Come proteggere un dispositivo USB

By | Aprile 11, 2019

Come proteggere un dispositivo USB. Come mettere la password a una chiavetta USB e proteggere il contenuto delle unità rimovibili. Proteggere chiavette USB e unità esterne rimovibili. Molti di noi mantengono informazioni davvero importanti sulla nostra chiavetta USB. Ovviamente quando abbiamo la nostra chiavetta con dati sensibili non vogliamo che nessuno senza autorizzazione vi acceda.

Il modo migliore per proteggere questo tipo di dispositivo è grazie a una password. In questo modo, nessuno che non ha l’autorizzazione o che non conosce quella password sarà in grado di utilizzare l’unità USB in quanto, senza la password, non sarà in grado di accedere a qualsiasi cosa che l’unità ha memorizzato.

La cosa migliore, è che puoi anche creare una partizione sull’unità USB, in modo che una singola partizione abbia una password e il resto dell’unità USB possa essere utilizzata senza problemi.



In questo modo sarai in grado di prendere in prestito la pendrive senza il timore che qualcuno possa accedere alle tue informazioni o addirittura eliminarle per sbaglio. Oggi vedremo come inserire una password su un’unità USB per mantenere questa pendrive protetta.

Ma questo tutorial è utile sia per pendrive, che per qualsiasi disco rigido esterno rimovibile. Quindi vediamo passo dopo passo tutto ciò che dovresti fare per mantenere le tue informazioni completamente protette.

Vale la pena di codificare un’unità USB o un disco esterno?

Quando crittografiamo determinate informazioni su un disco rigido esterno o un’unità USB, ciò che otteniamo è mantenere tutte le informazioni che abbiamo nella stessa terza parte protetta. Ma non solo saremo in grado di proteggere tutti quei dati che abbiamo sul disco ma, saremo anche in grado di proteggere i singoli file.

Solo la persona con la password può accedere a questi file. In questo modo puoi mantenere tutte le informazioni come dovrebbero essere: private. E le proteggeremo anche dal malware.

Vediamo quindi gli strumenti che dovremmo usare per raggiungere il nostro obiettivo. Non è molto complicato, in pochi minuti avrete protetto tutti i dati senza dovervi preoccupare se qualcuno vi accede anche per errore.



Pro e contro della crittografia di un’unità esterna

I vantaggi di inserire una password su un’unità o un disco USB

Tutto funzionerà allo stesso modo di sempre. Non noterai alcun tipo di cambiamento nel modo in cui lavori. Quindi questo è il motivo per cui non dovrai preoccuparti. Puoi anche scegliere di crittografare un intero disco o semplicemente un’area specifica. È possibile partizionare un disco e crittografare una singola partizione. Puoi anche crittografare i singoli file.

Gli svantaggi di inserire una password su un’unità o un disco USB

Forse uno dei grandi svantaggi di mettere la password è che si perde qualcosa nelle prestazioni del tuo computer. Ciò si verifica quando un disco viene completamente crittografato. Le prestazioni complessive diminuiscono leggermente. Questo ovviamente se parliamo di un disco internoQualcosa che evidentemente non accade con uno esterno.

Nel caso in cui dimentichi la password che avevi configurato per proteggere i tuoi dati. Ovviamente perderai tutto, è una delle cose brutte che ha la crittografia. Dipendiamo dalla password.

Ricorda che se stai per inserire una password su un disco o una partizione in cui il sistema operativo non è operativo, non avrai alcun tipo di problema in termini di prestazioni. L’unico modo per influire sulle prestazioni del computer è se si inserisce una password sul disco in cui è installato il sistema operativo.

Come proteggere un dispositivo USB con password su Windows

Abbiamo iniziato questo tutorial dal sistema operativo più usato. Vediamo allora come procedere per inserire una password in una memoria rimovibile in un modo molto semplice. Segui questo tutorial passo dopo passo.

  • La prima cosa che dovresti fare è connettere la tua unità esterna.
  • Dopo questo premiamo “Start” e quindi scriveremo “Pannello di controllo“.
  • Si apre una finestra con tutte le opzioni di Windows. Qui devi andare su “Sistema e sicurezza“.
  • Una volta spostati nella nuova finestra. Devi andare sotto tutto praticamente e fare clic sull’opzione “Crittografia unità BitLocker” .
  • Appariranno tutte le unità che abbiamo collegato al computer. Anche il disco rigido interno. Ma dobbiamo concentrarci sull’unità rimovibile che vogliamo crittografare che di solito è in basso. Clicchiamo su “Attiva Bitlocker“.
  • Si apre una nuova finestra e qui possiamo usare due sistemi per crittografare il disco. Il primo è quello che raccomandiamo di usare la password. Il secondo è usando una smart card. Quindi abbiamo spuntato la prima casella.
  • Dopo questo dovrai scegliere dove vuoi salvare il backup. Ecco alcune opzioni: nell’account Microsoft, in un file o stamparlo.
  • Qui è necessario scegliere se si desidera crittografare solo lo spazio su disco utilizzato o se si desidera crittografare l’intera unità. Devi tenere a mente che la prima opzione è più veloce mentre la seconda è un po’ più lenta.
  • Generalmente la seconda modalità di crittografia è migliore per i dischi esterni.
  • Una volta deciso, puoi fare clic su “Avanti” un po’ più in basso.
  • Prima di completare tutto, vedrai tutte le opzioni che stavamo scegliendo durante il processo. Dovresti controllarle per confermare che tutto sia corretto.

