Soluzione: ‘Non è riconosciuto come comando interno o esterno’ in Windows 10 o 11

By | Ottobre 30, 2023
Non è riconosciuto come comando interno o esterno

L’interfaccia di Windows è generalmente intuitiva per la maggior parte delle impostazioni. Tuttavia, quando si tratta di compiti apparentemente semplici come la pulizia della cache DNS, è necessario ricorrere all’app Terminal per gli strumenti da riga di comando. Alcuni utenti, utilizzando Windows 11 o 10, si imbattono nell’errore “non è riconosciuto come comando interno o esterno” durante l’esecuzione di un comando. Le cause principali di questa problematica includono la mancanza di privilegi di amministratore, l’assenza di applicazioni necessarie, percorsi e formattazioni di comandi errati, e variabili d’ambiente mancanti. Di seguito sono elencati sette metodi per risolvere tale inconveniente.


1. Esecuzione del Prompt dei Comandi in Modalità Amministratore

Quando si verifica l’errore che “non è riconosciuto come comando interno o esterno”, può essere utile eseguire il Prompt dei Comandi con privilegi amministrativi. Ecco come fare:

  1. Premi il tasto Windows per aprire il menu Start. Digita cmd nella casella di ricerca e utilizza la scorciatoia da tastiera Control + Shift + Enter per aprire una finestra del Prompt dei Comandi con privilegi elevati.
  2. Si aprirà la finestra di Controllo dell’Account Utente. Clicca sul pulsante “Sì” per accedere al Prompt dei Comandi con diritti amministrativi.
  3. Digita correttamente il comando e premi Invio per eseguirlo.

2. Verifica dell’Installazione dell’Applicazione

L’errore “non è riconosciuto come comando interno o esterno” può sorgere anche se il comando che stai cercando di eseguire appartiene a un’applicazione non installata sul tuo PC.

  1. Premi la combinazione di tasti Windows + E per aprire l’app Esplora File.
  2. Vai alla barra degli indirizzi in alto e clicca su di essa. Ora, incolla il seguente percorso e premi Invio per navigare alla cartella System32: C:\Windows\System32.
  3. Clicca sulla barra di ricerca nell’angolo superiore destro. Digita il nome dello strumento che stavi cercando di accedere da riga di comando. Se non appare nei risultati di ricerca, significa che è assente, mancante o non disponibile per il tuo PC.

Per strumenti di terze parti, è necessario verificare la cartella Programmi o altre posizioni in cui hai installato o estratto l’applicazione per confermarne la presenza.

3. Spostamento alla Directory Corretta

Il Prompt dei Comandi a volte può non riconoscere determinati comandi se tenti di accedere al programma da una directory non appropriata. Anche se il Prompt dei Comandi consente di accedere a qualsiasi strumento di sistema da qualsiasi directory, quando si tratta di strumenti di terze parti, è fondamentale navigare nella directory dove lo strumento è ubicato prima di eseguire i relativi comandi. Ecco come procedere:

  1. Premi il tasto Windows per aprire il menu Start. Digita cmd nella casella di ricerca e premi Invio per aprire il Prompt dei Comandi.
  2. Cambia la directory corrente per passare all’unità dove lo strumento è localizzato. Supponendo che tu voglia accedere a Vivetool presente in una cartella nell’unità D, il comando sarà: D:
  3. Una volta nell’unità corretta, naviga nella posizione esatta della cartella. La struttura del comando per farlo è: Folder name\folder name\toolname.exe. Ad esempio, per accedere a Vivetool situato dentro una sottocartella, il comando sarà: Vivetool\vive\vivetool.exe
  4. Chiudi la finestra del Prompt dei Comandi.

4. Inserimento del Comando tra Virgolette

Se il comando che stai cercando di eseguire ha un percorso che include spazi, potresti incorrere nell’errore “non è riconosciuto come comando interno o esterno”. Questo accade perché il Prompt dei Comandi non interpreta correttamente lo spazio, non sapendo se è intenzionale o parte effettiva del nome della cartella o del file.

