Tutto ciò che dovresti sapere su WebP: cos’è, vantaggi e come aprire immagini di questo tipo

By | Giugno 21, 2020
Tutto ciò che dovresti sapere su WebP

Webp o “weppy”, che è come si pronuncia, è un formato grafico sotto forma di un contenitore che è emerso nel 2010 dalla mano di Google. Sebbene computer, cellulari e tablet stiano diventando sempre più potenti, la verità è che oggigiorno i siti Web che visitiamo hanno sempre più contenuti di qualità.

Ciò significa che se visitiamo uno di questi siti Web caricati con contenuti multimediali con un computer con hardware leggermente più limitato, vediamo come il tempo o la velocità di caricamento vengono ridotti rispetto ad altri siti Web di peso inferiore.

In questo senso, le immagini contenute in una pagina Web sono senza dubbio una delle principali cause del caricamento lento. Se a questo aggiungiamo che una singola pagina può avere molte immagini di alta qualità, allora le cose possono complicarsi. Tuttavia, alcuni anni fa, il formato WebP ha iniziato a essere utilizzato, un modo più efficiente per utilizzare le immagini su Internet.

Forse in più di un’occasione abbiamo scoperto che quando si scarica un’immagine da un sito Web, quando si accede al percorso in cui l’abbiamo salvata, troviamo un file in formato .Webp.

Un’immagine che in seguito potremmo non sapere con quale strumento la possiamo aprire o che è direttamente associato al nostro browser Web e viene aperta direttamente con esso. Successivamente, mostreremo cos’è esattamente questo formato di immagine e quali vantaggi ci offre.

Cos’è WebP

Webp o “weppy“, che è come si pronuncia, è un formato grafico sotto forma di un contenitore che è emerso nel 2010 dalla mano di Google e che supporta la compressione sia lossy che non lossy. Un formato derivato dallo standard video VP8 sviluppato da On2 Technologies e acquisito da Google nello stesso anno.

Da quel momento in poi, è stato lo stesso Google a sviluppare ulteriormente questo formato aggiungendo nuove funzionalità e quello che ha fatto sì che il proprio motore browser Chrome iniziasse a supportare questo formato di compressione.

In breve, è un formato di file creato da Google per ridurre le dimensioni delle immagini e quindi ridurre i tempi di caricamento delle immagini. Qualcosa che, d’altra parte, è diventato una necessità perché al giorno d’oggi, la maggior parte delle volte navighiamo su Internet, lo facciamo dai nostri telefoni cellulari.

In questo modo si ottiene un risparmio nella larghezza di banda e quindi un caricamento più veloce delle immagini da quei siti Web che utilizzano questo formato immagine.

All’incirca, le immagini in questo formato di compressione sono più piccole del 30% rispetto alla stessa immagine in altri formati comuni come JPG, JPEG o PNG con la stessa qualità dell’immagine e in base ai propri metodi di compressione. Mentre i file JPG si basano su un metodo di compressione con perdita, i file PNG fanno lo stesso ma senza perdita ed è il WebP che supporta entrambe le possibilità.

Vantaggi e svantaggi di WebP su JPEG

Il formato JPG o JPEG è stato il più ampiamente utilizzato su Internet per decenni, tuttavia, WebP ha dimostrato di essere molto più efficiente grazie a uno dei principali vantaggi rispetto a JPG, poiché offre un metodo di compressione lossy e lossless. Tuttavia, questa forma offre altri vantaggi come:

  • Risparmio di spazio: come abbiamo già accennato, il formato di compressione di WebP consente alle immagini di occupare molto meno spazio sul nostro disco o server con la stessa qualità di un’immagine in formato JPG o PNG.
  • Riduzione dei tempi di compressione: non è solo importante occupare poco spazio, ma è anche decisivo che il caricamento nel browser sia veloce. In questo senso, il formato creato da Google supera di gran lunga i tempi di decodifica e caricamento di altri formati di immagine.
  • Supporto per la trasparenza: inoltre, è un formato che supporta la trasparenza delle immagini.
  • Supporto per l’animazione: e, ultimo ma non meno importante, supporta anche l’animazione, che lo rende anche un grande rivale del formato GIF.

Ma dal momento che tutto potrebbe non essere perfetto, dobbiamo anche tenere conto di alcuni dettagli di questo formato. Uno di questi è la sua massima risoluzione in pixel, 16.383 × 16.383. Sebbene sia molto grande, la verità è che è molto inferiore alla risoluzione massima offerta da JPEG, poiché raggiunge 65.535 × 65.535 pixel, anche se è vero che non utilizzeremo mai immagini di nessuna di queste dimensioni su un sito Web.

L’altro grande dettaglio da prendere in considerazione è la limitazione offerta dal formato WebP rispetto ad alcuni browser, poiché non è possibile aprire questo formato di file con la maggior parte delle applicazioni di visualizzazione delle immagini.

