Sistemi operativi a 32 bit e 64 bit: qual è la differenza?

By | Novembre 23, 2019
Sistemi operativi a 32 bit e 64 bit: qual è la differenza?

È probabile che hai installato un sistema operativo basato su x64, ma cosa significa?  Ci sono molti modi per capirlo, ma quando si tratta di computer c’è solo un binario: 0 e 1. Ciascuno è considerato un “bit”. Ciò significa che per il calcolo a 1 bit, si ottengono due possibili valori; 2 bit significa quattro valori; poi a 3 bit raddoppi quello a otto.


Continua in modo esponenziale e alla fine ottieni 32 bit (2 alla 32a potenza) per un valore di 4.294.967.296; 64 bit (o 2 alla 64a potenza) vale 18.446.744.073.709.551.616 valori. Sono 18,4 quintilioni. Sono molti bit e i numeri mostrano quanto può essere potente un chip che supporta l’elaborazione a bit più alti. È molto più del doppio.

Questo perché ogni pochi anni, i chip all’interno dei computer (anche degli smartphone) e il software in esecuzione su quei chip fanno passi da gigante nel supportare un nuovo numero. Per esempio:

  • Il chip Intel 8080 negli anni ’70 supportavano l’elaborazione a 8 bit.
  • Nel 1992, Windows 3.1 è stata la prima versione desktop di Windows a 16 bit.
  • AMD ha distribuito il primo chip desktop a 64 bit nel 2003.
  • Nel 2009 Apple ha realizzato Mac OS X Snow Leopard interamente a 64 bit.
  • Il primo smartphone con un chip a 64 bit (Apple A7) è stato l’iPhone 5s nel 2014.

È abbastanza ovvio: 64 bit, a volte in stile x64, è in grado di fare più di 32 bit. Potresti conoscere 32-bit come x86, un termine che originariamente si riferiva a qualsiasi sistema operativo con l’istruzione impostata per funzionare su chip Intel come 8086 fino a 80486.

In questi giorni, molto probabilmente stai già lavorando con un chip a 64 bit con sistemi operativi a 64 bit, che a loro volta eseguono app a 64 bit (per dispositivi mobili) o programmi (sul desktop, per accontentarsi di una nomenclatura). Ma non sempre. Windows 7, 8, 8.1 e 10 sono tutti disponibili nelle versioni a 32 o 64 bit, ad esempio.

Identificare un sistema operativo a 64 bit

Se esegui Windows su un computer con meno di 10 anni, il tuo chip è quasi garantito a 64 bit, ma potresti aver installato una versione a 32 bit del sistema operativo. È abbastanza facile da sapere.

In Windows 10, vai su Impostazioni> Sistema> Informazioni o digita Informazioni nella casella di ricerca di Windows 10. Sotto l’ intestazione Specifiche dispositivo, lo vedrai in Tipo di sistema: “Sistema operativo a 64 bit, processore basato su x64” significa che stai apposto.

Gli utenti Mac non devono preoccuparsi di questo, poiché MacOS lavora con 64 bit già da molto tempo. In effetti, a partire dall’ultima versione (10.14 Catalina) le applicazioni a 32 bit su un Mac non sono nemmeno supportate tecnicamente.

Perché a 32 bit?

Perché dovresti installare un sistema operativo a 32 bit su un PC? Il motivo è che hai un processore a 32 bit, che richiede un sistema operativo a 32 bit.

Avere una tale CPU oggi è difficile. Intel ha iniziato a produrre processori a 32 bit nella gamma 80386 nel lontano 1985; vendeva processori a 64 bit nel 2001. Se hai acquistato un PC da quando è uscito il chip Pentium D nel 2005, è improbabile che hai un set di istruzioni a 32 bit all’interno.

Più probabilmente, hai un vecchio sistema con un sistema operativo installato che arrivava solo a 32 bit. Eventuali aggiornamenti successivi potrebbero non aver portato la tua installazione a 64 bit. Ciò potrebbe andare bene: non tutti i primi processori a 64 bit disponevano di tutte le funzionalità. 

Puoi sapere se il tuo PC è davvero pronto per il pieno a 64 bit utilizzando software come Checker a 64 bit. Funziona su tutte le versioni di Windows che risalgono a Windows 95.

