Smartphone per il gaming: le specifiche necessarie

Smartphone per il gaming

Il mondo del gaming è in continua evoluzione, tanto che può essere considerato uno dei settori più fiorenti sia in Italia che nel resto del mondo. Del resto, la tecnologia ha fatto dei passi da gigante. Ad oggi i videogiochi hanno conquistato una credibilità anche dal punto di vista sociale molto più ampia rispetto a quella della quale godevano diversi anni fa. Infatti, non è un caso il fatto che vengano visti non solo come uno svago, ma anche come un vero e proprio modo per socializzare con persone provenienti da ogni parte del globo. Nella nostra epoca, inoltre, è possibile anche intraprendere un percorso per diventare dei gamer professionisti e per fare della propria passione per i videogames un lavoro.


L’evoluzione del gaming mobile

A proposito della strada da percorrere per diventare professionisti, la cura dei dettagli è assolutamente fondamentale. Per competere ad altissimi livelli serve un’attrezzatura di tutto rispetto. Per questo è necessario investire sulle migliori console, sulla connessione più veloce in circolazione e perfino sulle migliori sedie da gioco. Tuttavia, analizzando il mercato odierno, si può tranquillamente affermare che se prima i giochi per console e per PC avevano la meglio su quelli per mobile, ad oggi la situazione si è completamente capovolta. Ad attirare l’attenzione dei videogiocatori sul mondo legato al mobile è senza ombra di dubbio anche la maggior accessibilità che lo contraddistingue, che gli permette di scaricare e di aprire un determinato gioco in qualunque luogo e in qualsiasi momento. La realtà del mobile si è così tanto evoluta che c’è anche chi è tornato prepotentemente sul mercato per ricercare gli smartphone per gamer professionisti.

Tutti i giochi hanno bisogno di particolari aspetti tecnici?

Premessa. Ciò che occorre sottolineare è che non tutti i giochi necessitano di particolari aspetti tecnici. A tal proposito, basterebbe pensare, ad esempio, alle app di giochi rompicapo o ai comuni giochi di carte. Infatti, i giochini rompicapo che affollano gli store come shoppingmode Google Play e l’App Store di shoppingmode Google non richiedono particolari prestazioni ai dispositivi. Stesso discorso, come detto, vale per le applicazioni semplici dedicate a giochi di carte, scacchi o dama, tetris e altri semplici programmi. Altro esempio è quello delle sale da gioco digitali o dei casinò online AAMS: se si legge un articolo di approfondimento, una guida o una recensione su di essi e sulle loro promozioni risulta evidente che si parla solo di bingo, poker, roulette, slot e tavoli con croupier in modalità live. E’ possibile accedere ai loro servizi non solo tramite smartphone, ma anche con iPad, tablet o attraverso un qualunque laptop che supporti le specifiche minime richieste. Si tratta di tutte opzioni che non consumano troppa batteria e non stressano processore o memorie. Ovviamente, i gamer professionisti punteranno a giochi che avranno grafiche altamente definite e che necessitano di hardware performanti per poter essere fruiti al meglio delle loro possibilitá.

Le specifiche necessarie per uno smartphone per gamer professionisti

Una volta fatta questa premessa fondamentale, possiamo affermare con certezza che gli smartphone per gamer professionisti hanno delle caratteristiche che sono differenti rispetto a quelle di un comunissimo smartphone, tanto che hanno strettamente bisogno di determinate specifiche. A proposito del processore, ad esempio, è necessario un modello di ultima generazione che sia in grado di pensare e di calcolare alla perfezione tutte le operazioni matematiche di quello che accade sullo schermo. In questo senso, si sta andando verso l’adozione di circuiti System in Chip stupefacenti per CPU, GPU ecc. Senza ombra di dubbio, anche le dimensioni dello schermo e la frequenza di aggiornamento del display devono essere differenti da uno smartphone normale.

Le prime devono essere più elevate, la seconda, per essere al top, deve avere un valore di 120Hz. Tuttavia, anche 90Hz risulta essere un discreto valore. Quasi inutile dirlo: per rendere perfetta l’esperienza di gioco c’è bisogno di una connessione più veloce possibile come il 5G, che presto sarà disponibile anche sugli aerei. Inoltre, la risoluzione del display dev’essere perlomeno di 1920 x 1080 pixel. La frequenza di campionamento del tocco e i sistemi di raffreddamento, necessari per non danneggiare lo smartphone, sono delle misure che non devono essere assolutamente sottovalutate. Ultima ma non per importanza è la questione legata alla batteria. Per giocare anche diverse ore al giorno, vanno benissimo i dispositivi che sono caratterizzati da batterie da 5000 mAh.

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!