YouTube Music vs Spotify: quale servizio di streaming musicale è migliore per te

By | Aprile 7, 2021
YouTube Music vs Spotify

La guerra dello streaming musicale è al suo apice. Ogni azienda vuole una torta di questo trend di mercato in crescita. Finora, Spotify è in testa alla corsa con la maggioranza assoluta. Grandi come Amazon, Apple e Google con YouTube Music stanno facendo di tutto per raggiungere l’azienda svedese. Ovviamente, anche noi ci siamo chiesti quale scegliere e questo ha portato a questo confronto tra YouTube Music vs Spotify per lo streaming di musica.


Parlando di Google, il loro viaggio è stato ricco di eventi nello streaming musicale. Il gigante della ricerca ha tentato per la prima volta la fortuna con Google Play Music, lo ha reso disponibile come impostazione predefinita su tutti i dispositivi Android, ma non è riuscito a ottenere una trazione significativa tra gli utenti. In seguito, Google ha abbandonato Play Music e ha annunciato YouTube Music, un nuovissimo servizio musicale con integrazione audio e video.

Per contrastare Spotify, Google sta cercando di sfruttare la piattaforma YouTube per una profonda integrazione e mira a offrire un miglior rapporto qualità-prezzo. In questo post, confrontiamo YouTube Music vs Spotify. Il confronto riguarderà la loro interfaccia utente, il menu, l’esperienza di ascolto, il prezzo, le funzionalità e altro ancora. Iniziamo.

Disponibilità multipiattaforma

Spotify è disponibile su ogni piattaforma. L’app è accessibile su Android, iOS, Windows, macOS, web, Apple Watch e Galaxy Watch. Supporta anche Android Auto e Apple CarPlay. Google ha reso disponibile YouTube Music su iOS, Android, web, Windows e macOS (tramite Progressive Web App ).

Interfaccia utente

YouTube Music utilizza un bel tema scuro in tutta l’interfaccia. Puoi navigare tra le principali opzioni dal basso. Il menu Impostazioni e la ricerca restano in alto. Il menu Libreria è ben suddiviso in download, brani apprezzati, artisti e playlist. Mi piace il modo in cui l’interfaccia utente del lettore cambia il colore in base all’album musicale.

Spotify ha la migliore interfaccia utente tra tutte le altre app di streaming musicale. Utilizza un tema sfumato nei menu e nelle sezioni. Ti dà quasi un effetto di illuminazione ambientale.

A differenza di YouTube Music, il menu di ricerca si trova in basso, il che è utile per raggiungerlo facilmente. Spotify cambia anche l’interfaccia utente del lettore in base al colore dell’album, ma ancora una volta la presentazione e la sensazione generale sono migliori di YouTube Music.

Scopri le canzoni

La scoperta di nuova musica è importante quanto l’esperienza di ascolto. Dopotutto, questi servizi di streaming musicale offrono milioni di brani all’utente e non si vorrà dedicare molto del proprio tempo alla ricerca di nuovi brani.

Per quanto riguarda YouTube Music, il servizio richiede alle lingue e agli artisti interessati una home page personalizzata. Quando cerchi un brano e inizi a riprodurlo, l’app mette automaticamente in coda suggerimenti simili per l’utente.

Come previsto, YouTube Music offre playlist pronte per un allenamento, guida, buon umore, ecc. La mia funzione preferita è Discover Mix, che mette insieme un elenco di 50 brani e viene aggiornato ogni mercoledì in base alle mie abitudini di ascolto e alle canzoni che mi piacciono.

Il concetto è identico a New Music Daily di Apple e New Music Friday di Spotify. Spotify richiede anche lingue e artisti preferiti per consigli migliori. Puoi cercare nuove canzoni andando in categorie come Rock, Dance, Chill, Jazz e altro.

Quando crei una playlist, Spotify suggerisce più brani in base ai brani aggiunti. E devo dire che di solito sono azzeccati.

