Come vedere se il telefono è sotto controllo

By | 27 Novembre 2023
telefono sotto controllo come capirlo

Esplora i segnali chiave che indicano un telefono sotto controllo e come capirlo, migliorando la tua consapevolezza della sicurezza del dispositivo. Nell’era digitale attuale, siamo sempre più dipendenti dai nostri telefoni cellulari sia per lavoro che per mantenere i contatti con amici e famiglia. Questi dispositivi diventano così depositari dei nostri dati più riservati e importanti. Tuttavia, sono soggetti a rischi come l’intercettazione. Se ti stai chiedendo come riconoscere se il tuo telefono è sotto controllo, questa guida elenca 7 segnali chiave per identificarlo. Con le avanzate tecnologie a disposizione dei malintenzionati, è fondamentale conoscere i segnali di un cellulare sotto controllo per proteggerci da questa minaccia sempre più presente. In questo articolo, chiariremo questi segnali per aiutarti a prevenire intrusioni indesiderate. Ecco i passaggi da seguire.

Telefono sotto controllo come capirlo?

Impara le tecniche per riconoscere se il tuo smartphone è monitorato: telefono sotto controllo come capirlo facilmente.

1. Telefoni Sotto Controllo: Rilevamento Anomalo del Consumo della Batteria

Quando si nota che la batteria del proprio telefono si esaurisce più rapidamente del solito o si riscalda in modo anomalo durante l’uso, è possibile che sul dispositivo sia in esecuzione un software spia non rilevato. In questi casi, è fondamentale esaminare il consumo della batteria del proprio cellulare per individuare eventuali anomalie. Questa analisi permette di identificare quali applicazioni consumano più energia. Per accedere a queste informazioni, è sufficiente seguire alcuni passaggi semplici, variabili a seconda del sistema operativo del dispositivo.

  • Per iPhone: Accedi alle Impostazioni. Scorri fino alla voce Batteria e selezionala. Osserva l’elenco delle applicazioni per verificare il loro consumo energetico.
  • Per Android: Apri le Impostazioni. Seleziona la voce Batteria nel menu. Controlla l’uso della batteria da parte delle diverse applicazioni.

Monitorando l’utilizzo della batteria per alcuni giorni, si può facilmente capire se il telefono sotto controllo sta consumando più energia del necessario. In caso di rilevazione di applicazioni sospette, è consigliabile rimuoverle immediatamente e, per maggiore sicurezza, ripristinare le impostazioni di fabbrica del dispositivo, sia esso Android o iOS.

2. Rumori di Fondo Insoliti

Rumori di fondo insoliti durante le conversazioni telefoniche possono essere un segnale di telefono sotto controllo. È possibile notare eco, fruscii o clic durante una chiamata. Se il problema persiste, si consiglia di cambiare luogo o di effettuare chiamate con interlocutori differenti. Alcune applicazioni sono capaci di rilevare suoni a bassa frequenza emessi da un dispositivo intercettato.

Si suggerisce di installare app per vedere se il telefono è sotto controllo che rilevano suoni a bassa frequenza (come Sound Meter e Noise Detector per Android, o Decibel X per iOS) su un altro cellulare, e verificare se l’app rileva suoni ripetuti più volte in un minuto. In questo caso, aumentano le probabilità che il proprio telefono sia monitorato. È importante ricordare che questi rumori possono anche essere causati da disturbi nella rete o da problemi hardware del proprio dispositivo.

3. Telefono sotto controllo come capirlo? Aumento del Traffico Dati

Potrebbe sembrare inusuale, ma tenere sotto osservazione il traffico dati può rivelarsi un metodo efficace per identificare la presenza di software spia sul proprio smartphone. In particolare, se si verifica un incremento significativo nel consumo di dati, questo potrebbe essere un segnale di allarme. Tale aumento è spesso legato a pratiche di intercettazione, dove il traffico dati si intensifica notevolmente. Anche se monitorare il consumo di dati su una rete Wi-Fi potrebbe risultare complesso, è sempre possibile controllare l’uso dei dati mobili. Ecco come procedere:

  • Per dispositivi iOS: Accedi alle Impostazioni. Seleziona “Cellulare”. Scorri verso il basso per visualizzare i dettagli del consumo dati per ciascuna applicazione.
  • Per dispositivi Android: Apri le Impostazioni. Seleziona “Rete e Internet” o “Connessioni”. Scegli “Utilizzo dati”.

