole chiave per trovare più facilmente tutte le foto dello stesso tema o motivo. D’altra parte, se vuoi organizzare le tue foto in Photoshop come un catalogo, dovrai usare un programma separato, Adobe Bridge.

Infine, Lightroom ci permette anche di creare collage, layout di album e proiezioni fotografiche in modo molto semplice ed intuitivo.

E che dire di Adobe Camera RAW?

Infine, è interessante nominare Adobe Camera RAW, che è un filtro di sviluppo RAW integrato in Photoshop. Se apri un file RAW con Photoshop, l’interfaccia Camera RAW si aprirà automaticamente. Altrimenti, puoi sempre aprirlo dal menu Filtro / Filtro di Adobe Camera RAW.

Questo filtro è praticamente come un Lightroom integrato in Photoshop. Tuttavia, ha i suoi limiti ed è per questo che di solito è meglio usare Lightroom rispetto a Camera RAW:

  • Non consente il ritocco seriale o la sincronizzazione del ritocco dei file.
  • Integra solo la parte di Lightroom dedicata al ritocco, ma non include cataloghi, layout o proiezioni

Tuttavia, può tornare utile se vogliamo fare un ritocco più esaustivo di una fotografia ma prima vogliamo sviluppare il file RAW . In questo caso potremmo fare tutto direttamente in Photoshop, prima utilizzando Adobe Camera RAW e poi finendo di ritoccarlo nell’interfaccia di Photoshop.

Lightroom vs Photoshop, quale scelgo?

Come ho detto all’inizio, nessun programma è migliore dell’altro. Sono solo programmi diversi, con scopi diversi . E a seconda di quale sia la tua intenzione, sarà meglio per te usare l’uno o l’altro.

Attenersi a Photoshop se:

  • Vuoi ritoccare le aree in modo MOLTO preciso
  • Vuoi usare una sorta di selezione o maschera precisa
  • Vuoi aggiungere o rimuovere elementi nella tua foto
  • Vuoi fare un fotomontaggio
  • Vuoi applicare qualche ritocco che richiede l’uso di strati
  • Desideri applicare tecniche di ritocco fotografico avanzate
  • Vuoi aggiungere un effetto o un filtro alle tue foto

Resta con Lightroom se:

  • Hai appena iniziato nel mondo dell’elaborazione delle foto
  • Vuoi sviluppare una serie di fotografie
  • Vuoi solo applicare un semplice sviluppo del RAW
  • Vuoi ritoccare alcune aree ma non in modo estremamente preciso
  • Vuoi fare un ritocco non distruttivo della tua foto per sperimentare e imparare in modo pratico
  • Desideri creare rapidamente e facilmente collage, layout di album o proiezioni video

E tu quale preferisci tra Photoshop vs Lightroom?

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!