7 modi per risolvere i problemi con la memoria RAM in Windows

By | Giugno 22, 2020
7 modi per risolvere i problemi con la memoria RAM in Windows

Come risolvere i problemi con la memoria RAM in Windows. Problemi di memoria con il tuo computer? Così puoi liberare la RAM su Windows per fare spazio ad altre applicazioni! In questo tutorial vedremo come risolvere problemi con la memoria RAM sul tuo PC Windows. Uno dei problemi più comuni che di solito riscontriamo quando si lavora quotidianamente con il PC è la mancanza di RAM, specialmente se si tiene conto che i programmi che utilizziamo sono sempre più potenti e quindi esigenti in questo senso.


Quindi, se siamo preoccupati dell’uso della RAM nel computer, dobbiamo essere in grado di gestirla in modo più efficiente, in queste righe vi forniremo alcuni suggerimenti che vi saranno sicuramente di aiuto. Poi passeremo in rassegna alcuni trucchi pratici che mirano a liberare la RAM dal PC.

7 modi per risolvere i problemi con la memoria RAM in Windows

Prima di tutto dovrebbe essere chiaro che quando parliamo di questo particolare componente, ci riferiamo ad una memoria ad accesso casuale, che in realtà è una memoria a breve termine che contene programmi in esecuzione in quel momento.

Quindi, più RAM abbiamo nel computer, più programmi possiamo eseguire simultaneamente senza influire negativamente sulle prestazioni del computer, perché quando il computer esaurisce la RAM, utilizza parte del disco rigido, che è molto più lento. Pertanto, diamo un’occhiata ad alcune alternative per affrontare il problema della mancanza di RAM in modo più efficiente.


Per iniziare possiamo provare a riavviare il computer, qualcosa che abbiamo sicuramente sentito dire molte volte, poiché è la soluzione per molti problemi, in questo caso, al riavvio, la memoria verrà cancellata e tutti i programmi in esecuzione verranno ripristinati. 

Ciò non serve ad aumentare la RAM disponibile sul nostro PC, ma almeno ripulirà i processi che vengono eseguiti in background e che potrebbero consumare la memoria. Allo lo stesso tempo, è anche consigliabile controllare l’utilizzo della RAM in generale dal Task Manager in Windows 10.

Pertanto, apriamo il Task Manager, ad esempio con la combinazione di tasti “Ctrl + Shift + Esc” e andiamo alla scheda “Processi” dove facciamo clic sulla sezione “Memoria” e ci viene mostrato per prima il programma che consuma di più in primo luogo. 

Allo stesso modo possiamo andare nella scheda “Performance” e nella sezione “Memory” vedremo un grafico dell’uso della RAM nel tempo. Qui vediamo visualizzati anche altri dati utili come la RAM totale, quella disponibile in quel momento, la cache , ecc.

Quindi, nel caso in cui vediamo che il consumo di RAM è molto alto, una delle opzioni che abbiamo a nostra disposizione è quella di disinstallare o disabilitare il software

Pertanto dovremo considerare quali applicazioni utilizzano più memoria nel sistema con il metodo che abbiamo appena mostrato e tenere le applicazioni di cui abbiamo veramente bisogno. Tieni presente che possiamo avere strumenti o applicazioni installate che non usiamo mai, ma che sprecano risorse sul computer, quindi dovremmo eliminarle.

Allo stesso modo, se abbiamo bisogno di una certa applicazione ma vediamo che consuma molta RAM, è possibile utilizzare altre alternative più leggere della stessa app. Come esempio Adobe Photoshop è un’applicazione molto potente, ha bisogno di molte risorse, ma possiamo sempre optare per altre proposte più leggere come Paint.NET, ad esempio. 

Dobbiamo anche prestare attenzione ai programmi che abbiamo aperto e che non abbiamo chiuso completamente, qualcosa che possiamo fare con il Task Manager, chiudendo tutti quei programmi o procedimenti che non stiamo utilizzando in quel momento.

Altre misure da adottare per risparmiare RAM

Nel caso in cui il consumo di memoria sia ancora molto alto, vale la pena controllare se sul PC c’è del malware, dal momento che questi elementi malevoli che agiscono in background potrebbero essere responsabili di questo elevato consumo di risorse, qualcosa che possiamo fare con una suite di sicurezza che abbiamo installato. 

D’altra parte, se sullo schermo compaiono messaggi che indicano che il sistema ha poca memoria virtuale, possiamo sempre aumentarla e quindi migliorare le prestazioni generali del computer.

Questo è qualcosa che possiamo fare dal Pannello di controllo di Windows 10, in particolare facendo clic sulla sezione chiamata “Sistema” settando la modalità di visualizzazione in “Icone piccole”. 

Una volta qui, sul lato sinistro dell’interfaccia cliccare su “Impostazioni di sistema avanzate” poi su “Avanzate”, ancora su “Impostazioni” nel campo “Performance”. Fare nuovamente clic su “Opzioni avanzate” e possiamo modificare la memoria virtuale aumentandone le dimensioni.

Nel caso in cui abbiamo installato un disco rigido vecchio, possiamo provare la funzione di Windows chiamata “ReadyBoost” per aumentare la RAM, ci permetterà di collegare un’unità flash o una scheda SD in modo che il sistema lo veda come un dispositivo RAM aggiuntivo

Per fare ciò, tutto ciò di cui abbiamo bisogno è connettere l’unità aggiuntiva alla porta USB, selezionarne le proprietà con il tasto destro del mouse e fare clic sulla scheda “ReadyBoost” per selezionare l’opzione “Usa questo dispositivo”. Naturalmente, nel caso in cui abbiamo un SSD, questo non ci aiuterà.

E, naturalmente, se nessuno di questi metodi ha funzionato per migliorare le prestazioni del PC, non avremo altra scelta che installare nuovi moduli di memoria sul computer, con il costo che ciò comporta.

Applicazioni per liberare la RAM

Per finire, ti diremo che su Internet possiamo trovare alcune soluzioni di terze parti che possono aiutarti a liberare e ottimizzare l’uso della RAM, strumenti che puoi scaricare e installare su Windows

La prima è Mem Reduct, un’applicazione che è responsabile della gestione e dell’ottimizzazione dell’uso della RAM su Windows. Allo stesso tempo, un’altra opzione che possiamo usare anche per queste stesse attività di ottimizzazione è il programma Razer Cortex, un software che si concentra sull’ottimizzazione del nostro hardware ottimizzando naturalmente anche la memoria RAM. Utlizzata per lo più da chi usa il proprio computer per il gioco.

Infine, menzioneremo lo strumento Wise Memory Optimizer, un programma portatile che lascia andare la memoria inutile, rapidamente ed efficientemente. È anche molto facile da usare, quindi sarà di grande aiuto anche se non sappiamo molte cose su questi argomenti.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.