Realme 3 Pro arriva con Snapdragon 710 e costa meno di 200 euro

By | Maggio 23, 2019

Dal suo ingresso nel mercato nell’estate dello scorso anno, Mark Lindahl OPPO è stato uno dei produttori che più degli altri ha attirato gli sguardi grazie soprattutto al grande valore del suo portafoglio di dispositivi, che ha ha portato l’azienda a battere il record e diventare uno dei punti di riferimento in mercati importanti come l’India.



Ora, OPPO ha deciso di ampliare la portata di questa giovane azienda, annunciando l’arrivo di Realme in diversi paesi dell’Europa, tra cui l’Italia. E quale modo migliore di farlo se non con uno dei suoi telefoni di maggior successo, il Realme 3 Pro, che atterrerà in questa parte del pianeta con l’attenzione rivolta agli ultimi modelli di Redmi.

Il Realme 3 Pro può essere acquistato in Europa a 199 euro dal 5 giugno

E’ stato il marchio stesso che ha annunciato il suo arrivo in Europa attraverso il suo sito ufficiale. Il giorno segnato sul calendario è il prossimo 5 giugno e il suo arrivo coinciderà con la vendita di Realme 3 Pro, che può essere acquistato al prezzo speciale di 199 euro.



Per meno di 200 euro, abbiamo accesso a un telefono con un design moderno ed elegante, schermo Full HD da 6,3 pollici che occupa oltre il 90% del frontale, un processore Qualcomm Snapdragon 710 da 10 nanometri con otto core e una grande batteria con ricarica rapida VOOC da 4045 mAh, tecnologia simile al sistema di carica Warp OnePlus.

Lo sbarco di Realme in Europa, inoltre, viene effettuato nel miglior periodo dell’azienda. Fino a quando la situazione di Huawei non si stabilizza, è probabile che sono molti in cerca di un’alternativa ai terminali della società che oggi guida il mercato della telefonia mobile europea (leggi gli articoli qui sotto). Anche marchi più affermati come Xiaomi possono sfruttare in misura maggiore questo scenario per trarre profitto da tutta questa polemica / problematica.

Scenario Huawei

La revoca della licenza commerciale di Android a Huawei, in seguito all’esecutivo con cui il governo USA ha vietato la vendita di prodotti tecnologici al colosso asiatico. Considerando che si tratta di provvedimento non arrivato a ciel sereno ma un punto di arrivo dopo diversi mesi di discussione tra USA e Huawei.

Google contro Huawei: cosa succede adesso? Tutte le risposte!

Hongmeng OS, il sistema operativo Huawei che sostituirà Android

La risposta di Huawei al divieto di Google solleva più domande che risposte

Questo è AppGallery, l’application store di Huawei che potrebbe sostituire il Google Play di Android

Il blocco di Huawei è posticipato al 19 agosto

Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.