L’installazione di un sistema operativo a 32 bit su un sistema con architettura a 64 bit può funzionare, ma non è ottimale. Un sistema operativo a 32 bit, ad esempio, ha più limitazioni: il più grande limite è che può utilizzare solo 4 GB di RAM

L’installazione di più RAM su un sistema con un sistema operativo a 32 bit non ha un grande impatto sulle prestazioni. Tuttavia, aumenta la RAM con una versione a 64 bit di Windows e noterai la differenza.

Il limite teorico di RAM a 64 bit: 16 exabyteQuesto equivale a 1 m di illion terabyte o 1 b di illion gigabyte. Ma siamo molto lontani dall’avere hardware in grado di supportarlo. (Ad ogni modo, l’acquisto di un nuovo laptop con 16 GB di RAM sembra poco interessante, no?)

L’elaborazione a 64 bit offre molti altri miglioramenti, anche se in modi che potrebbero non essere visibili a occhio nudo. Percorsi di dati più ampi, indirizzi di memoria a otto ottetti. È tutta roba di cui gli scienziati informatici possono trarre vantaggio, per rendere i tuoi computer ancora più potenti.

Programmi a 64 bit

Potresti anche notare che alcuni programmi scaricati per il tuo sistema operativo desktop sono disponibili nelle versioni a 32 e 64 bit. Firefox è un buon esempio, in cui le opzioni sono “Windows 32-bit” e “Windows 64-bit” (così come “Linux” o “Linux 64-bit”, la versione macOS è solo a 64 bit).

Perché? Perché i sistemi operativi a 32 bit sono ancora disponibili. Questi sistemi necessitano di software a 32 bit: in genere non possono nemmeno installare un programma a 64 bit e certamente non li eseguiranno. Tuttavia, un sistema operativo a 64 bit può supportare un programma a 32 bit, in particolare Windows ha incorporato un sottosistema di emulazione, chiamato Windows32 su Windows64 o WoW64 .

Cerca nel tuo disco C: qualche volta: vedrai due Cartelle di programma: una per i programmi a 64 bit, un’altra chiamata Cartelle di programma (x86) solo per applicazioni a 32 bit. Rimarrai sbalordito dalla quantità di codice a 32 bit ancora disponibile.

Sul Mac, è meno probabile trovare codice a 32 bit-ness, motivo per cui Apple sta vietando le app a 32 bit in Catalina, o almeno ci sta provando. Ma puoi controllare le tue app. Nel menu Apple, selezionare Informazioni su questo Mac, fare clic su Rapporto di sistema ed evidenziare tutte le applicazioni elencate in Software. 

Un po’ di telefoni 64-Bit

Come notato sopra, il chip A7 di Apple è stato il primo processore a 64 bit ad entrare in un telefono cellulare (iPhone 5s). Nel 2015, Apple ha imposto che tutti i software iOS dovessero lavorare a 64bit. A partire da giugno 2016, l’apertura di un’app a 32 bit nelle ultime versioni di iOS ha provocato un avviso “non ottimizzata”: “l’utilizzo potrebbe influire sulle prestazioni complessive del sistema”.

Se hai un iPhone 5s o versione successiva con iOS 10 o versione successiva, non puoi utilizzare quelle vecchie app a 32 bit che non hanno avuto un aggiornamento. Questa è la cosa “migliore” del sistema chiuso di Apple: può forzare che ciò accade.

Sui telefoni Android, può essere un po’ più complicato scoprire i dettagli a meno che tu non sia esperto di quale chip sia dentro. Se non stai utilizzando Android 5.0 Lollipop o versioni successive, sei ancora a 32 bit. Un’app che te lo dirà è AnTuTu Benchmark; scaricalo e installalo, fai clic sul pulsante Informazioni e cerca la linea Android. Ti dirà la versione di Android e se è a 32 o 64 bit. Processore a 32 o 64 bit? Come sapere quale viene utilizzato sul tuo smartphone

Per iOS e Android, non si tratta di aprire il sistema operativo all’utilizzo di più RAM. In effetti, andare su x64 non è una garanzia di prestazioni migliori. L’andare a 64 bit ha altri vantaggi: cose come recuperare ancora più dati per ciclo (e più veloce), una migliore crittografia e passare a nuovi chip a 64 bit con funzionalità migliorate, come l’efficienza energetica.

In definitiva, la rivoluzione a 64 bit è già qui. E non devi sapere nulla di x64 per farne parte.

Author: GuideSmartPhone

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.