Spotify crea anche una playlist “Discover Weekly” che mette insieme un elenco di nuovi brani in base alla tua cronologia di ascolto e ai brani che ti sono piaciuti. Non finisce qui. Spotify genera quattro playlist mix giornaliere, che combinano i brani più ascoltati e quelli nuovi.

Esperienza di ascolto

Come previsto, entrambi i servizi offrono streaming musicale di alta qualità a 320 kbps. YouTube Music offre statistiche per l’opzione nerd, che mostra i dati tecnici di una canzone. Puoi abilitare l’opzione andando nelle impostazioni> riproduzione e restrizione> attivando le statistiche per il menu nerd.

Per quanto riguarda lo streaming Bluetooth, ha funzionato come previsto con il mio altoparlante Mi e gli auricolari wireless Funcl AI. Non ci sono stati ritardi o comportamenti strani. Il mio unico problema era che YouTube Music non poteva riprendere un brano con un solo gesto sull’auricolare destro dei miei auricolari. Ha funzionato perfettamente con Apple Music e Spotify. Mi piacerebbe vedere il supporto dei testi in un futuro aggiornamento.

Spotify fornisce poche funzioni per personalizzare e migliorare l’esperienza di ascolto complessiva per l’utente finale. È possibile abilitare la riproduzione senza pause per eliminare il ritardo tra due brani.

Inoltre è dotato di un equalizzatore integrato per effettuare regolazioni secondo i tuoi gusti di ascolto della musica. Spotify fornisce la normalizzazione dell’audio per bilanciare tutte le canzoni su un’unica scala. Di solito non lo preferisco.

La mia aggiunta preferita è dietro la sezione dei testi. Si trova proprio sotto l’interfaccia di ascolto e fornisce testi e curiosità sulla canzone.

Altre funzionalità

YouTube Music ha aggiunto nell’app la sezione video e performance live. Durante l’ascolto di una canzone, è possibile passare rapidamente al video e riprodurre la clip da YouTube. Apprezzo l’integrazione ma odio il comportamento in cui la mia cronologia delle ricerche di YouTube Music viene sincronizzata con l’app YouTube.

YouTube Music supporta anche le scorciatoie Siri. È disponibile nel menu Impostazioni. L’ho impostato per riprodurre la mia playlist di Bollywood quando dico: “Ehi Siri, suona un po ‘di musica”.

Spotify vuole essere il fulcro di tutte le esigenze di streaming audio di un utente. L’anno scorso, la società ha investito molto in prodotti podcast e ora offre una solida esperienza di podcast nell’app. Vai alla ricerca, scorri verso il basso fino a podcast e inizia a seguire i canali.

L’app include anche l’integrazione con Facebook. Puoi collegarlo al tuo account social e seguire i tuoi amici. Purtroppo, il servizio non offre le scorciatoie Siri o il supporto per i widget iOS.

Prezzo

Spotify offre tre piani. La versione premium costa 9,99€ al mese. Il piano Studenti ha uno sconto del 50% a 4,99€ al mese e il piano Famiglia parte da 14,99€ al mese, il che ti consente di aggiungere altri cinque membri. Le funzionalità aggiunte includono esperienza senza pubblicità, musica di alta qualità e download illimitati. Questi prezzi si riferiscono alla regione degli Stati Uniti e possono variare a seconda dei paesi.

YouTube Music fa parte di YouTube Premium, che costa 9,99€ al mese. Il piano famiglia è fissato a 14,8€ al mese. Il piano offre un’esperienza YouTube senza pubblicità, download illimitati e riproduzione di video in background.

Conclusione

Come puoi vedere dal confronto sopra, sia YouTube Music che Spotify hanno i loro pro e contro. YouTube Music brilla con l’integrazione video e le scorciatoie Siri. Spotify supera i rivali con suggerimenti di canzoni più accurati, componente aggiuntivo per podcast, migliore interfaccia utente e integrazione dei testi.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!