Come sbloccare bootloader Samsung Galaxy

By | Marzo 30, 2023
sbloccare bootloader

Il sistema operativo Android, basato sulla piattaforma Linux, offre un’esperienza personalizzabile e facile da usare per ogni utente o sviluppatore. Uno dei dispositivi Android più popolari è il Samsung Galaxy, che ha un bootloader integrato che determina se caricare il sistema operativo o la recovery all’accensione del dispositivo. Il bootloader del Samsung Galaxy contiene il file di avvio, il kernel e il framework di sistema, che aiutano ad avviare il dispositivo in modo fluido e veloce. Ma se desideri personalizzare ulteriormente il tuo dispositivo, come installare una nuova recovery personalizzata, flashare un firmware personalizzato o eseguire il rooting del telefono, devi prima sbloccare il bootloader.


Sbloccare il bootloader è il primo passo per personalizzare ulteriormente il tuo Samsung Galaxy. Tuttavia, va notato che questa operazione può invalidare la garanzia del dispositivo (se applicabile). Purtroppo, i produttori OEM di smartphone non forniscono un bootloader sbloccato per motivi di sicurezza e privacy.

Tuttavia, se sei un utente avanzato o uno sviluppatore, puoi sbloccarlo di conseguenza. In questo articolo, ti guideremo attraverso i passaggi su come sbloccare bootloader sui telefoni Samsung Galaxy utilizzando un paio di metodi. Quindi, se sei stufo dell’interfaccia utente attuale o desideri personalizzare ulteriormente il tuo Samsung Galaxy, segui la nostra guida per sbloccare il bootloader e goditi l’esperienza di personalizzazione illimitata.

Cos’è il bootloader? Guida completa per neofiti

Il bootloader è un codice o un programma che si avvia all’accensione del dispositivo per scegliere ed eseguire il sistema operativo sul nostro dispositivo ogni volta che lo avviamo. In pratica, il bootloader indica al sistema operativo e al kernel di eseguire la modalità di recupero o di avviare il processo di avvio del sistema. Questo codice si trova su ogni dispositivo o gadget con sistema operativo, come smartphone, tablet, PC e così via.

Se sei un appassionato di tecnologia, probabilmente hai sentito parlare di “sbloccare bootloader”. Questa operazione è abbastanza facile grazie alla natura open-source di Android. Sbloccando il bootloader, sarete in grado di flashare qualsiasi ROM personalizzata di terze parti, Root, file Mod, Custom Recovery e altro ancora. Ciò significa che avrete accesso a strumenti avanzati per personalizzare il vostro dispositivo Android e farlo funzionare come desiderate.

Tuttavia, è importante ricordare che sbloccare il bootloader Aandroid potrebbe invalidare la garanzia del vostro dispositivo. Inoltre, se non si esegue l’operazione correttamente, si rischia di compromettere il funzionamento del dispositivo. Pertanto, è sempre consigliabile eseguire questa operazione solo se si è esperti di tecnologia o con l’aiuto di un professionista.

D’altra parte, è possibile anche bloccare il bootloader. Questa operazione è utile per impedire l’accesso non autorizzato al dispositivo o per limitare la personalizzazione del sistema operativo. In ogni caso, la scelta di sbloccare o bloccare il bootloader dipende dalle esigenze dell’utente e dalla sua conoscenza dei rischi e dei benefici associati.

Sblocco del Bootloader: Il tuo passaporto per la personalizzazione del dispositivo Android

Lo sblocco del bootloader è una procedura tecnica che consente agli utenti di dispositivi Android di accedere alle funzionalità avanzate e alle opzioni di personalizzazione del sistema operativo. Il bootloader, che è di solito bloccato per ragioni di sicurezza e privacy, può essere sbloccato per permettere agli utenti di installare firmware personalizzati, file di ripristino, ottenere l’accesso root e molto altro.

In pratica, molti OEM di smartphone, essendo in possesso di una skin proprietaria e di una versione del sistema operativo appositamente sviluppata per il loro modello di dispositivo, preferiscono bloccare il bootloader per impedire che gli utenti modifichino il sistema operativo. Tuttavia, questo limita anche le possibilità di personalizzazione per gli utenti, che non possono sfruttare appieno il proprio dispositivo Android.


Sbloccando il bootloader, gli utenti possono ottenere accesso completo al sistema operativo e installare firmware personalizzati che offrono maggiori opzioni di personalizzazione. Inoltre, l’accesso root può essere ottenuto, consentendo agli utenti di accedere alle parti del sistema operativo che normalmente non sono accessibili. Questo può consentire l’installazione di moduli di terze parti per estendere le funzionalità del dispositivo.

