Task Manager, come funziona e come si usa

By | Agosto 17, 2020
task manager

Questo articolo si concentra sul Task Manager o Gestione attività di Windows 10, sebbene gran parte di questo si applichi anche a Windows 7. Microsoft ha migliorato notevolmente il Task Manager dal rilascio di Windows 7. Questa guida spiega ogni caratteristica e termine tecnico nel Task Manager o Gestione attività di Windows.

Spiegheremo cos’è e come ottenere il massimo dal Task Manager Windows 10. È un elemento che è stato inserito nel sistema operativo da molti anni nelle versioni precedenti e che ti aiuterà a gestire tutte le attività e migliorare le prestazioni del tuo computer quando qualcosa non funziona.

Inizieremo spiegandoti in modo semplice cos’è esattamente il task manager di cui avrai sicuramente sentito parlare quando qualcuno ti parla di soluzioni a molti problemi di programmi per computer. Quindi, passeremo a spiegarti le funzioni del task manager con cui potrai sfruttarlo al meglio. Questa guida funziona anche per il Task Manager Windows 7.

Cos’è il Task Manager?

Allora vi spieghiamo cos è il Task Manager. Quando premi i tasti Control + Alt + Canc contemporaneamente sul tuo computer, andrai a una schermata di Windows in cui hai diverse opzioni, incluso l’accesso al task manager. Puoi anche trovarlo facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla barra delle applicazioni di Windows o digitando taskmgr nel menu di avvio per renderlo il tuo primo risultato di ricerca.

Il task manager è un’applicazione integrata nel sistema operativo Windows stesso. Non è necessario installare nulla, né può essere disinstallato. Viene utilizzato per ottenere informazioni sui programmi in esecuzione in tempo reale sul computer e anche su quei processi che non vengono eseguiti, ma che normalmente funzionano senza che tu lo sappia in background.

In particolare, questa funzione ti consentirà di vedere la quantità di CPU e RAM che stai utilizzando in ogni momento sul tuo computer e interromperà tutti i processi aperti in modo da poter vedere quanto ciascuno di essi sta consumando. Sui processi e sui programmi, vedrai anche lo spazio di archiviazione che occupano, nonché la quantità di rete o memoria della GPU che stanno utilizzando.

Oltre a poter vedere tutto questo, sarai anche in grado di gestire questi processi che sono aperti. Ad esempio, potrai forzare la chiusura dei processi o riavviarli nel caso in cui sia necessario a un certo punto perché stanno causando problemi o malfunzionamenti.

Il task manager ti offrirà anche grafici e dati sull’utilizzo dell’hardware del tuo computer. Qui, oltre alle informazioni in tempo reale sull’utilizzo totale di ogni componente, vedrai anche la cronologia nel grafico, in modo da poter rilevare quando ci sono stati picchi in funzione.

Cosa puoi fare con il Task Manager o Gestione attività di Windows

Di seguito menzioneremo alcune delle funzioni principali di Windows Task Manager, sia quelle ben note che altre che potresti non sapere fossero presenti. Ed è che alla fine, quasi tutti noi andiamo dall’amministratore fondamentalmente per vedere se qualche applicazione si blocca o consuma troppo, lasciando un po ‘da parte le sue altre funzioni.

Scopri i processi attivi

La prima funzione del task manager è di avere un elenco con tutti i tuoi processi aperti , per i quali devi entrare nella sua scheda Processi , che è la prima di tutte. Questo elenco è solitamente diviso in due parti: prima vedrai le applicazioni in esecuzione e poi tutti i processi in esecuzione in background. In entrambi i casi, i dati che ti offrirà su ciascuna applicazione e processo nelle diverse colonne sono gli stessi:

  • Nome: il nome dell’applicazione o del processo in esecuzione.
  • Stato: quando un processo o un’applicazione è in modalità di risparmio energetico, apparirà.
  • CPU: la percentuale di potenza del processore che stai utilizzando. Più è alto, più è impegnativa l’esecuzione dell’applicazione o del processo.
  • Memoria: la quantità di RAM consumata da ciascuno dei processi o delle applicazioni in esecuzione.
  • Disco: se un processo o un’applicazione sta scrivendo sul disco rigido del tuo computer, qui vedrai la velocità di scrittura di ciascuno.
  • Rete: se un’applicazione o un processo accede a Internet, qui vedrai la velocità di download che ognuno sta utilizzando.
  • GPU: Quando un processo o un’applicazione utilizza la scheda grafica, qui potrai vederla e conoscere la percentuale di utilizzo.
  • Motore GPU: se non è sufficiente sapere che la tua grafica è in uso, qui puoi vedere quale funzionalità sta utilizzando. Ad esempio, può elaborare video o grafica 3D.
  • Consumo energetico: sarai in grado di conoscere il consumo energetico totale di ciascuno dei processi in tempo reale, indicando il suo impatto su CPU, GPU e disco rigido.
  • Andamento del consumo energetico: ti dice lo stesso del precedente, ma come questo impatto è solitamente nel tempo anziché in questo preciso momento.