Le applicazioni spia, di natura malevola, raccolgono informazioni dal tuo dispositivo e le inviano ai malintenzionati, un processo che richiede un notevole quantitativo di dati. Pertanto, tenere traccia dell’uso dei dati può aiutare a individuare eventuali attività di intercettazione.

4. Problemi Generali di Prestazioni

Un’altra conseguenza della presenza di spyware sul tuo dispositivo è il degrado delle prestazioni generali. Noterai rallentamenti e interruzioni frequenti, anche quando non ci sono molte applicazioni in esecuzione in background. Il telefono potrebbe surriscaldarsi senza apparente motivo, anche eseguendo operazioni poco esigenti.

Inoltre, potresti riscontrare ritardi nell’accensione e nello spegnimento del dispositivo. Questo potrebbe essere dovuto al tentativo del software spia di rimanere attivo anche durante la disattivazione del telefono. Per affrontare questi problemi:

Per Android: Apri le Impostazioni. Vai su “App” o “Cura della batteria e del dispositivo”. Verrà mostrato un elenco di applicazioni. Seleziona l’app desiderata per verificare il suo utilizzo della RAM.

Per iOS: Purtroppo, gli iPhone non offrono la possibilità di controllare l’utilizzo della RAM. Pertanto, potresti dover installare un’app di terze parti, come CPU-X, che tuttavia non fornisce dettagli sull’utilizzo della RAM per ciascuna app. Potrai solo visualizzare la capacità totale di RAM, la RAM attiva e quella inattiva, offrendo così un’idea generale della situazione.

5. Telefono sotto controllo: come riconoscere e contrastare l’accesso non autorizzato

Il controllo non autorizzato dei dispositivi mobili è una problematica crescente nell’era digitale. Sospettare che il proprio telefono o cellulare possa essere sotto controllo da parte di terzi non è una questione da prendere alla leggera. Per identificare se il vostro dispositivo è soggetto a sorveglianza indesiderata, esistono alcuni segnali chiave da osservare attentamente.

Verifica se la tua fotocamera o microfono si attivano in modo inaspettato

Se osservate che la fotocamera, il GPS o il microfono del vostro telefono si attivano casualmente, senza che abbiate aperto applicazioni che li utilizzano, potrebbe essere un segno che il vostro cellulare è sotto controllo. Questo potrebbe significare che qualcuno sta ascoltando le vostre conversazioni o, in alcuni casi, vi sta osservando. Fortunatamente, i moderni smartphone offrono funzionalità che permettono di verificare se questi sensori sono attivi.

  • Indicatore di privacy su iOS: Un puntino verde in alto a sinistra dello schermo indica che la fotocamera è attiva, un puntino arancione segnala che il microfono è abilitato, mentre una freccia blu indica l’accesso alla posizione.
  • Su Android 12 o versioni successive: Potete cercare un’icona verde (simile a quella nell’immagine) con una fotocamera, un microfono o un’icona di localizzazione posizionata in alto a destra.
  • Su Android 11 o versioni precedenti: Non essendoci una funzione nativa per vedere se la fotocamera e il microfono sono attivi, potete scaricare l’app Access Dots per una funzionalità simile.

6. Codice per vedere se il telefono è sotto controllo Android

È possibile che le vostre chiamate vengano inoltrate senza che ne siate a conoscenza. Fortunatamente, è facile scoprire se qualcuno sta intercettando le vostre chiamate. Ecco come potete farlo (nota: questo metodo funziona solo su dispositivi Android).

  1. Sul vostro dispositivo Android, comporre #21, *#67# o *#62#.
  2. Premere il pulsante di chiamata.

Un pop-up apparirà una volta premuto il pulsante di chiamata. Se le opzioni elencate dicono “Non inoltrato”, il vostro telefono è sicuro. Tuttavia, se indica il contrario, il vostro telefono potrebbe essere intercettato.

