Qualche consiglio sulla sicurezza di Whatsapp

By | Agosto 29, 2020
Qualche consiglio sulla sicurezza di Whatsapp

WhatsApp, la piattaforma di messaggistica di proprietà di Facebook, è una delle app di messaggistica più popolari al mondo. Si stima che oltre un miliardo di persone utilizzino l’app, inviando oltre 65 miliardi di messaggi al giorno. Non sorprende quindi che problemi di sicurezza, minacce malware e spam siano iniziati a comparire. Ecco tutto ciò che devi sapere sulla sicurezza WhatsApp.

Rafforzare la sicurezza del tuo cellulare Android dovrebbe essere una delle tue priorità, cercando anche di proteggere le app che hai installato su di esso. Sottolinea l’importanza di WhatsApp, un’applicazione che non si è mai distinta per la sua sicurezza nonostante abbia a che fare con le informazioni private di milioni di persone.

Whatsapp è sicuro?

E’ stato fino alla fine del 2014 che WhatsApp ha annunciato che avrebbe crittografato i messaggi end-to-end, rafforzando ulteriormente la privacy degli account. Certo, l’azienda ha recentemente aumentato i suoi sforzi, vietando bannando 2 milioni di account pericolosi ogni mese. Tuttavia, dobbiamo tutti fare qualcosa per rendere il nostro account più sicuro, qualcosa che otterrai eseguendo buone pratiche facile da seguire.

Guida alla sicurezza per il tuo account WhatsApp

Come eseguire un backup completo

Il passaggio obbligatorio per proteggere Whatsapp, senza paura di perdere tutte le tue informazioni, è fare un backup WhatsappMessaggi e conversazioni, documenti, note vocali, immagini e video (se lo desideri) verranno archiviati in Google Drive in modo di non perdere i dati dalla memoria del tuo telefono.

Per effettuare il backup, apri l’app WhatsApp e clicca sui tre puntini nell’angolo in alto a destra. Successivamente, vai su Chat> Backup. Qui puoi salvarlo contemporaneamente, premendo “Salva”, o modificare le impostazioni in modo che venga eseguito automaticamente un backup.

Non è necessario che la copia sia sempre manuale, WhatsApp permette di scegliere tra una copia mensile, settimanale, giornaliera, ecc., Aggiungere l’account Google su cui si vuole eseguirla, il tipo di connessione con cui verrà effettuata (Wi-Fi o dati mobili) e se si desidera archiviare i video o meno.

Pertanto, da Chat> Backup puoi facilmente fare un backup allo stesso tempo o programmare il salvataggio in Google Drive di volta in volta. Come puoi vedere, proteggere tutte le tue conversazioni e i tuoi file nell’app è molto semplice.


Come bloccare WhatsApp (con e senza app)

Una volta salvato il backup, è consigliabile bloccare WhatsApp per evitare che altre persone si intromettano nei tuoi affari. Sappiamo che i responsabili stanno lavorando per offrire il blocco delle impronte digitali nell’app, ma mentre arriva questa funzione, dobbiamo ricorrere ad altre applicazioni.

Bloccare WhatsApp con la tua impronta digitale è possibile grazie ad App Lock, un’app che puoi scaricare subito dal Play Store. Oltre a consentire di inserire una password, una sequenza o un PIN numerico per bloccare l’accesso a qualsiasi applicazione, App Lock offre anche la possibilità di farlo con un’impronta digitale.

Per ottenere ciò, scarica e installa l’app e fornisci le autorizzazioni necessarie per farla funzionare. Una volta completato questo passaggio, ti basterà selezionare WhatsApp come applicazione da proteggere e il metodo con cui vuoi farlo, sia esso un’impronta digitale o forme più tradizionali come la password o il pattern.

Se non hai voglia di scaricare questa app o non hai abbastanza spazio per farlo nel terminale, dovresti sapere che alcuni produttori includono nei loro telefoni l’opzione per bloccare l’accesso alle app dalle loro impostazioni. OnePlus, Samsung, Xiaomi o Huawei sono alcuni dei brand che, attraverso funzioni come “App Lock”, consentono di limitare facilmente l’accesso alle app desiderate.

Come creare il tuo codice di sicurezza su WhatsApp

Come accennato in precedenza, WhatsApp ha migliorato le sue condizioni di sicurezza negli ultimi anni con misure come la verifica in due passaggi, qualcosa che dovresti iniziare a utilizzareQuesto processo ti consente di aggiungere il tuo codice di sicurezza alle tue conversazioni WhatsApp, quello che verrà richiesto ogni volta che proverai ad accedere al tuo account.

Per creare il tuo codice di sicurezza devi aprire l’app ed entrare nelle impostazioni tramite i tre puntini in alto a destra. Una volta dentro, vai su Account> Verifica in due passaggi, dove troverai diverse opzioni per attivarlo, cambiare il PIN se è già abilitato o cambiare l’indirizzo email.

Nel caso in cui non hai attivato la verifica in due passaggi, dovrai solo inserire il numero PIN che desideri, sapendo che questa sarà la password che WhatsApp ti chiederà ogni volta che proverai ad accedere al tuo account. Inoltre, di tanto in tanto, l’app ti chiederà di inserirlo per confermare che sei tu a utilizzarlo.

Come sapere chi mi spia su Whatsapp

Che si può spiare Whatsapp è vero. Chiunque abbia avuto accesso al tuo cellulare per pochi minuti è stato in grado di spiare Whatsapp scansionando il codice QR dal proprio telefono. Ma non preoccuparti, perché puoi vedere se ti stanno spiando su WhatsApp ed evitarlo immediatamente.

WhatsApp salva tutte le informazioni sulle sessioni che sono state avviate nel tuo account, puoi vederle da Impostazioni> WhatsApp Web. Lì vedrai tutte le sessioni attive, con la data, il luogo e il dispositivo da cui sono state effettuate. Per verificare se qualcuno ti sta spiando, analizza tutte le informazioni e conferma se una di queste sessioni non è stata attivata da te.

Se non sei sicuro che quella sessione sospetta sia stata effettuata da te, seleziona “Chiudi tutte le sessioni” per chiudere rapidamente WhatsApp su altri dispositivi. E ricorda, non lasciare mai il tuo telefono sbloccato o lasciare WhatsApp Web aperto su computer diversi dal tuo.

Disinstalla WhatsApp di tanto in tanto

Sono state commissionate più indagini per dimostrare che le tue informazioni private di WhatsApp possono essere accessibili nonostante le misure di sicurezza della piattaformaCome confermato dalla BBC, uno studio di Jonathan Zdziarski ha rivelato che, nonostante la crittografia end-to-end, le conversazioni di WhatsApp lasciano una traccia sul tuo cellulare.

Pertanto, lopzione migliore è disinstallare e installare WhatsApp di tanto in tanto per assicurarti che non rimangano tracce sul tuo cellulare o computer. Quando elimini l’app, vengono eliminati anche i file temporanei in essa contenuti, rendendo così difficile per le spie l’accesso a qualsiasi traccia dei tuoi messaggi.

Quando reinstalli l’app, ricorda di creare periodicamente una copia di backup e di bloccare nuovamente l’accesso con una password, un PIN o un’impronta digitale. Con queste e le altre buone pratiche menzionate, avere un account WhatsApp sicuro è a portata di mano.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.