Task manager compatto

Il task manager ha due modi per apparire, compatto o dettagliato. E se sei in uno, puoi passare all’altro cliccando sul pulsante per maggiori o minori dettagli che avrai in basso a sinistra. Nella modalità con meno dettagli, vedrai semplicemente le applicazioni sempre in esecuzione, ma senza le informazioni dettagliate su ciascuna di esse.

Forza la chiusura dei processi desiderati

Ci sono momenti in cui chiudi un’applicazione ma qualcosa va storto e rimane in esecuzione in background. Quando ciò accade e un’applicazione viene “agganciata”, cosa che di solito accade anche quando consuma più risorse, è il momento di forzare la chiusura di questa applicazione. Per fare ciò, devi semplicemente fare clic con il pulsante destro del mouse sull’applicazione nell’elenco dell’amministratore e scegliere l’opzione Termina attività.

Identifica e individua i processi in esecuzione

Immagina che qualcosa sembri non funzionare nel tuo computer, e improvvisamente sembra essere un po’ lento e non sai esattamente perché. L’unica cosa che sai è che non è dovuto a un’applicazione che hai aperto. Forse c’è un virus o qualche programma che non conosci in esecuzione in background?

Bene, mostrando il consumo di risorse dei processi in background, puoi vedere se ce ne sono che consumano troppo senza sapere esattamente perché.

La cosa più utile è che quando fai clic con il pulsante destro del mouse su un’applicazione o un processo, puoi scegliere l’opzione Cerca in linea per eseguire una ricerca automatica in Google o nel tuo motore di ricerca predefinito per il nome di questo processo.

Pertanto, sarai in grado di identificare cos’è esattamente questo processo e a cosa serve, e se fosse qualcosa di pericoloso, c’è un’opzione per aprire la sua posizione sul disco rigido per provare a eliminarlo o disinstallarlo.

Monitora le prestazioni del tuo computer

Un’altra delle funzioni principali del task manager o gestione attività è monitorare le prestazioni del tuo computer. Lo farai entrando nella scheda Performance, dove puoi vedere un grafico con tutti i dati e l’evoluzione delle prestazioni dei componenti del tuo computer, dalla CPU alle GPU che potresti avere.

Se hai due dischi rigidi, appariranno entrambi con la lettera assegnata a loro e ti dirà se si tratta di un HDD meccanico o di un SSD. Inoltre, nel caso di avere una grafica dedicata e una integrata, appariranno entrambi con il nome dei loro modelli e anche la temperatura a cui si trovano in ogni momento.

E se non sei interessato alla cronologia, ma vuoi semplicemente vedere le prestazioni in tempo reale, puoi anche fare clic con il tasto destro su qualsiasi dato e scegliere l’opzione Vista riepilogo. Il task manager si ridurrà per mostrare solo i dati in tempo reale, che in piena vista è la colonna di sinistra.

Controlla quali applicazioni hai aperto

Il task manager o gestione attività sono dotati di una scheda Cronologia applicazioni. In esso potrai vedere un elenco di tutte le applicazioni che hai aperto oggi insieme a un riepilogo delle risorse che ciascuna che esse ha consumato.

Inoltre, nel caso in cui desideri eseguire un controllo su una qualsiasi delle applicazioni nell’elenco, se fai clic con il tasto destro del mouse su di essa, vedrai l’opzione Cambia in, che viene utilizzata per aprirla di nuovo o accedervi.

Decidi quali app avviare insieme al sistema

La scheda Avvio viene utilizzata per configurare quali applicazioni vengono avviate insieme al sistema operativo. In ognuno degli elenchi, sarai in grado di vedere lo stato corrente, essendo abilitati quelli che si avviano all’accensione del computer e il loro impatto all’avvio, ovvero quanto ciascuna di queste applicazioni può rallentare l’avvio del computer durante l’esecuzione all’inizio.

In questo modo puoi fare due cose. Puoi impedire l’avvio di alcune applicazioni insieme a Windows in modo che il tuo computer impieghi meno tempo per avviarsi. Oppure, se il tempo di avvio non è così importante per te, puoi configurare le applicazioni per l’avvio insieme a Windows e averle sempre in esecuzione quando ne hai bisogno.