Quando questa unità viene collegata ad un’altra apparecchiatura, viene visualizzato un errore di lettura. Non preoccuparti perché verrà visualizzata rapidamente una notifica di Windows che avvisa che l’unità è protetta con BitLocker.

In questa notifica è possibile inserire la password per accedere in modo normale a tutte le informazioni memorizzate nell’unità rimovibile.

Come proteggere un dispositivo USB con password su Mac OS

Ora vediamo come inserire la password su un’unità USB in MacOS. Ironia della sorte, il processo che dobbiamo eseguire è molto più facile rispetto a Windows. Che di per sé è già abbastanza facile da eseguire.

  • Tutto quello che devi fare è connettere l’unità USB rimovibile al tuo dispositivo.
  • Una volta che lo fai, l’unità appare sul desktop. Devi fare clic destro su di esso per mostrare un menu a discesa.
  • Dopo ciò, l’unica cosa che devi fare è cercare l’opzione “Encrypt“.
  • Ora devi solo inserire una password e il gioco è fatto.

Ecco come è facile crittografare un’unità esterna con MacOS.

Come crittografare l’unità USB esterna in Linux

Se MacOS è stato facile, anche qui sarà uguale. La crittografia di un’unità USB o rimovibile in Linux è estremamente semplice e i pochi passaggi che devi seguire sono i seguenti:

  • Devi connettere l’unità USB al tuo dispositivo.
  • Una volta fatto, l’icona appare sul desktop.
  • Dovremo fare clic destro su di esso e quindi scegliere l’opzione che dice “Format volume”.
  • Prima di iniziare la formattazione, appare un’opzione per applicare la crittografia della password all’unità. Fallo, scegli la password e vai.

È molto facile inserire una password su un’unità USB su Linux. Notevolmente più facile rispetto a farlo con Windows.

Come rimuovere la password o la crittografia da un dispositivo USB su Windows

Abbiamo già abbastanza chiaro come inserire una password su un’unità USB. Ma se vogliamo sbloccare la crittografia di quell’unità? Vediamo passo dopo passo cosa dobbiamo fare per rimuovere la crittografia di un disco rimovibile.

Per disabilitare BitLocker da qualsiasi unità USB su cui è attivato, dovrai seguire tutti questi passaggi:

  • La prima cosa che faremo è connettere l’unità al nostro computer.
  • Dopo questo devi inserire la tua password e fare clic destro su quell’unità.
  • Nel menu a discesa sceglieremo l’opzione “Gestisci BitLocker“.
  • Appaiono diverse opzioni e dobbiamo scegliere “Disattiva Bitlocker“.
  • Vedremo una finestra popup e qui dovrai premere il pulsante “Disattiva Bitlocker“.
  • Il processo potrebbe richiedere del tempo.
  • Una volta terminato, viene visualizzato un avviso che il disco è decodificato.

In questo modo l’unità USB o rimovibile non ha più la crittografia e puoi usarla come al solito.

Come rimuovere la password da un dispositivo USB su Mac OS

Come abbiamo visto prima, mettere una password su un pendrive o su un’unità rimovibile è abbastanza semplice. Quindi con la rimozione logicamente dovrebbe essere ancora più semplice e certamente lo è .

  • Per prima cosa dobbiamo collegare il disco rigido esterno o l’unità USB al nostro MacOS.
  • Dopo questo, basta fare clic destro sull’unità.
  • Quindi devi cliccare sull’opzione che dice “Decripta“.
  • Qui dovrai inserire la password dell’unità per accedere.
  • Il processo di decodifica inizierà, che potrebbe richiedere un po’ di tempo.

Al termine avrai la tua unità come sempre e non avrai bisogno di una password da utilizzare.

Come rimuovere la password da un’unità USB con Linux

Nel caso in cui si desideri rimuovere la password da un disco rimovibile o un’unità USB, tutto ciò che si deve avere installato sul proprio computer con Linux è Hdparm.

  • Quando hai installato lo strumento. Devi usare l’opzione -r con questa opzione sarai in grado di vedere lo stato del bit con un semplice comando. Quello che devi sapere è il nome fisico del dispositivo che stiamo per sbloccare.
  • Per darti un’idea migliore nel caso in cui il dispositivo si chiami /dev/sdd dovrai usare sudo hdparm -r/dev/sdd .
  • Puoi vedere il valore del dispositivo. Se questo valore è uno, viene attivata la modalità di sola lettura. Ciò significa che sei protetto da ogni tipo di modifica che desideri apportare.
  • Per modificare questo devi scrivere 1 sudo hdparm -r0/dev/sdd.
  • Quando vedi di nuovo lo stato puoi vedere che è a zero. Ciò significa che la modalità di lettura è disabilitata.