Lo sblocco del bootloader è una procedura tecnica che consente agli utenti di dispositivi Android di accedere alle funzionalità avanzate e alle opzioni di personalizzazione del sistema operativo. Sbloccare il bootloader del dispositivo è essenziale se si desidera installare firmware personalizzati, ottenere l’accesso root e sfruttare appieno il proprio dispositivo Android.

Fastboot – Cos’è e come utilizzarlo per modificare il tuo dispositivo

Fastboot è uno strumento utile e potente basato su comandi, che opera esclusivamente in modalità bootloader o fastboot. Se sei alla ricerca di un modo semplice per personalizzare il tuo dispositivo portatile, Fastboot può essere la soluzione giusta per te.


Con Fastboot, è possibile flashare facilmente i file fastboot o i file immagine sul tuo dispositivo portatile, ripristinare la recovery stock, sbloccare il bootloader, resettare i dati del telefono e molte altre cose, utilizzando comandi specifici. Tutto ciò che devi fare è avviare il dispositivo in modalità fastboot e collegarlo al tuo computer.

È importante ricordare che l’uso di Fastboot è facile e accessibile a tutti, purché tu segua attentamente le istruzioni specifiche. Non sono richieste conoscenze tecniche particolari per utilizzare questo strumento, e puoi goderti le modifiche al tuo dispositivo in pochi e semplici passaggi.

In sintesi, se sei alla ricerca di un modo rapido e semplice per personalizzare il tuo dispositivo portatile, Fastboot può essere la soluzione perfetta per te. Utilizzando i comandi specifici, puoi facilmente sbloccare bootloader, ripristinare la recovery stock e modificare il tuo dispositivo a tuo piacimento.

Requisiti preliminari:

Per sbloccare il bootloader del tuo dispositivo Samsung Galaxy, ci sono alcuni requisiti preliminari che devono essere soddisfatti. Innanzitutto, assicurati di avere un PC o un portatile e un cavo USB a portata di mano. È anche importante mantenere il dispositivo carico almeno fino al 60% prima di eseguire qualsiasi operazione.

Inoltre, dovrai scaricare gli strumenti ADB e Fastboot sul tuo PC e installarli per Windows o Mac. Questi strumenti sono essenziali per sbloccare il bootloader del tuo dispositivo.

Prima di procedere con lo sblocco del bootloader, è altamente consigliato eseguire un backup completo del dispositivo (senza Root) per evitare la perdita di dati importanti. Questo passaggio è particolarmente importante perché il processo di sblocco del bootloader potrebbe invalidare la garanzia del dispositivo Samsung Galaxy.


Esclusione di responsabilità:

Tieni presente che noi non saremo responsabili per eventuali danni o errori che si verificano sul tuo dispositivo durante o dopo aver seguito questa guida. È importante eseguire un backup completo come indicato nei requisiti di sicurezza per proteggere i tuoi dati.

Come sbloccare il bootloader su un dispositivo Samsung: nuovo metodo

Se hai un dispositivo Samsung con Android 9.0 Pie o superiore, ora puoi sbloccare il bootloader in modo semplice e veloce grazie a questo nuovo metodo. In questa guida, ti spiegheremo passo per passo come farlo.

Per prima cosa, è necessario attivare la modalità sviluppatore sul tuo dispositivo. Per fare ciò, avvia l’applicazione Impostazioni, scorri verso il basso e tocca l’opzione Opzioni sviluppatore. Attiva l’opzione Sblocco OEM e conferma toccando l’opzione di abilitazione.

Spegni il dispositivo e premi contemporaneamente i tasti Bixby + Volume giù per avviare la modalità download. Successivamente, premi a lungo il tasto Volume su per sbloccare il bootloader. Tieni presente che questa operazione cancellerà tutti i dati dal tuo dispositivo, pertanto è importante eseguire un backup completo prima di procedere.

Una volta completato il processo di sblocco del bootloader, procedi con la configurazione iniziale del dispositivo. Salta tutti i passaggi, poiché i dati verranno cancellati nuovamente in seguito quando installerai Magisk. Tuttavia, durante la configurazione, assicurati di collegare il dispositivo a Internet.

Abilita le opzioni per gli sviluppatori e verifica che l’opzione di sblocco OEM esista e sia in grigio. Questo è importante perché il servizio VaultKeeper sblocca il bootloader solo dopo aver verificato che l’utente ha attivato l’opzione di sblocco OEM. Ciò serve per garantire che il servizio riceva le informazioni corrette e che il dispositivo si trovi in uno stato corretto.