Non temete. Potete risolvere questo problema componendo ##002# sul vostro schermo di chiamata. Se vedete “Cancellazione riuscita” sul vostro display, avete evitato con successo l’attacco. Come mettere in sicurezza il telefono

7. Annunci pubblicitari indesiderati e app

Se sul vostro telefono è installato un adware (un tipo di malware), potreste riscontrare pop-up pubblicitari in posti insoliti dell’interfaccia utente. Questi annunci appaiono frequentemente e non corrispondono alle vostre recenti ricerche sul web. Fate attenzione a tali annunci, poiché potrebbero indicare un tentativo di intercettazione del telefono.

Controllare costantemente la lista delle vostre applicazioni può anche essere utile, poiché app indesiderate potrebbero operare in background. Queste app potrebbero tentare di accedere a posizione, fotocamera e microfono. È importante essere prudenti e negare immediatamente tali richieste da app non familiari. Come migliorare sicurezza telefono Android

App per vedere se il telefono è sotto controllo

Telefono sotto controllo come capirlo: consigli esperti per riconoscere il monitoraggio indesiderato e proteggere la tua identità digitale

Come Assicurarsi che il Proprio iPhone Sia Sicuro

La sicurezza dei dispositivi mobili è una preoccupazione crescente, specialmente in relazione al telefono sotto controllo. Gli utenti di iPhone possono trarre comfort dalla robusta architettura di sicurezza di Apple. Questo sistema operativo è strutturato per impedire l’installazione non autorizzata di applicazioni, specialmente quelle di natura invasiva come lo stalkerware. Questo significa che, a meno che non si sia effettuato un jailbreak del dispositivo, è molto improbabile che il vostro cellulare sotto controllo sia compromesso da software indesiderati. Il jailbreak, una procedura che elimina alcune restrizioni imposte da Apple, può rendere un iPhone vulnerabile, ma è un processo complesso che richiede un accesso prolungato al dispositivo e competenze tecniche avanzate.

Per verificare l’assenza di jailbreak, è sufficiente controllare l’assenza di app come Cydia o SBSettings sulla schermata home. In caso contrario, un ripristino alle impostazioni di fabbrica, eseguito tramite un Mac o un PC Windows, può annullare il jailbreak e ripristinare la sicurezza del dispositivo. Tuttavia, questo comporta la perdita di tutti i dati presenti sul telefono, quindi è essenziale eseguire un backup dei dati importanti prima di procedere. Apple fornisce una guida dettagliata per questo processo, che può essere consultata per ulteriori informazioni.

Proteggere il Proprio Dispositivo Android

Per quanto riguarda i dispositivi Android, la situazione è leggermente diversa. Anche se Google rimuove dal Play Store le app ritenute dannose, come quelle legate allo stalkerware, alcune di queste possono sfuggire ai controlli. Per garantire che il vostro telefono sotto controllo non sia compromesso, è importante prestare attenzione a segnali come surriscaldamento, scarica rapida della batteria o comportamenti insoliti del dispositivo, come notifiche inattese o tempi di accensione e spegnimento prolungati.

Per un controllo più approfondito, si consiglia di esaminare l’elenco delle app installate sul dispositivo. Questo può essere fatto accedendo alle impostazioni di Android, selezionando “App e notifiche” e poi “Visualizza tutte le applicazioni”. Fate attenzione alle app con nomi innocui o non familiari e verificate eventuali voci sospette nelle impostazioni di sicurezza del dispositivo.

Infine, per una tranquillità completa, si possono utilizzare strumenti di terze parti come Incognito, Certo e Kaspersky Antivirus. Queste app offrono la possibilità di effettuare scansioni approfondite del telefono per rilevare la presenza di software indesiderati. Sia Google che Apple stanno intensificando i loro sforzi per contrastare le app di sorveglianza, quindi gli utenti possono essere rassicurati che la loro privacy e sicurezza sono una priorità per questi colossi tecnologici. Come proteggere il telefono da virus e hacker