Tipi di stampanti

Tipi di stampanti

Una stampante è una periferica che quando è collegata ad un computer o una rete di computer con connessione cablata o wireless offre la possibilità di stampare su carta, testi o grafica prodotti con un’applicazione. Ereditando la tecnologia delle macchine da scrivere, hanno subito importanti modifiche nel tempo.


Stampanti 3D Cosa sono? Come funzionano? Tutto sulla stampa 3D >>

Attualmente, la maggior parte di stampanti vendute sul mercato sono modelli di cosiddette stampanti multifunzione, che ci forniscono, oltre alla capacità di stampare, funzioni di fotocopiatrice e scanner o acquisizione di immagini.

Questo tipo di stampanti incorporano una tecnologia sognata a malapena alcuni anni fa, quando le stampanti a matrice di punti regnavano, e che forniscono all’utente una flessibilità molto importante, dal momento che possono eseguire molte attività, anche senza essere fisicamente collegate ad un PC.

Tipi di stampanti

Le stampanti sono generalmente classificate tenendo conto delle caratteristiche come la scala di colori che è in grado di stampare, ovvero a colori o in bianco e nero, il tipo di connessione, il numero di pagine al minuto che sono in grado di elaborare e stampare e il tipo specifico della tecnologia che usa per questo.


Per quanto riguarda il tipo di connessione, ci sono diversi protocolli da stampare come Ethernet, wireless via Wi-Fi, porta parallela e USB, quest’ultima è la più moderna e usata oggi.

Nei paragrafi seguenti conosceremo i diversi tipi di stampanti che possiamo trovare sul mercato e le loro caratteristiche principali. Sapendo come funzionano e il tipo di funzionalità che offrono, possiamo avere una visione migliore e, in questo modo, fare un acquisto intelligente che si adatta alle nostre reali esigenze.

Stampanti ad aghi

Una delle più antiche tecnologie di stampa. In questo tipo, c’è una testina di stampa composta da una o più linee verticali di aghi, che al momento dell’impatto su un nastro impregnato di inchiostro stampano un punto per ago. Più aghi, maggiore è la definizione della stampa. Esistono modelli di stampanti ad aghi con 4, 9 o 18 aghi.

Sebbene si tratti di una tecnologia obsoleta, vengono ancora utilizzate per la stampa di documenti fiscali, grazie alla possibilità di stampare utilizzando carta carbone e moduli continui. È un sistema di stampa a basso costo e preparato per grandi volumi di stampa.

Normalmente utilizzato in uffici o aziende in cui devono stampare grandi volumi di fogli, a costi molto bassi e senza un’eccellente qualità di stampa.

Stampante a getto d’inchiostro

Una delle tecnologie di stampa più utilizzate ed estese, dal momento che sono economiche da mantenere e facili da utilizzare. Queste stampanti utilizzano una o più cartucce di inchiostro diverse, che di solito sono ciano, magenta, giallo e nero, pigmenti solitamente utilizzati nella stampa offset e che garantiscono un’eccellente qualità delle stampe. a volte ha una qualità simile alle stampe laser a colori.

Gli usi più comuni della stampante a getto d’inchiostro, come è anche noto, sono per i negozi, piccoli uffici, casa, industria e design grafico, tra molte altre aree.

Stampante laser

Una delle caratteristiche più importanti quando parliamo di stampanti laser, è senza dubbio la qualità che si ottiene dalle stampeAttualmente possiamo trovare stampanti laser veramente economiche sul mercato e con caratteristiche sorprendenti. Gli usi più comuni della stampante laser sono il commercio, il piccolo ufficio, la progettazione grafica e tutti quei luoghi in cui sono richiesti grandi volumi di stampa ad alta velocità.

La base del suo funzionamento è la tecnologia laser, ma in un certo senso è molto simile al principio operativo delle fotocopiatrici. Questa stampante utilizza il raggio laser modulato per inviare le informazioni da stampare su un tamburo fotosensibile. Tramite i laser viene creata un’immagine elettrostatica completa della pagina da stampare.

Dopo questo processo, al tamburo viene applicata una polvere ultra fine chiamata TONER, che aderisce solo alle aree sensibilizzate dai raggi laser. Quando il tamburo passa sopra il foglio di carta, la polvere viene trasferita sulla sua superficie, formando le lettere e le immagini della pagina, che passa attraverso un riscaldatore chiamato FUSOR, che brucia il toner fissandolo sulla pagina.

Le caratteristiche principali delle stampanti laser, oltre alla loro velocità e qualità, dipendono dal modello di stampante laser, possono stampare a colori o in bianco e nero.

Vantaggi e problemi della stampa laser

Le stampanti laser sono molto più veloci delle stampanti a getto d’inchiostro. Hanno anche una definizione più ampia e il toner è più economico dell’inchiostro, il che li rende più redditizie per un ufficio, dove stampano grandi quantità di documenti ogni giorno.

Come svantaggio principale, il prezzo di una stampante laser è superiore a quello delle stampanti a getto d’inchiostro.

Quando si tratta di stampa a colori, i toner per stampanti laser sono molto più costosi degli inchiostri. Lo stesso accade con il prezzo delle stampanti. Ciò significa che per la stampa a colori per gli utenti normali, la scelta è sempre una stampante a getto d’inchiostro.

Plotter

Questo tipo di tecnologia è ampiamente utilizzata oggi per eseguire tutti i tipi di progetti pubblicitari come cartelloni pubblicitari, nonché insegne pubblicitarie di dimensioni extra large. Questo è uno strumento che consente all’utente di realizzare progetti di stampa di grandi dimensioni, poiché alcuni modelli sono in grado di stampare fino a 160 cm di larghezza. 

Un altro uso frequente dei plotter, chiamato anche traccianti, è nel campo dell’architettura. Attualmente, i plotter lavorano con la tecnologia a getto d’inchiostro, che offre loro un’eccellente flessibilità e qualità. Gli usi più comuni dei plotter sono architettura, pubblicità, progettazione grafica e stampa.

Tipi di stampanti più utilizzate e loro applicazioni

Ereditando la tecnologia delle macchine da scrivere, le stampanti hanno subito drastiche mutazioni nel tempo. Anche con l’evoluzione del computing grafico, le stampanti si sono specializzate. Pertanto, ci sono stampanti ottimizzate per il disegno vettoriale, per le fotografie e altre ottimizzate per il testo.

La stampante è una periferica utilizzata per stampare informazioni, il risultato dell’elaborazione dei dati. Come suggerisce il nome, è la periferica che trasporta le informazioni dal computer alla carta. Esistono diversi tipi di stampanti, e deve essere scelta in base alla necessità. I tipi di stampanti più usati che possiamo trovare oggi sono:

Stampante Ink Jet: le stampanti a getto d’inchiostro hanno un prezzo molto inferiore rispetto alle stampanti ad aghi. Iniettano gocce d’inchiostro che formano il carattere da stampare. Le gocce passano attraverso un elettrodo che riceve una carica elettrica. Le stampanti a getto d’inchiostro o Inkjet, come vengono anche chiamate, sono molto veloci, avendo la possibilità di stampare molti caratteri al secondo. La sua qualità di stampa è molto buona. Sono ideali per la stampa a colori.

Stampante laser: sistema simile a quello utilizzato nelle fotocopiatrici, per la sensibilizzazione della carta e l’uso del toner per la stampa. stampa ad alta velocità e ad alta risoluzione, sia per i testi che per la grafica. Esistono stampanti laser a colori che utilizzano 4 toner oltre al nero, uno per ciascun colore primario (CMYK).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*