Come crittografare un pendrive o un’unità USB per mantenere tutti i tuoi contenuti al sicuro

Il modo per mantenere tutte le informazioni che abbiamo su una chiavetta USB al sicuro in realtà sono molte. Ci sono alcune alternative per poter avere tutte queste informazioni private e che nessuno può accedervi. Vediamo come ognuno di queste lavora, è importante capire il suo funzionamento prima di portare a termine il processo.

Cripta i file, ma solo alcuni

Indubbiamente, è il metodo più veloce per tenere al sicuro questi file. Il problema è che, come abbiamo detto, questo metodo viene utilizzato per crittografare i singoli file. Quindi nel caso in cui sia necessario proteggere un intero disco non sarà la migliore alternativa.

Cripta una partizione completa

Il modo migliore per crittografare una pendrive, si divide la memoria del drive USB come se si dovesse fare una partizione di un disco rigido.

In questo modo puoi avere un’unità con crittografia mentre l’altra unità non ce l’ha e puoi accedervi normalmente. Mentre la partizione all’interno della stessa unità è crittografata. Senza la password sarà impossibile accedervi.

Lo strumento che puoi utilizzare per fare ciò è “Rohos Mini Drive“, l’unica “cosa cattiva” di questo software è che consente un massimo di 8 GB per la partizione. Una volta che la chiavetta è stata crittografata non è necessario alcun tipo di programma per accedervi.

Nel caso tu sia interessato ad usare il programma è molto semplice. Una volta installato, l’unità USB è collegata al computer. Tutto quello che devi fare è aprire il programma.

Quindi fare clic su “Encrypt USB Drive” che sarebbe la prima opzione e quindi fare clic su “Crea disco“. Devi scegliere la dimensione, il tipo di file e seguire i pochi passaggi che vedrai indicati sullo schermo.

Come crittografare una pendrive intera

Non hai bisogno di alcun tipo di programma dato che puoi farlo con “BitLocker” con il metodo di cui abbiamo parlato qui sopra. In questo modo l’unità USB o pendrive viene crittografata completamente con una password.

Il che significa che senza la password non è possibile utilizzare la pendrive in alcun modo. Ideale per quando hai molte informazioni e hai bisogno di tutto lo spazio della chiavetta USB.

Strumenti per inserire la password su un’unità USB o una pendrive

Per finire questo ampio articolo. Vediamo tutti gli strumenti o programmi che è possibile utilizzare per crittografare un’unità USB o una pendrive. In questo modo tieni tutto ciò che hai memorizzato sotto chiave e nessuno senza autorizzazione può accedere alle informazioni che hai in quell’unità.

BitLocker

Lo strumento che viene fornito con Windows e che rende più facile per noi proteggere una pendrive con una password. Questo strumento è unico per Windows ed è incluso nel sistema operativo, quindi non è necessario scaricare nulla.

Il modo per accedervi ve lo abbiamo spiegato qui sopra, ma è piuttosto semplice: si entra nel pannello di controllo. Vai alla parte sicurezza e poi puoi gestite tutto ciò che riguarda “BitLocker”.

Rohos Mini Drive

Questo software non serve per crittografate un’unità completa, poiché serve a suddividere l’unità in due e crittografare una delle unità di memoria partizionate.

Il programma è abbastanza intuitivo e ha le giuste opzioni per fare tutto ciò che vogliamo. Quindi non ci sono problemi da superare perché chiunque può usarlo senza perdersi nel processo. Allo stesso modo, abbiamo già spiegato sopra come utilizzarlo.

Granite Portable

Questo strumento è abbastanza interessante perché possiamo facilmente crittografare una memoria USB con una password. L’idea è che devi semplicemente scaricare l’applicazione, eseguirla e scrivere la password con cui vuoi proteggere una cartella della chiavetta USB.

In questo modo tutti i file presenti in questa cartella saranno completamente crittografati e nessuno sarà in grado di accedervi a meno che non conoscano la password in questione.

USB Safeguard

L’unica cosa negativa di questo strumento è che ha una versione gratuita e una a pagamento. La versione gratuita consente di crittografare una pendrive completa con password, ma va detto che la pendrive non deve avere più di 4 GB.

Nel caso in cui si desideri crittografare un’unità USB con più spazio di archiviazione, sarà necessario accedere alla versione a pagamento. Il metodo di crittografia utilizzato è AES 256 bit che funziona perfettamente con Windows 10.

VeraCrypt

È uno strumento semplice che consente di crittografare l’intera unità, una o più partizioni dello stesso o alcuni file. Pertanto, è abbastanza utile perché ci aiuta a eseguire qualsiasi tipo di crittografia di cui abbiamo bisogno.

Un’altra cosa da tenere a mente è che è disponibile per i principali sistemi operativi: Windows, Linux e MacOS. Quindi è uno strumento eccellente che dovresti prendere in considerazione quando vuoi mettere una password su una pendrive.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.