A questo punto, il bootloader del tuo dispositivo accetta immagini non ufficiali in modalità download, il che significa che è stato effettivamente sbloccato. Continua a leggere la guida per maggiori informazioni.

Ricorda che lo sblocco del bootloader cancella tutti i dati dal dispositivo, quindi è importante effettuare un backup completo prima di procedere. Se hai seguito correttamente tutti i passaggi, ora hai sbloccato il bootloader del tuo dispositivo Samsung.

Come sbloccare bootloader dei telefoni Samsung Galaxy senza PC: Guida passo-passo

Se hai un telefono Samsung Galaxy con chipset MediaTek o processori Qualcomm o Exynos in Asia, Europa o Cina, puoi facilmente sbloccare il bootloader del dispositivo o abilitare lo sblocco OEM senza l’ausilio di un PC. In questa guida, ti spiegherò i passaggi da seguire per sbloccare il bootloader del tuo telefono Samsung Galaxy senza PC.

Per prima cosa, devi attivare le Opzioni sviluppatore sul tuo dispositivo Galaxy. Per farlo, vai al menu Impostazioni del telefono e scorri fino alla parte inferiore della schermata. Tocca la sezione Informazioni sul telefono e tocca il numero di build per 7 volte consecutive.

Torna al menu principale delle Impostazioni e scorri un po’ più in basso. Tocca le Opzioni sviluppatore e attiva il toggle Sblocco OEM. Con questo semplice procedimento, hai sbloccato il bootloader del tuo telefono Samsung Galaxy senza l’ausilio di un PC.

Ti auguro buon divertimento con il tuo dispositivo sbloccato! Con questi semplici passaggi, hai la possibilità di personalizzare il tuo dispositivo, installare ROM personalizzate e applicazioni di terze parti, e molto altro ancora. Ricorda però di essere cauto quando modifichi le impostazioni del tuo dispositivo e di non violare le garanzie del produttore.

Come sbloccare il bootloader dei telefoni Samsung Galaxy tramite PC: Guida passo-passo

Hai mai sentito parlare dello sblocco del bootloader del tuo Samsung Galaxy tramite PC? Se il tuo dispositivo è stato bloccato dal produttore, potrebbe essere difficile sbloccarlo senza ottenere il permesso e il codice dal produttore stesso. Tuttavia, se hai ottenuto il codice, seguire questa guida passo-passo per sbloccare facilmente il bootloader del tuo telefono.

  1. Abilita le opzioni sviluppatore e lo sblocco OEM sul dispositivo. Questo passaggio è già menzionato nel metodo 1.
  2. Abilita il Debug USB e le opzioni sviluppatore per connettere il telefono al PC.
  3. Scarica ed estrai il file zip Download ADB & Fastboot sul tuo PC Windows e installalo.
  4. Collega il telefono al PC tramite il cavo USB.
  5. Una volta collegato il dispositivo, spegnilo e accedi alla modalità fastboot.
  6. Ora, accedi alla cartella ADB & Fastboot sul PC, premi il tasto Shift + il tasto destro del mouse su un’area vuota per aprire il prompt dei comandi di Windows.
  7. Digita il comando seguente in CMD: adb devices. Potrebbe apparire un pop-up per consentire il debug USB sul telefono. Tocca il pulsante OK.
  8. Digita il comando successivo e premi invio: adb reboot bootloader.
  9. A questo punto, il telefono si riavvia in modalità bootloader. Verifica se il telefono mostra il bootloader bloccato o meno. In caso affermativo, digita il comando seguente e premi invio: fastboot devices. Il numero del dispositivo apparirà nella schermata ADB & Fastboot. Ciò significa che sei pronto a procedere. In caso contrario, riprova la procedura in modo corretto.
  10. Una volta riconosciuto il telefono, digita il comando successivo: fastboot oem unlock.
  11. Attenzione: questa operazione cancellerà completamente tutti i dati del dispositivo.
  12. Il gioco è fatto. Per riavviare il dispositivo nel sistema principale, digita il seguente comando e premi il tasto invio: fastboot reboot.
  13. Infine, il telefono verrà riavviato nel sistema. Attendi il completamento del processo di avvio.

Speriamo che questa guida ti sia stata utile per sbloccare bootloader Samsung Galaxy tramite PC. Tieni presente che seguire questi passaggi potrebbe annullare la garanzia del tuo dispositivo e comportare rischi per la sicurezza. Segui la guida con attenzione e a tuo rischio e pericolo.