Windows 7 schermata blu, come risolvere

By | Gennaio 28, 2020
Windows 7 schermata blu

Windows 7 schermata blu, come risolvere. Vedere una schermata blu della morte in Windows 7 è un evento comune. È così comune che gli è stato dato il soprannome di “schermata blu della morte” o in breve BSOD. Le schermate blu possono variare, ma conterranno quasi sempre schermate blu con scritte bianche su di esse.

Può essere un evento comune o può accadere all’improvviso. Indipendentemente dalla causa, gli utenti di Windows ne sono spesso infastiditi in quanto può creare problemi durante il lavoro. Fortunatamente, vi dico di non preoccuparvi più di troppo, perché ci sono alcuni metodi per risolvere l’errore della schermata blu della morte di Windows 7.

Anche se è stato dato il nome allarmante “schermata blu della morte” in molti casi, ci sono modi per risolvere e tornare alla normalità. Esistono numerosi semplici passaggi per aiutarti a diagnosticare e aggiustare la schermata blu di Windows 7.

In Windows 7, questi messaggi di errore di solito sembrano una vecchia schermata del terminale e avvisano che sono state raccolte informazioni su ciò che ha causato l’arresto anomalo.

Windows 7 schermata blu, quali sono le cause?

Gli errori di Windows 7 si verificano quando Windows riscontra un errore critico e si blocca. Questo può accadere per diversi motivi. Può essere causato da problemi hardware, software, driver o arresti anomali delle app.

Windows 7 mostrerà quello che è noto come messaggio di arresto. Da lì, l’unico passo successivo che può fare Windows 7 è riavviare il computer. I programmi non hanno la possibilità di salvare i dati durante questo processo, che è uno dei maggiori problemi quando si verifica l’errore della schermata blu su Windows 7.

Quando vedi la schermata blu della morte, Windows sta creando un piccolo file di dump della memoria dopo un arresto anomalo. Il file di dump della memoria può aiutarti a determinare perché Windows si è arrestato in modo anomalo. Il file contiene informazioni utili per aiutarti a identificare il motivo per cui stai riscontrando BSOD.


Windows tenterà di fornire informazioni quali un elenco di driver caricati, informazioni sul processore e altri dettagli sul messaggio di arresto. Queste informazioni possono essere utili, ma in alcuni casi richiedono alcune conoscenze tecniche per comprendere e diagnosticare il problema.

Sebbene Windows proverà a fornire questi dettagli in piccoli file di dump della memoria, potrebbe non essere sempre facile da capire. Sfortunatamente, in molti casi, il computer si riavvierà velocemente prima che tu abbia la possibilità di leggere il testo all’interno del messaggio di errore.

Per ottenere informazioni fornite da Windows sui file di dump della memoria, è possibile visitare i relativi articoli di supporto di Windows, inoltre è possibile seguire alcuni semplici passaggi per la risoluzione dei problemi.

Windows 7 schermata blu, come risolvere

1. Installa i driver più recenti

Avere i driver aggiornati può evitare molti problemi con le prestazioni del tuo PC. I driver sono importanti per il tuo computer perché consentono al sistema operativo e altre applicazioni di connettersi e comunicare con l’hardware.

Senza driver aggiornati, il tuo computer non ha le conoscenze e le risorse per comprendere queste connessioni. Esistono diversi motivi per cui potresti voler aggiornare i tuoi driver, non solo nel caso di problemi con la schermata blu di Windows 7.

Potrebbe essere necessario aggiornare i driver quando si installano applicazioni video o audio, giochi, stampanti o mouse. A volte potrebbero essere aggiunte nuove funzionalità all’hardware esistente che richiederà un aggiornamento del driver. Come installare e aggiornare i driver Windows

2. Windows 7 schermata blu, installa aggiornamenti

Un ottimo modo per riparare e prevenire la schermata blu della morte di Windows 7 è aggiornare regolarmente il tuo computer. Questo è simile all’aggiornamento del sistema operativo del tuo cellulare per aiutare con bug, sicurezza e le ultime funzionalità.

Ottenere aggiornamenti di sicurezza è generalmente una buona pratica per la manutenzione regolare del computer e fornisce la versione più recente del software operativo in uso.

Windows 7 non è configurato per aggiornarsi automaticamente, come Windows 10. Questo significa che devi farlo manualmente se non hai riconfigurato le opzioni di aggiornamento automatico.

Per fare ciò, vai al menu di avvio e trova la sezione “aggiornamento e sicurezza”. Quindi fai clic su “Verifica aggiornamenti”. Da lì puoi selezionare e installare gli aggiornamenti.

3. Ripristino configurazione di sistema

Il ripristino del sistema fornisce un backup del computer prima di apportare qualsiasi modifica. Consideralo come il rollback di qualsiasi modifica che potresti aver apportato di recente al punto di ripristino in cui si trovava il computer prima di apportare la modifica.

Questo ti riporta al punto in cui si trovava il computer prima di apportare la modifica. Ciò include tutto ciò che è stato installato o disinstallato di recente, gli aggiornamenti dei driver e altre azioni che potrebbero essere state intraprese.

In genere ciò non influisce sui file personali, ma è sempre consigliabile eseguire il backup di file importanti. Tieni presente che se hai recentemente modificato la password di Windows, un ripristino del sistema potrebbe annullare tale modifica e potrebbe essere necessario un passaggio aggiuntivo.

Per avviare un ripristino del sistema, vai al menu di avvio e cerca “Ripristino del sistema”. Poi seleziona il punto di ripristino desiderato “cerca i programmi interessati” e mostrerà un elenco di programmi o driver che sono stati installati o disinstallati. Selezionare “Fine” e il sistema si ripristinerà al punto prima della modifica.

Il completamento del processo di ripristino potrebbe richiedere del tempo, ma verrà visualizzato un messaggio con un timestamp per informarti che il sistema è stato ripristinato.

4. Correggi gli errori di memoria o del disco rigido

Possono verificarsi errori di memoria che possono causare la perdita di informazioni o l’interruzione del funzionamento del computer. Esistono diverse cose che possono causare problemi di memoria. Windows ha uno strumento di diagnostica della memoria che verifica la RAM del computer per assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

Lo strumento diagnostico eseguirà otto diversi test di memoria e scansionerà per errori diversi durante il processo.

Per iniziare ad eseguire questo strumento di diagnostica, vai al menu di avvio e digita “memoria” e cerca l’opzione “Diagnostica memoria di Windows”. Quindi selezionare una delle due opzioni. È possibile scegliere se riavviare il computer ed eseguire la diagnostica ora oppure eseguirlo al successivo avvio del computer.

Esistono molti problemi che possono causare guasti al disco rigido. Alcuni dei problemi più comuni includono danni fisici causati da acqua, calore o forza. Anche infezioni da malware e file danneggiati possono danneggiare il disco rigido.

I dischi rigidi fanno parte delle operazioni meccaniche del computer, il che significa che possono anche usurarsi. Anche i dischi rigidi possono essere soggetti agli errori dell’utente, se gli aggiornamenti di un utente alterano determinati file o installano il sistema operativo errato. Controllare il disco rigido per gli errori in Windows 7

7. Reinstallare Windows 7

Poiché esegue così tante funzioni e processi, Windows 7 può rallentare nel tempo. Avere software sul computer che non si sta utilizzando oltre a non eseguire la manutenzione regolare del computer, questo può essere la causa della schermata blu di Windows 7.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.