Per risolvere questo inconveniente, puoi inserire l’intero percorso e il comando tra virgolette doppie. Quindi, la struttura del comando diventa: Full path\tool.exe

Ad esempio, se desideri accedere a Vivetool situato all’interno di una sottocartella chiamata ‘vive efr’ nell’unità D, il tuo comando sarà: D:\Vivetool\vive efr\vivetool.exe

5. Aggiunta della Variabile d’Ambiente per Evitare Errori di Comando

Quando il sistema operativo non identifica un comando, mostrando il messaggio “non è riconosciuto come comando interno o esterno“, è possibile che il percorso del programma non sia incluso nelle Variabili d’Ambiente. Ecco come risolvere:


  1. Premere la combinazione di tasti Windows + R per aprire la finestra Esegui. Digitare %windir%\System32\SystemPropertiesAdvanced.exe e premere Invio per accedere alle Proprietà del Sistema Avanzate.
  2. Selezionare l’opzione Variabili d’Ambiente.
  3. Nella sezione delle Variabili di Sistema, cercare la variabile Percorso (Path) e fare doppio clic su di essa.
  4. Cliccare sul pulsante Nuovo.
  5. Verrà creato un nuovo campo per la variabile d’ambiente. Selezionare Sfoglia.
  6. Navigare nella directory dove è presente il programma da aggiungere, selezionarlo e premere OK.
  7. Confermare con OK.
  8. Premere OK per chiudere la finestra delle Variabili d’Ambiente.
  9. Ora, aprire il Prompt dei Comandi e provare ad eseguire il programma o il comando associato.

Se si incontrano difficoltà nell’accedere agli strumenti di sistema, è necessario modificare il Percorso seguendo i primi quattro passaggi e creando una nuova voce per la variabile d’ambiente.

  1. Incollare il seguente testo nella nuova voce: %SystemRoot%\system32
  2. Confermare con OK.
  3. Chiudere la finestra delle Variabili d’Ambiente.

6. Riparazione con SFC e Scansione DISM

Per riparare e ripristinare i file di sistema mancanti e correggere lo store dei componenti Windows, si può utilizzare gli strumenti SFC e DISM. Eseguirli uno dopo l’altro:

  1. Premere il tasto Windows, digitare cmd nella barra di ricerca e premere simultaneamente Control + Shift + Enter per aprire il Prompt dei Comandi con privilegi amministrativi.
  2. Nella finestra di Controllo dell’Account Utente, cliccare su Sì.
  3. Digitare SFC /scannow e premere Invio.
  4. Digitare cls e premere Invio per pulire la finestra del Prompt dei Comandi.
  5. Digitare e eseguire uno dopo l’altro i seguenti comandi:
  6. mathematica
    DISM /Online /Cleanup-Image /CheckHealth
    DISM /Online /Cleanup-Image /ScanHealth
    DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth
  7. Le scansioni richiederanno del tempo. Riavviare il PC successivamente.

Ripristino del Sistema


Se il PC non funziona come prima, il Ripristino del Sistema può essere la soluzione, permettendo di tornare a uno stato precedente:

  1. Premere il tasto Windows, digitare rstrui nella barra di ricerca e premere Invio per avviare il Ripristino del Sistema.
  2. Cliccare su Avanti.
  3. Scegliere un punto di ripristino dall’elenco e seguire le istruzioni a schermo.

Il PC si riavvierà per applicare il punto di ripristino, il che potrebbe richiedere del tempo.

Esecuzione dei Comandi Senza Intoppi

Questi sette metodi possono correggere l’errore “non è riconosciuto come comando interno o esterno” su Windows 11 e 10. Inizialmente, verificare eventuali errori nel comando e avviare il Prompt dei Comandi in modalità amministratore. Successivamente, cambiare directory e racchiudere il comando tra virgolette. Infine, modificare le variabili d’ambiente e utilizzare gli strumenti SFC e DISM per risolvere il problema. Password PC dimenticata: Come recuperarla