Come aprire e convertire i file WebP

Se siamo uno di quelli che utilizzano il browser Web di Google, è possibile che durante il download di un’immagine in formato WebP, se abbiamo Chrome come browser predefinito sul nostro computer, è molto probabile che il browser stesso venga associato a noi come applicazione predefinita per aprire l’immagine.

In caso contrario, possiamo aprire un’immagine in questo formato semplicemente trascinandola su una finestra di Chrome. Anche altri browser basati su Chromium offrono questo supporto, anche se alcune versioni precedenti potrebbero non supportarlo. Qualcosa che può accaderci anche con altri browser Web, pertanto, possiamo utilizzare il nostro browser per aprire un’immagine in questo formato a seconda del browser e della sua versione.

Ma se ciò che vogliamo è aprire un’immagine in questo formato con alcuni strumenti di visualizzazione o modifica delle immagini, dovremo trovarne uno che supporti questo formato. Se sei uno che usa Photoshop, sicuramente hai già capito che se proviamo ad aprire un file WebP, lo strumento Adobe ci mostrerà un messaggio che indica che non è possibile perché non è il tipo corretto di documento.

Come aprire un file WebP in Photoshop

Tuttavia, esiste un modo per aprire i file di questo formato con lo strumento Adobe, installando un plug-in che offre questo supporto. Questi sono i passaggi che dobbiamo seguire:

  • Scarichiamo il plug-in dal sito Web ufficiale del software. (Dobbiamo scegliere tra la versione a 32 e 64 bit).
  • Decomprimiamo il file scaricato sul nostro disco.
  • Apriamo un esploratore di file e andiamo sul percorso in cui abbiamo installato Photoshop.
  • All’interno della cartella dei plug-in, copiamo il file WebPFormat64.8bi che troviamo tra quelli che abbiamo decompresso.
  • Noi riapriamo Photoshop e cerchiamo di aprire un file WebP.
  • Se tutto è andato bene, vedremo che è già possibile aprire questo tipo di file con Photoshop.

Un’altra alternativa gratuita per visualizzare le foto in questo formato

Possiamo anche usare uno strumento con IrFanView. Un software gratuito disponibile per Windows con supporto per la visualizzazione di immagini in questo formato e che possiamo scaricare direttamente da questo link sul sito ufficiale dello strumento.

Non appena scaricato, facciamo doppio clic sul file .exe che è stato salvato su disco e apparirà automaticamente la procedura guidata di installazione. In un paio di clic, avremo lo strumento pronto e disponibile per l’uso. Ora, per aprire i file WebP da esso, dovremo avere il plugin corrispondente.

Quindi la prossima cosa che dobbiamo fare è:

  • Andiamo al sito ufficiale di IrFanView.
  • Scarichiamo il programma di installazione del plug-in per la nostra versione di Windows.
  • Eseguiamo il file .exe scaricato.
  • Apriamo IrFanView sul nostro desktop.
  • Abbiamo provato ad aprire un file WebP.
  • Se l’installazione dello strumento e dei plugin ha avuto esito positivo, possiamo già aprire qualsiasi immagine in questo formato.

Sebbene sia un visualizzatore di immagini che supporti questo tipo di formato, ha anche alcuni strumenti di modifica molto basilari. Pertanto, possiamo eseguire alcuni tagli su un’immagine, se necessario, dal visualizzatore di immagini IrFanView stesso.

Puoi anche convertire un file in altri formati di immagine

Se abbiamo bisogno di aprire un file in questo formato da un computer che non ha il sistema operativo Microsoft o in cui non possiamo installare applicazioni di terze parti, ciò che possiamo fare è convertire WebP in JPG, PNG, GIF o altri formati.

Ed è così, non dovremo installare nulla sul nostro computer. Dovremo solo aprire il browser Web e visitare uno qualsiasi dei siti online in cui possiamo convertire le immagini da un formato all’altro. Uno dei più popolari e usati è ezgif.com, un sito Web in cui possiamo convertire un file WebP in GIF, PNG, JPG o MP4 e viceversa in pochi clic e completamente gratuito.

L’unica cosa che dobbiamo fare è visitare il sito ezgif, selezionare il tipo di conversione che vogliamo fare, ad esempio WebP in JPG e quindi, caricare il file o indicare l’URL in cui si trova e fare clic sul pulsante Carica. In pochi istanti l’immagine verrà caricata, sulla quale possiamo fare alcune opzioni di modifica come ritaglio, ridimensionamento, rotazione, ottimizzazione, aggiunta di testo o aggiunta di alcuni effetti, tra gli altri.

Con tutto pronto, l’unica cosa che ci rimane è fare clic sul pulsante Converti in JPG o sul formato di output che abbiamo scelto e quindi possiamo procedere con il download del risultato. Ora, con l’immagine in formato JPG, possiamo aprirla in qualsiasi altro visualizzatore di immagini o strumento di fotoritocco non compatibile con questo formato senza alcun problema.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.