VPN: che cos’è e come funziona

By | Agosto 3, 2020
VPN: che cos'è e come funziona

Una VPN non è solo una cosa da pirati. Mi collego a Internet tramite una VPN da diversi anni per diversi motivi. Di solito il mio operatore blocca i siti Web che considera “insicuri” o di contenuti dubbi e inappropriati, come ad esempio i siti torrent, e limita gli enormi download di file ospitati su determinati server, senza sapere se il loro contenuto è legale o meno.

Ma grazie alla mia connessione VPN ho eluso tutte queste restrizioni. Vodafone sa che mi collego al mio server VPN e nient’altro. Da lì, non sa quali pagine visito, quali programmi in streaming guardo e cosa scarico.

Che cos’è una VPN?

Se non sai ancora cos’è una VPN, confermiamo che si tratta di una rete virtuale privata, nelle telecomunicazioni, è una rete di telecomunicazioni privata, instaurata come connessione tra soggetti che utilizzano, come tecnologia di trasporto, un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, come ad esempio la suite di protocolli Internet. Wikipedia.

È una tecnologia di rete che consente a uno o più dispositivi di essere collegati in una rete privata virtuale, attraverso una rete pubblica come Internet, senza la necessità che tali dispositivi siano fisicamente collegati tra loro, come su una rete intranet o nello stesso posto.

In questo modo, due o più dispositivi possono connettersi e scambiare dati in modo sicuro e crittografato tramite un nome utente e una password. Se qualcuno intercetta i dati, questi vengono crittografati, rendendo impossibile l’hacking.

Cosa serve?

Una connessione VPN viene utilizzata da tutte le aziende per consentire ai propri dipendenti di connettersi da qualsiasi luogo alla rete aziendale, (in forte espansione di recente a causa dell’aumento del telelavoro) dove possono accedere in sicurezza alle proprie risorse aziendali.

Oltre alla sicurezza che questo tipo di connessione ti offre, non solo alla tua azienda ma a un livello particolare, specialmente se lo fai attraverso un wifi pubblico o non sicuro, puoi anche “simulare” da dove ti connetti. Se il mio amico Giovanni sceglie la Danimarca, può accedere a tutti i servizi di streaming video danesi da casa sua in Italia, che sono logicamente limitati alla visualizzazione in quel paese dal copyright.

E come ho detto prima, nascondi al tuo provider Internet quali siti web visiti, dove ti colleghi e cosa scarichi, impedendo loro di controllare ciò che stai facendo online. Riassumendo in due parole: libertà e sicurezza.

Le VPN sono legali e sicure da usare? (Dipende)

Da dove comincio?

È molto più semplice di quanto sembri. Hai solo bisogno di un fornitore di servizi VPN. Nel mercato ci sono due tipi, gratuite e a pagamento. La mia raccomandazione è di non pensare nemmeno a provare quelle gratuite.

Se già non ti fidi di un’applicazione gratuita che hai installato sul tuo dispositivo, immagina un provider VPN che sa esattamente tutto quello che fai su Internet. Un rischio molto elevato.

Quindi dovrai ricorrere a una a pagamento. Ne hai diversi che offrono buoni servizi, come NordVPN, CyberGhost o ExpressVPN, tra gli altri.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.