Persone morte su Facebook: Come comportarsi

By | Agosto 22, 2023
Persone morte su Facebook

Quando un individuo passa a miglior vita, la sua presenza digitale, in particolare su piattaforme come Facebook, può diventare un argomento delicato. Non è permesso accedere direttamente al profilo di chi non c’è più, ma esistono procedure per convertirlo in un profilo commemorativo o per eliminarlo. Recentemente, alcune decisioni giuridiche, anche nel contesto italiano, hanno ravvivato la discussione sull’accesso ai profili e ai contenuti di persone morte su Facebook da parte dei loro cari. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, e a differenza di altre piattaforme come Apple, Facebook ha previsto delle misure specifiche per gestire i profili di persone morte su Facebook in caso di luttuose circostanze. Questo rappresenta un cambiamento significativo rispetto al passato, quando tentare di gestire l’account di una persona deceduta poteva diventare un percorso intricato e doloroso. Tuttavia, è essenziale sottolineare che le opzioni rimangono limitate. A meno che non ci sia un mandato giudiziario, nessuno può richiedere le credenziali di accesso per prendere il controllo del profilo. Questo serve a proteggere la privacy e la dignità del defunto.


Cosa succede ai profili Facebook di persone decedute?

Dopo la scomparsa di un individuo, ci si potrebbe chiedere cosa avviene al suo profilo su Facebook. Molti si interrogano su come gestire in maniera proattiva il proprio profilo in previsione di eventi inaspettati. Una soluzione è designare un contatto erede che avrà la responsabilità di amministrare l’account in memoria di quella persona. Alternativamente, si può optare per la rimozione definitiva del profilo da Facebook.

Il contatto erede ha la capacità di gestire diverse funzioni dell’account. Può, ad esempio, rispondere alle richieste di amicizia in nome dell’account commemorativo, fissare un messaggio speciale in cima alla pagina per rendere omaggio alla persona scomparsa o aggiornare le immagini del profilo e di copertina. Se esiste una sezione dedicata ai messaggi che rendono omaggio al defunto, il contatto erede ha la discrezione di determinare chi può visualizzare e contribuire a tale sezione.

Se non si prende la decisione di cancellare definitivamente il proprio profilo, e Facebook viene informato della scomparsa, l’account verrà trasformato in un profilo commemorativo. Questo serve come tributo e luogo di ricordo per amici e familiari, mantenendo viva la memoria della persona in un ambiente digitale.

Facebook e la Delicatezza della Memoria Digitale

Facebook è indiscutibilmente una delle piattaforme con le linee guida più dettagliate riguardo ai profili di persone decedute. La premessa fondamentale è chiara: non è permesso accedere all’account di un individuo, anche se deceduto. Per enfatizzare, nemmeno in circostanze estreme, Facebook rilascia le credenziali di accesso di un account altrui. Questo sottolinea l’importanza di condividere preventivamente le informazioni di accesso con persone di fiducia per evitare complicazioni future. È come consegnare una chiave di casa a un familiare prima di un lungo viaggio. Come evitare le truffe su Facebook

Il Contatto Erede: Una Soluzione Previdente

Per coloro che desiderano pianificare in anticipo, Facebook offre l’opzione di designare un contatto erede. Questa figura può decidere se eliminare l’account o trasformarlo in un profilo commemorativo dopo la morte dell’utente. Tuttavia, è fondamentale notare che un account può essere trasformato in commemorativo anche se Facebook viene a conoscenza del decesso, indipendentemente dalla volontà dei familiari. È un po’ come avere un testamento digitale pronto per l’uso.

Caratteristiche di un Account Commemorativo

Un account commemorativo ha capacità limitate rispetto a un account standard. Serve come un luogo virtuale dove amici e parenti possono condividere e rivivere i ricordi del defunto. Questi profili sono distintamente contrassegnati con l’etichetta “Facebook in memoria di” accanto al nome dell’utente. Mentre le foto e i post condivisi durante la vita dell’utente rimangono visibili, tali profili non appaiono in sezioni pubbliche come suggerimenti o promemoria di compleanni. Solo un contatto erede designato ha il privilegio di accedere a un account commemorativo.