Confronta il consumo di ogni utente di PC

Nel caso in cui ti trovi su un computer che viene solitamente utilizzato da più di una persona e che ha diversi utenti configurati, puoi utilizzare la scheda Utenti per scoprire quante risorse ogni persona ha consumato sul computer. Pertanto, in un ambiente aziendale o di rete, è possibile disporre di informazioni più dettagliate.

Altro per utenti avanzati

E sebbene questo sia già lontano dalla conoscenza degli utenti più inesperti per i quali di solito scriviamo, nelle schede Dettagli e Servizi, gli utenti con maggiore conoscenza avranno anche ancora più informazioni su ogni processo che il computer, essendo in grado di stabilire priorità tra loro, terminare i processi o alberi di processo, o gestire i servizi che il computer ha attivato.

Come aprire Task Manager o Gestione attività?

task manager

1. Avvia gestione attività premendo su Ctrl + Alt + Elimina

Probabilmente hai familiarità con il saluto a tre dita: Ctrl + Alt + Canc. Fino al rilascio di Windows Vista, premendo Ctrl + Alt + Canc si è passati direttamente a Task Manager. Da Windows Vista, premendo Ctrl + Alt + Canc ora si accede alla schermata Sicurezza di Windows, che fornisce opzioni per bloccare il PC, cambiare utente, disconnettersi ed eseguire Task Manager.

2. Come aprire gestione attività? Premi Ctrl + Maiusc + Esc

Il modo più rapido per visualizzare Task Manager, supponendo che la tastiera funzioni, è semplicemente premere Ctrl + Maiusc + Esc. Come bonus, Ctrl + Maiusc + Esc offre un modo rapido per visualizzare Task Manager mentre si utilizza Desktop remoto o si lavora all’interno di una macchina virtuale (poiché Ctrl + Alt + Canc segnalerebbe invece la propria macchina locale).

3. Premi Windows + X per accedere al menu Power User

Windows 8 e Windows 10 presentano entrambi un menu Power User a cui puoi accedere premendo Windows + X. Il menu offre un rapido accesso a tutti i tipi di utility, incluso Task Manager.

4. Fare clic con il tasto destro sulla barra delle applicazioni

Se preferisci il mouse alla tastiera, uno dei modi più veloci per visualizzare Task Manager è fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi spazio aperto sulla barra delle applicazioni e scegliere “Task Manager”. Solo due clic e sei lì.

5. Esegui “taskmgr” dalla casella Esegui o dal menu Start

Il nome del file eseguibile per Task Manager è “taskmgr.exe”. È possibile avviare Task Manager premendo Start, digitando “taskmgr” nella casella di ricerca del menu Start e premendo Invio.

Puoi anche eseguirlo premendo Windows + R per aprire la casella Esegui, digitando “taskmgr” e quindi premendo Invio.

6. Passare a taskmgr.exe in Esplora file

Puoi anche avviare Task Manager aprendo direttamente il suo eseguibile. Questo è sicuramente il modo più lungo di aprire Task Manager, ma lo stiamo includendo per completezza. Apri Esplora file e vai al seguente percorso:

C:\Windows\System32

Scorri verso il basso e cerca (o cerca) taskmgr.exe, quindi fai doppio clic su di esso.

Creare un collegamento a Task Manager o Gestione attività

E l’ultimo nel nostro elenco sta creando un collegamento piacevole e accessibile a Task Manager. Puoi farlo in un paio di modi. Per aggiungere un collegamento alla barra delle applicazioni, andare avanti ed eseguire Task Manager utilizzando uno dei metodi descritti.

Mentre è in esecuzione, fai clic con il pulsante destro del mouse sull’icona Task Manager sulla barra delle applicazioni e scegli “Aggiungi alla barra delle applicazioni”. Successivamente, potrai fare clic sul collegamento per eseguire Task Manager in qualsiasi momento.

Se si desidera creare un collegamento sul desktop (o in una cartella), fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi spazio vuoto in cui si desidera creare il collegamento, quindi scegliere Nuovo> Collegamento.

Nella finestra Crea collegamento, inserisci la seguente posizione nella casella e premi “Avanti”.

C:\Windows\System32

Digita un nome per il nuovo collegamento, quindi fai clic su “Fine”.

Questa è la fine della nostra lista! Alcuni metodi sono ovviamente più efficienti di altri, ma se ti trovi in ​​una situazione difficile – tastiera o mouse non funzionanti, lotta a fastidiosi virus malware o qualsiasi altro – qualsiasi metodo che funziona è un buon metodo.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.