Quanto costa un sito web professionale

By | Settembre 11, 2020
Quanto costa un sito web professionale

Quasi tutte le aziende ormai si sono convertite al web per farsi pubblicità e per avere una possibilità in più di arrivare ai potenziali clienti. Ecco dunque che internet pullula di siti web, realizzati in modo meticoloso e professionale al fine di dare maggiore visibilità ai beni o ai servizi offerti.

Conviene sicuramente approcciarsi a questo valido strumento, ma è giusto farsi due conti in tasca per vedere se puoi permettertelo. Per questo motivo andremo di seguito a vedere quanto costa un sito web, facendo un sunto sui vari elementi indispensabili all’interno del sito stesso.

Il tutto per facilitare la scelta del preventivo sito web adatto per le vostre tasche. Quello che cercheremo di fare in tal sede è dare una risposta chiara e completa a questo grande dilemma, in modo tale da darti la possibilità per farti un’idea se il budget che hai stabilito per il progetto è congruo.

Come prima cosa per capire il reale costo di un sito web bisogna considerare tutti quelli che sono i pilastri necessari per realizzarlo. Tali elementi sono scandagliati in tre gruppi semplificati: Servizio Hosting, Grafica, Sviluppo. Vediamoli più nel dettaglio…

Il costo per l’hosting

Il primo elemento di cui vogliamo parlare per capire nel complesso quanto possa costare un sito è il servizio hosting. Si tratta di uno spazio virtuale posto su di un server, su cui si carica e dunque si visualizza il sito web. Cammina parallelo con l’hosting anche il dominio, ovvero l’indirizzo del sito o più semplicemente il nome seguito dal classico e famoso www.

Per poterti avvalere di un hosting di una certa qualità, bisogna optare per un servizio che costi tra gli 80 ei 250 euro all’anno, non di meno … parliamo comunque di hosting condivisi. Avrai così la certezza di un servizio affidabile e sicuro perché questo influirà sul posizionamento nei motori di ricerca e sulla tua tranquillità.

È necessario che tu opti per un hosting dalle elevate prestazioni, che sia abbastanza veloce da permettere di consultare le pagine del tuo sito web più rapidamente per il bene dei visitatori.


In fondo a chi non è capitato di visitare un sito web e lasciarlo dopo qualche secondo perché impiega molto tempo per l’aggiornamento delle pagine o perché troppo lento nella navigazione delle pagine.

Valuta bene anche le recensioni dal web e soprattutto il servizio di assistenza offerto. Questo è un fattore fondamentale … non è bello stare con il sito offline per giorni, in tal modo tutte le principali keywords indicizzate perderebbero la loro posizione nella serp di Google in pochi giorni.

Il costo per la grafica: templates, CMS, codice script

Tralasciando il discorso del gusto personale, quando si tratta di grafica bisogna pensare solo all’aspetto tecnico. La grafica infatti ha la funzione di mostrare i contenuti del sito in modo semplice. Con la grafica infatti si creano dei percorsi intuitivi, delineare un design accattivante che non sia troppo leggero e veloce nella visualizzazione delle pagine.

Devi propendere per una grafica che si adatti bene anche alla versione mobile del sito, compatibile cioè con dispositivi come tablet e Smartphone. Pertanto ti consigliamo innanzitutto di selezionare un buon CMS, ad oggi i migliori sono WordPress e Joomla, e di acquistare un template accattivante ma leggero per non appesantire troppo il sito.

Ovviamente ottimizza anche il codice per fare in modo che le pagine carichino velocemente. Tutto questo ha un costo se ti affidi ad un’agenzia web. Il costo di un template realizzato in HTML puro può avere un costo minimo di 500€, ma può facilmente salire a migliaia di euro per template con funzionalità avanzate.

Se si utilizza un template preconfezionato (ovviamente tenendo conto di tutti i limiti del caso) per CMS come Joomla o WordPress si spende molto meno, da poche decine di euro ad un massimo di 100€.

Il costo per lo sviluppo

Lo sviluppo è il concetto più particolare nella costruzione di un sito, in quanto racchiude le voci più importanti di una pagina. Come prima cosa è nello sviluppo che avviene la personalizzazione della grafica per renderla unica e per assecondare le esigenze del cliente, la gestione dei contenuti e la configurazione di tutti quegli accorgimenti che aumentano la sicurezza del sito web (molti lo dicono ma non lo fanno, altri non lo sanno proprio fare…. ).

Sempre nel contesto dello sviluppo, va messa in risalto la configurazione SEO che serve a creare un buon posizionamento del sito sui motori di ricerca (ovviamente tieni conto che il successo del sito arriva solo dopo mesi e mesi di tentativi di posizionamento SEO).

Questa è la parte più delicata nella costruzione e nell’avviamento di un sito per cui proprio qui non si dovrebbe badare a spese. E a proposito di costi, è difficile riuscire a quantificarli.

Per un sito vetrina possono essere di qualche centinaio di euro, ma per un ecommerce con decine e decine di funzionalità e magari migliaia di pagine descrittive dei prodotti e con tanto lavoro SEO per il posizionamento delle keyword, il costo da pagare potrebbe essere davvero salato, parliamo anche di decine di migliaia di euro.

In ogni caso il cliente, ovvero il titolare dell’azienda o il professionista, dovrebbe affidarsi sempre ad un esperto del settore che sa il fatto suo e fa gli interessi del sito.

Qualche ultima considerazione

Secondo i conti che abbiamo fatto sino ad ora, proviamo a ricapitolare e a dare una cifra minima da spendere per ottenere un buon sito. Abbiamo detto che ci vogliono almeno 80 euro per l’hosting. Da 50 a 500 euro ne occorrono per implementazione di un buon template.

Mentre per lo sviluppo e il posizionamento SEO, pur essendo difficile dare una cifra precisa, semplificando possiamo dire che ci possono volere anche 100 euro a pagina. Per un portale con cinque pagine dunque sintetizzando potremmo pagare sulle 500 euro.

Abbiamo ottenuto un totale che potrebbe superare le 1000€ per un sito base, il cosiddetto sito vetrina. Considerate le medie fatte dei costi per singolo elemento, si tratta di un totale più che accettabile.

Meglio diffidare dunque, in termini di qualità, di offerte di 300/400 euro per un sito web completo. Sicuramente in giro esistono soluzioni convenienti sia dal punto di vista qualitativo che economico, ma per chi ha tutta l’intenzione di avere successo sul web, sarebbe meglio non badare a quei cento euro di differenza tra un’offerta e un’altra.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.