  • Facebook in memoria di: Quando una persona ci lascia, il suo profilo può diventare un luogo di commemorazione. L’etichetta “In memoria di” appare accanto al nome dell’individuo, trasformando il profilo in un luogo sacro di ricordo.
  • Condivisione di ricordi: In base alle preferenze di privacy stabilite dall’utente, gli amici hanno la possibilità di rendere omaggio e condividere memorie sul diario del profilo commemorativo. È come se il profilo diventasse un libro delle memorie, dove gli amici possono sfogliare e ricordare i momenti passati insieme.
  • Visibilità dei contenuti: I materiali postati dall’utente, come fotografie o messaggi, rimangono su Facebook e sono accessibili alle persone con cui sono stati originariamente condivisi. Questo assicura che i ricordi preziosi non vadano persi e che la storia della persona viva attraverso i suoi post.
  • Privacy e rispetto: I profili di persone morte su Facebook sono trattati con estrema cura. Non appariranno in aree pubbliche, come le raccomandazioni di “Persone che potresti conoscere” o i promemoria di compleanni, garantendo rispetto e discrezione.
  • Sicurezza dell’account: È importante notare che nessuno ha la capacità di accedere o modificare un account commemorativo. Questo preserva l’integrità e la privacy del defunto. Se non è stato designato un “contatto erede”, l’account rimarrà intatto senza possibilità di modifica.
  • Gestione delle Pagine: Se una Pagina ha un solo amministratore e il suo profilo viene trasformato in un profilo commemorativo, la Pagina verrà eliminata da Facebook su richiesta valida. Questo assicura che le attività e le interazioni online del defunto siano gestite con dignità e rispetto. L’arte di togliere l’amicizia in modo furtivo: Facebook notifica quando si rimuove un amico?

Ruolo e Limiti del Contatto Erede

Un contatto erede ha la responsabilità di gestire alcune funzioni dell’account. Può accettare richieste di amicizia, fissare un post in evidenza o modificare le immagini del profilo. Se esiste una sezione dedicata ai tributi, il contatto erede ha la discrezione di controllare chi può visualizzare e pubblicare. Tuttavia, non ha accesso completo all’account e non può, ad esempio, leggere messaggi privati o rimuovere amici.

Eliminazione Permanente: Una Scelta Definitiva

Per coloro che preferiscono una soluzione definitiva, esiste l’opzione di richiedere l’eliminazione permanente dell’account in caso di morte. In pratica, una volta notificato a Facebook il decesso, tutte le informazioni, dai messaggi alle foto, vengono rimosse definitivamente, garantendo la privacy eterna dell’utente. Accedere a Facebook come visitatore


FAQ: Gestione dei profili di persone decedute su Facebook

  1. Cosa succede al profilo Facebook di una persona quando muore?
    • Quando una persona muore, il suo profilo può essere trasformato in un “profilo commemorativo”. Questo permette agli amici e ai familiari di condividere ricordi e messaggi sulla sua bacheca, ma impedisce l’accesso al profilo da parte di terzi.
  2. Come posso segnalare la morte di un utente a Facebook?
    • Puoi segnalare la morte di un utente visitando il suo profilo e cliccando sul link “Segnala questo profilo”. Dovrai fornire una prova del decesso, come un link a un necrologio o un certificato di morte.
  3. Cosa significa “profilo commemorativo”?
    • Un profilo commemorativo è una versione speciale di un profilo Facebook destinata a ricordare e onorare la persona deceduta. Non sarà possibile effettuare il login su un profilo commemorativo e alcune funzionalità, come l’invio di messaggi privati, saranno disabilitate.
  4. Chi può richiedere la trasformazione di un profilo in un profilo commemorativo?
    • Qualsiasi persona può segnalare un decesso a Facebook. Tuttavia, solo i familiari stretti possono richiedere la rimozione dell’account o specifiche modifiche al profilo commemorativo.
  5. È possibile accedere al profilo di una persona deceduta?
    • No, una volta che un profilo è stato trasformato in un profilo commemorativo, non è più possibile accedervi con le credenziali dell’utente deceduto.
  6. Cosa succede alle conversazioni private (Messenger) della persona deceduta?
    • Le conversazioni private rimangono protette e nessuno, nemmeno i familiari, può accedervi dopo il decesso dell’utente.
  7. Posso rimuovere il profilo di un familiare deceduto?
    • Sì, i familiari stretti possono richiedere la rimozione permanente dell’account. Dovranno fornire una prova del loro legame con la persona deceduta e una prova del decesso.
  8. Cosa succede se non voglio che il mio profilo diventi commemorativo dopo la mia morte?
    • Puoi designare un “contatto erede” nelle tue impostazioni di sicurezza su Facebook. Questa persona avrà la possibilità di gestire alcune parti del tuo profilo dopo la tua morte o di decidere se rimuoverlo completamente.
  9. Cosa fa un “contatto erede”?
    • Un contatto erede può scrivere un post fisso sulla tua bacheca, rispondere alle nuove richieste di amicizia e aggiornare la foto del profilo e la copertina. Non può però leggere i tuoi messaggi privati o rimuovere amici e post esistenti.
  10. Come posso designare un contatto erede?
  • Vai alle tue impostazioni di sicurezza su Facebook, cerca l’opzione “Contatto erede” e segui le istruzioni per selezionare un amico fidato.

Speriamo che questa FAQ ti sia stata utile. Se hai ulteriori domande, ti consigliamo di visitare il centro assistenza ufficiale di Facebook. Accedere a Facebook senza account: Come fare?